Oggi è gio feb 22, 2018 22:52 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Morti sul lavoro,non si sta esagerando?
MessaggioInviato: ven mar 21, 2008 22:45 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 49
Sono naturalmente partecipe e solidale con i morti sul lavoro e le famiglie che li piangono, ma a me sembra che sulla faccenda dei morti sul lavoro si stia facendo un gran chiasso emotivo senza approfondire il problema.
Nessuno racconta per esempio che dagli anni sessanta le morti sono drasticamente diminuite, passando dalle 4500 alle 1300 di questi ultimi anni.
Nessuno ci propone paragoni con paesi industrializzati per misurare quale distanza separa i nostri numeri dai loro, nessuno ricorda che negli anni scorsi è entrata in vigore la legge 626 che ha obbligato tutte le aziende italiane ad un imponente adeguamento alle normative europee, con corsi di formazione per datori di lavoro ed addetti e serie modifiche delle dotazioni di sicurezza.
Certo miglioramenti se ne possono fare ancora, soprattutto nella diffusione di una corretta mentalità della sicurezza, sia tra gli imprenditori che tra i lavoratori, ma cercare sempre le responsabilità sempre solo tra i primi non è proprio corretto:
Io che lavoro in agricoltura, dove spesso le figure di imprenditori ed addetti ai macchinari coincidono, so, anche per quanto ho appreso partecipando ai suddetti corsi, che il peggior nemico del lavoratore è la sua mancanza di percezione del pericolo, Gli operatori ASL lo chiamano il "machismo", che spinge gli addetti a comportamenti irresponsabili.
"io sul trattore ci sono nato!" oppure "la maschera mi da fastidio, tanto che vuoi che faccia un pò di pesticida!"
Adesso parlano di inasprire le pene per i datori di lavoro, come sempre in Italia, siccome nessuno si occupa di far rispettare le leggi, noi le inaspriamo! col risultato che nulla cambia, eccetto per qualche povero diavolo che del tutto accidentalmente finisce nelle maglie della giustizia e diviene il capro espiatorio, adoperato ad arte dai politici ed i media per dimostrare che qualcosa si sta facendo.
Io dico che qualcosa, anche di serio, negli anni scorsi si è fatto, almeno in agricoltura ,lo sforzo di informazione sui rischi legati all'uso dei macchinari e dei prodotti chimici è stato rilevante ed utile.
Oddio, poi non nego che esistano situazioni in cui le responsabilità oggettive esistono, vedi la Tyssen, ma cerchiamo di ragionare un pò a mente fredda.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010