Oggi è mar mag 22, 2018 23:15 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: E' credibile la proposta di Veltroni sulle pensioni ?
MessaggioInviato: mer mar 26, 2008 15:29 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 31
"Pensioni, duello tra PD e PDL” titola in prima pagina oggi, 26 marzo, un dei maggiori quotidiani nazionali. E sullo stesso tema, Massimo Riva inizia così il suo pezzo :” E così, dopo Alitalia anche il tema pensioni è entrato nel tritacarne di una campagna elettorale…..”
Ci chiediamo se la proposta/promessa di Veltroni , di proteggere i redditi dei pensionati over 65 e se quella di Berlusconi di adeguare le pensioni al carovita siano solo propaganda per ottenere il voto di milioni di pensionati. La parte politica cui appartiene Veltroni appena pochi mesi fa , con il forte sostegno delle parti sociali, ha messo le mani, pesantemente, sulla disciplina delle pensioni. Con la legge finanziaria 247/07, tra le altre cose, contrariamente a quanto accade nel resto d’Europa , ha abbassato l’età per avere accesso alla pensione di anzianità, da 60 a 58 anni , modificando sostanzialmente la legge Maroni (che era legge dello Stato). Allo stesso tempo, però, con l’art.1, comma 5, punto B, introducendo le “finestre” per le pensioni di vecchiaia (60 anni e 65 anni, donne e uomini) ha provocato in modo surrettizio e oggettivamente discriminatorio l’allungamento dell’età pensionabile. Quest’ultimo non è un giudizio dello scrivente, bensì del Patronato ACLI. E’ evidente una certa schizofrenia tra i due interventi: si regalano due anni di pensione agli ultracinquantenni e si tolgono dalle tasche dei più vecchi ultrasessantenni sei mesi di pensione. Si tratta di una clamorosa operazione di ingiustizia sociale, come definirla in altro modo ! Ma non è finita qui ! Essendosi probabilmente accorto di aver fatto un errore madornale, il Governo Prodi, ha cercato di correggere l’operazione , per mezzo di circolari INPS (che dipende dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale). Sono state introdotte quindi una serie di deroghe, in pratica per tutte le categorie sindacalizzate di lavoratori-pensionandi. L’effetto ottenuto è questo, in poche parole: la nuova legge sulle finestre non vale per questo, per quest’altro, ed ancora, per quell’altro tipo di lavoratori-pensionandi, che di conseguenza vanno in pensione con le vecchie regole più favorevoli….; alla fine , in conclusione, la nuova legge vale solo per i pensionandi disoccupati, ovvero quelli senza reddito da lavoro , quelli che in un Paese civile dovrebbero essere più protetti ma che, sfortunatamente, non appartengono ad una categoria sindacalizzata. Questo è un raro ma efficace esempio di discriminazione sociale. E dunque, come facciamo a credere a Veltroni che promette un’attenzione particolare alla condizione economica dei pensionati, quando pochi mesi fa i suoi del centro-sinistra al governo hanno commesso un’azione così iniqua a danno dei pensionandi di vecchiaia ? Io non ci credo per niente, ma non voglio dire con questo che credo a Berlusconi. In tema di pensioni, comunque, è stato molto più coerente e dunque più affidabile Berlusconi che Prodi.
Vittorio Ascalone; vascalo@fastwebnet.it


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010