Oggi è dom ago 19, 2018 21:45 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 64 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: NUCLEARE SI o NO ?
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 19:39 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 12
Cosa ne pensate se ci presentassimo rilanciando il nucleare delle nuove tecnologie .
Ci pensavo oggi , mentre ero in fila sulla pontina : sono sempre stato contro il nucleare , per i rischi , per le scorie , per target terroristico etc ... ma poi mi sono chiesto e se davvero esiste una nuova tecnologia pulita e controllabile (in attesa della fusione) ? Siamo noi italiani i più attenti in Europa ,i più accorti e più sensibili all'ambiente ?
Gli altri paesi europei hanno fatto scelte azzardate o noi abbiamo deciso istintivamente causa Chernobyl ?

Sono incerto , forse la tecnologia ancora non ci garantisce adeguatamente e sicuramente c'è ancora molto da lavorare per ciò che riguarda il RISPARMIO energetico e le fonti alternative .
Ma sono sicuro che in termini elettorali sarebbe una "bomba" che guarda al futuro .
Sono l'unico che ci sta ripensando ?

Saludos a todos
Melograno


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 19:43 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 286
A mio modo di vedere non è questione di pensarci o ripensarci, ma di valutare l'esistenza di rischi e la possibilità di smaltimento delle scorie.
Se non ci sono più rischi, se la sicurezza è garantita; e se c'è un modo per smaltire le scorie che non vada a carico delle generazioni successive e non produca la distruzione dell'ambiente: possiamo anche essere disponibili.
E', più o meno, la stessa posizione che ha sempre espresso il presidente Prodi.
Credo che il tuo approccio di scandagliamento nella realtà alla ricerca di nuovi temi di innovazione e modernità sia giusto, e vada applicato fino a trarne le conseguenze politiche: a patto, però, di non tradire i nostri principi.
Ciao.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 20:05 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
Sono incerto , forse la tecnologia ancora non ci garantisce adeguatamente e sicuramente c'è ancora molto da lavorare per ciò che riguarda il RISPARMIO energetico e le fonti alternative .
Ma sono sicuro che in termini elettorali sarebbe una "bomba" che guarda al futuro .
Sono l'unico che ci sta ripensando ?

melograno
===========================

Quando si fanno questa valutazioni bisogna farle fino in fondo e non come Casini che pensa agli appalti di Caltagirone.

Sarebbe importante che venisse una volta per tutte conteggiato il costo dello smantellamento di una centrale nucleare.

Per dimostrare l'economicità del costo dell'energia questo costo, decisamente altissimo, viene regolarmente eluso, ma fatto pagare ugualmente agli ignari cittadini sotto forma di tassazione differenziata.

Il bel Pier parlando di termovalorizzatori faceva notare che questa è l'Italia del no.

Ma il termovalorizzatore a fianco della villa di campagna dei Caltagirone non ce lo vuole.

Come neppure vuole che le scorie radioattive siano interrate nello stesso giardino della villa di campagna.

A.Hopkins


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: NUCLEARE SI o NO ?
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 20:05 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 287
melograno ha scritto:
Cosa ne pensate se ci presentassimo rilanciando il nucleare delle nuove tecnologie .
Ci pensavo oggi , mentre ero in fila sulla pontina : sono sempre stato contro il nucleare , per i rischi , per le scorie , per target terroristico etc ... ma poi mi sono chiesto e se davvero esiste una nuova tecnologia pulita e controllabile (in attesa della fusione) ? Siamo noi italiani i più attenti in Europa ,i più accorti e più sensibili all'ambiente ?
Gli altri paesi europei hanno fatto scelte azzardate o noi abbiamo deciso istintivamente causa Chernobyl ?

Sono incerto , forse la tecnologia ancora non ci garantisce adeguatamente e sicuramente c'è ancora molto da lavorare per ciò che riguarda il RISPARMIO energetico e le fonti alternative .
Ma sono sicuro che in termini elettorali sarebbe una "bomba" che guarda al futuro .
Sono l'unico che ci sta ripensando ?

Saludos a todos
Melograno


sono temmi troppo importanti per farne campagna elettorale.
appofondisci prima di proporre

http://2007.partitodemocratico.it/forum ... ?t=1474535

ogni giorno mi capita di sentire qualcuno, politici, giornalisti, parlare del nucleare da fissione come di una fonte energetica pulita. NON E' VERO!!!!!!
SONO TUTTE CAVOLATE!!! BASTA!!!!!
il nucleare da fissione è fortemente inquinante.
l'uranio è altamente radioattivo e le scorie del processo rimangono attive per migliaia e migliaia d'anni. esso è inoltre molto pericoloso. in caso d'incidente ci sarebbero seri rischi di contaminazione non solo per le popolazioni residenti nelle vicinanze degli impianti ma anche in regioni più distanti. avete dimenticato cernobil?
se si fanno bene i conti ci si accorge che nei costi di una centrale nucleare a fissione bisogna conteggiare oltre ai costi di ricerca, progettazione, costruzione e manutenzione anche i costi di dismissione. o si vogliono lasciare vere e proprie bombe radioattive in giro. il capitolo scorie è poi molto problematico. restando esse altamente radioattive per migliaia d'anni devono essere conservate in luoghi idonei. Dove???
alcuni progetti le vorrebbero sistemate in siti scavati sottoterra o all'interno di montagne. il materiale radioattivo verrebbe contenuto in contenitori d'acciaio contenuti a loro volta in contenitori di cemento armato. e tutto questo non è mica gratis!!!!! così si sperperano i soldi pubblici. inoltre le scorie producono calore a causa del processo di decadimento radioattivo che col tempo intaccherebbe i contenitori facendo riversare le scorie nel suolo con possibili problemi di contaminazione da radiazioni di suoli e falde acquifere. e vai col cancro!!!!!!!

si deve puntare sul nucleare da fusione!!! non è inquinante, è sicuro produce energia a basso costo!!!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 20:15 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 54
Secondo me discussioni su "è pulito" o "non è pulito" sono abbastanza sterili.

Ogni cosa inquina. Se non altro per inquinamento termico. Questo dobbiamo ficcarcelo nella testa. E sulla base di questo ragionare sul "non facciamo nulla fino a che non abbiamo raggiunto la perfezione" non ha più improvvisamente senso.

IMHO dobbiamo invece puntare al "meno peggio". Mi piacerebbe se per prima cosa, dal punto di vista energetico, il PD proponesse una serie analisi comparativa delle fonti energetiche.

Ad esempio: siano dati l'uranio e il petrolio.
Con le tecnologie attuali, per produrre 1 MWh serve X petrolio e Y uranio.
Le medesime tecnologie implicano però che si producano X' inquinanti da X petrolio (esempio: CO2) e Y' inquinanti da Y uranio (esempio: scorie radioattive).
Ora: dati gli X' e gli Y' di cui sopra, cosa ha maggiori probabilità di fare peggio alla nostra salute?
Oppure: quali sarebbero gli effetti di un incidente? Quali le probabilità di un incidente?

Questo sì che sarebbe uno studio serio. Dire che una tale fonte inquina secondo me è scoprire l'acqua calda.

Scegliere il meno peggio sulla base di studi seri e imparziali fa parte secondo me dell'ambientalismo del SI di cui ha parlato Veltroni a Spello, e che mi vede grande sostenitore.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 20:21 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 80
Mi domando una cosa:abbiamo votato no al nucleare,ma acquistiamo energia dalla Francia che usa energia nucleare.Ricordate quando ci fu la tragedia di Chernobil?Le radiazioni seppur in minima parte arrivarono fin qui,non si poteva bere latte fresco e consumare verdura ed insalata...e se un incidente si verificasse in Francia?L'Ucraina è lontana,la Francia un po meno!Sviluppiamo energie alternative come eolica e solare non rassegniamoci al nucleare,un'altra strada è possibile!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 20:33 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 378
Dalla Wikipedia:

"Il problema maggiore legato alle scorie nucleari riguarda l'elevato numero di anni necessari affinché si raggiunga un livello di radioattività non pericoloso. In relazione ai tempo di emivita, tale arco di tempo è stato calcolato e gli anni necessari risulterebbero 20 000 nel caso di rifiuti provenienti da processi di riciclo del combustibile esausto, mentre occorrerebbe un tempo 100 volte superiore nel caso di scorie non trattate."

Sarei anche favorevole al Nucleare, purtroppo l'Italia è un paese fortemente sismico, e il pericolo di una catastrofe non è da sottovalutare, pur adottando ogni precauzione nella costruzione degli impianti. Continuerei l'opera iniziata da questo Governo, ovvero puntando sull'energia eolica o solare, e diffondendone l'uso capillarmente nelle regioni.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 12, 2008 20:35 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 428
Lord Beric ha scritto:
.... ....
Questo sì che sarebbe uno studio serio...
...

Scegliere il meno peggio sulla base di studi seri e imparziali fa parte ....


Si Beric, in linea generale hai ragione, ma poi chi fa lo studio serio?
Certo non in Italia (abbiamo due schieramenti contrapposti che non accetterebbero mai quello che l'altro propone)non sarebbe possibile.
Far fare studi imparziali ad altri? USA, Francia, Russia, Cina? Anche qui ci sarebbero molti dubbi (e interessi).

Bisognerebbe poi tenere presente la nostra caratteristca geografica; noi, rispetto ai paesi nucleari (eccetto Israele), non abbiamo grandi spazi:
Siamo uno stivale stretto e lungo. Voglio dire che anche se vi fossero molte garanzie, nessuna città la vorrebbe vicino. Che fare? Installarla nel Tirreno?

Comunque, sembra che anche i Paesi più tecnologici abbiano dato uno stop a queste centrali: ora solo il terzo mondo cerca di attuarle(anche se fra diversi contrasti).

Che dire? ...ho molti dubbi.


Ciao
Fabio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 13, 2008 01:01 am 
Amministratore

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 4044
Il problema della sicurezza delle centrali sarebbe superabile, anche se con costi. (centrali di seconda e terza generazione)
Anche il problemo delle acque riscaldate dal raffreddamento è ora superabile riutilizzando il calore ed evitando che la concentrazione di ossigeno diminuisca nelle acque per riscaldamento.
Rimarrebbe il grosso problema delle scorie in un paese sismico come il nostro.
Il vantaggio essenziale sarebbe sulla produzione di CO2, sul costo del carburante invece l'aumento della domanda porterebbe a secche simili come quelle del costo del petrolio, non produciamo Uranio noi.
Riuscire a risparmiare energia sarebbe ilrpimo target, altre tecnologie sono utilizzabili, visto che neanche le opere pubbliche ed i palazzi pubblici hanno impianti ad energia solare che potrebbero garantire quesi l'autosufficienza.
Anche per le costruzioni private nuove si potrebbe far qualcosa al momento della costruzione e non dopo come ora.
Sarei moderatamente favorevole al nucleare, ma se Rubbia non è che si esprima con gioia qualche ragione ci deve essere. In Italia potremmo produrre studi seri da poter comparare.
Nel mentre ha ben fatto il governo Prodi a reinserirci negli studi internazionali di ricerca sul nucleare.
Però occorrerebbe ripensare al sistema energetico, complessivamente e con serietà, senza fondamentalismi.
Sopratutto abolirei il principio di precauzione che mi sembra una contraddizione latente del ragionamento.http://darwinomac.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1671090


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 13, 2008 16:46 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 8940
UncleT ha scritto:
Sono incerto , forse la tecnologia ancora non ci garantisce adeguatamente e sicuramente c'è ancora molto da lavorare per ciò che riguarda il RISPARMIO energetico e le fonti alternative .
Ma sono sicuro che in termini elettorali sarebbe una "bomba" che guarda al futuro .
Sono l'unico che ci sta ripensando ?

melograno
===========================

Quando si fanno questa valutazioni bisogna farle fino in fondo e non come Casini che pensa agli appalti di Caltagirone.

Sarebbe importante che venisse una volta per tutte conteggiato il costo dello smantellamento di una centrale nucleare.

Per dimostrare l'economicità del costo dell'energia questo costo, decisamente altissimo, viene regolarmente eluso, ma fatto pagare ugualmente agli ignari cittadini sotto forma di tassazione differenziata.

Il bel Pier parlando di termovalorizzatori faceva notare che questa è l'Italia del no.

Ma il termovalorizzatore a fianco della villa di campagna dei Caltagirone non ce lo vuole.

Come neppure vuole che le scorie radioattive siano interrate nello stesso giardino della villa di campagna.

A.Hopkins

Caro Hopkins.Abbiamo un territorio disastrato da costruzioni abusive, se piove un po di piu.Vi sono smottamenti.
Non abbiamo un territorio immenso.
Non siamo capaci di smaltire ancora le scorie radioattive, delle vecchie centrali che avevamo prima.Abbiamo visto in campania chi gestiva i rifiuti tossici.Ieri sera hanno fatto vedere una discarica chiusa da tempo.Scavando hanno trovato di tutto, pure un tir con cisterna piena di solventi vari,( da verificare la natura di questi).Hanno sigillato l'area.
E qualcuno parla ancora di nucleare.Ma non si vergognano!in questo periodo si scoprono sempre piu come produrre energia diversa.Io abito pochi chilometri da Abano Terme.Si potrebbe riscaldare tutta Abano Terme con l'acqua calda che vi è nel sottosuolo basta volerlo fare.
Ciao
Paolo11


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 14, 2008 17:57 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 287
ecco cosa dobbiamo lanciare, la fusione nucleare
Immagine


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 14, 2008 18:11 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 287
la z machine , JET e ITER sono il futuro dell'energia insieme alle fonti rinnovabili.
Il laboratorio di ricerca della Sandia Corporation che conduce ricerche per il Dipartimento delle Energie degli Stati Uniti, nel marzo del 1998, ha annunciato l'avvenuta realizzazione della Z-Machine, una macchina in grado di sviluppare in laboratorio ben 2 miliardi di gradi centigradi, una temperatura ancora più elevata rispetto a quella esterna del sole. Nasce come generatore di raggi X, costruito originariamente per ricreare in laboratorio condizioni estreme, e per simulare che cosa accade durante l'esplosione nucleare; tuttavia ciò che più ha catturato l'attenzione degli scienziati di tutto il mondo è il fatto che l'energia prodotta dalla macchina è, apparentemente, superiore a quella immessa, e che la stessa si autosostiene, ossia non ha bisogno di altra energia esterna per continuare ad esistere.
La macchina funziona liberando un impulso elettrico e un campo magnetico a questo associato. L'energia proveniente da una scarica elettrica di 20 milioni di ampère passano attraverso un allineamento dei sottili fili di tungsteno spessi quanto un capello. In un nucleo, della grandezza di un gomitolo di lana, i fili di metallo si sciolgono istantaneamente per generare del plasma, un insieme di particelle cariche elettricamente. Ogni filo produce un campo magnetico che agisce sui fili vicini; il risultato è che tutti questi fili tendono a radunarsi sull'asse del sistema, poi l'intensa corrente che li percorre li volatilizza. Questo plasma si contrarrà a causa dell'azione del campo magnetico che è dovuto a questo forte passaggio di corrente e si ritrova compresso in uno cilindro che ha il diametro di 1,5 mm, in uno stato detto di punto di stagnazione. Questa contrazione avviene alla velocità di un bolide, di 1000 km/s, percorrendo i pochi mm di spazio in quindici nanosecondi. In questo momento gli ioni e gli elettroni non possono più muoversi, e come le automobili che entrano in collisione con un muro di mattoni, si fermano improvvisamente liberando energia cinetico, sotto forma di raggi X che raggiungono di 2 miliardi di gradi, che corrisponde alle eruzioni solari, ed è stato portato vicino ai 3,6 miliardi di gradi.
L' impulso elettromagnetico genera una scossa elettrica che attraversa tutti gli oggetti metallici dell'ambiente il cui si trova la macchina; la corrente viaggia in maniera verticale, ossia sull'asse z, da cui il suo nome. Si è arrivato a produrre un flusso di alimentazione di 290 terawatts, che presto saranno portati a 350, liberando in un lasso di tempo di alcuni trilioni di secondo un'energia 80 volte l'uso di corrente elettrica del mondo , e 4 volte superiore a quella immessa. Vi è dunque un'energia addizionale perché in un processo di trasformazione, l'energia si disperde in altre forme ma non si crea. Inoltre considerando che la temperatura degli ioni è mantenuta dopo che il plasma ha raggiunto uno stato di massima compressione, gli ioni a quel punto hanno perso tutta la loro energia cinetica e emesso questa energia sotto forma di luce, per cui la temperatura dovrebbe normalmente diminuire, a meno che questi ioni abbiano potuto beneficiare di una sorgente di energia di origine sconosciuta. La spiegazione che è stata data è che l'instabilità del plasma "non prevista" avrebbe permesso di convertire una parte dell'energia magnetica in energia termica, aumentando la temperatura degli ioni, nel momento in cui il plasma "stagna", senza alcuna velocità.

L'apparecchiatura di alimentazione è immersa in alloggiamenti concentrici di 540.000 galloni d'olio del trasformatore e di 600.000 galloni di acqua deionizzata, che fungono da isolanti. Lo spettacolo è una tempesta elettrica, che deriva dai campi elettrici potenti che l'esperimento produce. Guardandola attraverso una finestra di Plexiglass, potreste vedere l'inizio o i limiti dell'universo, in un solo flash di luce bianca vi è il calore ed il potere del sole, potrebbe essere la pace fra le nazioni o la fine del mondo così come la conosciamo, uno squarcio strappato all'universo, la nostra rovina o la nostra salvezza.
La macchina Z, raggiungendo tali temperature consentirebbe infatti di realizzare la fusione controllata. L'idea è di prendere due isotopi dell'atomo dell'idrogeno - deuterio e trizio - e fonderli insieme utilizzando a tal scopo poca energia, ma che libera invece enormi quantità di energia sotto forma d'un singolo neutrone. Al contrario la fissione, quello oggi è utilizzato nelle centrali ad uso civile, va a spaccare gli atomi pesanti del plutonio e dell'uranio, generando energia ma anche tonnellate di scorie radioattive. La fusione offre una fonte pulita, supportata dalla materia di una manciata di acqua e di terra, emettendo elio.
Che cosa comporterebbe la fusione? Energia infinita e poco costosa, viaggi supersonici attraverso le stelle e lo spazio. Tuttavia permetterebbe anche di realizzare degli attacchi massicci, senza i contraccolpi derivanti dalla disseminazione delle scorie e dall'effetto di inverno nucleare. Si può ottenere molto forti intensità elettriche con semplici esplosivi chimici: degli arnesi compatti, dallo scarso peso e volume. Limitandosi alle sole opportunità che la dà fusione pura, non inquinante, e dunque se sfruttata ai solo fini civili, sarebbe possibile, coniugando gli sforzi delle nazioni, cambiare il destino del pianeta,scavare canali, portare acqua ovunque, dissalare l'acqua di mare, coltivare i deserti, e infine eliminare l'inquinamento. Il nostro timore e che non siano questi gli interessi di coloro che in questo momento stanno sviluppando questa tecnologia. Ciò che più inquieta è il totale silenzio della stampa e nel mondo della scienza, della politica e degli stessi ecologisti, mentre i solo ad emozionarsi sono le forze militari che vedono in essa l'arma del potere a facile portata di mano, come lo stesso centro di ricerca Sandia ha affermato quando ha reso pubbliche le sue ricerche. Ha parlato di mezzo per la sicurezza degli Stati Uniti, di nuovo equilibrio delle forze, vantandosi di aver prodotto una temperatura cento volte più elevate della temperatura al centro del sole e quattro volte superiore al nucleo delle nostre più potenti bombe ad idrogeno.

http://www.pppl.gov/projects/pics/tftr_vv_lg.jpg


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 14, 2008 18:26 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 287
Immagine
Immagine

la fusione nucleare è il nostro futuro e non la fissione
L'Italia partecipa attivamente alle ricerche sulla fusione che sono condotte al Joint European Torus (JET) in funzione a Culham, UK. Ricercatori e tecnologi italiani, insieme con i loro colleghi provenienti da paesi europei e da altri continenti, studiano la fusione al fine di ottenere una sicura, pulita, e virtualmente illimitata sorgente d'energia per le future generazioni.

I processi di fusione sono la sorgente d'energia all'interno del sole e delle stelle. Per ottenere energia sulla terra dalle reazioni di fusione, il plasma (un gas completamente ionizzato) deve raggiungere temperature molto elevate. Il JET è uno dei molteplici esperimenti nel mondo dove fisici ed ingegneri tentano di produrre, confinare e caratterizzare il plasma a temperature di centinaia di milioni di gradi.

Il JET è la più grande macchina sperimentale in funzione nel mondo ed è anche l'unica capace di operare con il combustibile che sarà utilizzato nel reattore: il trizio. I 16 MW di potenza generata da reazioni di fusione ottenuti sul JET sono, fino ad ora, il più alto valore mai raggiunto al mondo. Il JET è ideale per compiere prove sui materiali da utilizzare a contatto con il plasma così come per i sistemi di riscaldamento e le diagnostiche in condizioni di lavoro prossime a quelle di un futuro reattore.

Il programma scientifico del JET, e più in generale lo sforzo europeo sulla fusione, è effettuato e coordinato dall'EFDA (European Fusion Development Agreement).
ora l'italia fa parte di ITER.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Nucleare...
MessaggioInviato: gio feb 14, 2008 18:30 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 14:59 pm
Messaggi: 95
everton ha scritto:
Mi domando una cosa:abbiamo votato no al nucleare...


ehm... io ricordo che nel 1987 votai a favore del nucleare.

Prima di farlo andai a visitare la centrale di Caorso e il Centro Ricerche Enea vicino a Roma, cercai un po' di informazioni...

...continuo ad essere convinto che un Umanità sempre più affamata di energia non può farcela senza utilizzare l'energia nuclare.
Il problema è utilizzare una tecnologia sicura e che riduca ai minimi termini i problemi delle scorie.

Saluti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 14, 2008 18:32 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 287
1991 9 novembre, la prima produzione di energia da fusione nucleare
A Culham in Gran Bretagna il reattore sperimentale europeo Jet (Joint european torus) produce per la prima volta energia da fusione nucleare: per 1,8 secondi si ha una produzione di 2 Megawatt. Il processo di fusione nucleare si propone di riprodurre in laboratorio le reazioni che avvengono nel Sole e nelle stelle


ora si arriva a 16Megawatt


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 64 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010