Oggi è mar lug 17, 2018 09:36 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: L’ ANALISI DEL VOTO : CHI HA ASSASSINATO ANTONIO GRAMSCI ?
MessaggioInviato: lun lug 07, 2008 00:18 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:00 pm
Messaggi: 77
L’ ANALISI DEL VOTO : CHI HA ASSASSINATO ANTONIO GRAMSCI ?

Dopo il voto è subentrato il periodo del lutto e del silenzio.
Ormai sappiamo come hanno votato le persone che si occupano di grande strategie, le persone che hanno veramente un cervello e lo usano, hanno votato per il partito democratico ( anche linea di tendenza ‘Veronica ‘ che sarebbe Di Pietro ) per la camera dei deputati e lista arcobaleno per il senato.
IL VOTO DISGIUNTO .
Professor Pasquino quanti ettolitri di lambrusco e di chianti ci siamo bevuti il giorno del voto !!!
Comunque anche se avessimo votato per sua eminenza il cardinale Ruini queste elezioni sarebbero state perse.
Si tratta di capire perché il giorno 12 Aprile 2008 Antonio Gramsci che seguiva i dibattiti dalla sua tomba collegato via webcam si è suicidato con 72 coltellate.
Abbiamo perso delle elezioni politiche o abbiamo ucciso per la seconda volta Antonio Gramsci ?
Il partito comunista italiano e la sinistra socialista quella del Psiup di Vittorio Foa e quella delle riforme struttura di Riccardo Lombardi hanno costruito una egemonia culturale, un motore di sviluppo di idee, una economia politica delle conoscenze che hanno fatto della piccola Italia una delle società CIVILI più evolute del mondo .
ORA QUESTA EGEMONIA CULTURALE SEMBRA IN CRISI.

La Democrazia Cristiana di De Gasperi , Fanfani e Moro e il partito socialista di Nenni , De Martino Mancini con l’ accordo di centro sinistra hanno costruito L’Italia basata sul Lavoro e sull’industria la settima potenza economica mondiale ,il modello economico del centro sinistra basato sull’economia mista pubblico – privato è stato l’HARDWARE del benessere materiale
mentre il partito comunista con un esercito di intellettuali impressionate tra cui Pasolini ha costruito il modello culturale, il SOFTWARE il benessere immateriale, il benessere delle idee.

La piccola Italietta con 2 eserciti, l’esercito della politica armata dall’economia mista e l’esercito degli intellettuali armati di idee di trasformazione dell’esistente andava viaggiava si muoveva ,la gente produceva , produceva e poi ( POI ) consumava , uomini e donne convivevano , anche si sposavano , solitamente mettevano al modo figli e facevano i mutui per comprare la casa per i figli.
Mediamente anche i preti si sposavano e facevano figli.

COSA E’ SUCCESSO OGGI ? PERCHE NESSUNO PROGRAMMA E PENSA AD UNA QUALCHE IDEA DI PROGETTO, DI SOCIETA DI COMMUNITA , UNA ANCHE PICCOLA IDEA DI SOCIETA’.

Il neoliberismo , l’individualismo, la meritocrazia della gnocca , il neliberismo del papà , il neolibersmo clientelare .l' accattonaggio neoliberista hanno distrutto la società civile .

L’ imperativo ora della sinistra , la sua parola d’ ordine adesso è 'ANTONIO GRAMSCI RITORNA DA NOI ', ritorna a seguirci ancora dalla tua tomba .

UN NUOVO RINASCIMENTO ITALIANO è possibile se la sinistra saprà sconfiggere il neoliberismo il mercantismo e l’individualismo.
La sinistra italiana deve ritornare ad insegnare ai francesi e ai tedeschi che il RINASCIMENTO come sintesi di economia, cultura e bellezza è italiano , a loro spetta solo l’evoluzione perifica, le pertinenze ideologiche.

Invece mentre noi siamo completamente impantanati nel mercantilismo anarcoide i francesi i tedeschi ed ora spagnoli studiano i nostri modelli di sviluppo passati e ci copiano.

La discussione dal punto di vista organizzativo dovrebbe essere diciamolo ‘ leninista ’ ,
E necessario ritornare alla politica seria , bisogna insomma ritornare ai film del famoso comico ,
‘compagni l’attivo è aperto, il compagno Furmo terra la relazione introduttiva , seguirà il dibattito ’.
Problema ?
Qual è l’ordine del giorno ?
Ma di cosa parla il compagno Furno ?

Prima che il compagno Furno assassini Antonio Gramsci per la terza volta conviene come direbbe il comico ‘ aprire una riflessione interna ed interiore su quali devono essere i temi all’ ordine del giorno ‘ .

Il compagno Furno propone ‘ una pausa di riflessione ‘ di 3 anni e fa un giro va da Giorgio Ruffolo, Jeremy Rifkin, Andrei Glyn, Joseph Stiglitz, Amartya Sen ,James Meade, Pasquale Saraceno , Federico Caffe, Paolo Sylos Labini , Giulio Tremonti, Claudio Napoleoni , Lionel Jospin, John Maynard Keynes, Ronal Dore, Michel Albert, Luciano Gallino, Latouche Serge, Alain Touraine,Jacques Attali, Robert B. Reich e altri.


Il compagno Furno preferisce la tradizione orale rispetto alla tradizione scritta ma è in difficoltà in quanto alcuni sono scomparsi o deceduti.

Comunque dopo tre anni di ‘ lavoro militante ’ è arrivato a questa conclusione.

I temi da sottoporre ai delegati militanti italiani sono :

1)la teoria del valore lavoro , qual è il ruolo del lavoro nella struttura produttiva di un paese e come si sviluppa il valore dei beni prodotti e quindi il valore in relazione al lavoro.
2) Lo sviluppo dell’economia italiana dal 1945 in poi e lo sviluppo del modello sociale europeo.
3) Europa modello sociale europeo e globalizzazione .

Il dibattito è aperto .
intervento del compagno Furno , ‘ Manca la relazione ‘ .


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010