Oggi è mar giu 19, 2018 23:58 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 55 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: binetti si no
MessaggioInviato: mar feb 05, 2008 19:11 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 27
binetti fuori, no fuori noi!
e il nascente pd rimane ovviamente sulla carta,
è difficile incontrarci nelle ragioni dell'altro,non impossibile, ed è questa la sfida del partito democratico. Io lo interpreto così, voglio che sia così, altrimenti non può esserci nulla di nuovo, e nulla che cambi l'idea di contrapporsi ogni volta, e su ogni argomento, anche il meno importante, di due italie. Non so se siamo capaci di discutere e ragionare sui problemi abbandonando per un momento le nostre ragioni, per capire le ragioni dell'altro e trovare il modo di camminare assieme, almeno proviamoci, anche con la binetti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 19, 2008 17:01 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 75
l'indicazione che la dr.ssa binetti sia nel PD e' un fatto di grande coesione pur nella variabilita'.
e' indubbiamente un grande esempio per tutti.
qualche giorno fa' abbiamo inaugurato un circolo e un elettore mi viene accanto e mi dice:'' ora pero' in questa sezione ci dobbiamo mettere anche il Crocifisso'',. lui si aspettava magari un bel no invece si e' sentito un.. perche' no! tutto puo' coesistere in democrazia.
Da Gramsci: '' ... la natura umana non è qualcosa di
fisso, astratto e immutabile, ma che è “l’insieme dei rapporti sociali che determina una coscienza
storicamente definita” e che “questa coscienza solo, può indicare ciò che è ‘naturale’ o ‘contro
natura’.” La natura umana non è, egli afferma, “qualcosa di omogeneo per tutti gli uomini...''


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: circolo o parrocchia...
MessaggioInviato: mar feb 19, 2008 17:24 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 25475
marcelcachin

Non avete elettori islamici... evidentemente.

ciaoooooooooooo


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 20, 2008 16:53 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 75
elettori no, ma in paese ve ne sono molti.
essi fanno il loro mestiere e noi il nostro non mi sembra che ci siano grandi problemi se non di tipo culinario visto che usano molte spezie!!!!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: binetti si no
MessaggioInviato: mer feb 20, 2008 19:44 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 27
probabilmente il titolo binetti si no è molto limitativo del tema del quale volevo parlare.
io credo sia molto importante che un partito (quale il PD vuole essere) che si propone per una nuova visione di guida del sistema paese deve inevitabilmente poter accogliere le diverse anime esistenti appunto nel paese.
se ognuno di noi amplia lo spazio della sua mente per fare un pò di posto alle idee dell'altro c'è la possibilita di capirci e quindi senza limitarci al semplice confronto ( che naturalmente deve esserci ), ma condividendo le idee dell'altro ( e l'altro a noi )
possiamo veramente cambiare il modo di fare politica in questo paese. Credo quindi che il cambiamento che dobbiamo imporci sia prima di tutto culturale,smetterla di avere solo aspettative dall'altro ma proporci all'ascolto dell'altro

SI PUO' FARE


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 20, 2008 22:07 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 88
Ciao a tutti, è il mio primo messaggio su questo forum.

Credo che la pluralità di vedute possa essere un punto di forza, a patto che una delle parti non voglia decidere anche per le altre.

Su tematiche quali coppie di fatto (etero ed omo), testamento biologico, eutanasia, tanto per fare qualche esempio calzante, come pensate si possa giungere ad una soluzione soddisfacente per tutte le componenti del PD?

Non parlandone?

Me lo chiedo perchè non vedo nei punti programmatici di Veltroni quello dei cosidetti "temi etici"...


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 22, 2008 13:33 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 27
[quote="aedo67"]Ciao a tutti, è il mio primo messaggio su questo forum.

Credo che la pluralità di vedute possa essere un punto di forza, a patto che una delle parti non voglia decidere anche per le altre.

Su tematiche quali coppie di fatto (etero ed omo), testamento biologico, eutanasia, tanto per fare qualche esempio calzante, come pensate si possa giungere ad una soluzione soddisfacente per tutte le componenti del PD?

Non parlandone?

Me lo chiedo perchè non vedo nei punti programmatici di Veltroni quello dei cosidetti "temi etici"...


anch'io credo sia determinante non decidere per gli altri, ma insieme agli altri.
non ho le capacita dialettiche per esprimere appieno il modo di risolvere le questioni " etiche".Posso provare a suggerire delle idee:
accetto, e difendo, il pesiero religioso che ispira la Binetti, ma anche tutte le altre persone di religione diversa, tutte le altre persone di culture diverse: atei laici ecc.;non neccessariamente devo condividere il loro pensiero, ma accettarlo si, come ognuno di loro deve accettare, e difendere, il mio modo di pensare.I valori che ispirano la Binetti gli devono essere riconosciuti, e deve essere tutelato il suo diritto a sostenerli;così come i miei valori laBinetti mi deve riconoscere, e deve tutelare il mio diritto a sostenerli.
Quando sosteniamo che il PD prima che movimento politico è movimento culturale, diciamo esattamente quanto sopra; ognuno di noi proviene da realtà diverse, vissuti diversi, esperienze le più disparate possibili, ma il percorso che abbiamo fatto in questi anni ognuno con le proprie gambe, ci ha fatti incontrare in una esperienza comune e i motivi di questo stanno tutti nel manivesto dei valori, che molto meglio di me esprimono il sentimento che oggi ci accomuna.
il valore del matrimonio, indiscutibile, per i cattolici è lo stesso di tutte le altre persone laici compresi.L'amore per mia moglie mi ha portato a costituire una famiglia, al pari di una coppia cattolica, ebraica, protestante,atea, odi altra ispirazione che si sono unite in chiesa o in municipio.Ma l'amore di due ragazzi, due ragazze o di un uomo e una donna che semplicemente si amano e vogliono costruire una loro famiglia non sposandosi ma convivendo, cosa tolgono al valore del matrimonio delle altre coppie? semplicemente si amano e nessuna Binetti lo può impedire e quindi: SI' al matrimonio come forma di consacrazione della famiglia MA ANCHE riconoscimento ai singoli individui di formare coppie come meglio preferiscono e tutelarne i diritti come tali, non nascondendosi dietro al paravento del diritto del singolo, ma riconoscendone il diritto a vivere come coppia( e doveri )in forma giuridica.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: cosa vuol dire "democratico"?
MessaggioInviato: sab feb 23, 2008 00:02 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 1
Sono d'accordo sull'ascoltare tutte le voci e a dare spazio anche a chi la pensa diversamente. Ma in un partito democratico alla fine decide la maggioranza e tutti gli altri dovrebbero accettare le decisioni.
La Binetti invece ha dimostrato che non accetta questa regola democratica, e come già successo, metterebbe a rischio il governo pur di far passare la sua linea.

no Binetti grazie!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: il problema è l'opuse dei
MessaggioInviato: dom feb 24, 2008 22:13 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 12
ciao a tutti sono una nuova utente.
secondo me il problema non è se la binetti porti avanti le sue idee più o meno prepotentemente: io penso che chi crede in determinati valori debba far valere la sua voce, rispettando sempre e comunque la coscienza e l'intelligenza dell'altro... e qui arriva secondo me il problema. Al di là del fatto che io sia o meno d'accordo con la chiesa (e devo dire che non lo sono quasi mai, pur credendo in Dio) penso che il problema sia proprio il fatto che questa persona provenga da una realtà che non ha niente di differente da una qualsiasi setta religiosa, come scientology e via dicendo. Ciò che mi ha deluso fortemente di Giovanni Paolo II è il fatto di aver accettato questa setta di criminali come parte integrante della chiesa. Mi sono informata a riguardo è c'è veramente da rabbrividire leggendo certe testimonianze di persone che sono riuscite ad uscire da questa setta. Lavaggi del cervello, mortificazioni corporali e inganni sono prorpio alla base di queste associazioni a delinquere che riescono a fare quello che fanno solo grazie al denaro succhiato ai numerari. Certo le attività che svolgono alla luce del sole sono degne di merito ma tutto perde significato se viene ottenuto nel modo indegno che sta alla base. Andatevi a leggere ad esempio il libro di Pinotti "Opus Dei segreta", ma anche lo stesso sito dell'opus dove molto candidamente (così come ha fatto la Binetti) dicono che la mortificazione corporale (ossia l'indossare il cilicio o il fustigarsi con la "disciplina") sia un modo per ricordare il sacrificio di Cristo sulla croce...pensate veramente di andare avanti con gente del genere? ripeto non ho niente contro le opinioni diverse dalla mia in materia di coppie di fatto, aborto, eutanasia ecc. ma far entrare anche nel pd la longa manus dell'opus dei francamente credo sia un rischio.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: anche l'opus dei
MessaggioInviato: lun feb 25, 2008 14:54 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 75
ho letto quanto scritto da silippa. indubbiamente informata sull'argomento, pero' e' necessario leggere anche i commenti pro- opus dei. confrontarla con le 'sette' mi pare eccessivo e non attinente soprattutto considerando quanti impegni sociali affronta l'opus dei. in ogni caso io credo che il PD deve dimostrare che nella sua novita' e' anche in grado di accettare anche le ''profonde provenienze ed esperienze''.
il fatto che in seno al PD si discuta anche di opus dei lo trovo fortemente creativo purche' non si sfoci nella comoda posizione: questo no perche' qualcuno ha scritto un libro o libri negativi....doveva pur venderne copie!
silippa mi attendo un suo commento.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 25, 2008 16:14 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 1
Ciao a tutti, anche per me è il primo messaggio su questo forum.
Mi sembra che pretendiamo troppo nel cercare nel PD una sintesi univoca fra le posizioni "teodem" dei vari Binetti e Fioroni e quelle laiche proprie (ad esempio) di Veronesi.
Quello a cui realisticamente possiamo puntare è che ci sia un impegno da parte da chi viene candidato (che, ricordo, non possiamo scegliere con la preferenza data l'attuale legge elettorale) che nell'azione politica concreta (cioè votando in parlamento i progetti di legge) rispetti la libertà anche di chi la pensa diversamente sui temi eticamente sensibili.
Questo non vuole dire la libertà di "votare secondo coscienza". Ritengo infatti che ci sia una profonda asimmetria tra la sensibilità cattolica e quella laica su questi temi: mentre da una parte si vorrebbe idealmente votare leggi che impegnano tutti a sottostare ad un'etica (peccato = reato), dall'altra non si impone niente a nessuno ma semplicemente si richiede la possibilità per tutti di esercitare (secondo coscienza) la propria personale libertà di scelta.
Quindi non ho problemi ad accettare Binetti nelle liste del PD (anche se sembra che lei abbia invece problemi ad accettare chi ha una sensibilità diversa) o anche appartenenti all'Opus Dei, vorrei solo essere sicuro che un mio eventuale voto non venga utilizzato per limitare la mia personale libertà di scelta.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 27, 2008 01:27 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 12
come ho già detto nel precedente messaggio infatti subito dopo aver letto i libri "contro" sono andata ad informarmi tra le fonti "pro", anzi la fonte per eccellenza, che è quella del sito dell'opus dei dove vengono pubblicizzate le innumerevoli attività benefiche di cui si fa promotrice ( e che ho per l'appunto citato) edulcorando però molto, se non addirittura nascondendo, tutto ciò che sta alla base del loro operato e che a mio avviso rende molto meno nobile qualsivoglia attività benefica svolta dall'opera stessa. Non dovrei essere io a ricordare che anche senza far parte dell'opus dei vi sono molte possibilità di fare del bene a questo mondo, ma questa è un'altra storia. Ribadisco setta perché la modalità di approccio ai nuovi e possibili numerari, le regole di vita, le censure e le proibizioni alle quali vengono sottoposti i numerari (come la Binetti che è una vittima stessa di questo sistema)sono tipiche delle sette, niente di più. Sono d'accordo comunque con il fatto che ci deve essere posto per chiunque voglia esprimere la sua voce, questo si. Ma penso anche che chi sposa quel modello di vita sia lui per primo poco incline ad ascoltare la voce degli altri, piuttosto tende ad imporla. Nella fattispecie trattandosi di un'organizzazione estremamente potente e ramificata in tutte le maggiori istituzioni (banche, finanziarie, politica, sanità ecc ecc)trovo che le istanze, in materia di etica, del Pd abbiamo onestamente poco a che fare con questa gente, che potrebbe creare non pochi problemi alla stabilità del futuro governo. Sarà che nella mia città, Verona, la presenza dell'opus è veramente radicata e sinceramente sono arci stufa che la chiesa, e l'opus dal canto suo, ci considerino tutti come un branco di decerebrati senza una coscienza, incapace di decidere cosa sia meglio per la nostra vita e si sentano in diritto di trattare argomenti a volte così lontano da loro da stridere proprio...


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 27, 2008 15:09 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 75
[
Codice:
quote="SILIPPA"]come ho già detto nel precedente messaggio infatti subito dopo aver letto i libri "contro" sono andata ad informarmi tra le fonti "pro", anzi la fonte per eccellenza, che è quella del sito dell'opus dei dove vengono pubblicizzate le innumerevoli attività benefiche di cui si fa promotrice ( e che ho per l'appunto citato) edulcorando però molto, se non addirittura nascondendo, tutto ciò che sta alla base del loro operato e che a mio avviso rende molto meno nobile qualsivoglia attività benefica svolta dall'opera stessa. Non dovrei essere io a ricordare che anche senza far parte dell'opus dei vi sono molte possibilità di fare del bene a questo mondo, ma questa è un'altra storia. Ribadisco setta perché la modalità di approccio ai nuovi e possibili numerari, le regole di vita, le censure e le proibizioni alle quali vengono sottoposti i numerari (come la Binetti che è una vittima stessa di questo sistema)sono tipiche delle sette, niente di più. Sono d'accordo comunque con il fatto che ci deve essere posto per chiunque voglia esprimere la sua voce, questo si. Ma penso anche che chi sposa quel modello di vita sia lui per primo poco incline ad ascoltare la voce degli altri, piuttosto tende ad imporla. Nella fattispecie trattandosi di un'organizzazione estremamente potente e ramificata in tutte le maggiori istituzioni (banche, finanziarie, politica, sanità ecc ecc)trovo che le istanze, in materia di etica, del Pd abbiamo onestamente poco a che fare con questa gente, che potrebbe creare non pochi problemi alla stabilità del futuro governo. Sarà che nella mia città, Verona, la presenza dell'opus è veramente radicata e sinceramente sono arci stufa che la chiesa, e l'opus dal canto suo, ci considerino tutti come un branco di decerebrati senza una coscienza, incapace di decidere cosa sia meglio per la nostra vita e si sentano in diritto di trattare argomenti a volte così lontano da loro da stridere proprio...[/quote]


ognuno deve fare la sua parte anche accettando le critiche...costruttive.
tuttavia la sua critica nei confronti dell'opus dei mi sembra francamente un po' troppo sottolineata soprattutto pensando che siamo in Italia dove e' sicuro un fatto: ognuno fa e dice cio' che vuole...con tutto il garantismo che c'e'!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 27, 2008 15:36 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 67
Alla trasmissione "L'infedele" della settimana scorsa ho sentito la senatrice Finocchiaro dire: "Io e la Binetti abbiamo molte cose in comune, e su molte questioni la pensiamo allo stesso modo".


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 27, 2008 20:27 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 12
cosa significa sottolineata? non capisco. Nel senso che ho puntato tutta la mia critica solo su quello? infatti è esattamente quello secondo me il problema, non mi sembra di averne sollevati altri.rileggiti bene il mio primo intervento perché dalle risposte che mi hai dato non mi sembra tu l'abbia fatto. Secondo me è un problema l'integralismo di questa persona. . Se questa sia o meno una critica costruttiva è comunque un tuo giudizio e lo accetto.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 55 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010