Oggi è mar lug 17, 2018 21:36 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: ICI e chiesa cattolica
MessaggioInviato: gio mar 20, 2008 16:14 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 74
Sull’esenzione ICI alla Chiesa cattolica anche per gli immobili a fini commerciali chiediamo al Comune di Pisa un’operazione di verità.

Pisa 4 gennaio 2006

Nei giorni scorsi, nell’analizzare le conseguenze della legge finanziaria sui bilanci dei nostri Comuni,
non abbiamo letto nessun riferimento alla questione dell’esenzione ICI per gli immobili destinati a fini commerciali in possesso della Chiesa Cattolica.
Si tratta di un provvedimento assai grave che inciderà in modo considerevole sui bilanci e sul quale occorre che i Comuni,
in particolare quello di Pisa, che ne sarà il più colpito, facciano una grande e doverosa operazione di trasparenza,
mettendo a disposizione dei cittadini le cifre di questa esenzione.

La legge istitutiva dell’ICI (n. 504, del 1992) esenta dall’imposta, fra altri, anche gli immobili ecclesiastici, destinati a fini di culto e di religione (chiese, oratori). Moltissimi enti ecclesiastici, tuttavia, non hanno mai pagato l’ICI, sostenendo di esserne esenti per tutti i loro immobili,
anche quelli destinati ad attività commerciali (e sono più di quanti si creda: scuole, alberghi, pensionati, cliniche).
Il contenzioso, nel 2004, è approdato alla Corte di Cassazione che, attenendosi ad un’interpretazione letterale della legge, ha escluso, in via generale e definitiva, l’esenzione dall’ICI per gli immobili, degli enti ecclesiastici, destinati ad attività commerciali (sentenza 8.3.2004, n. 4645).
Nell’immediatezza della pronunzia della Cassazione, l’attuale maggioranza di governo, correndo in soccorso della Chiesa Cattolica,
ha ben pensato di emanare una norma retroattiva (a causa della sua natura di norma interpretativa),
secondo cui la vecchia legge istitutiva dell’ICI deve essere intesa nel senso di esentare gli immobili della Chiesa, destinati anche ad attività commerciali,
annullando, di fatto, l’effetto della decisione della Cassazione. La natura di norma interpretativa e cioè retroattiva, tuttavia, è stata affibbiata dalla maggioranza,
in modo assolutamente improprio e strumentale,
al solo scopo di esentare dall’ICI gli enti ecclesiastici anche per il passato e per superare problemi di copertura finanziaria della norma.
Da oggi, dunque, i Comuni non potranno riscuotere l’ICI sugli immobili ecclesiastici destinati ad attività commerciali
e non riscuoteranno neppure l’ICI che non era stata pagata dalla Chiesa, sin dal 1992.
Il rischio di dover addirittura rimborsare l’ICI agli enti ecclesiastici che lo avevano pagato regolarmente, è stato scongiurato all’ultimo minuto,
con il maxiemendamento, del 15.12.2005, nel quale si escludono i rimborsi che invece sarebbero stati automatici, data la natura retroattiva della esenzione.
L’esenzione dall’ICI per immobili della Chiesa destinati ad attività commerciali diventa così uno sleale vantaggio rispetto alle attività commerciali dei comuni
cittadini ed un odioso privilegio dal momento che tutte le altre esenzioni dall’ICI sono accordate in relazione alle attività particolarmente meritevoli,
senza scopo di lucro e senza carattere commerciale, svolte nei locali esentati.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010