Oggi è lun feb 19, 2018 06:11 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 12, 2008 07:43 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 2602
Seaice ha scritto:
Sull'Espresso di questa settimana è riportata la confessione di Gaetano Vassallo, boss che per 20 anni ha avvelenato la Campania con i rifiuti tossici, pagato da politici e funzionari.

http://espresso.repubblica.it/dettaglio ... 3&ref=hpsp


ps: per quanto riguarda la curiosità di Arlecchino posso dirti che l'emergenza non sarà superata fin quando il ciclo integrato dei rifiuti non entri a regime. Qui in Campania si sta pensando solo di aprire mega discariche che possano contenere milioni di metri cubi di spazzatura, il che mi fa pensare ad un loro particolare utilizzo in futuro....


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven set 12, 2008 22:59 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 25475
Visto, letto e diffuso anche ne LA U.

ciaoooooooooooooooo


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun set 15, 2008 19:34 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 2602
fonte: La Repubblica - Napoli


Ci risiamo, torna l´incubo rifiuti nel casertano. Cinque giorni senza ritirare l´immondizia. Quasi tutta la provincia di Caserta sta cominciando a rivivere l´incubo dei cumuli e dell´odore nauseabondo che invade le città. A farne le spese maggiori, per il momento, sono i 26 comuni che fanno parte del consorzio Ce2, quasi tutti dell´agro aversano. La crisi non è dovuta alle difficoltà di smaltimento, bensì ai lavoratori che sono in stato di agitazione perché non ricevono gli stipendi.

Già ieri, il sottosegretario all´emergenza rifiuti in Campania, Guido Bertolaso, aveva sottolineato che «non esiste alcun problema di assegnazione delle quote di rifiuti da destinare nelle diverse discariche che quotidianamente la struttura del sottosegretario attribuisce ai comuni, ma solo e unicamente a difficoltà legate al sistema della raccolta di competenza territoriale». Da quando è stato creato il Consorzio Unico, il nuovo soggetto giuridico che ha preso il posto degli otto consorzi di bacino, e che gestirà centralmente tutta la materia dei rifiuti, c´è una fase di transizione particolarmente difficoltosa. Molto comuni risultano avere delle morosità e non riescono a mettersi in regola rapidamente. Da qui la difficoltà a pagare gli stipendi ai lavoratori che hanno fermato anche gli autocompattatori. Solo che a farne le spese ci sono anche i comuni in regola con le quote da versare al Consorzio. Bertolaso ha incaricato Stancanelli, responsabile del Consorzio Unico, «di convocare le parti affinché il problema venga immediatamente risolto e si definisca, se necessario, un percorso finalizzato a garantire il passaggio della responsabilità della raccolta dei rifiuti indifferenziati ai Comuni».
Ma intanto è la città di Aversa quella dove la situazione appare già oltre la soglia di sopportazione. Le principali strade cittadine e addirittura le scuole, che stamani riaprono, offrono uno spettacolo indecente. Davanti al liceo classico "Domenico Cirillo", all´ingresso della scuola elementare Diaz, all´ingresso del liceo artistico, i cumuli di rifiuti superano il metro di altezza, abbondantemente.


In queste sere ci sono anche i festeggiamenti in onore della santa protettrice della cittadina normanna, la madonna di Casaluce. Per le strade le luminarie rendono più evidenti i cumuli di rifiuti, che in alcuni tratti hanno ristretto le strade e la gente è costretta a camminare in fila indiana. Anche la fiera settimanale sabato mattina, si è svolta in un´area circondata letteralmente da cumuli di spazzatura. «Ad Aversa - dice Maurizio Pollini, vice presidente provinciale della Confesercenti - l´emergenza rifiuti non è mai cessata. I danni alla salute dei cittadini, all´immagine della città e all´economia locale sono incalcolabili. Le numerosissime piccole e medie imprese del settore commerciale, turistico, dei servizi e dell´artigianato si trovano ad affrontare una doppia crisi: lo stallo economico generale e l´emergenza locale».

Anche i comuni attorno ad Aversa cominciano a soffrire seriamente di questa nuova emergenza, nonostante alcuni di essi, come Parete e Carinaro, risultino tra i più virtuosi per la raccolta differenziata. Arrivano a punte del 40 per cento. Mercoledì, intanto, è previsto un vertice in prefettura a Caserta per cercare di trovare una soluzione definitiva.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar set 16, 2008 12:08 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 8940
Caro sacie.L'importante per loro è la publicità.Sofia Loren, ha lasciato
la sua intervista in Tv per Napoli.Tutto bello.
Ciao
Paolo11


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010