Oggi è sab set 23, 2017 00:20 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: APPELLO PER IL PARTITO DEMOCRATICO
MessaggioInviato: mar lug 17, 2007 09:18 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 1401
APPELLO PER IL PARTITO DEMOCRATICO

Di diritti di cittadinanza si parla spesso, ma senza sufficiente approfondimento, evocando una categoria dai confini ancora troppo incerti e generici.
Il processo costitutivo del Partito democratico è la sede in cui aprire la riflessione politica.

Perché?
#> Perché il partito nuovo che vogliamo costruire deve saper interpretare e fornire risposte alle nuove sfide poste alla politica, in cui ai tradizionali conflitti di interesse si affiancano i conflitti di valore e i conflitti di identità. A fronte di una elevata domanda sociale, mancano ancora sufficienti risposte.

#> Perché non c’è separazione tra diritti civili e diritti sociali. Solo una visione parziale della società porta a considerare queste due aree come distinte: l’una teorica e di principio, l’altra concreta e produttiva di effetti economici. Non dallo scambio ma dalla loro integrazione deriva un progetto di società accogliente e quindi più sicura. Sicurezza non come ordine pubblico, ma come benessere delle persone.

#> Perché è sempre più condivisa a livello europeo l’idea che sono le società inclusive e quelle aperte al confronto delle differenze - di genere, di orientamento sessuale, di generazioni e di genti - a vincere la sfida della competitività e dell’innovazione.

#> Perché si tratta del tema più 'caldo', su cui è necessario aprire il confronto anche al nostro interno, per evitare che il principio della laicità dello Stato rimanga allo stadio di superficiale, sia pure doverosa, affermazione teorica.

#> Perché nell'anno europeo per le pari opportunità e la lotta a tutte le discriminazioni, manca ancora, nel nostro Paese, il pieno riconoscimento dei diritti delle e degli omosessuali, che non è tema eticamente sensibile e di cui non si comprende l'importanza per la crescita complessiva della società.

#> Perché manca ancora una riflessione sui confini mobili tra integrazione e rispetto delle differenze delle persone immigrate, con particolare riferimento alle donne, toccando il tema della violenza e della sicurezza.

#> Perché si collega al Forum tematico delle donne, dato che la differenza di genere è inscritta nella società, e si collega al Forum tematico del lavoro, dato il rilievo dei diritti di sicurezza sociale, rendendo evidente che la riflessione sui valori e sui contenuti impone un approccio che sia di specifico approfondimento dentro a un quadro che non può che essere generale.

Come?
#> Aprendo un dibattito con tutti i soggetti interessati su che cosa intendiamo per diritti di cittadinanza e sul nesso tra diritti e responsabilità.

#> Impostando due primi focus sui temi dell’omosessualità e degli immigrati, nell’ottica del contrasto alle discriminazioni.

#> Proponendo primi interventi legati in particolare alle discriminazioni multiple.

Primi Firmatari


1. Donata Gottardi
2. Luciana Sbarbati
3. Marina Sereni
4. Andrea Benedino
5. Anna Paola Concia
6. Ivana Bartoletti
7. Antonio Gaudioso
8. Teresa Petrangolini
9. Gianni Geraci
10. Andrea Pacella
11. Claudia Mancina
12. Sergio Lo Giudice
13. Lanfranco Scalvenzi
14. Luca Nitiffi
15. Franca Bimbi
16. Albertina Soliani
17. Giovanni Anversa
18. Nicola Zingaretti
19. Enzo Foschi
20. Roberta Agostani
21. Maura Misiti


Per contatti, informazioni e adesioni:
cittadinanza@ulivo.it


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 13, 2008 13:33 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 4
tutto molto bello, ma io continuo a non capire che cosa c'entra in tutto questo la binetti. una ridicola signora che va in giro col cilicio dando dei ''pervertiti'' agli omosessuali, gente dal dna ''deviato'', e che non esita a rischiare di far cadere il (suo) governo pur di eseguire gli ordini dei vescovi suoi unici referenti.
una che vota la sfiducia al (suo) governo e non viene neanche ammonita, anzi viene invitata a disegnare le regole etiche del partito? e dovremmo ritrovarcela tra i piedi per un'altra legislatura? aspetto una parola di chiarezza su questa vicvenda indecente, poi si potra' parlare di diritti umani, cittadinanza e tutto il resto. altrimenti il mio voto andra' altrove, e non sara' certo compensato da quello di ruini, che dsi sicuro non vota pd, binetti o non binetti. grazie.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010