Oggi è dom giu 24, 2018 08:48 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 01:24 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 12
In Italia abbiamo spesso mari abbastanza profondi e coste spesso rocciose per cui il rapporto costi/benefici è meno evidente che in Europa del Nord. Ma, come è stato detto, ci sono progetti in corso per l'off shore.
Il problema della ventosità non esiste perchè nessuna banca finanzierebbe progetti costosissimi se non fosse certo un rientro dell'investimento.
Per cui se non ci fosse vento non ci sarebbero progetti, ma così non è.
Attualmente con venti medi annui al mozzo di circa 6 m/sec. per un funzionamento equivalente a 1.800 - 2.000 ore/anno si va alla progettazione ed alla realizzazione.
Con la tariffa imtrodotta dal Governo Prodi il piccolo eolico (fino a 200 Kw) si può fare con venti anche minori ( a partire da 5 m/sec. ) e con certezza di ammortamento in 4 - 5 anni dell'impianto e quindi con una convenienza doppia rispetto al fotovoltaico.
Nel caso di grandi impianti il problema non è quello dei venti, ma quello delle autorizzazioni, che sono difficili, complesse e con tempi biblici.
Sempre con l'ultima finanziaria per gli impianti off shore l'autorizzazione è demandata ad una concertazione tra ministeri. Speriamo bene.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 14:48 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
sonoenzo ha scritto:
Ma, come è stato detto, ci sono progetti in corso per l'off shore.

vero, ma Di Pietro ha fermato tutto, perché ha sentito puzza di bruciato e di speculazione (parlo del Molise) . E lui come ex-magistrato se ne intende di certe puzze.

Le banche finanziano qualsiasi cosa se altri danno le ganrazie (vedi crisi dei sub-prime) e spesso pero' rimangono con il cerino in mano e poi lo passano ai risparmiatori (vedi Parmalat).

Ciao,
Francesco.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 15:01 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 12
Quella della mancanza del vento è una bufala, credimi.
In Germania si realizzano parchi eolici con venti medi di 5,5 m/sec. per anno.
Qui da noi i siti con almeno 6 m/sec. sono tantissimi. Alcune regioni, come la Puglia o la Sicilia hanno questa media quasi ovunque, e come limite inferiore.
Ma lungo tutte le coste del Tirreno, a livello mare, si raggiungono queste medie.
Si sta realizzando a Pontedera un parco eolico con un vento al mozzo di meno di 6 m/sec.
Non è vero che le banche finanziano tutto, anzi chiedono certificazioni dei dati a società serissime e molto severe.
Il problema italiano non è quello dei venti, ma quello delle autorizzazioni, credi a me che ci sono passato.
Ovvio che in Friuli o in pianura padana i venti non ci sono, ma neppure nessuno ha mai presentato progetti, a conferma di quanto dicevamo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 15:19 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
sonoenzo ha scritto:
Quella della mancanza del vento è una bufala, credimi.
In Germania si realizzano parchi eolici con venti medi di 5,5 m/sec. per anno.
Qui da noi i siti con almeno 6 m/sec. sono tantissimi. Alcune regioni, come la Puglia o la Sicilia hanno questa media quasi ovunque, e come limite inferiore.
Ma lungo tutte le coste del Tirreno, a livello mare, si raggiungono queste medie.
Si sta realizzando a Pontedera un parco eolico con un vento al mozzo di meno di 6 m/sec.
Non è vero che le banche finanziano tutto, anzi chiedono certificazioni dei dati a società serissime e molto severe.
Il problema italiano non è quello dei venti, ma quello delle autorizzazioni, credi a me che ci sono passato.
Ovvio che in Friuli o in pianura padana i venti non ci sono, ma neppure nessuno ha mai presentato progetti, a conferma di quanto dicevamo.

A vedere la mappa eolica italiana i siti a 6 metri al secondo sono rari. Li trovi sulle spiagge o meglio al largo, ma il fondale nostro è molto ripido. Poi o sulle spiagge metti i turisti, o mettil'eolico. Insieme credo che non funzioni.
Vedi anche: http://www.kitegen.com/pagine/datisulvento.html

Ciao,
Francesco


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mar 02, 2008 21:07 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 12
Se guardi la mappa a 70 metri vedrai che non sono pochi i siti adatti e poi devi tenere conto che le mappe CESI sono prudenziali e i vari colori indicano l'intervallo tra una misura e l'altra.
Comunque ti ripeto che il problema non esiste, perchè sotto certi valori ( 5,7 - 6 metri/sec.) non ci sono le condizioni economiche per realizzare impianti e nessuno li propone.
Naturalmente entrano in gioco altri elementi che possono detrminare i costi di un progetto (nuova viabilità, opere di consegna ecc.) ma in genere i tempi di rientro dell'investimento sono circa la metà di quelli del fotovoltaico, con potenze enormemente maggiori.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 03, 2008 17:38 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 29
IL VENTO SI MISURA SOPRA I MT 60 E SE CONTROLLATE LE CARTE NATO SONO VOCATE IL SUD SARDEGNA, E DAL MOLISE IN GIù SENZA PROBLEMI, POI IL CRINALE APPENNINICO E MOLTE ALTRE ZONE QUà E Là....

il problema non è se abbiamo zone vocate o no, ma fidatevi è del tipo di applicazione che si va a fare... se si punta su applicazioni locali che coinvolgono i cittadini locali, comuni ecc. vi è una forte ricaduta diffusa sul territorio, servizi non pagati e vi è una forte condivisione... se sono bussines di pochi che vengono da fuori non sono mai acettati volentieri... sono molti anni che si affronta il problema anche in Germania e Olanda ....

l'eolico non ha problemi ambientali... anzi è il miglior impatto possibile... è solo un problema di estetica e vi garantisco che non danno nessun fastidio le ho dvanti a casa in Olanda ... se remunerano tutti i cittadini di solito sono acettatissime ...

l'Italia dovrebbe investirci molto anche se ci sono problemi di gestione della rete per la discontinuità .. ma sembra che utilizzare solare e eolico per ottenere un vettore come l'idrogeno sia una grossa prospettiva per il futuro..

che turisti e pale non possano convivere non è vero.. sia in Germania che in Danimarca che in Olanda non ci sono problemi anche perchè normalmente si mettono al largo fino a fondali di mt 50 .... spesso con le pale marine ma non credo vi sia la possibilità da noi ...

se controllate poi i fondali marini vedrete come vi siano molte secche utili anche al largo...

POSSIAMO FARLO è SOLO UN PROBLEMA DI CULTURA E DI SCELTA...

molto interessante sono anche le micro pale sui tetti dei palazzi che come saprete abbassano notevolmente le correnti eoliche

Paolo


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: rubbia
MessaggioInviato: lun ago 18, 2008 19:54 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:11 pm
Messaggi: 1
RUBBIA sarà anche un grande scienzato ma so anni che ci propina ste nuove tecniche ma ancora di concredo non vedo nulla.Ma sto benedetto eolico lo vogliamo o no?A parte i paesi del nord ma vedo anche in spagna è pieno di pale eolico, stanno li x fare le statuine?In italia è conntrario 3 persone ripa di meana sgarbi e di pietro, non credono che siano i migliori d'italia. I cinesi prevedono che tra 10 anni l'eolico superera le altre fonti di energie.MI sembra di vedere il nostro partito che disacute discute, dibattiti su dibattiti e il tempo passa. A BUON INTENDITOR POCHE PAROLE :lol: :lol:


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010