Oggi è mar nov 21, 2017 17:26 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: ESPULSIONI: VELTRONI SI DA LA ZAPPA SUI PIEDI (E IL PD?)
MessaggioInviato: mar nov 06, 2007 18:43 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
Salve a tutti,
volevo dirvi (da neo eletto del pd) che secondo me la situazione del partito e' pessima.
Veltroni si é dimostrato anche lui un demagogo incapace di gestire emergenze sociali.
E noi?? Tutti gli altri?
Stiamo zitti?
Personalmente mi tiro fuori dalla stupida decisione fascistoide e affrettata del DL.
Per manifestare, a Roma alle 18 di venerdí ci sará una manifestazione - fiaccolata contro la xenofobia (e, ovviamente contro QUESTO DL).
Purtroppo non potró essere a roma quel giorno poiché sono convocato alla I assemblea regionale in Sicilia.
Ma colgo l'occasione per invitare tutti i laziali ad essere presenti e a dire la loro contro il fascismo e contro QUESTO Veltroni.

Auguri ,

Luca Silvestrini
(p.s. capisco ancora chi viene dal PC, ma dalla DC? Con che coraggio si dice cristiano chi approva metodi fascisti?)


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ESPULSIONI: VELTRONI SI DA LA ZAPPA SUI PIEDI (E IL PD?)
MessaggioInviato: mar nov 06, 2007 18:58 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
luca1984 ha scritto:
Salve a tutti,
volevo dirvi (da neo eletto del pd) che secondo me la situazione del partito e' pessima.
Veltroni si é dimostrato anche lui un demagogo incapace di gestire emergenze sociali.
E noi?? Tutti gli altri?
Stiamo zitti?
Personalmente mi tiro fuori dalla stupida decisione fascistoide e affrettata del DL.
Per manifestare, a Roma alle 18 di venerdí ci sará una manifestazione - fiaccolata contro la xenofobia (e, ovviamente contro QUESTO DL).
Purtroppo non potró essere a roma quel giorno poiché sono convocato alla I assemblea regionale in Sicilia.
Ma colgo l'occasione per invitare tutti i laziali ad essere presenti e a dire la loro contro il fascismo e contro QUESTO Veltroni.

Auguri ,

Luca Silvestrini
(p.s. capisco ancora chi viene dal PC, ma dalla DC? Con che coraggio si dice cristiano chi approva metodi fascisti?)

Carissimo, vorrei affrontare il problema nel merito.
L'espulsione di un singolo che ha compiuto un delitto non mi pare fascismo ma è contemplata in tutta la normativa UE e nei paesi civili.
Diverso il caso delle espulsioni di gruppo, che non sono ammesse nella normativa comunitaria e sono contrarie ai piu' elementari diritti civili.

Mi sembra sbagliato sparare nel mucchio (contro i rumeni ma anche contro il decreto).
Giusto manifestare contro la xenofobia ma non contro il decreto.

Francesco

PS: ma lo hai letto il decreto?
Quali articoli contesti, nel merito? Dove sta il fascismo?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: CONTRO TUTTE LE ESPULSIONI
MessaggioInviato: mer nov 07, 2007 00:28 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
Ebbene, non ho letto il testo, ma sono contro tutte le espulsioni, anzi.
Se arrestassero Osama Bin Laden (per fare un esempio estremo di individuo pericoloso per la società) in Italia, tu lo scarcereresti e lo rimanderesti in Afghanistan con volo di linea???
Ma cosa stai dicendo??
Mah, a me sembra che abbiamo perso la bussola, e questo anche per colpa di leader populisti come veltroni.

saluti,

Luca


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ESPULSIONI: VELTRONI SI DA LA ZAPPA SUI PIEDI (E IL PD?)
MessaggioInviato: mer nov 07, 2007 16:32 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 2488
luca1984 ha scritto:
(p.s. capisco ancora chi viene dal PC, ma dalla DC? Con che coraggio si dice cristiano chi approva metodi fascisti?)


Oltre ad esprimere le tue opinioni come se fossero verità assolute, mi preoccupa l'offesa che tu arrechi a tutti i non credenti, o di più, a tutti i non cristiani se non addirittura non cattolici.

E andiamo per gradi.
Essere contro tutte le espulsioni, è un tuo personale punto di vista, e se ne può parlare.
Comunque, se Bin Laden (o qualsiasi altro ricercato con mandato internazionale) venisse trovato in Italia, non verrebbe semplicemente spedito a casa in aereo di linea, ma arrestato e poi rimandato a casa in manette, dopo le dovute procedure di estradizione.

Ma non è di questo che volevo parlarti.
Tu continui a ritenere "etico" il tuo punto di vista e solo quello (e ne fai un dato assoluto, non dici che questa è la tua opinione). Poi ti meravigli che il tuo punto di vista non venga condiviso da tutti i cattolici, dato che si tratta dell'unico punto di vista eticamente condivisibile.

Ora vorrei fosse chiara una cosa: sei davvero certo che l'etica sia caratteristica esclusiva dei cattolici, e più in generale, dei credenti?
Non pensi che una non credente come me abbia tutti i diritti di sentirsi offesa ed insultata dalle tue ripetute allusioni alla nostra mancanza di etica?

Credo che disconoscere l'etica come caratteristica umana e civile, significhi anche disconoscere la possibilità di un'etica laica. Ritenere che gli ex-DC, in quanto cattolici, siano i soli portatori di sentimenti etici, mi sembra un'aberrazione, e ti chiedo di scusarti con me e con tutti i non credenti, perché penso di vivere adeguandomi ad un'etica forte come la tua, se non di più.
Poi, la mia etica può non coincidere con la tua, anzi ne sono certa. Ma questo non ti autorizza a negarla e a disprezzarla, come io porto rispetto alla tua.

Quanto al fascismo poi, senza il contributo alla lotta antifascista di molti non credenti saremmo probabilmente ancora lì, con le gerarchie ecclesiastiche spesso acquiescenti ai crimini del nazismo e del fascismo.

annalu


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: ESTRADIZONE SI, ESPULSIONE NO
MessaggioInviato: mer nov 07, 2007 17:18 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
Ciao,
premesso che non volevo offendere nessun non credente (non credo esistano atei al 100%, ma lasciamo perdere questo discorso), dico sempre NON GIUDICARE E NON SARAI GIUDICATO. Quindi io non giudico nessuno. Certo, ammetto le mie difficoltá nel non giudicare criminali come stalin che (pur appoggiati dal PCI, e pur essendo noti criminali) in nome del maldigerito Carlo Marx hanno fatto piazza pulita dei dissidenti e delle minoranze con tecniche simili a quelle del terzo Reich.

Detto questo, le dovute procedure di estradizione sono dovute solo se l'italia acconstentisse (decide sempre il paese ospitante, vedi i diversi casi controversi di asilo "politico"come quello di Fujimori).

Le estradizioni peró, lo ricordo a tutti i lettori, vengono concesse (e richieste) solo in pochissimi casi: nella storia recente del nostro piccolo paese si contano sulle dita di una mano (ricordate Ocalan?) e si riferiscono di solito a terroristi o detenuti politici in genere...non certo ai poveracci che vivono nelle baracche!

Anche nel PCI c'era grande etica (specie se vediamo personaggi come Berlinguer). Dico anzi che i sentimenti cristiani (o , meglio, cristici, escludendo per un attimo tutte le diverse confessioni cristiane)
possono essere coniugati con aspetti del marxismo (non leninista ma quello romantico e anti-materialista della Scuola di Francoforte).
Basta citare grandi pensatori marxisti e cattolici come Pasolini.
Tutto qui.
Resta il fatto che per questo DL non sono il solo a protestare, lasciando perdere il PD, lo hanno fatto:
la UE
il papa
tutta la sinistra in italia
i radicali
arci
etc etc

Vi ricordo che si terrá la Fiaccolata contro il razzismo e le manifestazioni di xenofobia
che si sono verificate negli ultimi giorni a Roma.
Per il rispetto dei diritti umani.
Lunedì 12 novembre 2007
a partire dalle ore 19.00
Via dei Fori Imperiali (di fronte al Colosseo)
PARTECIPIAMO NUMEROSI!

'La libertá e' partecipazione'
(G. Gaber)


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: CONTRO TUTTE LE ESPULSIONI
MessaggioInviato: mer nov 07, 2007 17:58 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
luca1984 ha scritto:
Ebbene, non ho letto il testo, ma sono contro tutte le espulsioni, anzi.
Se arrestassero Osama Bin Laden (per fare un esempio estremo di individuo pericoloso per la società) in Italia, tu lo scarcereresti e lo rimanderesti in Afghanistan con volo di linea???
Ma cosa stai dicendo??
Mah, a me sembra che abbiamo perso la bussola, e questo anche per colpa di leader populisti come veltroni.

saluti,

Luca

In base alle regole internazionali, non è possibile espellere una persona che ha fatto domanda di asilo politico (e non credo possa essere il caso di bin laden) rimandandolo nel paese in cui rischia la pena di morte o altre pene lesive dei sui basilari diritti civili.
Per il resto ci sono regole precise (Interpol) per cui sulla base di mandati di cattura internazionali noi siamo tenuti a mandare il criminale dove richiesto se abbiamo siglato con quel paese una convenzione ed esiste il diritto di reciprocità (rimane il problema della eventuale pena di morte o di processi pendenti da noi ma questo non riguarda l'oggetto del contendere ora con il decreto delle espulsioni).
Il caso della pena di morte quindi è una eccezione che non c'entra nulla con quello di cui si sta discutendo. Anche perché in Romania, per direne una, non c'è la pena di morte.

Quanto ad essere contrario alle espulsioni (a tutte) io non sono affatto d'accordo e non è un problema di populismo. Se tre persone entrano a casa tua e si stabilizzano per settimane (scusa il coinvolgimento diretto, ma è per capirci) tu cosa fai? Li ospiti anche se rubano ed abusano dei tuoi cari? Fammi capire, perché l'accusa di populismo è seria ma quella che potrei fare a te non mi pare migliore.
Io ritengo che sempre noi si debba fare delle scelte e scegliere significa tenere e scartare.
Mai scelte facili, vero; molto spesso sono drammatiche. Ed io chi viene da noi a delinquere tenderei a non tenerlo, a scartarlo. Chi lavora è benevenuto, chi delinque no. Poco cristiano? Non è un mio problema e non è nememno un problema politico perché alla polis non deve interessare se una azione è tanto o poco cristiana. Alla Polis interessa la soluzione dei problemi collettivi e se questa passa con la espulsione o la carcerazione di chi delinque, bene: è questa la bussola.

Parere personale, naturalmente
Francesco


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: estradizioni? mah..espulsioni? NO!
MessaggioInviato: mer nov 07, 2007 20:17 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
Ribadisco che il mio ragionamento non verte sulle condizioni di incarcerazione del paesi verso cui verrebbe espulso l'espulso.

Semplicemente mi sembra immorale "sbatterlo fuori" anche se ha sbagliato. Anche se sbaglia dentro casa mia, certo. Non credermi così ipocrita...

In ogni caso riflettete tutti: LA LEGGE è NUOVA! ANCHE I EUROPA! QUINDI BISOGNA PROTESTARE A BRUXELLES NON SOLO A ROMA!

Ragionamento di Adolf Hitler: tenere alcuni, SCARTARE altri.
Ragionamento di Gautama Buddha: amare ed accogliere ogni essere vivente.

Beh, c'è una certa differenza.
A chi somiglia di più Veltroni?

La Polis mandò a morte Socrate: non la porterei mai e poi mai ad esempio di democrazia.

Saluti e auguri,
Luca


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: estradizioni? mah..espulsioni? NO!
MessaggioInviato: gio nov 08, 2007 16:24 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1911
luca1984 ha scritto:
Ribadisco che il mio ragionamento non verte sulle condizioni di incarcerazione del paesi verso cui verrebbe espulso l'espulso.

Semplicemente mi sembra immorale "sbatterlo fuori" anche se ha sbagliato. Anche se sbaglia dentro casa mia, certo. Non credermi così ipocrita...

In ogni caso riflettete tutti: LA LEGGE è NUOVA! ANCHE I EUROPA! QUINDI BISOGNA PROTESTARE A BRUXELLES NON SOLO A ROMA!

Ragionamento di Adolf Hitler: tenere alcuni, SCARTARE altri.
Ragionamento di Gautama Buddha: amare ed accogliere ogni essere vivente.

Beh, c'è una certa differenza.
A chi somiglia di più Veltroni?

La Polis mandò a morte Socrate: non la porterei mai e poi mai ad esempio di democrazia.

Saluti e auguri,
Luca


Facile a parlare quando non si viene colpiti direttamente, e facile a dire che anche se succedesse non si cambierebbe idea (non c'è controprova, e me lo auguro per te).

Saluti Perrynic


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: L A CONTROPROVA
MessaggioInviato: gio nov 08, 2007 22:31 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
Se non ho mai subito violenze vuol dire che non le meritavo (finora e in questa vita)
E' una legge universale..alcuni lo chiamano karma (dal sanscrito= azione).

Ti ringrazio molto degli auguri, e ricambio!

Saluti,

Luca


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L A CONTROPROVA
MessaggioInviato: gio nov 08, 2007 22:53 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
luca1984 ha scritto:
Se non ho mai subito violenze vuol dire che non le meritavo

Ok quindi in pratica significa (ci stai atrocemente dicendo) che allora chi le ha subite le meritava? (karma o non karma?)
Non, so ... per esempio i milioni di ebrei passati per i camini se lo meritavano, le vittime dell'inquisizione, gli indiani d'america al nord come al sud? I milioni massacrati da Pol-Pot e da Mao? Complimenti per la controprova.
ma anche quella signora di Roma uccisa, non la menziono per non disturbarla nel suo riposo, lei ha meritato la sua fine?

Non affrettarti a rispondere.
Pensaci su un po', qualche giorno, qualche settimana.
Anche un mese o due.

Francesco


Ultima modifica di Ospite il gio nov 08, 2007 23:10 pm, modificato 2 volte in totale.

Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: ESPULSIONI: VELTRONI SI DA LA ZAPPA SUI PIEDI (E IL PD?)
MessaggioInviato: gio nov 08, 2007 23:09 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
luca1984 ha scritto:
Veltroni si é dimostrato anche lui un demagogo incapace di gestire emergenze sociali.

La tua è una affermazione perentoria ma come domanda altri se la stanno ponendo, anche all'estero.
Ma le risposte non sono scontate come la domanda.
In svizzera, dove gli stranieri sono il 20% della popolazione, molto piu' che da noi e quindi con un maggior rischio di possibile delinquenza, hanno notato una vicinanza delle posizioni di Veltroni con quelle del populista di destra Blocher. Ma la vicinanza è solo apparente oppure dovuta al fatto che oggettivamente certi problemi inducono oggettivamente solo certe soluzioni?

Buona lettura.
Francesco
[color=darkblue]
Dal Corriere del Ticino del 8.11.2007

Pure Veltroni è diventato blocheriano?


Giancarlo Dillena

Anche l’Italia è affetta da una «sindrome Blocher», che arriva
addirittura a contagiare non solo il governo, ma addirittura il leader
designato della neo-costituita maggior formazione della sinistra W
Veltroni? Se fosse la «boutade» provocatoria di qualche esponente
dell’ala massimalista della maggioranza, la cosa finirebbe lì. Ma se a
usare questa espressione è una personalità moderata e autorevole come
Sergio Romano (cfr. Corriere della Sera del 2.11), il fatto dà da pensare.
Non tanto per la reiterazione di uno stereotipo – quello della
«Svizzera xenofoba» – che all’estero trova sempre facili acquirenti,
quanto per l’applicazione di questo cliché al tema generale della
criminalità violenta legata all’immigrazione. Esso costituisce un
problema reale, con cui occorre confrontarsi e che chiede risposte
concrete e convincenti. Altrimenti si corre il rischio non solo di
assistere al ripetersi di tragedie come quella di Roma, ma anche al
diffondersi e rafforzarsi di quelle reazioni primarie di tipo xenofobo
che si vorrebbero scongiurare.

Poiché il meccanismo è proprio questo. E il paradosso è che esso è
largamente alimentato proprio da quanti, di fronte ad ogni atto
criminale che ha per protagonisti degli immigrati, spostano
immediatamente il problema da quest’ultimo al pericolo xenofobo.
Quasi che la priorità non fosse impedire abusi e crimini, assicurando
concretamente il rispetto delle legalità e della sicurezza, bensì
esorcizzare l’allarme e le preoccupazioni dei cittadini. Molti dei
quali finiscono così col pensare che gli unici a prenderli sul serio e
farsi carico delle loro inquietudini siano i fautori delle soluzioni
più estreme e sbrigative. O quanto meno chi solleva apertamente la
questione. In modi magari discutibili, ma ai quali il negazionismo
ostinato o le censure fondate sul fantasma del «razzismo» non
costituiscono un’alternativa efficace. Al contrario.

Anche questo insegnano le recenti esperienze svizzere, al di là dei
facili stereotipi (e delle semplificazioni che – è bene ricordarlo –
non rendono comunque conto di una realtà politica assai più complessa
come quella elvetica).
E il fatto che un governo di sinistra come quello italiano adotti
misure severe – per certi versi effettivamente di sapore «blocheriano»
– dovrebbe semmai far riflettere sull’inaggirabilità del vero problema
e sull’esigenza di affrontarlo.

Da qui a ritenere che i provvedimenti decisi da Roma, così come quelli
avanzati dal ministro della giustizia elvetico, siano la soluzione
giusta, il passo è ancora lungo. In effetti per diverse norme si
possono sollevare molti interrogativi, non solo in termini di
principio ma anche di reale efficacia e di praticabilità. Così come si
può avere qualche riserva, nel caso italiano, sulla reale volontà e
capacità, alla prova dei fatti, di applicarle.
Ma anche per questo occorre più che mai un confronto aperto, che
sappia andare oltre le emozioni primarie ma anche mettere da parte
falsi pudori, ipocrisie ideologiche e strumentalizzazioni di segno
opposto. È una premessa fondamentale. Senza la quale il rischio è
quello di derive ben più drammatiche di una cartellonistica elettorale
discutibile o di uno spostamento del baricentro politico.


[/b]


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L A CONTROPROVA
MessaggioInviato: ven nov 09, 2007 01:46 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1911
luca1984 ha scritto:
Se non ho mai subito violenze vuol dire che non le meritavo (finora e in questa vita)
E' una legge universale..alcuni lo chiamano karma (dal sanscrito= azione).

Ti ringrazio molto degli auguri, e ricambio!

Saluti,

Luca


NO COMMENT !!!!!! .....

Saluti Perrynic


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: sicurezza e intolleranza
MessaggioInviato: ven nov 09, 2007 18:55 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 6
ma come si fa a far passare per intollerante chi chiede più sicurezza?
La volgiamo smettere di essere affetti dalla sindrome buonista dei "poverini" e di incrementare lo stupido senso di colpa che dovremmo avere in quanto "benestanti opulenti"
Il diritto alla sicurezza personale dei propi beni prescinde dalla ricchezza dell'individuo e non è perchè uno è povero o disadattato che possa sentirsi legittimato a delinquere per migliorare la propria condizione economica.
L'errore è stato fatto anni fa quando per una logica miope di convenienza elettorale (vedi voto agli stranieri) si è deciso di non opporre alcuna restrizione agli ingressi.
Ora con inuovi paesi entrati nella comunità europea la situazione si sta ripresentando....possibile che nessuno si chieda perchè la maggior parte delle persone che decidono di lasciare i propri paesi di origine scelgano l'Italia?? è semplice perchè nelgi altri paesi se hai precedenti penali o non dimostri come fai a campare non ti vogliono..
Sveglia il problema sicurezza non è di destra ma di sinistra, infatti sono le classi meno abbienti che si trovano a dover convivere con il degrado sociale dovuto alla miope politica immigratoria fatta fino ad oggi..

scusate lo sfogo ma sono un pò stufo delle cazzate che si sentono in televisione e si leggono sui giornali in merito a questo problema


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: GRANDE LICIO!
MessaggioInviato: gio nov 15, 2007 01:19 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
Restano tuttora segreti, e nella sola disponibilità del "Venerabile", i numerosi archivi distribuiti tra Montevideo, la Svizzera, villa Wanda, Castiglion Fibocchi, l'Argentina e Montecarlo. Della cosiddetta "rubrica dei 500" (426 fascicoli da Gelli intestati a uomini d'affari, politici, società, banche, ecclesiastici ecc.) Guardia di Finanza ed inquirenti non sono mai riusciti a reperire il contenuto.[citazione necessaria]

Oggi Licio Gelli ha 88 anni ed è agli arresti domiciliari nella sua Villa Wanda di Arezzo dove sconta la pena di 12 anni per la bancarotta dell'Ambrosiano: «Ho una vecchiaia serena. Tutte le mattine parlo con le voci della mia coscienza, ed è un dialogo che mi quieta. Guardo il Paese, leggo i giornali e penso: ecco qua che tutto si realizza poco a poco, pezzo a pezzo. Forse sì, dovrei avere i diritti d'autore. La giustizia, la tv, l'ordine pubblico. Ho scritto tutto trent'anni fa»


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: IL FAMOSO DECRETO SEVERISSIMO DI FEBBRAIO...
MessaggioInviato: lun nov 19, 2007 01:50 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 129
Benvenuto nel Portale dell'Immigrazione dedicato alle procedure di rilascio e di rinnovo dei permessi e delle carte di soggiorno, promosso dal Ministero dell'Interno in collaborazione con Poste Italiane e Anci.

Dall’11 aprile 2007, in adempimento a quanto sancito dal decreto legislativo 6 febbraio 2007, nr.30, recante Attuazione della direttiva 2004/38/CE relativa al diritto dei cittadini dell'Unione e dei loro familiari di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri", cambiano le regole per l´ingresso e il soggiorno dei cittadini dell´Unione Europea e dei loro familiari.

I cittadini comunitari che intendano stabilirsi in Italia, o in un altro stato dell’Unione Europea, non hanno più l’obbligo di chiedere la carta di soggiorno ma, trascorsi tre mesi dall'ingresso, è necessario iscriversi all'anagrafe del comune di residenza; per i soggiorni inferiori a tre mesi non è più richiesta alcuna formalità.

Solo per i soggiorni di durata superiore a tre mesi, i familiari extracomunitari del cittadino comunitario devono chiedere la carta di soggiorno, presentando domanda presso Poste Italiane ovvero presso la Questura laddove la tipologia della richiesta non rientri tra quelle elencate ne La Nuova Procedura.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010