Oggi è mer dic 13, 2017 22:32 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: corsi universitari pensati per il mondo del lavoro
MessaggioInviato: mer gen 23, 2008 18:11 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 6
Sono convinto del fatto che le università italiane debbano migliorare a cominciare dalle prospettive che offrono ai giovani che decidono di intraprendere un percorso di studi. Perché i corsi non sono pensati per dare una formazione più vicina al mondo del lavoro visto che quasi tutti gli studenti che usciranno dovranno trovarsi un lavoro?
Trovo che università e mondo del lavoro siano troppo distanti, infatti i corsi universitari non sono istituiti in base alle reali esigenze del mondo lavorativo

ex1 troppi studenti iscritti a corsi che hanno poche prospettive di lavoro
ex2 studenti laureati che una volta terminati gli studi non sanno dove sbattere la testa

Propongo: obbligare le università ad avere sportelli di ricerca lavoro e ad istituire corsi a numero programmato in base all'occupazione che offre il mercato del lavoro


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Idee semplici e concrete da mettere subito in pratica!
MessaggioInviato: sab gen 26, 2008 06:58 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 28
Caro Maurizio,
HAI PERFETTAMENTE RAGIONE!

APPROVO IN PIENO LE TUE OSSERVAZIONI e STIMO il fatto che non sollevi solo un problema, ma proponi delle soluzioni concrete. Se in Italia si procedesse così, passo dopo passo le cose cambierebbero radicalmente verso il meglio.

Sicuramente con un po' di autocritica, da insegnante e studente quale sono, sottolineo che per accendere un processo di miglioramento virtuoso bisogna PRETENDERE di più come DOCENTI e DARE di più come STUDENTI.

La qualità intrinseca della cultura delle persone secondo me è calata molto negli ultimi tempi con la perdita dei valori. Chiarisco con un esempio: mio nonno non ha avuto modo di studiare oltre la licenza elementare, ma riconosceva nella propria ignoranza un limite alla propria realizzazione. Ha fatto di tutto per migliorare e quando lavorava dava il meglio assolvendo ai propri doveri. E' così che il paese è stato ricostruito dopo la guerra. Oggi noi giovani abbiamo mille opportunità formative, ma molti di noi spesso fanno i furbi, imbrogliano e si sottraggono ai propri doveri e responsabilità. Intendo che tirano a fare il minimo e a imbrogliare nelle verifiche di apprendimento (v. la favola della cicala e della formica o di Pinocchio e Lucignolo)

Questo è un comportamento sbagliato che darà i suoi frutti nel futuro dei singoli e della collettività.
Per questo andrebbe corretto al più presto e l'agenda della politica deve mettere scuola e ricerca nelle priorità nazionali.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun gen 28, 2008 18:50 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 6
Ti ringrazio, ho fatto quelle osservazioni perché ho appena conseguito la laurea e ho provato sulla mia pelle il trovarsi in difficoltà nella ricerca di un lavoro. A questo proposito aggiungo il fatto che chi legifera è molto distante dalla gente comune e spesso propone leggi che si rivelano inutili solo perché non sa come la vita procede in realtà. Nel mio caso l'osservazione che ho fatto è nata dal fatto che ho provato di persona e mi sono solo chiesto, ma come si può migliorare?

Basterebbe che chi amministra cambiasse il suo punto di vista e si ponesse l'obiettivo di migliorare il sistema.

Condivido il fatto che in Italia ci sia un impoverimento culturale e di valori a cui l'istruzione può porre rimedio. Spero che i futuri governi pongano finalmente al centro dei loro dibatti il tema dell'istruzione!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab feb 16, 2008 16:46 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 13
IL PD finora ha detto parole non equivoche su sicurezza e in qualche maniera su fiscalità e politica economica. Non ho sentito altrettante buone nuove su un tema fondamentale come quello della scuola e dell'università.
1 la scuola è diventata troppo lunga e per niente selettiva;
2 negli insegnamenti nelle scuole medie superiori c'è spesso carenza nell'insegnamento delle materie tecniche, questo a mio avviso è uno dei motivi che spinge i ragazzi ad affollare le facoltà umanistiche;
3 I paesi che hanno raggiunto livelli maggiori di crescita economica (Irlanda, Inghilterra, Cina) hanno dei rigidi sistemi che garantiscono l'accesso alle università migliori soltanto a coloro che ne hanno il merito; da noi invece per una malintesa idea di uguaglianza, tutti possono fare tutto, con la conseguenza che i poveri frequentano le università vicino casa e i ricchi hanno una effettivapossibilità di scelta;
io penso che un partito che voglia davvero partire dal merito debba partire dalla scuola. Quindi credo che il partito democratico debba riformare la scuola superiore facendola diventare più adatta alla preparazione per l'università; in secondo luogo sarebbe necessario riformare gli esami di stato in modo tale da farli diventare i veri test d'ingresso per le università e un metodo per la valutazione degli insegnanti; infine sarebbe utile una forte riduzione dei corsi di laurea e delle università, da attuare anche con numeri programmati per le università che non sono in grado di assicurare ai ragazzi una congrua possibilità di trovare lavoro.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010