Oggi è lun giu 18, 2018 21:21 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 71 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Bi-post
MessaggioInviato: mer feb 27, 2008 19:51 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 52
[quote="Rominion"]Ciao Annana, (segue il "ciao contest")
Se non annoia te,vorrei continuare il discorso sul divorzio,anzi il mio sogno sarebbe che la mia proposta potesse arrivare molto lontano e che se ne potesse discutere ad alti livelli, non certo per ambizione,ma perché penso che discutendone si potrebbe creare una premessa per portare l’argomento a conoscenza di molti e forse ,così come contest, potremmo avvicinare le posizioni e rivedere un argomento che a priori sembrerebbe scontato. Io sono di sinistra ,ma amo la famiglia ,quella formato da padre madre,fratelli,fino ad arrivare all’ultimo dei cugini .Mi avvilisce pensare ai nonni in ospizio,ai bambini che passano il Natale o altre festività con un solo genitore e con la nuova compagna che a sua volta ha un altro figlio. Si vuole abolire il matrimonio,delegare agli altri l’educazione dei nostri figli,ma l’amore che posto ha preso nella società moderna ? Se i figli sono soli ,non si sentono amati e senza amore non hanno la forza di affrontare la vita che diventa ogni giorno sempre più difficile .Lasciamo solo agli omosessuali la giusta possibilità di formare le coppie di fatto,visto che a questi non è concesso il matrimonio,ma agli altri cosa serve? Perché non cerchiamo di ritornare ad una vita normale .Facciamo che le coppie di fatto siano un’eccezione e non una regola di vita:Vi sembra proprio impossibile? ,


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bi-post
MessaggioInviato: mer feb 27, 2008 20:03 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 52
[quote="Rominion"]Ciao Annana, (segue il "ciao contest")
Se non annoia te,vorrei continuare il discorso sul divorzio,anzi il mio sogno sarebbe che la mia proposta potesse arrivare molto lontano e che se ne potesse discutere ad alti livelli, non certo per ambizione,ma perché penso che discutendone si potrebbe creare una premessa per portare l’argomento a conoscenza di molti e forse ,così come contest, potremmo avvicinare le posizioni e rivedere un argomento che a priori sembrerebbe scontato. Io sono di sinistra ,ma amo la famiglia ,quella formato da padre madre,fratelli,fino ad arrivare all’ultimo dei cugini .Mi avvilisce pensare ai nonni in ospizio,ai bambini che passano il Natale o altre festività con un solo genitore e con la nuova compagna che a sua volta ha un altro figlio. Si vuole abolire il matrimonio,delegare agli altri l’educazione dei nostri figli,ma l’amore che posto ha preso nella società moderna ? Se i figli sono soli ,non si sentono amati e senza amore non hanno la forza di affrontare la vita che diventa ogni giorno sempre più difficile .Lasciamo solo agli omosessuali la giusta possibilità di formare le coppie di fatto,visto che a questi non è concesso il matrimonio,ma agli altri cosa serve? Perché non cerchiamo di ritornare ad una vita normale .Facciamo che le coppie di fatto siano un’eccezione e non una regola di vita:Vi sembra proprio impossibile? ,
,


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bi-post
MessaggioInviato: ven feb 29, 2008 19:24 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 93
...Impossobile no... Ingiusto.... Ma, scusa, riprendo ogni punto:

Io sono di sinistra ,ma amo la famiglia ,quella formato da padre madre,fratelli,fino ad arrivare all’ultimo dei cugini.

--Io amo gli amici, quelli che mi scelgo. A volte corrispondono ad un familiare, a volte no... (manco a dirlo sono di sinistra anch'io, ma non credo che la cosa abbia importanza in proposito) Il legame di sangue non ha piu' senso al giorno d'oggi. E' un'istinto che ci portiamo appresso dalla preistoria, non piu' veramente valido.

Mi avvilisce pensare ai nonni in ospizio,ai bambini che passano il Natale o altre festività con un solo genitore e con la nuova compagna che a sua volta ha un altro figlio.

--I nonni in ospizio avviliscono anche me.... Il Natale di cui parli, no... Non so neanche bene dirti il "perché", perché non vedo cosa gli trovi di male.

Si vuole abolire il matrimonio,delegare agli altri l’educazione dei nostri figli,ma l’amore che posto ha preso nella società moderna ?

--Abolire il matrimonio si, delegare l'educazione, no.
Il mio amore é pressoché infinito... Ma per tutte le persone gentili, o potenzialmente gentili. Il ché include tutti i bambini di cui l'educazione é a mio carico (miei consaguigni o no). Ti preciso che la gentilezza non si applica necessariamente alla famiglia... I cafoni, purtoroppo, si insinuano ovunque.

Se i figli sono soli ,non si sentono amati e senza amore non hanno la forza di affrontare la vita che diventa ogni giorno sempre più difficile.

--Basta non lascarli mai soli, che credi, che se c'é una nuova compagna, si ama meno il proprio figlio? Puo' capitare altrettanto restando con la "vecchia" (opposto a "nuova", non a "giovane")... E non deve capitare (sono d'accordo) in nessuno dei due casi.

Lasciamo solo agli omosessuali la giusta possibilità di formare le coppie di fatto,visto che a questi non è concesso il matrimonio,ma agli altri cosa serve? Perché non cerchiamo di ritornare ad una vita normale .Facciamo che le coppie di fatto siano un’eccezione e non una regola di vita:Vi sembra proprio impossibile?

--O dai il matrimonio a tutti o lo levi a tutti! Che vuol dire "visto che a loro non é concesso"? E' inaccettabile che ad alcuni sia concesso e ad atri no! Non é una legge divina (checché ne dica il Papa), é una legge che basta cambiare perché non sia più come prima... Quanto alla vita "normale", non é normale, é accettata per inerzia. Sarebbe ora di cambiare un po'... In meglio, naturalmente, penso che si possa fare meglio, se é per fare peggio, ti rassicuro, sono contrario!

Finisco sul perché il matrimonio é ingiusto. Fondamentalmente perché è un contratto di cui non si possono decidere i termini. Alcuni esempi: ci si sposa in due, perché non in tre o in quattro, se tutti gli interessati sono d'accordo? Ci si sposa tra un maschio e una femmina. Perché? Ci si sposa fino alla morte, perché non si puo' scegliere la durata, come in qualsiasi contratto? Ecc...
A presto.
Rominion.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bi-post
MessaggioInviato: sab mar 01, 2008 18:53 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 52
[quote="Rominion"]...Secondo me tu sei parte in causa del discorso e forse parli per una difesa incoscia della posizione in cui ti trovi. Forse mi sbaglierò, ma tu non vuoi vedere la realtà perchè ci sei dentro e non ti piace rinnegare il tuo modo di vivere.Mi hai spiegato tutto ,punto per punto,ma dove proprio non sei sincero è quando dici che i bambini stanno bene anche con la compagna del padre.Questo non lo condivido assolutamente.Lo dovresti chiedere ai bambini quando si accorgono che i genitori stanno per separarsi.Ne ho visti tanti,credimi, e tutti avevano lo stesso sguardo di paura e di dolore,sentimenti che si porteranno dietro per tutta la vita.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bi-post
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 09:46 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 77
annana ha scritto:
ma dove proprio non sei sincero è quando dici che i bambini stanno bene anche con la compagna del padre.Questo non lo condivido assolutamente.Lo dovresti chiedere ai bambini quando si accorgono che i genitori stanno per separarsi.Ne ho visti tanti,credimi, e tutti avevano lo stesso sguardo di paura e di dolore,sentimenti che si porteranno dietro per tutta la vita.

Io invece ti posso dire che è molto più doloroso e frustrante vivere quotidianamente in un'atmosfera di guerra familiare.
Quando un rapporto di coppia si deteriora oltre ogni ragionevole comprensione è meglio troncare, soprattutto nell'interesse dei figli.
Anzi, andrebbe anche riformulata la normativa del divorzio, visto che l'attuale iter consente di prolungare la guerra anche dopo la separazione, con i figli piazzati tra l'incudine ed il martello, troppo spesso usati come arma legale nei confronti del coniuge.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bi-post
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 11:40 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 52
[quote="percomelavedoio"][quote="annana"] Mi aspettavo anche questa risposta,ormai conosco a memoria tutto ciò che viene contestato sull'argomento.Ripeto ,io non auspico l'abolizione del dovorzio ,ma credo che due persone che si sono messe insieme per amore e per amore hanno messo al mondo dei figli, abbiano il dovere di non cadere nella prima trappola che la vita riserva loro.La vita è piena di trappole,si può inciampare facilmente. Se ci lasciasse andare,quale povero resterebbe povero senza procacciarsi il danaro rubando? Chi non ammazzerebbe un suo amico per donare gli organi alla persona che più si ama? Voglio banalizzare il mio discorso citando i fischi che il pubblico di Sanremo ha mandato alla Tatangelo? Io D'Alessio lo trovo disgustoso,Cosa avrà trovato in lui una bella ragazza come lei? E Pavarotti?Non mi vengano a raccontare che in entrambi i casi ci sia stato l'amore.Questi sono casi eclatanti di personaggi famosi le cui abitudini stanno contaminando la morale comune,e lo dico non da bigotta ma da persona che non ama fare soffrire nessuno per situazione evitabili con un pò di buon senso


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Bi-post
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 12:32 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 77
annana ha scritto:
Mi aspettavo anche questa risposta,ormai conosco a memoria tutto ciò che viene contestato sull'argomento.Ripeto ,io non auspico l'abolizione del dovorzio ,ma credo che due persone che si sono messe insieme per amore e per amore hanno messo al mondo dei figli, abbiano il dovere di non cadere nella prima trappola che la vita riserva loro.


Rileggi quello che ho scritto: "Quando un rapporto di coppia si deteriora oltre ogni ragionevole comprensione è meglio troncare".
Nessuno afferma che ci si debba arrendere alla prima difficoltà, anzi.
Ma, d'altro canto, io non vedo affatto tutta questa "leggerezza" che ipotizzi: sul serio sei convinta che ci siano persone che si svegliano la mattina e per "capriccio" decidano di divorziare?
Sinceramente mi sembra una posizione irrispettosa per quanti ci sono passati, magari affrontando situazioni laceranti fisicamente e psicologicamente.

annana ha scritto:
La vita è piena di trappole,si può inciampare facilmente. Se ci lasciasse andare,quale povero resterebbe povero senza procacciarsi il danaro rubando? Chi non ammazzerebbe un suo amico per donare gli organi alla persona che più si ama?


Esistono anche l'etica personale e la dignità della persona.
Altrimenti saremmo poco più che bestie, non credi?
:wink:

annana ha scritto:
Voglio banalizzare il mio discorso citando i fischi che il pubblico di Sanremo ha mandato alla Tatangelo? Io D'Alessio lo trovo disgustoso,Cosa avrà trovato in lui una bella ragazza come lei? E Pavarotti?Non mi vengano a raccontare che in entrambi i casi ci sia stato l'amore.Questi sono casi eclatanti di personaggi famosi le cui abitudini stanno contaminando la morale comune,e lo dico non da bigotta ma da persona che non ama fare soffrire nessuno per situazione evitabili con un pò di buon senso


Infatti la tua è una banalizzazione.
Ma voglio stare al gioco... :wink:
A parte il fatto che nè io, nè tu, sappiamo cosa si cela dietro le storie personali dei personaggi che hai citato.
E posto che nè io, nè tu, abbiamo il diritto di giudicare le scelte personali che non ci coinvolgono.
Bene, non puoi pensare che un paio di personaggi famosi possano essere rappresentativi della società.
Sarebbe come proporre ad un sociologo di basare le sue teorie prendendo come campione i partecipanti al "Grande Fratello". :D
Nè puoi pensare sul serio che ci sia gente che divorzia perchè l'ha fatto questo o quel personaggio televisivo.
Francamente, e perdonami se te lo dico, più che di buonsenso io credo proprio si tratti di bigottismo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Rominion: la storia
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 13:26 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 93
Non temere. Faccio un rapido riassunto per darti un idea:
I miei (oltre i 70 anni) sono felicemente sposati; io vivo con una compagna e due bei bimbi... la femmina mi chiama papinù... Eh? Ah si, scusa:
No, non dipende da fatti personali, ma da logica per vivere meglio, quasi diritti dell'Uomo.
Ho conosciuto anch'io bambini di separati (o divorziati, previo matrimonio). Quelli, che erano uguali alla tua descrizione, erano tristi per la "guerra" tra i genitori (che a volte li mettevano in mezzo per estirpargli la preferenza) che la separazione definiva come summa inevitabile per evitare che ci scappi il morto... Ne ho conosciuti altri che si sono accomodati della situazione perché i genitori si sono separati, sicuramente con qualche litigio, ma senza guerra, il bambino sta un po' con l'uno un po' con l'altro con accordi sensati (tipo: ti va di tenerlo? o:tale giorno me ne occupo io, ti va?) e non drastici (tipo: io in settimana, tu il week end), e senza che nessuno parli male dell'altro.
Quelli che ho conosciuto cosi' (vari) li ho conosciuti liberi e felici (e mai soli). Spesso adorano li nouvo partner (e vice versa). Con i nuovi fratelli dipende, ma non succede diversamente che con i "veri". Per l'aneddoto (non te lo do come regola, ma come direzione) conosco un "fratellastro" ed una "sorellastra" che hanno finito per sposarsi...
Per finire, penso che se va male in famiglia, é meglio separarsi prima che "degeneri" (leggi: che il figlio si isoli e si disperi). Casomai, se era un errore si puo' tornare insieme in qualsiasi momento.
A Presto .
Rominion.




annana ha scritto:
Rominion ha scritto:
...Secondo me tu sei parte in causa del discorso e forse parli per una difesa incoscia della posizione in cui ti trovi. Forse mi sbaglierò, ma tu non vuoi vedere la realtà perchè ci sei dentro e non ti piace rinnegare il tuo modo di vivere.Mi hai spiegato tutto ,punto per punto,ma dove proprio non sei sincero è quando dici che i bambini stanno bene anche con la compagna del padre.Questo non lo condivido assolutamente.Lo dovresti chiedere ai bambini quando si accorgono che i genitori stanno per separarsi.Ne ho visti tanti,credimi, e tutti avevano lo stesso sguardo di paura e di dolore,sentimenti che si porteranno dietro per tutta la vita.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 16:18 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 67
Mi sembra che questa sia una discussione, come tante altre, sul senso dei valori.
L'autrice ha giustamente posto la questione all'interno del forum "Diritti Universali" per verificare se i due termini "amore" e "famiglia" vengono considerati come dei valori oppure no.
E qui entrano in gioco gli ideali di ciascuno di noi, la fede, il concetto di legge e le semplici opinioni soggettive.
Non siamo robot, siamo esseri umani e ciascuno vive e interpreta i propri valori in base all'esperienza personale, all'educazione ricevuta e al tipo di società che ci circonda.

Personalmente ritengo che la famiglia sia uno dei modi che abbiamo a disposizione per esprimere il nostro ideale di amore.
La legge può governare e, quindi, ordinare/regolamentare le varie strutture di famiglia che i cittadini desiderano formare, ma non può governare la vita privata, non può regolamentare i sentimenti.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 18:04 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 93
Mi pare un intervento molto saggio.
Due punti:

Quando ognuno di noi ha un opinione polica, pensa che sia giusta, vorrebbe vederla applicata, gli dà un valore di morale universale. Magari si sbaglia, é l'utilità delle discussioni. In ogni caso lo scambio di opinioni lo vedo piu' mportante di una chiacchierata.

Se l'amore (insieme alla gentilezza) lo considero un valore importantissimo per vivere in società, la famiglia no. Per me indica solo un legame di DNA con un altra, niente di più.

A presto.
Rominion.



LucianaM ha scritto:
Mi sembra che questa sia una discussione, come tante altre, sul senso dei valori.
L'autrice ha giustamente posto la questione all'interno del forum "Diritti Universali" per verificare se i due termini "amore" e "famiglia" vengono considerati come dei valori oppure no.
E qui entrano in gioco gli ideali di ciascuno di noi, la fede, il concetto di legge e le semplici opinioni soggettive.
Non siamo robot, siamo esseri umani e ciascuno vive e interpreta i propri valori in base all'esperienza personale, all'educazione ricevuta e al tipo di società che ci circonda.

Personalmente ritengo che la famiglia sia uno dei modi che abbiamo a disposizione per esprimere il nostro ideale di amore.
La legge può governare e, quindi, ordinare/regolamentare le varie strutture di famiglia che i cittadini desiderano formare, ma non può governare la vita privata, non può regolamentare i sentimenti.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 19:18 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 77
LucianaM ha scritto:
La legge può governare e, quindi, ordinare/regolamentare le varie strutture di famiglia che i cittadini desiderano formare, ma non può governare la vita privata, non può regolamentare i sentimenti.


impossibile non quotarti.
:D


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 03, 2008 13:08 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 52
percomelavedoio ha scritto:
LucianaM ha scritto:
La legge può governare e, quindi, ordinare/regolamentare le varie strutture di famiglia che i cittadini desiderano formare, ma non può governare la vita privata, non può regolamentare i sentimenti.


Negli anni settanta,lo Stato promulgò il divieto di circolare in macchina nei giorni festivi,ricodo che dopo i primi malumori,tutti si dichiararono felici e soddisfatti di andare a piedi,respirare aria pulita e visitare la città. Vorrei chiedere :Chi ci induce a pensare che un'abitudine radicata in noi non possa essere sbagliata? Chi è stato l'artefice della nostra educazione anche sentimentale? Chi come Rominion afferma di avere una compagna,è sicuro che questa è la persona giusta e che bambini della sua nuova compagna non siano solo apparente sereni? I guasti si vedono anche a lungo termine purtroppo.Ma siamo sicuri che questa società è quella che desideriamo davvero? Non c'è forse qualche condizionamento dettato dalle abitudini del "gruppo"
al quale ci siamo affidati da giovani ,visto che la famiglia ha rinunciato da tempo a dare consigli ai figli delegandone il compito a psicologhe da strapazzzo ed amici? Chi mi ha dato della bigotta ,ha sbagliato di grosso ed in tutti i sensi Mi dispiace,io sono una dissacratice di tutte le inutili manifestazioni della Chiesa e del suo contorno. Vorrei che la chiesa non ci fosse e se riuuscissi a credere in DIo,mi rivolgerei direttamente a Lui senza intermediari e moralismi inutili.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 03, 2008 16:20 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 77
annana ha scritto:
Negli anni settanta,lo Stato promulgò il divieto di circolare in macchina nei giorni festivi,ricodo che dopo i primi malumori,tutti si dichiararono felici e soddisfatti di andare a piedi,respirare aria pulita e visitare la città. Vorrei chiedere :Chi ci induce a pensare che un'abitudine radicata in noi non possa essere sbagliata?

nessuno, sono d'accordo.
ma converrai che l'esempio che hai fatto è fuori luogo.
Una cosa è legiferare sul divieto di circolare nei giorni feriali, altro è farlo agendo sulla sfera sentimentale ed affettiva delle persone per limitarne il libero arbitrio.
La differenza è macroscopica: nel secondo caso, infatti, la legge metterebbe il becco laddove forse non è opportuno, per il principio di democraticità dello Stato.

annana ha scritto:
Chi è stato l'artefice della nostra educazione anche sentimentale? Chi come Rominion afferma di avere una compagna,è sicuro che questa è la persona giusta e che bambini della sua nuova compagna non siano solo apparente sereni?

Senza tirare in ballo le persone che hanno scritto nel thread, provocatoriamente ti chiedo: e se anche fosse?
Anche io ho una compagna e nessuno mi garantisce un bel nulla.
ma è la vita.
"Del doman non v'è certezza, chi vuol esser lieto sia".

annana ha scritto:
I guasti si vedono anche a lungo termine purtroppo.Ma siamo sicuri che questa società è quella che desideriamo davvero? Non c'è forse qualche condizionamento dettato dalle abitudini del "gruppo" al quale ci siamo affidati da giovani ,visto che la famiglia ha rinunciato da tempo a dare consigli ai figli delegandone il compito a psicologhe da strapazzzo ed amici?


“Si c'est ici le meilleur des mondes possibles, que sont donc les autres?”
(Se questo è il migliore dei mondi possibili, allora dove sono gli altri?)
Voltaire, Candido.


annana ha scritto:
Chi mi ha dato della bigotta ,ha sbagliato di grosso ed in tutti i sensi Mi dispiace,io sono una dissacratice di tutte le inutili manifestazioni della Chiesa e del suo contorno. Vorrei che la chiesa non ci fosse e se riuuscissi a credere in DIo,mi rivolgerei direttamente a Lui senza intermediari e moralismi inutili.


mi spiace tu l'abbia presa in questo modo.
non era mia intenzione offenderti e ti chiedo scusa se credi che l'abbia fatto.
Detto ciò, io ho semplicemente parafrasato questa tua affermazione

annana ha scritto:
Questi sono casi eclatanti di personaggi famosi le cui abitudini stanno contaminando la morale


in cui dai un giudizio morale su delle scelte di vita di persone che non conosci. Il che, a prescindere dalle situazioni soggettive, non è mai bello.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mar 04, 2008 19:50 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 67
In Cina è proibito sposarsi prima di aver compiuto 28 anni.
E' proibito avere più di un figlio a coppia (in alcune zone la norma viene interpretata proibendo più di una gravidanza a donna).
I giovani sposi sono caldamente invitati a sterilizzarsi prima o subito dopo il matrimonio, in cambio di un incentivo economico.
Uomini e donne non sposati sono caldamente invitati a sterilizzarsi in cambio di un incentivo economico.
Chi "produce" più di un figlio per coppia ha serie penalizzazioni economiche e di assistenza sociale.
Alle donne che partoriscono al di fuori del matrimonio, se le beccano, viene tolto il bambino e c'è la sterilizzazione coatta.


Nei paesi islamici la violenza sessuale (su chiunque) non è considerato reato.
Una donna che resta incinta dopo aver subito violenza è considerata adultera e passibile di lapidazione.
All'interno del matrimonio, i figli sono "proprietà" dell'uomo.
Nel matrimonio all'uomo è consentito avere fino a un massimo di quattro mogli; alle donne è consentito avere un solo marito.
L'uomo può ripudiare da solo la propria moglie; ma la moglie, per ripudiare il marito, deve avere un'amica che confermi le accuse contro di lui.

Questi sono alcuni esempi di come lo Stato può intervenire sulla vita privata e sui sentimenti delle singoli cittadini.

E' compito della morale educare i cittadini all'amore, non della giurisprudenza.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mar 04, 2008 20:16 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 52
[quote="LucianaM"] I paesi islamici e la Cina non hanno le nostre tradizioni e la nostra morale che si è formata attraverso secoli,con l'aiuto della religione,con l'osservanza dei dieci comandamenti.I nostri antenati ci hanno lasciato una morale diversa e non è detto che abbia ,in passato , creato delle infelicità,semmai l'infelicità la proviamo noi che siamo soli in mezzo ad una folla di sconosciuti .Lo Stato ha sbagliato a servirsi della religione per fini politicie la religione ha sbagliato a creare uno Stato(il Vaticano)di ricchi ,corrotti ed opportunisti


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 71 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010