Oggi è ven nov 24, 2017 02:11 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Siamo qui per lei, tenga duro
MessaggioInviato: dom ott 14, 2007 15:43 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
13:14 Un'elettrice a Prodi: "Siamo venuti per lei, tenga duro"

"Ha visto quanti siamo? In barba a tutti. Siamo venuti per lei, tenga duro". Con queste parole una elettrice bolognese ha avvicinato il presidente del Consiglio, Romano Prodi, all'uscita del seggio di via Paglietta, dove si è recato a votare per le primarie del Partito democratico.

14:22 Va a votare a 108 anni: "Ci vediamo alla prossima"

Se n'è andata dicendo: "Ci vediamo la prossima volta". Nonostante i 108 anni sulle spalle Elena Errico, la più anziana partecipante torinese alle primarie del Partito Democratico, è apparsa assai arzilla. Accompagnata da un familiare ha votato in un seggio allestito in via Oropa, nel quartiere Vanchiglietta.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 14, 2007 16:39 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 1401
[color=darkblue]Lunghe file fin dal primo mattino davanti alle sezioni e ai gazebo della capitale
Prese d'assalto le sedi del centro storico, molti versano più di un euro
Primarie Pd, a Roma affluenza record
"Speriamo che bastino le schede..."
di ALESSANDRA VITALI

<B>Primarie Pd, a Roma affluenza record
"Speriamo che bastino le schede..."</B>

LA fila è un serpentone che fa due rampe di scale, chi s'è portato i bambini, chi il cane, parlano o leggono il giornale, altri arrivano, prendono posto e aspettano diligenti. L'affluenza è record nella Casa dei democratici, che però è ancora la sezione Ds, di piazza San Cosimato, nel cuore di Trastevere, si apre alle 7 e "alle 7 e tre minuti c'era già gente" dice la presidente di seggio, Silvana. Il segretario Nicola Nanni aggiunge tavoli e sedie, chiama a raccolta scrutatori, tanta gente così non s'era prevista, e così da subito. In tutta Roma la risposta è di massa, i quartieri tradizionalmente più a sinistra e gli altri.

A San Cosimato ci sono pezzi del vecchio Pci che stanno lì a passare il testimone, Bice Foa, moglie di Gerardo Chiaromonte, storico dirigente del Partito, distribuisce le schede. Fra i primi arriva pure Vezio, se lo ricorda chi frequentò Botteghe Oscure perché gestiva il bar delle memorabilia dove sono passati tutti. Giovanna Melandri, in visita (voterà a piazza Campitelli), jeans e t-shirt, dice "ecco la risposta all'antipolitica di Grillo, la partecipazione democratica", arriva il regista Giuseppe Piccioni, è soddisfatto Stefano Menichini, il direttore del quotidiano della Margherita Europa, perché sono esaurite le 45mila copie distribuite gratis in mille seggi.

Tanti i 40-50enni, parecchi anziani, pochi giovanissimi che però partecipano da volontari, fanno gli scrutatori, scrivono sui registri nomi e date di nascita e un po' si confondono, "è la prima volta, sono emozionata - dice Ludovica, 18 anni, studentessa di Scienze della comunicazione - però finalmente faccio qualcosa, sto dentro alla politica".

Trenta metri di coda pure dall'altra parte di Roma, al gazebo di piazza Mazzini, quartiere Prati. Anche lì il serpentone si forma di buon'ora, l'età media è alta, c'è Alberta, pensionata, che si stupisce, "mi credevo di trovare tre, quattro persone, e invece...". In coda c'è pure Luca Zingaretti, candidato alla segreteria regionale del Pd, se gli si chiede che impressione gli fa vedere tanta affluenza risponde che "è una vittoria nella battaglia per ricostruire un rapporto sereno fra la politica e la gente. Piuttosto, speriamo che bastino le schede...".

All'una passata c'è ancora gente pure alla sezione Ds di piazza Campitelli, quella dello strappo, dove alcuni iscritti e dirigenti, compreso il segretario Fabio Nicolucci, avevano dichiarato il sostegno a Enrico Letta. "Finora hanno votato circa 500 persone - spiega il presidente di seggio, Giovanni Visone - siamo quasi all'affluenza del 2005, per la chiusura potremmo superare il migliaio". Quella di via Panisperna invece, rione Monti, è una sezione piccola piccola, e chi sta in fila da tempo si fa da parte per far passare una signora molto anziana con le stampelle, "sono tanto stanca ma ci tenevo", commenta.

Colpisce la generosità degli elettori che spesso versano più dell'euro dovuto. Finiscono nel bussolotto almeno due euro, ma c'è pure chi mette 5, 10, 20. "Fino ad ora hanno votato circa 270 persone - dice Giancarlo, il presidente del seggio di via Zabaglia a Testaccio - e abbiamo raccolto più di 400 euro". A dare 100 euro, presi al bancomat di via Velletri, a due passi da casa, è la famiglia Veltroni, al voto "per coronare il sogno di tutta una vita politica" nel seggio di Piazza Fiume, anche lì la fila è lunga ma tanti sono giornalisti, fotografi, cameraman che aspettano il candidato leader.

Elettori tutt'altro che generosi, invece, nel dichiarare per chi hanno votato, di fatto nessuno lo dice, Francesco Cossiga invece, al gazebo di via Cola di Rienzo, nel quartiere Prati, spiega che ha votato per Enrico Letta, "vecchio-giovane democristiano", per "evitare il plebiscito per Veltroni" e perché "non sono né marilynmonroeiano né levinskiano".

Sono quasi le due, c'è poca gente in uno dei templi veltroniani della cultura capitolina, il Teatro Ambra Jovinelli, cuore dell'Esquilino e profumo di curry nell'aria, una signora prende le schede e chiede "da che parte?", ma Luigi, il presidente di seggio, spiega che invece "i locali" stanno arrivando adesso, "aspettano l'ora di pranzo perché c'è meno gente". Si scende verso piazza Venezia, in piazza Santi Apostoli - sede dell'Ulivo e del Comitato promotore del Pd - c'è una struttura bianca e blu, ospita i cronisti che seguono gli aggiornamenti. Un ragazzo dell'organizzazione discute con un vigile urbano, "qui le macchine non ci devono stare", e intanto i dati arrivano, non grazie ai computer ma al passa-parola, non sono numeri ma colpi d'occhio: "A piazza Mazzini la coda fa il giro della piazza, che spettacolo".

(14 ottobre 2007)[/b]


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Siamo qui per lei, tenga duro
MessaggioInviato: lun ott 15, 2007 00:01 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1911
francescopf ha scritto:
13:14 Un'elettrice a Prodi: "Siamo venuti per lei, tenga duro"

"Ha visto quanti siamo? In barba a tutti. Siamo venuti per lei, tenga duro". Con queste parole una elettrice bolognese ha avvicinato il presidente del Consiglio, Romano Prodi, all'uscita del seggio di via Paglietta, dove si è recato a votare per le primarie del Partito democratico.



Penso sia le realtà dei fatti.

Tanti hanno votato perché credono ancora in Prodi ed al suo governo, e un'alta affluenza lo avrebbe rafforzato, nonostante la brutta figura dell'oligarchia dei partiti DS e DL nell'organizzazione di queste primarie.

Saluti Perrynic

P.S.: Adesso Veltroni veda di starsene al suo bel posticino di segretario senza interferenze sull'operato del governo e veda di usare la lingua il meno possibile.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010