Oggi è mar lug 17, 2018 21:35 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 12, 2008 00:18 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:00 pm
Messaggi: 1335
laverità ha scritto:
perrynic ha scritto:
laverità ha scritto:
perrynic ha scritto:
laverità ha scritto:
non vedo che vuoi che continui a stuzzicarmi con le tue mistificazioni da rifondazione comunista, valle a fare alla festa dell'unità.


Mi dispiace deluderti non ho mai votato per rifondazione ne per alcun partito della sinistra radicale.

Il mio cuore batte per l'Ulivo.

Saluti Perrynic



votare per un partito comunista che cambia nome non mi sembra che ci sia niente da andarne orgogliosi


Intanto ti faccio presente che a sinistra dell'Ulivo ci sono una schiera di partiti e partitini che forse puoi chiamare comunisti.

Tu l'orgoglio non sai nemmeno che cosa sia.

Saluti Perryinc


il tuo partito come gli altri alle elezioni con un trucchetto hanno di rimborso molto più di quanto spendono e se lo intascano.
io non vado a votare x questi furbetti che pensano solo a loro.
si che sono davvero orgoglioso, ho rispetto di me stesso del mio cervello e degli altri cittadini


Penso proprio il contrario io invece. Non hai rispetto nè per i cittadini e forse nemmeno x te stesso. Parli di cose per sentito dire (magari alle TV di Berlusconi), senza dare conferma di ciò che dici.... ingannando chi ti legge e facendo mala informazione... e dai del comunista a chi invece a tutt'altre idee che quelle comuniste! (tipico di Berlusconi e della sua demagogia)

Dimmi se questo è rispetto... (ma senza andare a vedere sul sito di FI) ;)

Ciao
Carlo


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 12, 2008 00:31 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1911
laverità ha scritto:
non ho tempo da perdere con te vai alla tua festa dell'unità a sorbirti fantasie e non rompere


Le tue parole non meritano commento, perché si commentano da sole.

E purtroppo caro "laverità" non ne esci bene.

Saluti Perrynic


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 12, 2008 00:31 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 56
i comunisti ribaltano la realtà te ne 6 l'esempio visto le risp che dai.

a me di berlusconi non me ne può fregare di meno, ho appena detto che non ho votato x nessuno e guarda questo che stupidaggini risp.

infatti le cose che dico io le dice fede, ma va va, non ho tempo da perdere con la propaganda di stalin.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 12, 2008 00:33 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1911
laverità ha scritto:
i comunisti ribaltano la realtà te ne 6 l'esempio visto le risp che dai.

a me di berlusconi non me ne può fregare di meno, ho appena detto che non ho votato x nessuno e guarda questo che stupidaggini risp.

infatti le cose che dico io le dice fede, ma va va, non ho tempo da perdere con la propaganda di stalin.


Di bene in meglio.

Dai, dai continua così che fra un po' esplodi!!!

Saluti Perrynic


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Espulsione utente laverità
MessaggioInviato: sab gen 12, 2008 00:58 am 
laverità ha scritto:
i comunisti ribaltano la realtà te ne 6 l'esempio visto le risp che dai.

a me di berlusconi non me ne può fregare di meno, ho appena detto che non ho votato x nessuno e guarda questo che stupidaggini risp.

infatti le cose che dico io le dice fede, ma va va, non ho tempo da perdere con la propaganda di stalin.


L'utente laverità dilaga come un troll ed insulta come un incivile.
le regole del forum, già a lui ricordate ora fa, sembrano lettera morta e per questo viene espulso da forum.

la moderazione


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 13, 2008 19:52 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
type ha scritto:
Sicuramente il miglioramento dei conti è l'unico vero aspetto sul quale possiamo dire che il governo Prodi abbia agito decisamente meglio di quello Berlusconi.
Avrei voluto che questo fosse avvenuto in relazione a molti altri aspetti (competitività, istruzione, sicurezza). Purtroppo non è stato così e, purtroppo, all'orizzonte non si intravede nulla di nuovo.
Siamo così in basso, e gli altri paesi corrono così velocemente, che politiche attendiste e dei piccoli passi servono a poco.

Se osservi l'andamento del made in italy e le esportazioni, caro type, troverai che durante il gov berl c'è stato un grosso calo (soprattutto nel 2005) mentre ore si assiste ad una forte ripresa malgrado l'euro forte, il tutto in modo del tutto disgiunto da fattori congiunturali (la congiuntura è positiva dal 2003 circa). Ma come sicuramente ricorderai allora avevamo un presidente operaio che faceva anche ad interim da ministro degli esteri (faceva anche le corna nelle foto di gruppo ma questo è altro tema) perché lui si che sapeva come trattare queste cose.....
No, type, oltre al lato finanziario (conti) se guardiamo bene sono cambiate altre cose che riassumo per chi sa: cuneo fiscale, misure urgenti per i piu' bisognosi, lotta alla evasione fiscale. In due anni non sono cose da poco, vedendo da dove si veniva.

Ciao,
Francesco


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun gen 14, 2008 00:21 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 14
non nascondiamo la verità, Tremonti è stato un ottimo ministro ed è stato grazie alle sue politiche fiscali che l'economia, il cittadino(perchè di lui si parla quando si parla di economia, del suo reddito ecc), ha ricevuto un pò di fiato. Ora purtroppo con le sue tasse il governo Prodi sta ammazzando ogni possibilità di sviluppo x le imprese, i risultati si vedranno quando la crisi mondiale si accentuerà e metà imprese falliranno con gli operai a casa. E il famoso risanamento dei conti appena venuto fuori deriva da questo succhiamento del sangue, ma che servirà solo per finanziare il crescente costo dell macchina burocratico-statale che il governo ci accolla. Spero che Veltroni, che un minimo di buon senso ce l'ha, sia più intelligente dee prodi padoa visco che del cittadino comune se ne fregano


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun gen 14, 2008 00:43 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1911
glasgow ha scritto:
non nascondiamo la verità, Tremonti è stato un ottimo ministro ed è stato grazie alle sue politiche fiscali che l'economia, il cittadino(perchè di lui si parla quando si parla di economia, del suo reddito ecc), ha ricevuto un pò di fiato. Ora purtroppo con le sue tasse il governo Prodi sta ammazzando ogni possibilità di sviluppo x le imprese, i risultati si vedranno quando la crisi mondiale si accentuerà e metà imprese falliranno con gli operai a casa. E il famoso risanamento dei conti appena venuto fuori deriva da questo succhiamento del sangue, ma che servirà solo per finanziare il crescente costo dell macchina burocratico-statale che il governo ci accolla. Spero che Veltroni, che un minimo di buon senso ce l'ha, sia più intelligente dee prodi padoa visco che del cittadino comune se ne fregano


Invece di esternare slogan.

Dimostrami con dati concreti, con i risultati che eventualmente sono stati raggiunti, che Tremonti è stato un ottimo ministro dell'economia.

Ti ricordo che ora siamo nel 2008 ed il governo dove stava Tremonti è finito da più di un anno e mezzo.

Su dammi un dato economico tra il 2001 ed il 2005 che mi avvalori questa sua tesi.

Se non ne sei capace ti faccio presente che il forum per i tuoi slogan si trova da qualche altra parte.

Saluti Perrynic


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: TREMONTI UN OTTIMO MINISTRO? ADDRUVEEE!!!!!
MessaggioInviato: lun gen 14, 2008 01:27 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 906
Tremonti un buon mistro dell'economia?
Uno che, "per dare un nuovo impulso all'economia meridionale" aveva proposto di vendere le spiaggie...
:roll:

L'unica cosa in cui Tremonti riusciva era smascherare il debito pupplico semplicemente senza occuparsene.
Prodi,che capisce che la situazione non puo' continuare cosi', ha deciso invece di metterci le mani dentro.
E benchè ci costi, comprendo il bisogno di un ulteriore sacrificio del cittadino.



Cita:
E poi ti ricordo che il motivo per il quale abbiamo sforato il deficit per tre anni di fila e in modo sempre più grave è perchè Berlusconi ha tagliato le tasse senza copertura finanziaria. Naturale quindi che per risanare il deficit si siano dovute rialzare le tasse, stavamo spendendo al di sopra delle nostre possibilità.



Cita:
Il fatto è che tagliare le spese non è una cosa semplice: innanzitutto richiede diversi anni di tempo, e poi ogni taglio alla spesa incontra le resistenze di chi viene colpito. E infine c'è la questione politica, ovvero tagliare le spese generalmente riduce i voti. Motivo per cui Berlusconi non lo fece mai, ma nemmeno Prodi sta facendo abbastanza. L'unico determinato sembra Padoa-Schioppa, spero tiri fuori un piano credibile entro l'anno.





Cita:
E' questione di metodo politico. Di come procedere sulla strada del risanamento e dello sviluppo. E il metodo politico deve tener conto della realtà sociale e politica all'interno della quale si opera. L'importante è l'obiettivo.
Cullinam non è un politico e mi sembra improbabile che riesca a districarsi agevolmente nel comprendere la realtà italiana.
Vedremo in seguito se i risultati saranno ancora superiori alle apsettative.
Non ci sarebbe da meravigliarsi se Prodi e Padoa Schioppa risultassero non meno bravi degli analisti degli istituti specializzati.
Intanto sono sicuramente più bravi della coppia Berluscono-Tremonti.




Questi post dovrebbero far capire come è dimostato chele riforme attuate da Prodi siano inevitabili alla luce della situazione. Invece di lamentarci dicendo che le tasse sono sempre piu' alte, DOVREMMO RINGRAZIARLO DI AVER AVUTO IL CORAGGIO DI SALVARE IL PAESE PUR COMPIENDO AZIONI IMPOPOLARI
E DOBBIAMO AVERE PAZIENZA, VISTO CHE LA SITUAZIONE IN PARLAMENTO NON è L'IDEALE, COME CITATO, PER AZIONI IMPORTANTI COME TAGLIO SPESA PUBBLICA ECC.
AL TERMINE DEI 5 ANNI POTREMO FARE UN BILANCIO, NON ORA
Prodi e Padoa-Schioppa hanno avuto l'ingrata sorte di avere una mole di problemi e una maggioranza risicata.
Essendo personaggi di ben altra caratura rispetto i predecessori, meritano un po' piu' fiducia.


Vorrei vedere se ora al governo ci fossero ancora Tremonti e berlusconi= le famiglie sarebbero state sicuramente piu' felici di pagare meno tasse, ma finire in una diecina d'anni (o meno) nelle stesse condizioni dell'Argentina!

Cita:
Su dammi un dato economico tra il 2001 ed il 2005 che mi avvalori questa sua tesi


Sarei curioso anch'io di conoscere questi dati...


Ni sentimu,
Luigi


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Conti, Moody's promuove l'Italia
MessaggioInviato: lun gen 14, 2008 19:10 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
Conti, Moody's promuove l'Italia
Entrate fiscali salite di 27,8 mld

Il capo analista dell'agenzia di rating per i Paesi europei all'Ansa: "L'outlook potrebbe passare da stabile a positivo". E il ministero dell'Economia annuncia che l'erario nei primi 11 mesi del 2007 ha incassato l'8% in più rispetto allo stesso periodo del 2006

[color=darkblue]Il capo analista di Moody's Alexander Kockerbeck: "Siete sulla strada giusta"
"L'outlook sul rating potrebbe passare da stabile a positivo"
Conti, Moody's promuove l'Italia
Entrate fiscali cresciute di 27,8 md
<B>Conti, Moody's promuove l'Italia<br>Entrate fiscali cresciute di 27,8 md</B>

Il ministro Tommaso Padoa Schioppa

ROMA - La finanza pubblica italiana è "sulla strada giusta" e "se la ripresa della tendenza alla riduzione del rapporto debito-Pil dovesse dimostrarsi un trend strutturale, attraverso misure stabili, l'outlook sul rating Aa2 potrebbe passare da 'stabile' a 'positivo'". E' positiva la previsione del capo analista di Moody's per i Paesi europei, Alexander Kockerbeck. E, quasi nelle stesse ore, il ministero dell'Economia ha comunicato che nei primi 11 mesi del 2007 le entrate fiscali sono aumentate dell'8% rispetto allo stesso periodo del 2006, con un incasso di 27,8 miliardi in più per l'erario.

Secondo l'agenzia di rating l'Italia è sulla strada giusta sia grazie alla lotta all'evasione fiscale, sia agli interventi sulla spesa. Un cammino che non deve essere abbandonato. "Per migliorare l'outlook dobbiamo vedere se questo trend continuerà in maniera stabile e se sarà basato su misure sostenibili", continua Kockerbeck. Una politica costante e non basata su scelte una tantum. Un processo virtuoso non privo, però, di ostacoli: "La pressione fiscale per l'Italia è un problema e soprattutto la crescita è un problema" spiega il capo-analista dell'agenzia di rating. Quanto al fatto che i conti siano migliorati soprattutto grazie alle entrate per Moody's "è accettabile perché il governo è sotto pressione anche a livello europeo e ha cercato di migliorare il più velocemente possibile i propri conti".

Sulle tasse però c'è il problema della pressione fiscale, che "rischia di essere un ostacolo per la crescita economica". Bene dunque se il governo ha in programma una riduzione del peso delle tasse, "un obiettivo importante". Nessun giudizio affrettato invece sull'ipotesi che l'eventuale taglio delle tasse possa rischiare di peggiorare la stabilità dei conti. "Bisognerà vedere come andrà l'economia nel 2008 e comunque bisogna ricordare che i consumi privati sono un elemento molto importante per il Pil" continua Kockerbeck.

Quel che serve è che la riduzione della pressione fiscale vada in parallelo con quella della spesa pubblica: "E' la strada giusta e siamo curiosi di vedere come si procederà".

Bene anche che "l'Italia abbia ricominciato a trovare la strada verso avanzi primari. Prima dell'ingresso nella moneta unica erano al 5-6%. Dopo l'unione monetaria ci sono stati anche tassi più bassi consumati però da avanzi primari" poco sopra lo zero.

Il deficit, attestato all'1,3% nei primi nove mesi del 2007 è "una buona notizia, è più basso del previsto e aiuta a ritrovare la strada anche per un calo del debito pubblico", vero punto di riferimento per le agenzie di rating.

Crescono le entrate fiscali. Intanto il ministero dell'Economia annuncia che sono cresciute dell'8% le entrate fiscale dei primi 11 mesi del 2007 al netto delle una tantum. L'erario - secondo i dati sulle Entrate Tributarie pubblicati dal dipartimento fiscale del ministero dell' Economia - incassa così 27,8 miliardi in più rispetto a quanto arrivato nello stesso periodo 2006. Al lordo delle una tantum la crescita è stata di 23,1 miliardi (+6,5%).
(14 gennaio 2008)[/b]
www.repubblica.it

[b]Ricordo che alla fine del governo berlusconi / tremonti arrivarono invece i declassamenti.

Ora con prodi e tps si risale la china.

[/b]
Ciao,
Francesco


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 29, 2008 22:45 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 13
pinopic1 ha scritto:
soloo42000 ha scritto:
Pero` un primo cambiamento che sarebbe gia` possibile fare oggi sarebbe l'abolizione delle provincie.

Troppo anche questo?

soloo42000


Per me non è troppo, anzi è anche poco. Ma mi hanno insegnato che la politica è l'arte del possibile. Ma per stare più terra terra è l'arte del riuscire a fare ciò che i numeri e le posizioni degli schieramenti in parlamento consentono di fare.

Non è però che ogni 3D si debba trasformare in un dialogo sui massimi sistemi e su cosa fare per andare in Paradiso.
Ho postato una notizia da commentare: risultato di valutazioni di dati e relativi calcoli.
la pressione fiscale c'entra.
Allora:
cosa è la "pressione fiscale"? Come si calcola?
E' un rapporto tra due fattori X e Y?
E' aumentato, diminuito o rimasto costante X?
E' aumentato, diminuito o rimasto costante Y?
E' aumentato X più di quanto sia aumentato Y?
E' aumentato X meno di quanto sia aumentati Y?




Pinopic,
le giro un piccolo appunto sulla definizione di pressione fiscale

" Pressione fiscale"
E’ il rapporto percentuale fra il complesso delle entrate tributarie e contributive delle amministrazioni pubbliche e il Pil. Comprende le imposte in conto capitale (tributi prelevati dalle amministrazioni pubbliche a cadenza non periodica sul reddito o sul patrimonio) e i contributi sociali figurativi

Altre considerazioni attendibili si possono trovare sul sito della Banca D'Italia.

Qualche altra buona informazione la si può trovare in rete cercando tra i veri siti [ non ne ci cito per correttezza, ma ve ne sono di italiani e stranieri] per chi vuole informarsi e confrontare più punti di vista.
Buon lavoro, ma soprattututto buona lettura ..

Saluti.
Fabio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mar 26, 2008 00:30 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 14
laverità ha scritto:
pinopic1 ha scritto:
soloo42000 ha scritto:
Pero` un primo cambiamento che sarebbe gia` possibile fare oggi sarebbe l'abolizione delle provincie.

Troppo anche questo?

soloo42000


Per me non è troppo, anzi è anche poco. Ma mi hanno insegnato che la politica è l'arte del possibile. Ma per stare più terra terra è l'arte del riuscire a fare ciò che i numeri e le posizioni degli schieramenti in parlamento consentono di fare.

Non è però che ogni 3D si debba trasformare in un dialogo sui massimi sistemi e su cosa fare per andare in Paradiso.
Ho postato una notizia da commentare: risultato di valutazioni di dati e relativi calcoli.
la pressione fiscale c'entra.
Allora:
cosa è la "pressione fiscale"? Come si calcola?
E' un rapporto tra due fattori X e Y?
E' aumentato, diminuito o rimasto costante X?
E' aumentato, diminuito o rimasto costante Y?
E' aumentato X più di quanto sia aumentato Y?
E' aumentato X meno di quanto sia aumentati Y?


inutile che mi provochi con i tuoi giochetti

la pressione fiscale supera il 50% del pil

il 70% se ne va in tasse e balzelli comprese tasse locali, questa è la verità, non esiste paese con un tale livello di tasse in occidente.



Volevo arrivare il fondo prima di rispondere ma non ci sono riuscito, visto le insensatezze che vedo.

Andiamo per ordine:

la pressione fiscale supera il 50% del pil

1) difficile che nessun aliquota supera questa cifra e che come tutti sanno il sistema è proporzionale, per cui sugli stessi ammontari iniziali si pagano le stesse aliquote, tutti quanti, chi paga di più lo fa in misura proporzionale perché guadagna di più, sistema più o meno diffuso in tutti i paesi



il 70% se ne va in tasse e balzelli comprese tasse locali, questa è la verità, non esiste paese con un tale livello di tasse in occidente.

il 70% se ne va in tasse e balzelli comprese tasse locali….. - Il 70% di che cosa, questo sarebbe interessante vederlo; di sicuro non stiamo parlando dei profitti / redditi dichiarati, pensiamo alle rendite finanziarie, perché su questi di nuovo con il sistema di aliquote non si arriva tali livelli e ti sfido a dimostrarmi il contrario ma con i fatti non con la demagogia. Quanto ai non dichiarati non cedo che nessuno su quelli paghi delle tasse.


… questa è la verità, non esiste paese con un tale livello di tasse in occidente….. I paesi che per anni hanno avuti i più alti livelli di tassazione a livello mondiale, i paesi scandinavi, vedi ad esempio la Svezia – questi si realmente sino oltre il 50% , ma di sicuro non ai livelli che dici tu - sono anche tra i paesi più sviluppati, con una ricchezza ed un benessere diffuso come di sicuro non si vede in molti altri paesi.

Che le riduzioni delle tasse generino automaticamente spinte espansive dell’economia resta da dimostrare, soprattutto in un contesto come quello italiano, altrimenti come mai nel corso dello scorso governo berlusconi si sono visti i più bassi tassi di crescita degli ultimi 10-12 anni, governo che aveva anche giocato diversi jolly impropriamente come ad esempio il rientro dei capitali con lo scudo fiscale.

Saluti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mar 26, 2008 00:32 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 14
laverità ha scritto:
pinopic1 ha scritto:
soloo42000 ha scritto:
Pero` un primo cambiamento che sarebbe gia` possibile fare oggi sarebbe l'abolizione delle provincie.

Troppo anche questo?

soloo42000


Per me non è troppo, anzi è anche poco. Ma mi hanno insegnato che la politica è l'arte del possibile. Ma per stare più terra terra è l'arte del riuscire a fare ciò che i numeri e le posizioni degli schieramenti in parlamento consentono di fare.

Non è però che ogni 3D si debba trasformare in un dialogo sui massimi sistemi e su cosa fare per andare in Paradiso.
Ho postato una notizia da commentare: risultato di valutazioni di dati e relativi calcoli.
la pressione fiscale c'entra.
Allora:
cosa è la "pressione fiscale"? Come si calcola?
E' un rapporto tra due fattori X e Y?
E' aumentato, diminuito o rimasto costante X?
E' aumentato, diminuito o rimasto costante Y?
E' aumentato X più di quanto sia aumentato Y?
E' aumentato X meno di quanto sia aumentati Y?


inutile che mi provochi con i tuoi giochetti

la pressione fiscale supera il 50% del pil

il 70% se ne va in tasse e balzelli comprese tasse locali, questa è la verità, non esiste paese con un tale livello di tasse in occidente.



Volevo arrivare il fondo prima di rispondere ma non ci sono riuscito, visto le insensatezze che vedo.

Andiamo per ordine:

la pressione fiscale supera il 50% del pil

1) difficile che nessun aliquota supera questa cifra e che come tutti sanno il sistema è proporzionale, per cui sugli stessi ammontari iniziali si pagano le stesse aliquote, tutti quanti, chi paga di più lo fa in misura proporzionale perché guadagna di più, sistema più o meno diffuso in tutti i paesi



il 70% se ne va in tasse e balzelli comprese tasse locali, questa è la verità, non esiste paese con un tale livello di tasse in occidente.

il 70% se ne va in tasse e balzelli comprese tasse locali….. - Il 70% di che cosa, questo sarebbe interessante vederlo; di sicuro non stiamo parlando dei profitti / redditi dichiarati, pensiamo alle rendite finanziarie, perché su questi di nuovo con il sistema di aliquote non si arriva tali livelli e ti sfido a dimostrarmi il contrario ma con i fatti non con la demagogia. Quanto ai non dichiarati non cedo che nessuno su quelli paghi delle tasse.


… questa è la verità, non esiste paese con un tale livello di tasse in occidente….. I paesi che per anni hanno avuti i più alti livelli di tassazione a livello mondiale, i paesi scandinavi, vedi ad esempio la Svezia – questi si realmente sino oltre il 50% , ma di sicuro non ai livelli che dici tu - sono anche tra i paesi più sviluppati, con una ricchezza ed un benessere diffuso come di sicuro non si vede in molti altri paesi.

Che le riduzioni delle tasse generino automaticamente spinte espansive dell’economia resta da dimostrare, soprattutto in un contesto come quello italiano, altrimenti come mai nel corso dello scorso governo berlusconi si sono visti i più bassi tassi di crescita degli ultimi 10-12 anni, governo che aveva anche giocato diversi jolly impropriamente come ad esempio il rientro dei capitali con lo scudo fiscale.

Saluti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mar 26, 2008 00:51 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 14
laverità ha scritto:
ho fatto una ricerca veloce e cmq la pressione è ancora aumentata quindi mi incaxxo con chi c'è ora.



vediamo di rendere le cose ancora più semplici, con un esempio:

Poniamo che una persona con un reddito di 25.000 euro abbia un aumento delle aliquote medio del 2% (diciamo dal 40% al 42% per esempio), la maggior tassazione sarebbe di circa 500 euro annui, quindi meno di 50 euro al mese . esistono poi tutti i meccanismi di riduzione dell’imponibile che in realtà riducono ulteriormente questa cifra, più gli effetti di alcune liberalizzazioni.

Ora per contro Io non so quando tu vai a fare la spesa quanto spendi, a me non capita mai di lasciare all’esselunga meno 50 euro, tendenzialmente molto di +.
Secondo te il problema è la pressione fiscale o l’ingiustificato aumento dei prezzi. Secondo me la seconda.

Saluti


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 59 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010