Oggi è sab ago 18, 2018 00:36 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: discutibilità
MessaggioInviato: sab feb 23, 2008 00:13 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 7
wintervdn ha scritto:
paolo11 ha scritto:
wintervdn ha scritto:
qualcuno faccia ragionare d'alema..

mb

Caro wintervdn.Proprio quello che volevo sentire.Allora noi vogliamo l'Istria!siamo andati per niente con i nostri soldati!
scherzi a parte.
Ciao
paolo11


siamo andati a difendere quelli sbagliati.. questo è lampante! gli stessi albanesi non si fidano dei loro "fratelli" kosovari.

i serbi/croati hanno scelto solamente il periodo sbagliato.. avessero iniziato dopo il 2001, tra la bosnia e il kosovo non ci sarebbe più un musulmano, vedi cecenia.

forse ti può interessare:
Samuel Huntington "The clash of civilizations?"


concordo in pieno, dalema in politica estera è veramente un danno.
non riesce a fare un analisi politica tutto sommato semplice e quindi non prevede l'evoluzione di una situazione (come sta avvenendo ora).
prende delle decisioni (bombardamenti sulla Serbia) illegittime dal punto di vista internazionale(non vi era un pronunciamento del consiglio di sicurezza ONU) e nazionale (contrario alla nostra Costituzione cfr. ART 11).
la situazione sul campo (in Kossovo) peggiora drammaticamente.e si assiste alla schifezza dei bombardamenti sulla Serbia una nazione che viene bombardata per RAPPRESAGLIA.
Dalema segui l'esempio di Prodi, NON CANDIDARTI.
saluti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: discutibilità
MessaggioInviato: sab feb 23, 2008 11:19 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 8940
fritigerno ha scritto:
wintervdn ha scritto:
paolo11 ha scritto:
wintervdn ha scritto:
qualcuno faccia ragionare d'alema..

mb

Caro wintervdn.Proprio quello che volevo sentire.Allora noi vogliamo l'Istria!siamo andati per niente con i nostri soldati!
scherzi a parte.
Ciao
paolo11


siamo andati a difendere quelli sbagliati.. questo è lampante! gli stessi albanesi non si fidano dei loro "fratelli" kosovari.

i serbi/croati hanno scelto solamente il periodo sbagliato.. avessero iniziato dopo il 2001, tra la bosnia e il kosovo non ci sarebbe più un musulmano, vedi cecenia.

forse ti può interessare:
Samuel Huntington "The clash of civilizations?"


concordo in pieno, dalema in politica estera è veramente un danno.
non riesce a fare un analisi politica tutto sommato semplice e quindi non prevede l'evoluzione di una situazione (come sta avvenendo ora).
prende delle decisioni (bombardamenti sulla Serbia) illegittime dal punto di vista internazionale(non vi era un pronunciamento del consiglio di sicurezza ONU) e nazionale (contrario alla nostra Costituzione cfr. ART 11).
la situazione sul campo (in Kossovo) peggiora drammaticamente.e si assiste alla schifezza dei bombardamenti sulla Serbia una nazione che viene bombardata per RAPPRESAGLIA.
Dalema segui l'esempio di Prodi, NON CANDIDARTI.
saluti

Caro fritigerno.Avendo 60 anni, ho visto tutto il suo percorso politico,Si potrebbe cambiare mestiere ORA.
Ciao
Paolo11


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 28, 2008 00:37 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 9
Ho vissuto la dichiarazione di indipendenza della repubblica di Kosova mentre ero in Albania.

Volevo chiarire , a chi come me sceglie un forum di discussione per scambiarsi opinioni , alcuni punti che mi sembrano molto fumosi.

Gli esempi che portate e che vengono citati sono chiaramente esempi non paragonabili alla situazione di Kosova. Paragonarlo alla situazione dei baschi in Spagna oppure della Padania in Italia è pura fantapolitica. Mi ricordo che quando ero a scuola, la professoressa di matematica ci diceva che un chilo di mele non si poteva sommare a un chilo di pere, ecco il paragone potrebbe essere calzante. Non si possono paragonare delle situazioni completamente diverse tra di loro.

Durante il regime di Miloscevic (che non rappresenta assolutamente la maggioranza serba) i kossovari sono stati uccisi, torturati e massacrati dalle milizie. Tutti questi fatti sono stati comprovati da missioni internazionali e considerando la situazione al di sopra di ogni tipo di sopportazione è stata presa la decisione di bombardare le postazioni militari del regime.

Già questo passaggio rende la situazione di Kosova nettamente diversa da quella degli altri esempi. Non mi risulta che la Nato abbia bombardato l’Italia perché quest’ultima massacrava i padani oppure la Spagna perché massacrava i baschi.

L’ex Jugoslavia era uno stato federale composto da moltissime etnie che dopo la caduta del muro di Berlino, naturalmente si è disgregato e non mi risulta che l’indipendenza della Croazia, Bosnia, ecc sia stata concordata con Belgrado; non ho memoria storica di ciò. Vorrei ricordare che la Slovenia oggi è il paese che guida l’Unione Europa, un bel salto per un paese che nel 1991 proclamò l’indipendenza in modo unilaterale andando anche incontro a una guerra durata qualche giorno.
Ritornando alla dichiarazione di indipendenza vorrei ancora invitare, e vedo che nessuno di quelli che scrivono, a leggerla o magari trovare una sorta di riassunto. Si tratta di una indipendenza che mette il neonato stato di fronte a specifiche responsabilità, soprattutto nei confronti della minoranza serba che verrà tutelata nel migliore dei modi.

C’è stata grande festa in Kosova e c’è stata anche grande festa in Albania, cercando di dare un valore molto alto al giorno del 17 febbraio. Tutte le persone ragionevoli sanno che questo non è un’ incoronamento ma solamente un’ inizio e che la parte difficile comincia proprio ora.

Prima di parlare di dirigenti vorrei ricordare a tutti che il risultato di oggi, anche se in parte, è dovuto anche all’attivismo politico di stampo pacifista dell’ex presidente Rugova (deceduto per cancro). Una figura che ha segnato non solo la storia di Kosova ma quella di tutti i Balcani e oltre.

I dirigenti politici di Kosova non sono dei santi e questo lo sappiamo bene tutti; sono spesso anche il prodotto delle forze internazionali che hanno agito durante questi anni in quei territori. Qualcuno ha scritto che dopo il Montenegro (che gode di ottima economia tra le varie cose) Kosova sarà il secondo paese della mafia in Europa. Vorrei ricordare che viviamo in Italia…vi inviterei a leggere alcune sentenze che parlano di rapporti mafia – politica anche dove viviamo, e non sono rapporti frivoli.

Non esistono paesi mafiosi oppure popoli mafiosi, esiste la mafia che come ogni altro fenomeno si è semplicemente globbalizzata, forse anche con una capacità di adattamento superiore.

Cerchiamo di vedere l’indipendenza di Kosova sotto un altro punto di vista.
Vediamola come un’occasione per i serbi di rompere definitivamente con il proprio passato, con il quale non hanno mai fatto i conti.
Vediamola come un’opportunità per far stare sotto il capello europeo tutte le popolazioni dei Balcani senza sorta di distinzione.

In questa situazione era abbastanza scontato che il governo serbo non avrebbe fatto salti di gioia, come non è mai successo neanche nelle precedenti indipendenze dei paesi dell’ex Jugoslavia. Ha reagito come prevedeva il copione dei scenari internazionali in questi casi, richiamando a consultazione i propri ambasciatori e non ritirandogli come qualcuno in modo erroneo sostiene.

Stimo molto Massimo d’Alema e penso che abbia riconosciuto Kosova come stato indipendente nel quadro di un’ottica sistemica e coordinata con gli alleati europei e quelli oltreoceano.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 28, 2008 14:15 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 8940
CaroIsmail Ademi.Se tutti i paesi dell'area EURO,
fossero stati daccordo nel riconoscere l'indipendenza del Kossovo,non avrei nulla da obiettare.
Si parla molto fra paesi europei di molte cose, specialmente su questioni economiche.Si parlava di far entrare la Turchia ecccc....
Mi chiedo o si parla con una voce sola per certe questioni.Oppure che Europa vogliamo!
Solo quella economica!
Ciao
Paolo11


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: pericoli possibili
MessaggioInviato: lun mar 10, 2008 00:25 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1700
Con tutto il rispetto, a situazione attuale è frutto nche della politica di milosevic e de suoi piani di pulizia etnica, senza i quali forse non staremo qui a parlare di odio reciproco e di guerra etnica.
Adesso come adesso però bisogna tenere conto che
a)le mafie in Kosovo ci sguazzano e le polizie mondiali, già poco potenti in questo campo, lì sono impotenti al 100%
b)ci sono alcuni imam forse foraggiati da estremisti assai facoltosi residenti sulle rive del Golfo Persico
che si stanno dando da fare per far diventare integralista la popolazione, e grazie ai soldi parecchie prsone li ascoltano attenti. Il rischio di vedere resto uno Stato integralista islamico è più che reale
c) Il neo Stato del Kosovo è a dire poco povero, come farà a vivere autonomamente senza dover dipendere da "sponsor interessati"?
Già nel 2000 i servizi Israeliani avevano detto con chiarezza queste cose (aggiungendo in più la possibile entrata nella sfra di influenza iraniana)


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 10, 2008 16:25 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 9
)le mafie in Kosovo ci sguazzano e le polizie mondiali, già poco potenti in questo campo, lì sono impotenti al 100%

Per quanto riguarda il rapporto con le mafie, anche se sarebbe assai più giusto chiamarla criminalità organizzata, ho già scritto qualcosa nel mio precedente post. È sicuramente un problema che deve essere affrontato ed è nel interesse dei kossovari prima di tutto poter risolvere questa situazione. Non è semplice farlo subito, lo stiamo vedendo anche con la situazione dei rifiuti nel sud Italia per esempio. La Mafia ha messo i suoi tentacoli in quel ramo e tutti abbiamo sotto i nostri occhi gli effetti di questa penetrazione.


b)ci sono alcuni imam forse foraggiati da estremisti assai facoltosi residenti sulle rive del Golfo Persico che si stanno dando da fare per far diventare integralista la popolazione, e grazie ai soldi parecchie persone li ascoltano attenti. Il rischio di vedere resto uno Stato integralista islamico è più che reale .

Kosova è prevalentemente di religione mussulmana. In questo momento gli USA hanno un controllo pressoché totale sul territorio e dubito che possano tollerare la compenetrazione di capitale integralista. Non basta essere un paese mussulmano per diventare integralista.



c) Il neo Stato del Kosovo è a dire poco povero, come farà a vivere autonomamente senza dover dipendere da "sponsor interessati"?

Vi invito di nuovo a leggere la dichiarazione di indipendenza e le regole con le quali la comunità internazionale sorveglierà su questa indipendenza vigilata, prima di esprimere giudizi di questo tipo.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 21 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010