Oggi è mar lug 17, 2018 02:13 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Quale PD?
MessaggioInviato: mer lug 16, 2008 17:42 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 1
Carissimi amici,

non so se questo è il Forum giusto. Vi scrivo da Colonia, perché leggendo i giornali, tedeschi e italiani, sto male.

Le cose che fan star più male sono a volte non quelle che stan più lontane, bensì quelle che stan più vicine - e qui parlo del nostro partito.

Ho telefonato la settimana scorsa con mio padre, che vive a Rimini. È un ex-operaio delle ferrovie, ora in pensione. Negli anni sessanta è entrato nel PCI, si è fatto tutte le feste dell'Unità; era in piazza quando hanno rapito Aldo Moro; mi portava a Roma alle marce della pace; credeva in un mondo migliore. L'ho sempre criticato per la sua fiducia ceca nel leader del momento. Difese D'Alema anche ai tempi della Bicamerale con Berlusconi. I leader l'hanno sempre convinto ad ogni cambiamento: dal PCI, al PDS al DS fino al PD. Cosa mi dice ora al telefono? "Sto pensando di consegnare la tessera e lasciare il partito. Ormai non ci sono più punti di riferimento politici. Ormai non ci sono più i valori da nessuna parte. Guarda, che dopo tutti questi anni di lavoro per una politica diversa, è una cosa brutta alla mia età."

L'opposizione ad un sistema di potere radicato il PD la sta lasciando in mano ad un pugno di artisti e ad un ex-giudice come Di Pietro. Si preferisce parlare di alleanze con Pierferdinando Casini. Il pericolo è che non sia Casini ad essersi spostato a sinistra, ma l'intero parlamento italiano ad essersi spostato in blocco a destra - visto che una sinistra non c'è più. Questo ha a che fare anche con una legge elettorale antidemocratica.

Ormai mi fanno pena quei pochi che protestano di Piazza Navona - ed è chiaro che si prenda il peggiore di loro come esempio per deligittimare quel poco di opposizione che c'è.

Come si sta comportando il Partito Democratico rispetto ad un'emergenza Democratica?
Io spero che "democratico" non sia solo un modo di adottare gli americani anche come esempio da seguire: che in questo momento mi sembrano tutt'altro che un 'modello' di democrazia.
Secondo me sono persone come Veltroni, D'Alema e Rutelli a dover ormai decidere e dire da che parte stanno veramente - e non Di Pietro.

È vero che l'economia è ormai l'emergenza prioritaria. Ma la soluzione passa anche per la questione morale e il senso di comunità - visto che lo Stato in Italia viene sempre più utilizzato per gli interessi propri, purtroppo anche da persone nel nostro partito. Il fatto che si dica che Berlusconi non è poi così cattivo, ha secondo me a che fare anche con questa ambivalenza interna al nostro partito.

Saluti
Davide Brocchi


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010