Oggi è dom mag 20, 2018 21:39 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: SMALTIMENTO RIFIUTI
MessaggioInviato: mer apr 09, 2008 19:29 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 2167
PERCHE’ I TERMOVALORIZZATORI QUANDO CI SONO NUOVE TECNOLOGIE
CHE NON INQUINANO E COSTANO MENO ?


- 1) Il trattamento meccanico-biologico (TMB) è una tecnologia di trattamento a freddo dei rifiuti indifferenziati che sfrutta l'abbinamento di processi meccanici a processi biologici quali la digestione anaerobica e il compostaggio. Appositi macchinari separano la frazione umida (l'organico da bioessicare) dalla frazione secca (carta, plastica, vetro, inerti ecc.); quest'ultima frazione può essere in parte riciclata oppure usata per produrre combustibile derivato dai rifiuti (CDR) rimuovendo i materiali incombustibili.

- 2) Dal CNR (Consiglio Nazionale Ricerca) 07/01/2008-Rifiuti: arriva Thor, il sistema
di riciclaggio ‘indifferenziato’.

Il primo impianto THOR, attualmente in funzione in Sicilia, riesce a trattare fino a otto tonnellate l’ora e non ha bisogno di un’area di stoccaggio in attesa del trattamento; è completamente meccanico, non termico e quindi non è necessario tenerlo sempre in funzione, anzi può essere acceso solo quando serve, limitando o eliminando così lo stoccaggio dei rifiuti e i conseguenti odori. Inoltre, è stato progettato anche come impianto mobile, utile per contrastare le emergenze e in tutte le situazioni dove è necessario trattare i rifiuti velocemente, senza scorie e senza impegnare spazi di grandi dimensioni, con un costo contenuto: un impianto da 4 tonnellate/ora occupa un massimo di 300 metri quadrati e ha un costo medio di 2 milioni di euro. “Un impianto di meccano-raffinazione di taglia medio-piccola da 20 mila tonnellate di rifiuti l’anno presenta costi di circa 40 euro per tonnellata di materiale”, spiega Paolo Plescia. “Per una identica quantità, una discarica ne richiederebbe almeno 100 e un inceneritore 250 euro. A questi costi vanno aggiunti quelli di gestione, e in particolare le spese legate allo smaltimento delle scorie e ceneri per gli inceneritori, o della gestione degli odori e dei gas delle discariche, entrambi inesistenti nel Thor. Quanto al calore, i rifiuti che contengono cascami di carta producono 2.500 chilocalorie per chilo, mentre dopo la raffinazione meccanica superano le 5.300 chilocalorie”. Un esempio concreto delle sue possibilità? “Un’area urbana di 5000 abitanti produce circa 50 tonnellate al giorno di rifiuti solidi”, informa il ricercatore. “Con queste Thor permette di ricavare una media giornaliera di 30 tonnellate di combustibile, 3 tonnellate di vetro, 2 tonnellate tra metalli ferrosi e non ferrosi e 1 tonnellata di inerti, nei quali è compresa anche la frazione ricca di cloro dei rifiuti, che viene separata per non inquinare il combustibile”. Il resto dei rifiuti è acqua, che viene espulsa sotto forma di vapore durante il processo di micronizzazione. Il prodotto che esce da Thor è sterilizzato perché le pressioni che si generano nel mulino, dalle 8000 alle 15000 atmosfere, determinano la completa distruzione delle flore batteriche, e, inoltre, non produce odori da fermentazione: resta inerte dal punto di vista biologico, ma combustibile”.

Fra l’altro il CNR è a carico delle finanze dello Stato, almeno utilizziamo ciò che di buono la Ricerca ci offre. Ritengo che una risposta sia dovuta .


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio apr 10, 2008 13:09 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 31
perché evidentemente ci sono troppi interessi e pressioni dei poteri forti di cui il PD deve tenere conto perché senza questi non potrebbe governare...


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom apr 13, 2008 15:56 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 2167
maik1985 ha scritto:
perché evidentemente ci sono troppi interessi e pressioni dei poteri forti di cui il PD deve tenere conto perché senza questi non potrebbe governare...


Nel PD questo non deve succedere, le soluzioni devono scaturire dal confronto aperto, le decisioni devono essere chiare e trasparenti, a portata di tutti .


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio mag 29, 2008 15:36 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 75
Kcf4br1s ha scritto:
maik1985 ha scritto:
perché evidentemente ci sono troppi interessi e pressioni dei poteri forti di cui il PD deve tenere conto perché senza questi non potrebbe governare...


Nel PD questo non deve succedere, le soluzioni devono scaturire dal confronto aperto, le decisioni devono essere chiare e trasparenti, a portata di tutti .



nel PD si deve molto riflettere e lavorare seriamente sull'articolo ansa che segue:

*ANSA DEL 21 maggio

BERLINO, 21 MAG - I rifiuti campani già smaltiti in Sassonia non sono stati bruciati nei termovalorizzatori tedeschi, ma sono stati riciclati per ricavarne materie prime secondarie e composti organici che verranno venduti all´industria. Il percorso ell´immondizia italiana in Germania lo ha spiegato all´ANSA una portavoce del Ministero dell´Ambiente della Sassonia, sottolineando che niente è finito in discarica.«Questi rifiuti non sono stati bruciati» negli inceneritori, ha detto la portavoce. Anzitutto, ha spiegato sono stati separati i rifiuti organici da quelli solidi, che diventeranno poi materie prime secondarie (plastica, metallo, etc.). Il resto, «una parte minore - ha proseguito - è stato trattato in un impianto meccanico-biologico e verrà venduto alle industrie», le quali bruciano questo materiale trasformandolo così in energia. Ma il grosso dei rifiuti campani diventa materia prima secondaria. E l´Italia, oltre a fornire l´immondizia, svolge anche un ruolo importante nella fase successiva del percorso di quest´ultima. Il Paese, infatti, è al terzo posto, con 2,01 milioni di tonnellate, della graduatoria degli acquirenti di materie prime secondarie.*

qualcuno del mesterie puo' rispondre? se vogliono anche il sig sindaco di napoli e il sig presidente regione campania.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio mag 29, 2008 17:02 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 2055
Però non trovo mai risposte ad una domanda: con questi trattaemnti alternativi, le porzioni che non possono essere ne "biodegradate" ne riciclate, come vengono smaltite?

Altra perplessità:
"«una parte minore - ha proseguito - è stato trattato in un impianto meccanico-biologico e verrà venduto alle industrie», le quali bruciano questo materiale trasformandolo così in energia"
Questa parte che viene bruciata non ha emissioni?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer giu 04, 2008 15:41 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 75
mammamaria ha scritto:
Però non trovo mai risposte ad una domanda: con questi trattaemnti alternativi, le porzioni che non possono essere ne "biodegradate" ne riciclate, come vengono smaltite?

Altra perplessità:
"«una parte minore - ha proseguito - è stato trattato in un impianto meccanico-biologico e verrà venduto alle industrie», le quali bruciano questo materiale trasformandolo così in energia"
Questa parte che viene bruciata non ha emissioni?



quando nella stessa regione esiste la Differenziata... Ad Agropoli arrivano gli econonni
In tema di rifiuti non si finisce mai di imparare. Il Comune di Agropoli ha addirittura pensato, in maniera a dire il vero originale coniugando politiche sociali e politiche ambientali, di coinvolgere gli anziani nel processo di formazione ed informazione legato alla raccolta differenziata. Ecco dunque in arrivo gli econonni. Mentre si continua a lavorare per definire questioni logistiche ed avviare la raccolta “porta a porta” su tutto il territorio di Agropoli, comincia la campagna di comunicazione. Domani, giovedì 29 maggio – alle ore 17.00 – presso l’Aula Consiliare del Municipio, l’assessore all’Ambiente dr. Antonio Pepe, insieme al Sindaco Franco Alfieri, incontrano l’associazione Auser, Università della Terza Età, rappresentata dalla prof.ssa Elvira Lo Bascio, che metterà a disposizione circa cinquanta anziani per attività di informazione sulla differenziata, divenendo gli “ECO-NONNI” della città di Agropoli. L’incontro sarà un corso di formazione, con la presenza di un esperto in comunicazione ambientale. L’Assessore Pepe sottoscriverà un accordo con l’Auser, per il coinvolgimento degli “Econonni”. 28 / 05 / 2008


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: CENTRO SMISTAMENTO RIFIUTI DI VEDELAGO
MessaggioInviato: dom giu 08, 2008 11:07 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 12
Ciao a tutti. Sono tornata a scrivere dopo parecchio tempo. il risultato delle elezioni mi ha fatto così male che non sono riuscita a guardare un telegiornale per giorni e giorni. faccio fatica ancora adesso!
l'argomento rifiuti mi interessa molto e mi sto attivando nella mia città per far si che inizi la raccolta porta a porta. Tenete in considerazione che vivo in un luogo dove anni fa è stato costruito un inceneritore che non è mai stato usato ma che si sta pensando di rimodernizzare e mettere in funzione. quindi vivo con il terrore che tutto ciò che sto facendo non serva a niente. ma ci provo lo stesso. Sono stata a Vedelago (TV) dove esiste un centro di selezione dei rifiuti gestito da mamma e figlio (quindi totalmente privato) che si occupa dei rifiuti di circa 250 comuni. Hanno sviluppato una tecnologia che permette il riciclaggio del 95% (avete letto bene) dei rifiuti (parliamo di plastiche, vetro, lattine, tutti gli imballaggi). Io mi sono unita ad un gruppo di grillini della mia zona, ma sono andata da semplice cittadina. Se volete vedere il filmato di tutta la gita si trova sul sito http://pervillafranca.wordpress.com/ sulla pagina iniziale. basta scorrere in basso fino al post del 23 maggio che ha per titolo "il rifiuto è una risorsa". Io sono rimasta scioccata dal fatto che nessuno in tv parli di questo centro. Al problema di Napoli si risponde solo con termovalorizzatori o peggio con discariche. Il berlusca (ma l'avrebbe fatto anche Veltroni, per conto mio)ieri ha detto che c'è un progetto per la costruzione di nuovi inceneritori per risolvere definitivamente il problema dei rifiuti. MA NON E' LA SOLUZIONE!è un modo per speculare ancora. Per risolvere il problema bisognerebbe:
1) non produrre rifiuti. Ovvero laddove sia possibile noi consumatori dovremmo indirizzare i nostri acquisti verso prodotti con meno imballaggi possibili
2) laddove il rifiuto venga prodotto provvedere ad una corretta raccolta differenziata (lo sapevate che se si butta una bottiglia con dentro ancora il residuo del contenuto questa non verrà riciclata ma buttata nell'inceneritore?)


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010