Oggi è dom ago 19, 2018 21:44 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Sanità più funzionale e gestita con criteri meritocratici
MessaggioInviato: sab mar 08, 2008 16:28 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:11 pm
Messaggi: 1
Nei dibattiti politici televisivi e nei servizi giornalistici viene spesso sostenuto che la Sanità, come viene garantita oggi ai cittadini in Italia , è tra le migliori d'Europa. È possibile, ma tuttavia ciascuno di noi ha motivo di constatare di persona come esitano ancora tante storture che possono, e devono, essere eliminate.
Non passa giorno inoltre che le cronache dei giornali non riportino all'attenzione casi eclatanti, disgraziati ed inaccettabili di malsanità.
Sono stati elencate da molti osservatori numerose concause di questa situazione tra cui la scarsità delle risorse, la crescente incidenza della sanità privata che si impegna in specialità lucrose e rifugge da quelle ad alto impegno di risorse umane e tecnologiche (es.: UCIC, Unità di Rianimazione, Stoke Unit ecc.), la scelta non meritocratica della Dirigenza delle ASL, l'eccessiva frammentazione delle ASL stesse, l'organizzazione non ottimale dei presidi sanitari, la disarmonia tra rapporto di dipendenza per i Medici Ospedalieri e quello convenzionato per quelli di Medicina Generale, la scarsa efficacia del servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) ecc. ecc.

A mio giudizio nell'organizzazione e nell'erogazione delle prestazioni del nostro SSN esiste una miriade di disfunzioni, alcune delle quali correggibili con interventi a costo zero, con semplici modifiche dell'assetto legislativo.

a. La nomina dei Direttori generali nelle ASL., da parte dei Governatori delle varie Regioni, non risponde a criteri meritocratici, specifici ed oggettivi, ma è condizionata da preponderanti influenze politiche. La legge che regola il SSN dovrebbe essere in alcuni punti radicalmente modificata in modo tale da prevedere:
- Presentazione da parte del Ministero della Salute di un Piano Sanitario Nazionale, con cadenza quadriennale.
- Predisposizione, inderogabilmente entro i 6 mesi successivi, da parte di ciascuna Regione di un piano aderente alle proprie realtà, sia di indirizzo generale sia con indicazioni specifiche e dettagliate per le singole ASL.
- A questo punto dovrebbe essere introdotta la modifica sostanziale e cioè la Conferenza dei Sindaci delle singole ASL, presa visione del piano attuativo che riguarda il territorio che sottende alla propria competenza, dovrebbe bandire il concorso per la nomina del Direttore Generale.
- I candidati, soli se tassativamente in possesso di requisiti particolari (laurea in economia o in legge; nessuna iscrizione a partiti politici o pregresso esercizio di cariche politiche; nessuna processo pendente o sentenza passata in giudicato per reati di mafia, falso in bilancio, corruzione o concussione; curriculum di almeno 10 anni con funzioni direttive in aziende pubbliche e/o private, senza demeriti), dovranno presentare entro 3 mesi alla Segreteria della Presidente della Conferenza dei Sindaci un loro progetto attuativo dettagliato che, rispettando gli obiettivi indicati a livello regionale, garantisca il miglior funzionamento dell'USL in oggetto.
- La Conferenza dei Sindaci, avvalendosi anche della consulenza di Agenzie esterne specializzate, valuterà inderogabilmente entro 3 mesi – secondo esclusivi criteri meritocratici – i progetti dei candidati risultati idonei per titoli.
- I candidati dei 3 progetti giudicati più rispondenti alle indicazioni regionali, rapportate alla oggettiva realtà dell'ASL, costituiranno la terna di nomi da proporre al Governatore della Regione per la scelta della nomina ufficiale.
- Se il Direttore generale non si atterrà al programma per cui è stato scelto la Conferenza dei Sindaci (con maggioranza di 2/3) potrà chiedere al Governatore della Regione la revoca della nomina, anche prima della scadenza del mandato.
- La nomina avrà valore per 4 anni, con decadenza automatica e per ottenere la riconferma sarà necessario partecipare al successivo concorso, alla stregua degli altri candidati.
- Ne deriva che anche per la scelta dei direttori delle singole Unità operative e la direzione dei Dipartimenti dovrebbero essere introdotti criteri esclusivamente meritocratici, sottoponendo i curricoli degli aspiranti alla valutazione di una Agenzia esterna, che fornirà al Direttore generale la terna di nomi su cui effettuare la nomina.

b. Il perdurare degli sperperi, nonostante i tentativi sino ad ora attuati per contrastarli, lascia sconcertato il cittadino, specie se deve far fronte alle necessità quotidiane con risorse molto limitate: esempi emblematici sono le. nomine di direttori di unità semplici o complesse, praticamente inesistenti o estremamente esigue oppure il mantenimento – per puri motivi di opportunità politica – di doppioni di servizi analoghi nell'ambito della stessa ASL
In questo contesto risulta vantaggiosa la proposta di valutare prima della nomina, attraverso i progetti presentati, i progetti e le intenzioni dei futuri Direttori Generali.

c. Le lunghe liste di attesa per visite specialistiche: Il tempo di attesa per una visita specialistica si prolunga, quasi ovunque, oltre ogni limite accettabile, costringendo spesso il paziente al ricorso a strutture private, ovviamente a pagamento, per poter accedere prima alla prestazione sanitaria necessaria. L'esercizio dell'attività “libero-professionale” va assolutamente preservato nell'interesse anche dei pazienti che possono in tal modo, se lo desiderano, a fronte dell'offerta della visita specialistica richiesta, espletata dal medico di turno in ambulatorio nel giorno in cui il CUP ha fissato l'appuntamento, avere analoga prestazione mantenendo un rapporto continuativo con un medico di fiducia. Ovviamente deve rappresentare una soluzione alternativa e migliorativa e non sostitutiva di una prestazione altrimenti non erogata. Da taluni è stato avanzato il sospetto che in alcuni casi i medici del Sevizio pubblico contribuiscano a prolungare le liste di attesa della medicina pubblica in cui operano per alimentare le prestazioni private, di fatto esercitate “extra moenia”. È singolare infatti che nelle strutture private operino spesso i medici dello stesso servizio pubblico che ha lunghe liste di attesa. C'è un solo modo per ovviare a questa disfunzione: 1) adeguare le piante organiche alle reali necessità 2) introdurre tassativamente per i medici del SSN il tempo pieno obbligatorio, limitando l'esercizio della libera professione solo “intra moenia” in senso rigido e fuori del normale orario di servizio.

d. L'assistenza dei pazienti a domicilio:
- L'emergenza che comprende situazioni che per l’imprevedibilità e la gravità mettono rapidamente a repentaglio l’integrità fisica e la sopravvivenza dell’individuo, è ben garantita e supportata su tutto il territorio nazionale dal S.U.E.M, che limita il suo intervento ai casi in cui l’infermità è tale da non permettere il trasporto del malato con mezzi comuni.
- I pazienti anziani o cronici sono tutelati da protocolli di continuità assistenziale e terapeutica che prevedono visite programmate a domicilio da parte del loro medico curante.
- Più discutibile invece è la situazione, tra l'altro la più frequente, di persone che per una patologia acuta, di gravità tale da non richiedere il ricovero ospedaliero, ma che impedisce di recarsi nell'ambulatorio del proprio medico, necessitano di una visita domiciliare per una valutazione del quadro clinico e di una prescrizione di farmaci, se prevista. In questo ambito esiste una incredibile difformità di comportamento che richiede una normativa più chiara ed univoca, altrimenti questi pazienti molto spesso si recano ad intasare i vari Servizi di Pronto Soccorso degli Ospedali, non dimensionati ovviamente a svolgere questa funzione di supplenza, producendo estremo reciproco disagio.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Gestione della salute dei Cittadini e Meritocrazia
MessaggioInviato: sab mar 08, 2008 20:25 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 2
In Italia purtroppo le persone meritevoli che non hanno o godono di appoggi politici sono escluse! Questo si ripercuote inevitabilmente sulla gestione ad esempio di un reparto o Ospedale. Mentre nello sport haimè un calciatore che non dimostra più le sue qualità viene fatto fuori così come un allenatore in maniera irrevocabile! La miopia degli Italiani non permette che un tale atteggiamento venga applicato anche ad un primario o ad un Direttore Generale di una USL. Perche? La risposta è molto semplice ed immediata gli Ospedali sono in realtà centri di potere ed ancor di più le Università ed i Policlinici.
E di tale sistema i pazienti sono spesso le povere vittime. Meditate :shock: !! Vogliamo finalmente cambiare questo sistema? La posta in gioco è molto alta ! Compagni si tratta della nostra salute ! Non dovremmo avere alcun dubbio :!:


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: opinioni
MessaggioInviato: sab mar 08, 2008 20:30 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1700
Che io sappia in molte regioni italiane si stanno portando avanti misure come quelle di cui si è parlato in questo thread, ma purtroppo in molte altre non si è cominciato... purtroppo la diversita' fra reg e reg non è per null di poco conto, perchè davvero noto che pur adistanza di pochi chilometri sembra di cambiare addirittura nazione tante sono le differenze in numero e "qualita'"


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010