Oggi è ven lug 20, 2018 00:53 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 53 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Pensi che l'Italia sia pronta per una riforma in senso federalistico dello stato?
SI 48%  48%  [ 10 ]
NO 48%  48%  [ 10 ]
Non so 5%  5%  [ 1 ]
Voti totali : 21
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio mar 06, 2008 15:09 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 158
Wallace, non è detto che la cosa debba essere fatta istantaneamente. Si può prevedere gradualità, porre obiettivi, monitorare, correggere. Però è ora di piantarla di accampare scuse. Nel ddl sul federalismo fiscale le regioni del nord hanno chiesto tempi certi (5 anni mi pare) per il suo arrivare a regime e hanno trovato l'opposizione compatta di tutte quelle del centrosud. Allora o al centrosud si convincono, amministratori e cittadini, a darsi una mossa oppure il mondo cammina lo stesso, alla sua velocità e tutto viene giù da sé. I cambiamenti è meglio governarli, ma se non lo si fa le cose cambiano comunque e generalmente in peggio.
daniele, milano


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio mar 06, 2008 22:59 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
Bene , sulla gradualità della cosa siamo d'accordo.

Sul cominciare ora il cambiamento, non ci sono dubbi.


Speriamo dalle elezioni usciranno risultati incoraggianti in questo senso...


Ni sentimu,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Il federalismo e L'Italia
MessaggioInviato: ven mar 07, 2008 01:29 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 11
Io suggerirei un aumento delle autonomie modellate per esempio sul Friuli Venezia Giulia o sulla Sardegna, irrobustite però da un forte potere sostitutivo.

Mi spiego: assodato che serve una Camera delle Autonomie per garantire che lo Stato non sovrasti gli enti locali a seconda di chi goverana a Roma, questa Camera dovrebbe intervenire nelle regioni incapaci.
Questa dovrebbe essere la sua funzione principale.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Il federalismo e L'Italia
MessaggioInviato: lun mar 10, 2008 23:38 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
daniloCbus ha scritto:
Io suggerirei un aumento delle autonomie modellate per esempio sul Friuli Venezia Giulia o sulla Sardegna, irrobustite però da un forte potere sostitutivo.

Mi spiego: assodato che serve una Camera delle Autonomie per garantire che lo Stato non sovrasti gli enti locali a seconda di chi goverana a Roma, questa Camera dovrebbe intervenire nelle regioni incapaci.
Questa dovrebbe essere la sua funzione principale.


Le autonomie modellate su esempio di friuli o sardegna sono a statuto speciale.

Poi queste camere delle autonomie perchè dovrebbero sfuggire al controllo di Roma?

A rasa rasa,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio mar 13, 2008 16:06 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
Ho sentito Veltroni che parlava dell'inserimento, in caso di vittoria, di un ministro del nord-est..
Probabilmente sono stato poco attento, ma in che senso deve essere letta questa dichiarazione?

Come nascita di un ministero per il NE, (ma nn penso proprio) o come inserimento di un ministro proveniente dal NE?
E in tal caso, quale sarebbe la novità ?

Grazie dei chiarimenti,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mar 18, 2008 01:12 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
L'altro giorno Veltroni a Verona ha parlato di "federalismo a due velocità".

Ecco la risposta di Castelli=

Cita:
Roma, 12 mar. (Adnkronos) - "Federalismo a due velocita'? Innanzitutto Veltroni dichiari se il Pd votera' a favore del federalismo altrimenti significa che e' andato al nord ad ingannare i cittadini". Lo ha dichiarato il presidente dei senatori della Lega Nord, Roberto Castelli, in riferimento alle affermazioni del leader del Pd Walter Veltroni che oggi a Venezia si e' detto disponibile a "fare un passo avanti soprattutto sul piano del federalismo fiscale, e lo si puo' fare anche applicandolo a due velocita': prima le regioni che sono pronte a sostenerlo".





Secondo voi è davvero attuabile il progetto PD di iniziare una federalizzazione "a tappe"?


N'ascontamu,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mar 18, 2008 14:55 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 158
Secondo me Veltroni nonpotrà mai mantenere fede a quel che promette in tema di federalismo fiscale per ragioni strutturali più volte scritte. Se alla Lombardia è consentito di acquisire risorse fiscali sul proprio territorio per finanziare poteri trasferiti dal centro, al centro devono arrivare meno risorse e dunque deve tagliare spese. Non lo faranno mai. Come cavolo li ripiani 9,6 miliardi di debito sanitario del Lazio se non peschi abbindantemente nelle tasche dei contribuenti di Lombardia, Veneto ed Emilia? Lasci che il Lazio faccia default?
E' chiaro che in un paese dove esiste uno squilibrio così forte, con 3 regioni che finanziano tutte le altre se quelle 3 regioni riducono il trasferimento di risorse verso il centro tutte le altre crollano. Diciamolo tranquillamente: senza l'abbattimento di debito che è dato sostanzialmente dagli attivi di Lombardia, Veneto ed Emilia, l'Italia uscirebbe dall'euro in 5 minuti.

daniele, milano


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio mar 20, 2008 23:13 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
dan969 ha scritto:
Secondo me Veltroni nonpotrà mai mantenere fede a quel che promette in tema di federalismo fiscale per ragioni strutturali più volte scritte. Se alla Lombardia è consentito di acquisire risorse fiscali sul proprio territorio per finanziare poteri trasferiti dal centro, al centro devono arrivare meno risorse e dunque deve tagliare spese. Non lo faranno mai. Come cavolo li ripiani 9,6 miliardi di debito sanitario del Lazio se non peschi abbindantemente nelle tasche dei contribuenti di Lombardia, Veneto ed Emilia? Lasci che il Lazio faccia default?
E' chiaro che in un paese dove esiste uno squilibrio così forte, con 3 regioni che finanziano tutte le altre se quelle 3 regioni riducono il trasferimento di risorse verso il centro tutte le altre crollano. Diciamolo tranquillamente: senza l'abbattimento di debito che è dato sostanzialmente dagli attivi di Lombardia, Veneto ed Emilia, l'Italia uscirebbe dall'euro in 5 minuti.

daniele, milano



Anche io ho molte perplessità.
Lasciando a parte il fatto di essere contrario ora ad una svolta federalistica, penso che questa dichiarazione di Veltroni si scontri con l'attegiamente avuto finora=la politica del si può fare, del fattibile, dell'attuabile.

Sarà che siamo in campagna elettorale..

Ni sentimu,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mar 26, 2008 17:01 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
Mamma mia speriamo che il PDL non vinca...ho la pelle d'oca a leggere cose del genere=

da movimento giovani padani


Cita:
Il Movimento Giovani Padani è espressione del movimento politico Lega Nord per l'Indipendenza della Padania.
I Giovani Padani sono e rappresentano tutti i giovani del Nord, della Padania.
Il Movimento Giovani Padani ha saputo in questi anni coinvolgere anche ragazzi inizialmente estranei alla Lega Nord o, in generale, alla politica.
Il MGP riunisce giovani di ogni estrazione culturale e sociale senza distinzioni ideologiche.
Il vero collante tra tutti i giovani è la ricerca e la difesa di un unico grande ideale: LA LIBERTA'.
Un ideale che per i Giovani Padani non è solo una parola con cui riempirsi la bocca. Cosa significa veramente essere liberi? Che cos'è veramente la libertà?
Noi pensiamo che essere liberi significhi tornare ad essere padroni a casa nostra.
Libertà significa essere liberi d'amare la nostra terra con i suoi monti, i suoi fiumi, con la sua immensa pianura e la sua nebbia.
Significa commuoversi alla vista del Grande Fiume Po o sull'onda delle note del Và Pensiero di Verdi.
Significa apprezzare le nostre tradizioni, le nostre culture, la nostra identità.
Significa vivere con valori inossidabili e costitutivi della nostra vita.
Significa poter godere dei frutti del nostro lavoro senza dimenticare la solidarietà.
Significa migliorare la qualità della vita, creare nuove e più efficienti infrastrutture, difendere le pensioni dei nostri lavoratori, migliorare l'istruzione dei nostri ragazzi.
Significa avere strade decenti dove non rischiare la vita.
Significa riposare serenamente dopo una vita di duro lavoro senza l'incubo perenne di perdere la tanto sospirata pensione.
Significa vivere in città non degradate in cui l'uomo non sia un microbo ma un cittadino.
Significa essere liberi di crearsi una famiglia senza l'incubo del costo della vita.

Sinceramente pensate che ci sia qualcosa di più nobile del sacrificio personale in nome della libertà del proprio popolo e della propria terra?

Non una libertà personale o di interesse, ma la vera LIBERTA', quella di tutta la nostra Patria!

Questa è l'essenza dei Giovani Padani.
I Giovani Padani pretendono il rispetto per la nostra gente, la nostra storia, la nostra cultura.
I Giovani Padani saranno sempre in prima linea per mostrare il proprio grande amore nei confronti della propria terra, che possiede un suo nome e una sua identità: PADANIA.

E presto avrà la LIBERTA'!



PERCHE' POTRANNO TOGLIERCI ANCHE LA VITA,

MA NON CI TOGLIERANNO MAI

LA LIBERTA'!!!



Già, senza distinzione di razza, sesso, religione..ma sempre giovani PADANI sono!


Se questo è il federalismo che si attuerà se vincerà SB, siamo messi maluccio...



U potimu fa,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mar 26, 2008 17:26 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
Ecco invece una dichiarazione dalla nostra barricata..

dalla provincia cosentina



Cita:
Federalismo, Turco: "Si a quello fiscale, ma aiutare le regioni"
25/03/08 - Lamezia


"Credo nel federalismo solidale. E' giusto chiedere ad una regione di coniugare efficienza ed equità. Ed è giusto combattere l'assistenzialismo". Lo ha affermato il ministro della Salute, Livia Turco, parlando con i giornalisti a Lamezia Terme a margine di un'iniziativa delle donne del Pd. "Noi - ha aggiunto - abbiamo portato avanti una politica sanitaria che non ha soltanto stanziato più risorse, ma ha definito gli strumenti per rendere la spesa sanitaria più efficiente. Infatti, c'é un dato che andrebbe ricordato di più: abbiamo aumentato le risorse per i livelli essenziali di assistenza, passando da 90 miliardi di euro a 102 miliardi ed abbiamo aumentato le risorse per gli investimenti, passando da 17 a 23 miliardi di euro. L'aumento della spesa sanitaria nel 2007 è stata dello 0,8% contro il 6% di incremento annuo della spesa sanitaria degli anni 2000-2006, a dimostrazione che ci siamo fatti carico delle efficienze, del controllo della spesa e della qualità della spesa. Siamo contro ogni assistenzialismo - ha detto ancora il ministro Turco - e contro una politica che pensi semplicemente all'aumento delle risorse. Siamo per un uso oculato delle risorse".



Commenti?

A me pare che il discorso non si voglia approfondire più di tanto.

"Si a quello fiscale, ma aiutare le regioni" è una frase che puo' voler dire tutto e niente.

Ni sentimu,
A rasa rasa,
U potimu fa,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 30, 2008 00:26 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
Cita:
ELEZIONI/ LOIERO A VELTRONI: FEDERALISMO FISCALE E'CONTRO IL SUD
Lettera aperta al candidato Pd che domani sarà in Calabria
postato 2 giorni fa da APCOM
ARTICOLI A TEMA
elezioni/ berlusconi: lega nord ha…
elezioni: per il pdl 7 missioni, da…
elezioni/ chiusa a catania la 'tre…
Altri
Catanzaro, 27 mar. (Apcom) - Un impegno per un federalismo fiscale che aiuti e non penalizzi il Sud, è stato sollecitato a Walter Veltroni (che domani sarà in Calabria con il suo pullman) dal presidente della Regione Agazio Loiero con una lettera aperta che sarà pubblicata domani sul quotidiano La Gazzetta del Sud.

Dopo aver ricordato il difficile momento, Loiero, tra l'altro, ha scritto a Veltroni: "Come Regione abbiamo tentato di procedere puntando prima di tutto a conseguire un più alto livello di trasparenza. Molte cose buone sono state fatte, dalle attività istituzionali contro la 'ndrangheta, alla Stazione unica appaltante, a un piano regionale 2007-2013 che l'Europa ha apprezzato, ma una quotidianità tragica inghiotte come in un cratere senza fondo tutte queste positività polverizzandole e restituendo al paese un'immagine repulsiva di noi".

Loiero, allarmato dall'ipotesi del centrodestra di una legge sul federalismo che favorirebbe le regioni più forti, sollecita a Veltroni un impegno in difesa del Sud. "Già in base a uno studio di economisti - ricorda Loiero - se venisse approvato il testo di legge sul federalismo fiscale del centrosinistra, per la Calabria gli effetti sarebbero mortali: Figuriamoci cosa avverrebbe se l'ipotesi del centrodestra favorita da questa demonizzazione di massa del Mezzogiorno diventasse legge dello Stato. Credo che l'uomo che, speriamo dal governo, s'accinge a guidare il centrosinistra debba tentare di sciogliere questo difficile nodo".




Veltroni ha risposto a Loiero dicendo che invece le due cose sono compatibili, richiamando alla mente penso il "federalismo a due velocità", ma non ha spiegato come...

Questo è comprensibile durante un comizio...e non possiamo certo chiedergli di mettersi da solo i bastoni tra le ruote, eppure questa storia del federalismo a due velocità nn mi convince molto.

Forse devo rivedermi il programma...Ba



Ni sentimu,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven apr 04, 2008 11:28 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 3
ovviamente dobbiamo vedere quale federalismo ,con quali poteri e quali limiti ma inoltre tenendo conto che siamo in un processo di integrazione europea vanno integrate le nostre modifiche a quel progetto.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom apr 06, 2008 10:44 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
marto.rana ha scritto:
ovviamente dobbiamo vedere quale federalismo ,con quali poteri e quali limiti ma inoltre tenendo conto che siamo in un processo di integrazione europea vanno integrate le nostre modifiche a quel progetto.



Cosa intendi per integrazione europea?
Dal punto di vista economico siamo a un buon punto, ma da quello politico e legislativo ancora non si sa nemmeno che strada percorrere.

E' chiaro pero' che i quadri federalistici italiani dovranno tener conto del parere dell'unione e dei risvolti sugli interventi dell UE sulle regioni(sopratutto riguardo i finanziamenti..)


Ni sentimu,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun apr 07, 2008 19:09 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 3
[quote="Luis Wallace"]


risposta:

guardiamo il trattato di lisbona ; prevede diverse prerogative legislative tra le quali ,per esempio, la regolazione delle misure che abbiano effetto di alterare le condizioni di concorrenza nel mercato interno.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio apr 10, 2008 19:52 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
marto.rana ha scritto:
Luis Wallace ha scritto:


risposta:

guardiamo il trattato di lisbona ; prevede diverse prerogative legislative tra le quali ,per esempio, la regolazione delle misure che abbiano effetto di alterare le condizioni di concorrenza nel mercato interno.



Non sono ferrato in materia(se dico qualche sciocchezza, corregetemi!!!), ma mi pare che firmare un decreto del genere non significhi rispettarlo.

Ricordate Chirac quando fece di tutto per vietare all'ENEL di comprare una azienda francese?

Francamente a fare i liberali solo a nostro discapito non è che sia un grande aiuto.

Certo se rispettassero tutti le regolazioni di cui parli, allora..

Secondo me dovremmo cercare prima di portare certe regioni prima in Italia che in Europa! :)


Ni sentimu,
Wallace


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 53 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010