Oggi è dom set 24, 2017 21:22 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Diritto di voto agli immigrati.
MessaggioInviato: mar gen 22, 2008 00:01 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 3
Diritto di voto agli immigrati.

Si parla tanto negli ultimi anni di coinvolgimento degli stranieri nella vita politica e sociale.
Ovviamente non è un compito semplice per varie ragioni….
Vorrei elencare alcuni….
- Gli stranieri nei primi anni in Italia hanno il problema della lingua.
- Una buona parte vengono da paesi con grandi differenze culturali e sociali.
- Avendo da risolvere problemi più importanti e spesso di sopravivenza si occupano poco di loro stessi ed a capire la situazione circostante.
- Sicuramente una buona parte lavora più di 8 ore al giorno, spesso anche sabato o domenica o hanno un secondo lavoro.

Per fortuna si cerca anche di praticare delle attività per aumentare la partecipazione. Solo che purtroppo, nella maggior parte dei casi da risultati scarsi.
Io vorrei analizzare il coinvolgimento nell’ambito della politica, perché secondo me si va nella direzione sbagliata.
In quasi tutte le grandi città ma anche in piccole, esistono ormai le consulte degli immigrati o qualche volta (come nel caso di Roma) ci sono i consiglieri comunali aggiunti, eletti con delle elezioni che raramente hanno superato il 25% e che nelle città dove sono stati ripetuti per una seconda volta hanno sempre avuto un successivo calo della partecipazione.
In tutti i casi anche se le modalità d’elezione cambiano da città a città le consulte o i consiglieri non hanno nessun diritto decisionale o di voto e neanche fondi a disposizione. Hanno solo funzioni consultive…. o più chiaramente gli organi comunali hanno la facoltà e non l’obbligo di consultarli quando si tratta di questioni che riguardano gli stranieri.
Come modo di rappresentanza non fa neanche ridere… perchè essendo l’unico modo d’espressione democratica dei diritti degli stranieri fa pena.
Mi stupisco che questo non faccia impressione a quelli che lo applicano. Per farvi capire quanto stupido e ingiusto è questo metodo vi faccio un paragone.
Si parla tanto e da anni delle pari opportunità delle donne. Del loro equo coinvolgimento nella vita politica. Per questo ultimamente in tanti campi e anche nella politica spesso si chiede il 50% forzato di rappresentanza negli organi direttivi. (vedi PD)
Vorrei vedere le reazioni delle donne di fronte ad una proposta del tipo….
Tutte le donne fanno delle elezioni a parte ed eleggono delle consulte di donne che hanno ruolo di rappresentanza e vengono consultate ogni volta che ci sono in discussione delle questioni che riguardano le donne.
Sembrerebbe assurdo vero?
Non sembra assurdo quasi a nessuno, anzi a tanti sembra un gran passo di democrazia, quando una cosa del genere succede agli stranieri immigrati. Come se a loro, una buona parte delle questioni politiche e sociali non interessi. Come se pagassero meno tasse degli altri e come se fossero meno abili di ragionare.
Negli ultimi anni si è parlato tanto del diritto di voto degli stranieri per le elezioni locali. Ci sono state delle proposte, perfino arrivate dalla destra, come il caso della proposta Fini qualche anno fa. Però finora stranamente non si è trovato mai il tempo di farle entrare in parlamento, anche se sembra che solo una piccola percentuale dello stesso sia contraria. Dico stranamente anche perché per il voto degli italiani all’estero si è trovato il tempo ed ha fatto contenti tutti prima Tremaglia lacrimante e i suoi amici e dopo Prodi e la sua maggioranza che e diventata tale al senato grazie al voto all’estero.
Poi anche in queste proposte che ci sono state, sì e parlato sempre del diritto di voto nelle elezioni locali, che gia non sarebbe male. Ma non capisco perchè non dovrebbero votare gli immigrati per le elezioni nazionali?!?!? Visto che con quasi tutte le questioni che riguardano gli stranieri vengono regolati da leggi e decreti nazionali.
Qualcuno potrebbe pensare che sia troppo, anche se non la penso cosi credo che una differenza tra i cittadini italiani e gli stranieri in questo caso si può lasciare. Il problema pero torna dal momento che la legge sulla cittadinanza e anche da rivedere. Per poter fare la richiesta di ottenere la cittadinanza italiana ci vogliono oggi 10 anni di residenza ininterrotta e normalmente un immigrato fa domanda oggi mediamente dopo 12 anni. Poi la legge prevede due anni per la procedura, ma mediamente dura almeno tre e mezzo (sta aumentando con l’aumento delle richieste). Io ho fatto richiesta da quattro anni ed ancora non mi è arrivata una risposta.
Questo afferma che i più fortunati dopo 15 anni di permanenza regolare possono ottenere la cittadinanza italiana. E questo anche è troppo. Non si può lasciare una persona in un paese civile e democratico per oltre 15 anni senza diritto di voto.
Oltre ad accorciare gli anni di residenza richiesti si dovrebbe anche snellire le procedure e rinforzare gli uffici della cittadinanza. Oggi al numero del call-center ti rispondono subito per dirti in che fase è la tua pratica invece scommetto (cosi succede di solito in Italia) che gli impiegati dell’ufficio cittadinanza forse sono rimasti gli stessi di 10 anni fa (come se per fare contente le persone, le poste invece di aumentare i postini e migliorare la distribuzione assumessero delle persone in un call-center che in ogni momento possono dirti dove si dovrebbe trovare la busta che hai spedito.
Sono troppo pessimista? O magari chiedo troppo? Spero di essere solo realista e credo nel PD.

Armand Caku. Bolzano


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010