Oggi è dom feb 25, 2018 00:16 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: CAGLIARI. Trattori in tutte le strade per sopravvivere.
MessaggioInviato: mar ott 23, 2007 00:23 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 25475
Il presidente Marco Scalas «ordina» la protesta dal forum nazionale in corso a Cernobbio

Emergenza agricoltura, trattori in tutte le strade


Coldiretti manifesta contro l’indebitamento, previsti rallentamenti nelle principali arterie

CAGLIARI. Trattori in tutte le strade per sopravvivere. Targati Coldiretti, l’associazione che rappresenta trentamila imprese nell’isola. L’annuncio arriva da Cernobbio, in provincia di Como, dove ha preso il via il settimo Forum sull’alimentazione. Lì il presidente Scalas ha annunciato la fine della tregua. «Oggi porteremo i nostri trattori in tutte le strade dell’isola, ci saranno grandi disagi, ma è una battaglia che dobbiamo combattere, e per la quale abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti».

Presenti a Cernobbio il presidente di Coldiretti Sardegna, Marco Scalas, e il direttore Luca Saba e al delegato per la Sardegna Aldo Mattia, che ieri hanno messo a punto gli ultimi dettagli, in contatto con i colleghi delle Federazioni provinciali. Le ragioni della protesta riguardano la garanzia della sopravvivenza delle imprese agricole e si chiede alle Istituzioni, fra cui la Regione, uno sforzo straordinario per evitare che ci si continui a indebitare con le banche. Vanno pagate tutte le domande per l’indennità compensativa, il benessere degli animali, la virosi del pomodoro. Vanno sbloccati i fondi per le calamità naturali. Vanno gettate le basi per la soluzione dei problemi più urgenti legati all’indebitamento. Coldiretti Sardegna ha chiesto scusa ai cittadini per i disagi che la manifestazioni potrebbero causare «Ma è una battaglia per la sopravvivenza, una lotta anche per il consumatore cui si chiede solidarietà».

La vicenda nei giorni scorsi era arrivata anche in parlamento, con l’allarme per il rischio scomparsa di oltre cinquemila aziende lanciato dal segretario del Pdci, Oliviero Diliberto, e i deputati Elias Vacca e Rosalba Cesini «Tutto - avevano spiegato i parlamentari Pdci - inizia dal 1988 quando la Regione Sardegna intervenne con un provvedimento per abbattere i tassi di interesse per i prestiti contratti nel settore agro-pastorale. Nel 1991 l’Ue dichiarava illegittimo tale provvedimento provocando l’aumento dei tassi e il progressivo rientro dei fidi già concessi. Successivamente molti istituti di credito a fronte dell’insolvenza dei piccoli imprenditori agricoli hanno predisposto la vendita all’asta delle relative aziende agro-pastorali determinando il tracollo di un intero settore economico».

In provincia di Cagliari, a Decimoputzu, i coltivatori hanno recentemente occupato la Sala Consiliare del paese e avviato lo sciopero della fame. Sciopero al quale il comico Beppe Grillo ha annunciato nel suo blog di voler aderire «Vorrei che qualcuno si occupasse del futuro di queste migliaia di famiglie. Io lo farò andando presto a Decimoputzu. A cosa servono le Regioni se non a tutelare territorio, cultura, cittadini e produzioni locali?». Provocazione al quale il presidente Soru ha risposto a stretto giro di posta. «La Regione sta chiedendo alle banche creditrici degli imprenditori agricoli strozzati dai mutui di bloccare le aste giudiziarie dei beni di questi ultimi».

(22 ottobre 2007)

da espresso.repubblica.it


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010