Oggi è mar lug 17, 2018 11:34 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Sono d'accordo
MessaggioInviato: mar mar 25, 2008 23:33 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 14
clapo61 ha scritto:
Sono d'accordo, ma per principio: il canone Rai infatti mi risulta essere così chiamato impropriamente, perchè in effetti è la tassa di possesso del televisore. Ciò aveva un senso nel 1950, ma secondo me non oggi: ci dicono "consumate, consumate; comprate, comprate" e appena si compra ti "castigano" con tasse. Il televisore non è più secondo me un bene di lusso, ma un bene di consumo come tanti altri (allora perchè non mettere la tassa di possesso ...sul cellulare? Il canone Wind, per esempio? E sui computer? Il canone Microsoft?). Tutt'al più allora, diminuiamola drasticamente e applichiamola alla fonte: comprare il televisore nuovo ti costa il 10% in più e la tassa è già pagata per l'acquirente, la versa il rivenditore. Altrimenti si paga il canone alla Rai per chi effettivamente vede la Rai, così come si paga Sky per chi effettivamente usufruisce del servizio.
Si può fare ?
Claudia Porzio



Infatti credo che la base giuridica del canone sia in realtà un regio decreto che regolamentava le trasmissioni radio ed il possesso degli apparecchi.

Ora dei molti problemi credo che i seguenti siano tra i principali:

1) se non si pagasse più nulla con che soldi si potrebbero mantenere alcuni servizi essenziali come la gestione delle reti (che di fatto sono della rai)
2) la RAI (o servizio pubblico) in quanto tale ha una parte più prettamente pubblica ed una più
commerciale, probabilmente un abolizione improvvisa del canone potrebbe portare ad orientarsi solo sulla seconda componente.
3) perchè a mediaset sono garantite frequenze a prezzi del tutto irrisori rispetto ai proventi che genera con i propri spazi pubblicitari
4) forse mutuando il concetto introdotto da premier Francese, con gli attuali tetti, si dovrebbe pensare ad un sistema per cui chi guadagna molto con le televisioni paga molto le proprie frequenze e con parte di questi soldi si finanza un servizio pubblico, magari più leggero o anche altri privati
5) un inciso illuminante, perché si sono dati decoder del digitale terrestre a costo zero agli abbonati rai (con costi per lo stato) quando in determinate aree sul digitale terrestre non si riesce a ricevere la rai, ma si possono vedere gli altri canali
6) Le riforme di qualsiasi tipo dovrebbero partire dall’idea di rafforzare e migliorare il servizio pubblico ed attraverso questo il sistema nel suo insieme; ma è questo quello che vogliono fare?

Le televisioni, in conclusione, rappresentano uno dei fulcri del conflitto d’interesse, dove è troppo importante che il servizio pubblico sia debole perché così qualcun altro a caso può trarne svariati vantaggi.

Alla prossima

Saluti

Michele


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 31 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010