Oggi è mar gen 23, 2018 18:09 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Signoraggio, riserva frazionaria, sovranità monetaria..
MessaggioInviato: dom mar 09, 2008 20:20 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:11 pm
Messaggi: 1
==============================================================
[color=crimson]Cos'è il signoraggio[/b] (di Sandro Pascucci - www.signoraggio.com)

Il signoraggio è una truffa monetaria e psicologica a cui tutti noi siamo soggetti. Questa truffa si nasconde e si potenzia dietro una cortina di silenzio e di morte e ha attraversato gli ultimi 300 anni senza lasciar trapelare nulla della propria esistenza.

Si usa dire che “il più grande inganno del diavolo sia stato far credere all’umanità che lui non esiste” ed è proprio grazie a questa diabolica tecnica che il signoraggio è padrone del mondo ma in maniera trasparente per tutti noi.

Non sentirai mai parlare di signoraggio in TV o suoi libri, nessun cantante ci farà mai una canzone né un comico uno spettacolo. I politici non litigheranno mai per il signoraggio e non vedrai mai la Guardia di Finanza arrestare qualcuno per quest’argomento.

Il signoraggio è il massimo potere del pianeta e tutti noi ne siamo schiavi.

Tecnicamente il signoraggio è il lucro che si genera dal creare moneta. [continua..]

==============================================================

[color=crimson]Cos'è la riserva frazionaria[/b] (di Sandro Pascucci - www.signoraggio.com)

La riserva frazionaria è legale, come era legale possedere schiavi alcuni anni or sono. La riserva frazionaria permette di prestare 5.000 quando hai solo 100 e di quei 100, nessuno è tuo. Un po’ come Gesù Cristo che da 5 pani e 2 pesci ha sfamato una moltitudine..

Il sistema della “riserva frazionaria” è una truffa. Certo si tratta di una truffa legale, come quasi tutte le truffe economiche e monetarie. Vediamo come funziona concretamente: quando depositiamo €100 in una banca commerciale, questa apre un conto corrente (c/c) a nostro nome e si impegna a custodire la nostra banconota (vedi “signoraggio”) nel suo caveau, al sicuro dai ladri¹.

Il banchiere a questo punto usa una statistica ormai centenaria che gli dice una cosa molto semplice: solo una parte del deposito appena creato verrà usata (“movimentata”) dal cliente. Quindi il banchiere sa che “quasi sicuramente” la maggior parte dei nostri soldi, dati in sua custodia, saranno immobili nel conto (nella cassaforte) per mesi, per anni. Ricordiamo che il banchiere non è proprietario della nostra moneta, dei nostri soldi, ma ne è solo custode. Ciò nonostante il banchiere considera uno spreco questa immobilità e decide di prestare quanto c’è sul nostro c/c. Oltre alla nostra “comoda disattenzione”² il banchiere ha bisogno del politico corrotto che legalizzi questa truffa con una legge creata appositamente.

Si chiama “Misure dell'accantonamento alla riserva obbligatoria” o più semplicemente “riserva frazionaria” ed è smerciata alla pubblica opinione in modo tale che appaia come una forma di tutela per il correntista. [continua..]

==============================================================

[color=firebrick]Domande e risposte, tutto sul signoraggio..[/b]
(di Sandro Pascucci - www.signoraggio.com)

D: [color=firebrick]«Come impiega la Banca Centrale (BC) le banconote che stampa a 30 centesimi l'una?»[/b]
R: [color=darkblue]«La BC impiega le banconote che stampa a 30 cent. l'una comprando Titoli di Stato»[/b]

D: [color=firebrick]«Come fa lo Stato a riscattare i Titoli che ha ceduto alla Banca Centrale?»[/b]
R: [color=darkblue]«Lo Stato, per riscattare i Titoli ceduti alla BC, deve restituirle le banconote da lei stampate»[/b]

D: [color=firebrick]«Dove prende lo Stato la moneta necessaria al riscatto dei suoi Titoli?»[/b]
R: [color=darkblue]«Lo Stato prende la moneta necessaria al riscatto dei propri Titoli dal Popolo, con tasse, imposte..etc..»[/b]

D: [color=firebrick]«Chi detiene il debito pubblico?»[/b]
R: [color=darkblue]«Chi è in possesso di titoli/obbligazioni statali (BOT, BTP, ecc..)»[/b]

D: [color=firebrick]«Chi è in possesso dei BOT?»[/b]
R: [color=darkblue]«vecchine¹ e Banche Centrali»[/b]

D: [color=firebrick]«Quanti ne hanno?»[/b]
R: [color=darkblue]«oggi²: vecchina 20%, altri 80%»[/b]

D: [color=firebrick]«Come produce il denaro necessario all'acquisto dei BOT la vecchina?»[/b]
R: [color=darkblue]«Lavorando e/o risparmiando e/o facendo rapine e quindi rischiando la propria vita»[/b]

D: [color=firebrick]«Come produce il denaro necessario all'acquisto dei BOT la BC»[/b]
R: [color=darkblue]«Con carta e inchiostro»[/b]

D: [color=firebrick]«Al cittadino che paga le tasse importa chi ha i BOT e quanti ne ha?»[/b]
R: [color=darkblue]«No, paga le tasse per riscattarli in ogni caso»[/b]

D: [color=firebrick]«Cosa cambia per il cittadino se chiudono le Banche Centrali?»[/b]
R: [color=darkblue]«Il cittadino risparmia l'80% delle tasse attuali»[/b]

D: [color=firebrick]«Al cittadino importa in che modo la BC viene in possesso dei titoli pubblici?»[/b]
R: [color=darkblue]«No. La BC può comprare titoli direttamente o indirettamente, in decine di modalità perfettamente legali, poiché il Sistema provvederà a fare o cancellare la Legge, alla bisogna. Per il cittadino poco cambia se un omino va dalla BC al Tesoro con una valigia pieni di contanti freschi o se dalle Cayman qualcuno pigia 4 tasti di un PC o se le banconote arrivano da Manila a nuoto fino nei bancomat sotto casa.»[/b]

_________________________________________________________________________________
¹ così si esprimono giornalisti economici (sic!),
ma prendiamolo come una cosa simpatica per indicare la nonnina risparmiatrice, ok?
² fino a pochi anni fa il "privato interno" (la vecchina italiana) aveva l'80% dei titoli e l'altro 20% era in mano straniere non meglio identificate. Oggi (dati 2007) è il contrario. E si vede, no?

==============================================================

La creazione dal nulla di moneta da parte delle banche:
la banca riceve 100 dal cliente A e presta 98 al cliente B
senza togliere una lira al cliente A,

ergo:

[color=crimson]CREA DAL NULLA DENARO[/b]
(in questo caso i 98 prestati al cliente B).

Questi 98 andranno in una nuova banca (o alla stessa) e genereranno 96 da prestare e così via,
fino a CREARE (dai 100 iniziali) ben 5.000!
==============================================================

direttamente dalla BANCA NAZIONALE SVIZZERA

«..

Le banche e la moltiplicazione della moneta.

Le banche ricevono il denaro dei risparmiatori per prestarlo ai debitori.
Con quest'attività di intermediarie del credito, [color=crimson]le banche creano nuova moneta[/b].
Ad illustrare questo meccanismo basta un semplice esempio.
Ammettiamo che un risparmiatore versi sul suo conto in banca 20'000 franchi in banconote.
Questo versamento non modifica la quantità di moneta presente nel sistema economico.
Le banconote non si trovano più in circolazione, bensì nella cassaforte della banca.
I 20'000 franchi, tuttavia, sono accreditati sul conto del risparmiatore.
Per la banca non ha senso lasciare il denaro in cassaforte.

Perché non prestarlo, esigendo un interesse?

Ecco che un'azienda ha bisogno di denaro per un nuovo impianto elettronico.
Con un credito, la banca le presta 16'000 dei 20'000 franchi che il risparmiatore ha versato.
L'importo è accreditato sul conto dell'impresa.

Cosa significa questo per la quantità di moneta?

Sul conto del risparmiatore [color=crimson]continuano[/b] a figurare 20'000 franchi.
L'impresa debitrice dispone di 16'000 franchi.
[color=crimson]La quantità di moneta è quindi aumentata[/b] di 16'000 franchi.
Se ora l'impresa si serve del credito per comprare nuovi apparecchi e il venditore versa l'importo ricevuto in contanti sul proprio conto, [color=crimson]la banca ne cederà di nuovo una parte in credito[/b].
[color=crimson]La quantità di moneta aumenterà un'altra volta[/b].
[b]In questo modo, la creazione di moneta prosegue.[/b]

Ci sono limiti alla creazione di moneta da parte delle banche?

La banca del risparmiatore non ha ceduto in credito l'intera somma di 20'000 franchi.
4'000 franchi sono rimasti in riserva.
La banca deve infatti prevedere la possibilità che il risparmiatore voglia operare un prelievo.
[b]La costituzione di riserve limita la possibilità delle banche di creare moneta.[/b]
[color=crimson]Ciononostante, le banche sono vere e proprie «moltiplicatrici della moneta».[/b]

..»

==============================================================

"Principi di macroeconomia" (McGraw-Hill)
Robert H. Frank - Ben S. Bernanke

cap. 7.2 "BANCHE COMMERCIALI E CREAZIONE DI MONETA" pag. 192 e seguenti

-----

[b]messaggi promozionali eliminati dalla moderazione[/b]


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010