Oggi è lun ago 20, 2018 01:00 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: LA SICUREZZA secondo i gay e i trans
MessaggioInviato: lun feb 25, 2008 00:32 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 30
La sicurezza secondo i gay e i trans non è un problema legato alla mafia, che dalle mie parti si chiama camorra, e tutto sommato nemmeno alla microcriminalità: assolutamente NO!

A parte che a Napoli si fanno solo chiacchiere invece che realizzare attivamente una lotta civile contro la camorra ,non si è mai vista fare ad esempio nessuna grande retata, tranne qualche raro arresto di capiclan ormai decaduti "politicamente" in quel "sistema" che è lo "stato" della camorra.

A parte che a Napoli la microcriminalità dipende spesso da chi abusa di sostanze, oggi sempre più care come il petrolio, oppure fa scuola di avviamento ai gradi superiori del "sistema" che è lo "stato" della camorra.

A parte questo, ai gay e ai trans napoletani la sicurezza non la garantisce nemmeno la scuola e spesso neppure la famiglia!

Il clima di odio detto "omofobia" esacerbato da una lotta ideologizzata che vede contrapporre falsamente cristiani e gay, quando i gay sono spesso cristiani e i preti cristiani sono spesso gay (www.gionata.org), causa già all'interno delle famiglie e nelle scuole per gli adolescenti gay, lesbiche e transessuale un clima di intolleranza e di insicurezza tale da rendere impossibile perfino la convivenza o la sopravvivenza.

Le forme di violenza usate sono diverse e vanndo dall'omocidio e dai pestaggi, dall'obbligo all'abbandono scolastico e conseguente obbligo alla prostituzione, dall'omicidio psicologico che è la motivazione di tanti suicidi tra gli adolescenti, dall'emarginazione relazionale, sociale e psicologica, dall'espulsione dal nucleo familiare ai ricatti di ogni genere, dall'abuso di preti e falsi psicoloterapeuti (la cui autorità è stata negata dal presidente dell'ordine degli psicologi italiani dopo decenni di silenzio sul tema) ecc ecc ecc...

Il clima di intolleranza omofoba in Italia è grave: basti pensare che dare del razzista a un prete che salga in pulpito a declamare odio verso i gay ai loro genitori e parenti è un reato, mentre appunto declamare odio verso i gay ai loro (nostri e quindi anche miei) parenti e genitori è considerata libertà di parola; paragonare l'omosessualità alla pedofilia, al transessualismo, al terrorismo, all'incesto o ad altre forme di abominio sociale e criminale è libertà di parola mentre dire ad un politico o ad un professore che sta usando tali affermazioni che è un omofobo è un reato vessato perfino dai massmedia...

L'impari lotta tra chi ci odia, anche in famiglia e nelle scuole, durante le fasi più fragili della nostra esistenza (l'infanzia e l'adolescenza) in Italia non è un crimine: nessuno garantisce la nostra sicurezza!

In Italia torturare un omosessuale o un transessuale non è un crimine (ci sono sentenze ahimè in questo verso in Italia), graffiare un razzista è un crimine,(ci sono altre sentenze ahimè in questo verso in Italia).

CHI GARANTISCE LA SICUREZZA DI GAY E TRANSESSUALI ITALIANI ??
www.manliok.blogspot.com


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010