Oggi è gio apr 19, 2018 15:35 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 10 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il Bipolarismo... un'altra stravaganza tutta italiana
MessaggioInviato: dom gen 06, 2008 19:52 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 7
Chi di voi conosce un paese in Europa che per legge elettorale vuole costringere i partiti con la legge elettorale di stare di qua o di là già prima delle elezioni? Certo c'è la Francia col doppio turno... ma anche col cosidetto semi-presidenzialismo, che come si vede con Sarkozy esautora in pratica la legittimizzazione politica del governo e potevano fare subito il sistema americano, se non fosse che i francesi non vogliono essere americani.

Per il resto per me il "bipolarismo" è come un matrimonio senza la possibilità di divorzio: nella maggior parte dei casi un vero e proprio inferno (vedi l'"Unione") dal quale non te ne puoi andare. Ed è pure peggio, perché ti costringono a sposare non solo uno/una che non vuoi e non ami, ma vari...!
E come nel matrimonio senza la possibilità di divorizo viene limitata l'autonomia, in questo caso dei partiti. Ma perché alcuni nel PD vogliono legarsi le mani con "alleanze annunciate" che dopo bruciano solo? Perché lo vuole Fini, che così rimarrà sempre succube di Berlusconi?

Imporre il bipolarismo per legge elettorale, come si è fatto in Italia dal 1994 ad oggi, non ha risolto nessun problema politico-istituzionale: né il maggioritario, né il Porcellum con premio di maggioranza hanno ridotto la frammentazione partitica o aumentato la governabilità, dato che in questi ultimi 13 anni contiamo 9 governi diversi.

Né lo farebbe il doppio turno: in Francia ci sono ancora 12 partiti nell'Assemblée Nationale. Inoltre il doppio turno è una presa in giro dell'elettore: oggi puoi giocare e votare per quelli che vuoi (primo turno), ma domani smetti di giocare e ti devi decidere se vuoi la padella o la brace (secondo turno).

Che il "bipolarismo" piace magari ad alcuni partiti piccoli è comprensibile: puoi ottenere un posticino in parlamento, anche con pochi voti e magari ricattare pure il governo (vedi Mastella, Dini & Co.).

L'unico e migliore sistema che garantisce governabilità, alternanza e aggregazioni partitiche medio-grandi sono e rimangono un sistema proporzionale con soglia di sbarramento e soprattutto la sfiducia costruttiva. Il sistema tedesco è uno di questi e dire che porta automaticamente a "grandi coalizioni" è un'offesa all'intelligenza: in Germania in 58 anni abbiamo visto solo 17 governi diversi, di cui solo 2 fatti da "Grosse Koalitionen" in casi di crisi politiche.

A Veltroni dico: Se il PD e la Cosa rossa non raggiungono da soli la maggioranza, ma raggiungono solo - come dice lui - rispettivamente il 32 ed il 9%, allora o stanno all'opposizione o trovano un'accordo - improbabile - con un Centro democristiano alla Casini. Se però oltre al PD e la Cosa Rossa nasce anche un polo socialista con 5-6% oppure Di Pietro e Beppe Grillo uniti superano il 5% allora - forse - puoi governare. Oppure operi, con proposte politiche serie che incontrano il consenso degli elettori, ad ottenere almeno 40% con una Sinistra alternativa magari al 15%.

Con un nuovo sistema elettorale che garantisca stabilità ma anche democrazia non ci possono essere più garanzie di vincere prima di aver votato. This is democracy, baby!

Auguri di buone riforme!

http://modellotedesco.blogspot.com/

Stefan Moritz
un tedesco in Italia da 18 anni


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Il bipolarismo è politica estrema.
MessaggioInviato: lun gen 07, 2008 20:35 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 35
Secondo me il bibpolarismo e una forma esrema di politica, ed è l'esatto opposto del multipartitismo della cosidetta prima repubblica.
Il bipolarismo porta solo ad una accozzaglia eterogenea che non può assolutamante governare.
Inoltre dico che sarebbe meglio un siste,ma multipolera a 5- max 6 poli omegenei. Chi vince Governa e tutti gli altri all'opposizione.
Il sistema tedesco credo porterebbe al grande Koalizione perchè nessuno è in grad di raggiungere il 50% o più dei voti.
SI resterebbe all'accozzaglia attuale!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun gen 07, 2008 22:09 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 227
Non sono d'accordo. Il bipolarismo ha funzionato dappertutto garantendo governi stabili nel corso degli anni. Perchè in Italia non ha funzionato? Io individuo 2 cause:
1) non abbiamo mai avuto una soglia di sbarramento. Nei sistemi maggioritari la soglia è implicita (nell'assemblea francese ci sono solo 5 gruppi parlamentari; i parlamentari non iscritti ai gruppi sono solo 7 individui; il partito vincitore ha una maggioranza più che ampia), in quelli proporzionali va prevista esplicitamente (come in Germania) o realizzata nel meccanismo delle circoscrizioni (come in Spagna). Da noi in Italia invece si è deciso che entrano tutti, e anche quando abbiamo avuto un maggioritario, abbiamo dovuto ibridarlo inserendo un 25% di proporzionale senza sbarramento che ha vanificato tutto. Il risultato sono i partiti-persona che stanno sulla linea dei due poli, minacciando di fare il salto di là se non si esaudiscono le loro richieste, provocando l'incapacità decisionale.

2) il nostro bipolarismo è giovane. O meglio, in realtà c'è sempre stato, fra DC e PCI. Ma a noi è mancata l'alternanza. E il motivo per cui è mancata era proprio il nostro sistema proporzionale puro.
Il risultato è che una parte dei politici non ha mai imparato a stare al governo e a prendere decisioni che inevitabilmente scontentano qualcuno (vedi Rifondazione), mentre un'altra parte ha imparato fin troppo bene come stare e rimanere al governo (partitini ex-DC che stanno sul limite).

Il bipolarismo con una vivace alternanza ha dimostrato dappertutto di essere un ottimo sistema; dobbiamo solo impararne le regole.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer gen 09, 2008 20:37 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 35
Non funziona perchè ci sono troppe distanze a livello ideologico fra i due poli. Inoltre in Italia non esiste lo spirito di coalizione e non si è capaci di fare opposizione al di là dei soliti sistemi ostruzionistici e populisti.
Le nostre coalizioni non sono omegenee. Poi il bipolarismo in realtà esiste solo in usa, altrove ci sono da 3 a 10 partiti anche se molti come in inghilterra non entrano in parlamanto per effetto dei limiti delle leggi elettorali e la cosa diventa un bibpolarismo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 13, 2008 14:55 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 6639
Malcom1975 ha scritto:
Non funziona perchè ci sono troppe distanze a livello ideologico fra i due poli. Inoltre in Italia non esiste lo spirito di coalizione e non si è capaci di fare opposizione al di là dei soliti sistemi ostruzionistici e populisti.
Le nostre coalizioni non sono omegenee. Poi il bipolarismo in realtà esiste solo in usa, altrove ci sono da 3 a 10 partiti anche se molti come in inghilterra non entrano in parlamanto per effetto dei limiti delle leggi elettorali e la cosa diventa un bibpolarismo.


Hai centrato il punto: dove ci sono gli sbarramenti ognuno si presenta e se non lo supera se ne stà a casa. Da noi, invece, si fanno le opportune ammucchiate per superare gli sbarramenti esistenti, e quindi siamo punto e a capo.
L'autore del topic si chiede perché Fini vuole restare succube dell'unto. Fini (e non solo lui) vuole disperatamente una legge elettorale che obblighi qualcuno a prenderlo preventivamente come alleato per poter pretendere i COLLEGI SICURI e garantirsi un minimo "sindacale" di parlamentari! Per questo insiste sull'indicazione delle alleanze pre-elettorali (tra l'altro sarebbero solo una bufala come l'indicazione del candidato premier, visto che la Costituzione non prevede nulla di tutto questo). Magari poteva pensarci prima di votare per la legge porcata...


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 13, 2008 17:15 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 35
La verità e che Fini così come Casini ounta a diventare nuovo leader del cdx e presidende del Consiglio. Con Berlusconi dovrebbero aspettare di arrivare a 70 anni e fischia pure loro.
Voglio una legge che gli permetta di correre e vincere le elzioni staccandosi dal PPL sempre che berlusconi non si faccia da parte ed accetti le primarie (che perderebbe).
Con il sistema tedesco diventerebbero il 3 polo con il maggioritario e magari il doppio turno potrebbero sfidare Berlusca al ballottaggio.
Se An-Udc-Italia di Mezzo-Liberal Democratici-Udeur-DcA si mettono assieme possono arrivare la 23% ed oltre e possono ancora tentare di aggregarsi Socialisti e PRI di La Malfa.
A questo scopo è necessario che il 3 polo no sia costretto ad allearsi per forza con il PPL per Governare.
Cita:
Con il sistema tedesco puro esiste il forte rischio che chi vince fra PD e PPL debbe fare nuove alleanze post voto per avere la maggiornaza in parlamento.

Magari i partiti minori facessero mega liste per superare gli sbarramanti, purchè non si alleino con il PD e il PPL.
Il punto è dare ai grandi partiti se vincono la maggiornaza assoluta dei seggi senza fare alleanza con i piccoli.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 13, 2008 18:20 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 227
Malcom1975 ha scritto:
Il punto è dare ai grandi partiti se vincono la maggiornaza assoluta dei seggi senza fare alleanza con i piccoli.


Per raggiungere questo scopo sarebbe necessaria una regola per la quale il partito che ha la maggioranza relativa, conquista la maggioranza assoluta.
Ma inserendo una norma di questo tipo, ci sarebbe il rischio di creazione di due enormi partiti-accozzaglia disomogenei, funzionali ad avere lo 0,1% più dell'altro.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 13, 2008 19:03 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 35
Non è vero. Si incentiverebbe i partiti medi a creare nuovi poli per tentare di vincere le elezioni.
La Sinistra arcobaleno è già un bell'esemio. Se Fini-Casini-Rotondi-Follini-Dini e Mastella facessero li 3° polo arriverebbero al 23% ed oltre. Molto vicini a PD e PPL


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 13, 2008 19:06 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 227
Eh no, perchè basta che un partito faccia un'aggregazione ulteriore (per esempio PDL con AN), e frega tutti gli altri. Ma tutti gli altri lo sanno, quindi in risposta fanno un'aggregazione contraria. E gli altri rispondono facendone una ancora più grossa, e così via fino ad arrivare a due partiti.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun gen 14, 2008 20:58 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 6639
Garbuglia ha scritto:
Eh no, perchè basta che un partito faccia un'aggregazione ulteriore (per esempio PDL con AN), e frega tutti gli altri. Ma tutti gli altri lo sanno, quindi in risposta fanno un'aggregazione contraria. E gli altri rispondono facendone una ancora più grossa, e così via fino ad arrivare a due partiti.


Esatto! E' proprio quello che è successo con l'attuale legge e succederebbe pure con quella prodotta da un eventuale successo nel referendum.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010