Oggi è lun ago 20, 2018 12:48 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Ma la politica conosce il mondo della scuola ?
MessaggioInviato: gio feb 21, 2008 21:16 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 9
Ci mancava l’esempio edificante di senatori della Repubblica che si insultano, si menano come scaricatori di porto, alla fine brindano come all’osteria, l’esempio del loro eloquio alto, solenne, misurato sia in aula che nelle telefonate private o nelle trasmissioni televisive… Grande modello educativo per ogni generazione di Italiani. Genitori e figli.
Ormai non c'è politica scolastica che regga. Tra pseudoinnovazioni, fughe pseudo-moderniste, rovinose marce indietro, neoideologismi, neocentralismi, ipetrofie burocratiche, non se ne può più. Possibile che a nessuno venga in mente che la scuola ha necessità di tempi lunghi e distesi? Per sperimentare un'innovazione ( che deve arrivare dai soli docenti ) nella scuola c’è bisogno di almeno cinque anni. Il tempo di una legislatura, se non cessa prima traumaticamente ad opera del Mastella di turno, che, anziché spiegare il vero motivo del perché ha provocato la crisi, se ne esce con la lettura di una poesia di Neruda (povero Neruda!!!). Possibile che a nessuno venga in mente che la scuola non è un settore della burocrazia, né del sistema produttivo, ma l'ambiente della formazione principale del paese, dei suoi cittadini? E che ha sue proprie regole di funzionamento e tempi incompatibili con quelli di una legislatura politica? Una riforma scolastica ( e non una riforma dietro l'altra ) si può approvare in una legislatura, ma ne ha poi bisogno di un'altra per verificare se funziona. Se ad ogni cambio di maggioranza cambiano gli indirizzi di fondo della politica scolastica, la scuola è gettata in uno sconcerto schizofrenico che non produce altro che frustrazioni, disorientamento. Gli insegnanti e i dirigenti non sanno più da che parte andare. Perché, ci chiediamo, ogni ministro vuole scrivere il suo nome negli annali della storia dell'istituzione marcando con esso mezze-riforme, o riforme che non cambiano niente altro che le “parole”, il tutto aggravato dal fatto che non si sfiorano nemmeno i veri problemi strutturali della scuola, mentre si continuano a sottrarre ad essa risorse? Approvo pienamente le scelte effettuate dell’attuale ( per poco ancora ) ministro Fioroni. Ma chi arriverà al suo posto vorrà come sempre entrare nella storia dell'istruzione? Ribadisco con ostinazione il mio pensiero: tutti noi insegnanti uniti nel percorso iniziato. Viva i nuovi curricoli. Lavoriamoci sopra. Facciamo sentire la nostra voce dal campo di lavoro. Si. Perché siamo noi che tutte le mattine entriamo nella sala insegnanti e nelle classi. E non abbiamo bisogno dei gettoni di presenza come deputati e senatori, anzi, se per caso abbiamo lavorato troppo l’anno scolastico scorso, il conguaglio fiscale di febbraio e marzo, ci regala delle belle trattenute. Non siamo certamente evasori fiscali. E io pago !!!!!!!!!!!!!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 26, 2008 20:00 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 17
Beh sulla verginità e lealtà fiscale di tanti insegnanti (ma anche di tanti altri pubblici dipendenti) che danno lezioni private al 'nero' avrei qualche dubbio!
Sulla opportunità di rivedere tutta la formazione concordo appieno!
Del resto i risultati dei sistemi finora seguiti lo abbiamo visto con gli errori di ortografia fatti da candidati nei concorsi per la magistratura!
Pensi davvero che sia colpa del sistema e basta?
O avranno un pò di responsabilità anche tutti gli insegnanti che si sono succeduti nella formazione di questi magistrati in pectore a partire dalla Scuola Materna fino ad arrivare ai Master Universitari che sicuramente avranno fatto?
Piove.........governo ladro?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 27, 2008 10:40 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 9
Ho sempre sostenuto e continuerò a sostenere, magari attirandomi le ire di molti colleghi, che parecchie sono le responsabilità di una parte di insegnanti, docenti, professori. Ma la professionalità docente dove la mettiamo? 100.000 statali tutti uguali. Trattati allo stesso modo, con l'unica differenza dell'anzianità. Unica parte della P.A. dove non esiste progressione di carriera, se non la Funzione strumentale, i collaboratori del Dirigente, il Docente Vicario - Vicepreside o come si vuole chiamare. Abbiamo una legge che prevede i Quadri dirigenziali nella P.A., ma nella scuola non è applicata. In tutte le altre sfere della P.A. esiste il Dirigente, il Vice-Dirigente, uno staff dirigenziale. Il tutto con un'adeguamento stipendiale di fatto. Nella scuola no. Grazie al solito 10, 15% di docenti che tirano la carretta nel loro Istituto l'istruzione va avanti. Ci sono bravissimi e preparatissimi docenti, insegnanti, professori, ma allo stesso modo c'è anche chi non merita di far parte del mondo della scuola. Provate a rimproverare un docente: tempo 2 ore arriva immediata la telefonata, se non addirittura di persona, del sindacato.Altro punto: le risorse economiche avanzate dall'eventuale istituzione del " tutor " dove sono finiti..... Dispensate a pioggia fra tutti i docenti. Evviva la meritocrazia. Adesso dirò ancora quello che penso... E me ne assumo sempre la responsabilità, come ho sempre fatto. Ma siamo sicuri che i nostri sindacati, tutti senza alcuna distinzione, facciano bene il loro dovere e tutelino l'istruzione. L'appiattimento ha sempre provocato inerzia, sonnolenza, poca voglia di migliorare. Ancora... Ma l'aggiornamento per tutta la vita, per noi docenti, dov'è??? Fai da te, come sempre, se si vuole qualcosa di serio. E potrei continuare, a lungo... Ma mi fermo.
Buona giornata a tutti


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010