Oggi è mer ago 15, 2018 17:19 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: la crisi finanziaria globale
MessaggioInviato: gio dic 13, 2007 13:14 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
Con un comunicato a sorpresa, ieri 12 dicembre, la Federal Reserve ha annunciato una massiccia azione concertata delle banche centrali per immettere decine di miliardi di liquidita' nel mercato finanziario allo scopo di allentare le tensioni sul credito. Si tratta del maggiore intervento congiunto dall'11 settembre 2001.

Nell’ operazione sono coinvolte oltre alla Federal Reserve, la Banca Centrale Europea, la Banca del Canada, La Banca d’Inghilterra, La banca centrale Svizzera. Le Banche centrali metteranno a disposizione decine di miliardi di dollari di liquidita' per allentare la crisi del credito che sta mettendo in seria difficoltà l’economia reale e le maggiori piazze finanziarie internazionali.

la Fed rendera’ disponibili alla BCE e alla Banca centrale Svizzera 24 miliardi di dollari per incrementare l’offerta in Europa. La Banca Centrale Usa immetterà sul mercato finanziario globale dollari anche attraverso quattro "aste" , di cui due si terranno nel mese di dicembre per una offerta di 40 miliardi di dollari.

La decisione segue di un giorno il taglio al costo del denaro effettuato dalla Fed, dalla Banca d’Inghilterra e dalla Banca Canadese, che erano stati inadeguati a tranquillizzare i mercati.

Sono sempre di più gli operatori che temono l’avvio di una recessione negli USA, mentre le banche sono estremamente restie ad accordare nuovi finanziamenti a causa della profonda crisi di fiducia che ha colpito il sistema finanziario dopo l’esplosione della crisi dei sub-prime.

Le borse ieri hanno reagito con un violento strappo al rialzo alla notizia, in seguito hanno ripiegato sotto la pressione delle vendite. Ne è scaturita una paurosa oscillazione dei principali indici di borsa. Se da un lato infatti la notizia è nel complesso positiva, in molti si sono chiesti qual'è la reale gravità della crisi finanziaria per richiedere interventi congiunti di questa portata.

Oggi comincia la pubblicazione dei risultati trimestrali delle banche USA con Lehman Brothers ad apire le “danze”.



Il testo del comunicato della FED:


Release Date: December 12, 2007
For immediate release
Today, the Bank of Canada, the Bank of England, the European Central Bank, the Federal Reserve, and the Swiss National Bank are announcing measures designed to address elevated pressures in short-term funding markets.

Federal Reserve Actions
Actions taken by the Federal Reserve include the establishment of a temporary Term Auction Facility (approved by the Board of Governors of the Federal Reserve System) and the establishment of foreign exchange swap lines with the European Central Bank and the Swiss National Bank (approved by the Federal Open Market Committee).

Under the Term Auction Facility (TAF) program, the Federal Reserve will auction term funds to depository institutions against the wide variety of collateral that can be used to secure loans at the discount window. All depository institutions that are judged to be in generally sound financial condition by their local Reserve Bank and that are eligible to borrow under the primary credit discount window program will be eligible to participate in TAF auctions. All advances must be fully collateralized. By allowing the Federal Reserve to inject term funds through a broader range of counterparties and against a broader range of collateral than open market operations, this facility could help promote the efficient dissemination of liquidity when the unsecured interbank markets are under stress.

Each TAF auction will be for a fixed amount, with the rate determined by the auction process (subject to a minimum bid rate). The first TAF auction of $20 billion is scheduled for Monday, December 17, with settlement on Thursday, December 20; this auction will provide 28-day term funds, maturing Thursday, January 17, 2008. The second auction of up to $20 billion is scheduled for Thursday, December 20, with settlement on Thursday, December 27; this auction will provide 35-day funds, maturing Thursday, January 31, 2008. The third and fourth auctions will be held on January 14 and 28, with settlement on the following Thursdays.

The amounts of those auctions will be determined in January. The Federal Reserve may conduct additional auctions in subsequent months, depending in part on evolving market conditions.
Depositories will submit bids through their local Reserve Banks. The minimum bid rate for the auctions will be established at the overnight indexed swap (OIS) rate corresponding to the maturity of the credit being auctioned. The OIS rate is a measure of market participants’ expected average federal funds rate over the relevant term. The minimum rate for the December 17 auction along with other auction details will be announced on Friday, December 14. Noncompetitive tenders may be accepted beginning with the third auction. The results of the first auction will be announced at 10 a.m. Eastern Time on December 19. The schedule for releasing the results of later auctions will be determined subsequently.

Detailed terms of the auction and summary auction results will be available at http://www.federalreserve.gov/monetarypolicy/taf.htm.
Experience gained under this temporary program will be helpful in assessing the potential usefulness of augmenting the Federal Reserve’s current monetary policy tools--open market operations and the primary credit facility--with a permanent facility for auctioning term discount window credit. The Board anticipates that it would seek public comment on any proposal for a permanent term auction facility.
The Federal Open Market Committee has authorized temporary reciprocal currency arrangements (swap lines) with the European Central Bank (ECB) and the Swiss National Bank (SNB). These arrangements will provide dollars in amounts of up to $20 billion and $4 billion to the ECB and the SNB, respectively, for use in their jurisdictions. The FOMC approved these swap lines for a period of up to six months.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 15, 2008 14:10 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
15/01/2008 12:56 - Citigroup: tagliato dividendo a 0,32 USD, svalutazioni per 18,1 mld

Citigroup ha comunicato di aver chiuso il quarto trimestre con una perdita netta di 9,83 mld di dollari, o 1,99 dollari per azione, a causa di svalutazioni per 18,1 mld legate all'esposizione verso il settore dei mutui subprime. La banca ha anche annunciato di aver ridotto il dividendo a 32 centesimi per azione, in calo del 41% rispetto ai precedenti 54 centesimi.

Beh, 18 miliardi di dollari di svalutazione del portafolgio titoli. Una operazione paragonabile alla finanziaria di uno Stato di medie dimensioni.


Ultima modifica di Ospite il sab gen 19, 2008 13:49 pm, modificato 1 volta in totale.

Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 19, 2008 13:48 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
Dopo Citigroup giovedì 17 è toccato alla grande banca d'affari Merrill Lynch che ha concluso gli ultimi tre mesi del 2007 con una perdita di 9,83 miliardi di dollari, mentre le svalutazioni sul portafoglio sono ammontate a 14,1 miliardi di dollari, 11,5 miliardi derivanti da crediti legati a subprime e cdo e 2,6 miliardi da rivalutazioni relative a coperture su cdo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun gen 21, 2008 14:06 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
Borse in caduta libera questa mattina con l'indice italiano che perde alle 13:00 il 4,5% fanno peggio Francoforte e Parigi con perdite oltre il 6%.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 22, 2008 15:29 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
dopo i crolli di ieri sulle borse europee e le cadute in Asia questa notte (tokyo -5,5% honk kong -8%) la Federal Reserve è intervenuta prima dell' apertura del mercato americano con un taglio dei tassi dello 0,75%. Probabilmente a questo punto anche la BCE sarà costretta a seguire la Banca centrale americana per evitare eccessivi squilibri sul cambio euro dollaro.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 22, 2008 22:10 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
Interessante questo articolo sui moderni "alchimisti"
di Wall street alla ricerca della pietra filosofale :D

http://www.technologyreview.it/index.ph ... cle&a=1046


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer gen 23, 2008 17:58 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 1
Sono d' accordo con queste considerazioni


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio gen 24, 2008 12:53 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
Dopo le giornate da brivido degli ultimi giorni, ieri la FIAT è arrivata a perdere l'11%. Oggi le borse Europee risalgono con forza. Oscillazioni giornaliere del 5% rendono l'idea del caos che attualmente regna sui mercati finanziari.

Interessanti i commentatori finanziari che nelle TV o sui giornali continuano a fare argute analisi sul comportamento della BCE, la prossima recessione ecc. ecc. I traders molto più cinicamente, davanti ai violenti ribassi di questi giorni ipotizzavano che qualche grosso operatore fosse in un mare di guai.

Questa mattina lo scheletro è uscito dall'armadio con
la banca francese Societé Generale che ha comunicato una frode all'interno della propria divisione brokeraggio che le costerà 4,9 miliardi di euro.
A questa cifra si devono aggiungere 2,05 miliardi di svalutazioni legate al dissesto dei subprime. La banca francese chiderà al mercato 5,5 miliardi di euro di capitali per tappare le falle.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 27, 2008 18:17 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
ANSA) - PARIGI, 25 GEN - La più grande frode della storia della finanza internazionale sarebbe stata scoperta alla Societé Generale venerdì scorso "nel corso di un controllo di routine" nella sala operativa. Per dodici mesi intanto il junior trader ritenuto responsabile delle malversazioni avrebbe potuto operare indisturbato passando ordini fino a 48 miliardi di euro. Lo scrive oggi il quotidiano 'Le Monde' che cerca di ricostruire i fatti ora sotto inchiesta non solo da parte dell'autorità di controllo del sistema bancario francese ma anche della magistratura. Anche il primo ministro Francois Fillon ha chiesto un rapporto sui fatti entro otto giorni.
Ecco la cronologia dello scandalo: - venerdì 18 gennaio: nel corso di un controllo di routine, l'ispezione dei rischi scopre qualcosa di anormale. Il trader avrebbe fatto un errore, passando un ordine senza accompagnarlo di una garanzia fittizia, come aveva fatto finora. La direzione é avvertita. Iniziano le indagini.
- sabato 19 gen: il trader, Jerome Kerviel, viene convocato e, secondo la banca, ammette la sua responsabilità.
- domenica 20 gennaio: gli ispettori scoprano ordini d'acquisto per diversi miliardi di euro che fanno correre alla banca un enorme rischio finanziario. Soc Gen avverte la Banca di Francia e il garante dei mercati finanziari ma non il governo.
Un comitato di crisi viene convocato per elaborare un piano di salvataggio. Viene deciso di mantenere il segreto per permettere alla banca di rivendere, nella massima discrezione, i prodotti acquistati dal trader.
- lunedì21 -mercoledì 23: i 48 miliardi di prodotti derivati vengono liquidati per tranches. La perdita per la banca é di 4,9 miliardi. Una volta eseguito il piano, la banca chiama l'Eliseo, il primo ministro e il ministero dell'Economia e poi il cda. Il presidente Daniel Bouton presenta le sue dimissioni che vengono respinte. Cinque dirigenti, tra cui il 'patron' del polo azioni sono licenziati. Societé Generale decide di lanciare un aumento di capitale di 5,5 miliardi per coprire la frode e anche i 2 miliardi di euro di deprezzamento di asset legati alla crisi dei subprime che la banca rivela assieme alle malversazioni del trader.
- giovedì 24 gennaio: Societé Generale annuncia pubblicamente la perdita di 7 miliardi, chiede scusa agli azionisti, presenta una denuncia contro il trader e insiste sulla solidità della banca che nonostante l'enorme perdita chiuderà con un utile di 7-800 milioni. Bouton e il suo vice, Philippe Citerne annunciano che rinunciano al bonus del 2007 e a sei mesi di stipendio nel 2008. La procura apre un'inchiesta preliminare sulla base di denunce di piccoli azionisti.
- venerdì 25 gennaio: cresce lo scetticismo sulla versione ufficiale, con sospetti che la banca abbia esagerato il ruolo del trader per dissimulare altri tipi di perdite. Pochi inoltre ritengono possibile che il trader, da solo, abbia potuto agire indisturbato per 12 mesi. La banca è anche criticata per il suo modus operandi che secondo alcuni analisti avrebbe contribuito al crollo delle azioni di lunedì scorso. Si rifanno insistenti le voci di possibili raid sulla banca che con una capitalizzazione scesa a 35 miliardi è ora più che mai scalabile. (ANSA).


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar gen 29, 2008 12:32 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
Interessante l’articolo del Telegraf inglese , che spiega come le banche spagnole siano state costrette a cedere alla Banca Centrale Europea decine di miliardi di prodotti cartolarizzati legati a mutui immobiliari ( asset backed securities):

(..)Spanish banks are issuing mortgage securities and asset-backed bonds on a massive scale to park at the European Central Bank, using them as collateral to raise money at favourable rates from the official credit window in Frankfurt.(..)

http://www.telegraph.co.uk/money/main.j ... tviewedbox

In altre parole le banche spagnole non riescono più a collocare questi prodotti sul mercato e per fare cassa si sono dovute rivolgere alla BCE che li ha presi a garanzia fornendo liquidità. Attualmente le bolle immobiliari del Regno Unito e della Spagna sono probabilmente le più pericolose per la stabilità del sistema finanziario europeo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio gen 31, 2008 13:48 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
Ieri è toccato ad UBS il gigante bancario svizzero ha annunciato una perdita netta per il 2007 di 4,4 miliardi di franchi svizzeri (circa 2,7 miliardi di euro), nel solo quarto trimestre le perdite sono state di 12,5 miliardi di franchi ( circa 8 miliardi di euro).

In serata la Federal Reserve ha annunciato l'ennesimo taglio dei tassi dell 0,5%. Con questa mossa la FED porta i rendimenti al netto dell'inflazione negativi.

In pratica è un invito ad indebitarsi proseguendo nella politica di greenspan : crisi, taglio dei tassi, bolla speculativa, stretta monetaria, scoppio della bolla, crollo, taglio dei tassi, ecc. ecc.
Le bolle azionarie, immobiliari, sulle materie prime e i successivi crolli non sono più una anomalia frutto dell'irrazionalità dei mercati, ma la conseguenza di precise scelte di politica monetaria.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 01, 2008 12:00 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
WASHINGTON (Reuters) - L'ombra di un'inchiesta dell'Fbi spunta oggi sulla scena della crisi dei prestiti subprime, mentre il Congresso statunitense si appresta ad approvare una manovra di emergenza per salvare dalla rovina milioni di proprietari di immobili in tutto il paese.

L'Fbi ha annunciato oggi che sta indagando su 14 società per i reati di frode e insider trading in relazione alla crisi dei subprime. Le società coinvolte nelle indagini non sono state identificate, ma l'Fbi ha detto che il gruppo comprende società immobiliari, banche, società che hanno concesso prestiti e finanziarie che hanno garantito mutui ordinari, trasformandoli in strumenti di investimento esotici.

L'Fbi ha detto che i suoi investigatori stanno lavorando insieme al regolatore della borsa Usa, Securities and Exchange Commission, che a sua volta ha confermato di aver aperto più di 30 inchieste relative al mercato dei prestiti subprime.

Goldman Sachs, Morgan Stanley e Bear Stearns, fra le principali banche quotate a Wall Street, hanno confermato oggi che gli investigatori governativi hanno richiesto informazioni sulle loro attività inerenti i subprime.

Anche il regolatore della borsa Svizzera ha dichiarato il mese scorso di aver aperto un'indagine sulle perdite subite dalla banca UBS AG nella crisi dei subprime, mentre Merrill Lynch aveva rivelato fin dallo scorso novembre che la Sec stava investigando sulle sue attività legate al mercato dei prestiti a rischio.

La crisi dei subprime è cominciata all'esplosione della bolla speculativa del mercato delle case avvenuta qualche mese fa, e ha lasciato milioni di proprietari immobiliari negli Stati Uniti con in mano prestiti dagli interessi altissimi che non potevano più permettersi di ripagare.

Questo ha portato ad una crisi nelle vendite sul mercato immobiliare che ha forzato i costruttori ad abbassare il valore degli immobili.


Reuters 30.1.2008


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 08, 2008 14:33 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
ROMA, 8 febbraio (Reuters) - I ministri delle Finanze del G7, che si incontreranno a Tokyo domani, vogliono sapere dagli Stati Uniti quali motivi abbiano dettato le "drammatiche" mosse di politica monetaria della Federal Reserve, ha detto una fonte italiana del G7.

Il G7 discuterà anche del rischio che le misure di breve periodo attuate per calmare i mercati, tagli dei tassi di interesse o iniezioni di liquidità, possano avere conseguenze negative nel lungo periodo.

In un briefing svoltosi martedì in Italia, il cui contenuto era sotto embargo, il funzionario ha confermato che le prospettive dell'economia Usa saranno al centro delle discussioni del meeting G7.

"C'è molta sete di informazione e conoscenza sull'andamento dell'economia Usa e sulle motivazioni dietro le mosse di politica monetaria della Fed che sono state abbastanza drammatiche", ha detto la fonte.

"E' importante capire dove sono gli Stati Uniti e che cosa hanno intenzione di fare", ha aggiunto.

In due settimane la Fed ha tagliato i tassi di interesse in due occasioni, per un totale di 125 punti base.

Una questione su cui si interrogano i responsabili delle economie mondiali riguarda il timore che misure, quali l'immissione di liquidità, atte a far calare la pressione sui mercati, non rispondano all'esigenza di stabilità nel lungo periodo.

"Secondo alcune diagnosi la crisi dei mutui subprime è stata facilitata da condizioni di liquidità abbondanti", ha spiegato il funzionario italiano. "Ci si chiede se esista un trade off tra breve e lungo periodo. Il dilemma principale è come gestire il possibile contrasto tra gli interventi di breve e quelli interventi di lungo per creare i presupposti di maggiore stabilità".

La fonte non ha voluto esporsi troppo sul fronte cambi e sul messaggio del comunicato su questo argomento.

"Sono cose che verranno definite all'ultimo momento", ha detto. Se la parte del comunicato dedicata alle valute è oggetto di grande attenzione da parte del mercato, "il contenuto è sempre molto limitato", ha aggiunto.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 18, 2008 10:23 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
18/02/2008 09:09 - Northern Rock: Governo britannico delibera nazionalizzazione
Il ministro delle Finanze della Gran Bretagna, Alistair Darling, ha dichiarato che Northern Rock, gruppo britannico attivo nel settore mutui, sarà temporaneamente nazionalizzato a causa delle non convincenti manifestazioni d’interesse arrivate dai soggetti privati in gara per rilevare l’istituto in seguito allo scoppio della crisi dei subprime negli Usa.

Il governo britannico aveva già speso 35 miliardi di euro per il salvataggio di NR. Interessante epilogo. All'inizio della crisi dei subprime la banca centrale inglese era stata molto critica verso le iniezioni di liquidità della BCE per fronteggiare la crisi, ritrovandosi poi costretta ad una rapido cambio di opinione, fino alla nazionalizzazione di oggi. :D


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 19, 2008 13:20 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 291
Oggi è toccato al Credit Suisse, 2,85 miliardi di dollari di svalutazioni per "errori contabili" :D mentre sul mercato francese circolano voci non confermate di possibili svalutazioni di asset da parte del Crédit Agricole.

ANSA) - ROMA, 19 FEB - Crollo in Borsa oggi a Zurigo per il titolo Credit Suisse, che ha segnato un calo fino all' 8,6% a 51,9 franchi. La flessione segue l'annuncio che Credit Suisse nel primo trimestre dovra' effettuare svalutazioni fino a 2,85 miliardi di dollari. Nel primo trimestre, piu' in particolare, i profitti saranno ridimensionati di circa un miliardo di dollari a causa di alcuni errori riscontrati da un' indagine interna e relativi al prezzo dei bonds in portafoglio.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 20 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010