Oggi è dom set 24, 2017 21:29 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: GENOVA PER NOI...DEMOCRATICI!
MessaggioInviato: lun nov 19, 2007 07:46 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
Ciascuno rinarra la sua Genova mentre ripercorre i passi del corteo dei migranti che aprì quei giorni di sei anni fa e riuscì a non essere violentato dal “blue bloc”. Ironia della sorte, il 90% di quei migranti rischia l’espulsione «se dovesse tramutarsi in legge il decreto sulla sicurezza che attribuisce ai prefetti, sulla base di valutazioni discrezionali, la facoltà di espellere anche i parenti di chi commette un crimine», ha avvertito Giuliano Pisapia, ex presidente della commissione Giustizia della Camera al convegno del mattino in un auditorium del centro storico. Perché da Genova 2001 in poi, segnala Pisapia, ogni decreto contro il terrorismo o contro la violenza negli stadi, è diretto in realtà anche contro i movimenti sociali limitandone l’agibilità, la possibilità stessa di azioni di disobbedienza civile non violenta.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Veltroni: un leader fascista?
MessaggioInviato: gio nov 22, 2007 16:13 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
"Quando ho spiegato che la sicurezza non è di destra né di sinistra, Piero Sansonetti su "Liberazione" mi ha dato del fascista! Invece la sicurezza deve diventare il tema centrale della sinistra".
Walter Veltroni.

Allora, o e'populista (quindi di estrema sinistra, diciamo comunista, e non mi pare proprio, o lo e'di estrema destra, fascita. Certo, una parola azzardata, una parola forte. Ma non certo un insulto.)
oppure non e' populista.

Secondo me e' sia populista che, quindi, pseudo fascita (non vorrei offendere la memoria dei pochi fascisti 'onesti' che ci credevano veramente, tra cui ad esempio il mio conterraneo Gentile: lui era un filosofo: aveva delle idee, sbagliate certo, ma pur sempre idee).

Saluti,

Luca Silvestrini


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven nov 23, 2007 01:33 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 9
Come spesso capita, anche in questo caso la discussione italiana riesce a cadere nei soliti schemi destra/sinistra, perdendo di vista la questione della quale stiamo parlando e facendo paragoni e riferimenti completamente improbabili. Ritornando al discorso delle espulsioni faccio qualche breve considerazione nel merito:

1) il decreto per natura non è uno dei migliori strumenti a disposizione per esercitare la democrazia.
2) Quello sulle espulsioni, più che un effetto di tipo pratico, è servito solamente per dare una risposta politica (nel senso del calcolo politico) al paese.Come spesso accade e tutti noi sappiamo è molto più importante il livello di sicurezza percepita, piuttosto che gli indicatori di sicurezza diffusi dal Viminale.
3) Un governo e una classe politica devono essere in grado di offrire al paese una visione per il futuro e non la lista della spesa per il giorno dopo. Una classe politica non può limitarsi semplicemente a cavalcare l’onda emotiva e gli umori di pancia dei cittadini, ma deve essere in grado di elaborarli e contenerli quando necessario.

Da tutta questa situazione emerge a caratteri cubitali il bisogno di sicurezza, che è un bisogno di tutti, apartitico, areligioso, oserei dire che è un diritto del quale tutti ne possono usufruire. Gli italiani di passaporto, gli italiani di fatto e gli immigrati chiedono la stessa cosa;

SICUREZZA nelle procedure di rilascio e rinnovo dei permessi di soggiorno
SICUREZZA delle regole per l’accesso alla cittadinanza
SICUREZZA che un delinquente paghi per quello che fa e che effettui il pagamento in tempi ragionevolmente brevi.
SICUREZZA dei diritti e dei doveri allo stesso tempo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven nov 23, 2007 09:14 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
Ismail Ademi ha scritto:
SICUREZZA dei diritti e dei doveri allo stesso tempo.

Ecco, hai detto tutto.
È il tema centrale dell'Italia.
Questa sicurezza non la abbiamo mai avuta.
Tutti bravi a rivendicare diritti, per carità. I propri.
E per i doveri esistono solo quelli degli altri. Mi pare.

Torniamo quindi ad un tema trattato spesso in questi forum.
È un problema di azione di governo, come si dice, oppure è anche e soprattutto un problema di mentalità dei cittadini?

Ciao,
Francesco


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010