Oggi è sab apr 21, 2018 01:46 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Piccola storia di un giovane Italiano
MessaggioInviato: gio feb 21, 2008 01:06 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 7
Voglio dedicare un pensiero e dun saluto ad u amico molto speciale, un servitore delo Stato(era un polizziotto), ad Antonio di 33 anni, che un orrendo male se lo è portato via domenica, proprio lui che amava tanto la vita. Il destino è stato particolarmente crudele e beffardo con lui. Esattamente 10 anni fa è venuto a mancare suo padre e lui che muoveva i primi passi nella Polizia ha dato una mano a sua madre e ai due fratelli più piccoli, finchè la mamma non ha trovato un lavoro stabile, che ha permesso a tutti di tirare un sospiro di sollievo. Era un ragazzo allegro, solare, piacevolmente ironico incapace di far male ad una mosca, buono. Il 2 febbraio 2007 era tra gli agenti di quella tragica sera di follia a Catania, faceva parte della squadra dell'ispettore Filippo Raciti, tragico presagio, Antonio quella sera se l'è cavata con la frattura di un polso, si sentiva miracolato, ma tre mesi dopo, un destino più tragico lo attendeva al guado, annunciato da una febbriciattola insistente è arrivato un cancro ad un rene con metastasi al polmone, uno di quei cancri che non perdonano e che non fanno sconti soprattutto se aggrediscono il corpo di un giovane di 33 anni. Antonio ha lottato come un leone finchè a potuto, è rimasto aggrappato alla vita con tutte le sue forze, tant'è che il giorno di carnevale ha voluto sfilare seduto sui carri, ha sperato fino alla fine di potercela fare,la cosa strana era che proprio lui dava coraggio agli altri con le sue battutte ed il suo modo di fare, finchè quando ha sentito vrnirsi meno ha chiesto a tutti di andare, facendo restare accanto a se solo la mamma e la fidanzata, un declino improvviso e repentino il suo, come solo questa malattia sa fare,e che se lo è portato via, lasciando nello sconforto più totale la mamma, già così duramente provata, sua sorella, all'ottavo mese di gravidanza, il fratello di 18, che ha già perso il papà ed ora pure lui, i parenti, i suoi numerosi amici, i colleghi poliziotti e noi compaesani, soprattutto chi come me ne aveva condiviso, scuola, giochi e divertimenti. Perchè accidenti? Perchè?
E' solo una piccola storia di un'Italiano, magari fuori contesto per molti, ma ci tenevo a raccontarla, volevo rendere omaggio a questo piccolo grande umile giovane uomo. Forse non è un eroe plateale come quelli che vediamo in tv, ma sicuramente è un eroe quotidiano, uno dei tanti silenziosi e laboriosi, capaci di lasciare con tocco leggero un segno nelle persone che lo hanno incontrato e allo stesso tempo un dolore profondo per la sua perdita.
Ciao Antonio!
Soufiya


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010