Oggi è gio lug 19, 2018 10:06 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: PD da solo altrimenti è politica da ancien regime
MessaggioInviato: gio feb 07, 2008 21:01 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 1
Il PD deve andare solo senza nessuna alleanza con la sinistra arcobaleno o cosa rossa o come altro si voglia chiamare!!! Qui stanno tutti con il pallottoliere in mano.. vinciamo, ci serve un senatore, dobbiamo arrivare alla percentuale stabilita....non è questo modo di amministrare la cosa pubblica, personalmente ritengo che il PD da solo, abbia delle possibilità, in qualsiasi altro modo sarebe una sconfitta in partenza, ma vi rendete conto chi c'è a destra?
I 4 dell'ave maria 15 anni dopo...non se pò..e vi faccio vedere che anche forza italia avrà un calo alle elezioni, silvio no tira più come una volta e Walter lo sa e ci spera!!!!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 11, 2008 12:28 pm 
illuditi pure, il PD da solo non vincerà mai né ora né tra cinque anni, a meno che non facciate una legge elettorale che ELIMINI drasticamente il 10% e oltre di elettori di sinistra che non vi votano oggi obbligandoli con qualche sistema supermaggioritario a votare per voi perché altrimenti un 10% non servirebbe a nulla (e questo non é bloccare i piccoli partiti, la sinistra arcobaleno sarà un partito grande..)

Ora che Berlusconi sta facendo questa lista unica, che c'è Tabaccic he qualche voto lo prende, che forse perde voti udc, forse forse forse c'è qualche speranza ma solos e andiamo uniti...come pensate di vincere da soli contro l'intero centrodestra?


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Non facciamoci del male
MessaggioInviato: lun feb 11, 2008 19:26 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 10
Leggo i posts di Guido e di Carlo. In Carlo c'è pacatezza, in Guido c'è livore, ma hanno ragione entrambi.

Poi leggo i posts di Spock, sento tutta la sua passione, rifletto sui suoi accorati appelli. E penso che ha ragione pure lui.

Allora dovrei pensare che sono proprio Veltroniano: ma anche...

In realtà c'è una cosa che li accomuna: l'ostinazione nel darsi torto, sempre e comunque. Anche quando hanno delle buone ragioni. Ed ecco perchè normalmente perdiamo.

Intuisco che Spock è protagonista attivo della politica, e non vedo perchè non dovrei credere alla sua buona fede. Però dovrebbe capire che "gli altri", della Sinistra Arcobaleno, non sono sempre come lui. E lascio perdere la "scheggia impazzita". Turigliatto vale quanto Fisichella. Rimane una enorme responsabilità politica in chi lo ha portato in Parlamento, ma certe cose rimangono forse fisiologiche. Ma che il direttore di Liberazione metta in prima pagina il dibattito sul "che senso ha restare in questa coalizione", proprio nel momento di maggiore fragilità del Governo, quella NON E' una scheggia impazzita, quella è una mazzata mortale sul Governo. E di questo c'è una responsabilità politica di un intero partito, di fronte alla quale quella per Turigliatto sbiadisce.

E questo non è che un esempio.

Detto questo, io non smetto di predicare che questa volta Prodi è caduto per colpa del "centro liberaldemocratico", cioè per quella corrente culturale che, per definizione, dovrebbe essere più attenta alla stabilità, agli equilibri politici, alla continuità. E invece quegli infami non hanno esitato a gettare al vento l'opera di rigore economico (tradizionalmente vanto della "destra", almeno di quella seria) fatta dal governo.

Tutte queste liti, però, ci fanno male. Bisogna riconoscere, da un lato, che il PD ha fatto poco per evitare un allontanamento di pezzi di elettorato che potevano e dovevano essere recuperati: ma mi dite cosa ci fanno i Verdi nella Sinistra radical-comunista? Perchè li si è lasciati andare alla deriva? E il PdCI, ce lo dimentichiamo che è nato a causa di una scissione fatta per SALVARE il centrosinistra 10 anni fa? E QUEL centrosinistra, quello di D'Alema e Amato, era davvero tanto più a sinistra del PD di oggi? Ma vogliamo scherzare? E Mussi e Salvi, grandi delfini di D'Alema Primo Ministro, cosa ci fanno "di là"? Che senso ha? Perchè li si è lasciati andare così facilmente?

E dall'altro lato, naturalmente, vale il discorso speculare, anche se qui vorrei di più rivolgermi all'elettorato (o almeno ad una sua parte) che ai vertici. Non voglio fare discorsi antipatici di "voto utile": sono certo che su questo tutti hanno gli elementi per pensare. Ma vorrei che gli elettori Verdi riflettessero sulla grande quantità di esponenti di radice ambientalista (da Ermete Realacci in là) sono nel PD per fare i "cani da guardia" sui temi ambientali (che peraltro, da Al Gore in là, sono ormai VERAMENTE trasversali - a parte le ottusità della destra nostrana). Vorrei che chi si sente di sinistra forte ma non "antagonista" riflettesse sulle esigenze di società complesse come quelle che abbiamo in Europa, e capisse che con un PD al governo non si avrebbe certo quello che un elettore di sinistra vorrebbe vedere, ma di sicuro si potrebbero avere una parte delle garanzie e delle opportunità che si ritengono indispensabili in una società "giusta". E non dico: "sarebbe meglio che col governo Berlusconi", troppo facile. Dico, e ne sono certo, che si avrebbe "qualcosa di sinistra", anche se non troppo. E anche di questo dovremmo saperne essere soddisfatti.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 13, 2008 19:19 pm 
Cosa ci fanno i Verdi? cosa ci fa il PDCI? Cosa ci fa Sinistra Democratica (Mussi, Fava, Napoletano, Salvi, Bandoli, Grandi,...BERLINGUER!!)
Forse se tutti noi siamo nella nuova Sinistra Arcobaleno, ma solo forse, si potrebbe avere l'ardire di ipotizzare che non sia una aggregazione estremista vetero comunista...
La maggior parte dei sostenitori della Sinistra Arcobaleno sono persone che hanno sostenuto il centrosinistra dalla sua nascita e che nel 1998 non hanno assolutamente condiviso la scelta di Bertinotti. Anche Rifondazione stessa ha avviato un processo, non condiviso da tutti di adesione ad una logica "governativa". Negando la possibilità di un'alleanza si rafforzano le fazioni contrarie all'accordo.

Inoltre tendo a chiarire che era legittimo interrogarsi sulla permanenza nella coalizione che ha fatto le scelte che sappiamo, perché le proprie scelte siano consapevoli e forti bisogna avere il coraggio di mettersi in discussione. Le differenze ci sono e sono innegabili. Faccio notare che tutti lo hanno fatto, Veltroni in primis.
Letta, anche prima del 2006 era dispostissimoa scaricare la sinistra "radicale" se l'UDC veniva a sostituirci....


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven feb 15, 2008 19:26 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 10
Spock, insisto: non serve a niente insistere a darci torto.

Io ho detto che il PD ha sbagliato nel non fare un "lavoro politico" più incisivo su certe correnti culturali che "dovrebbero" stare più naturalmente vicino a Veltroni che al pur rispettabilissimo Bertinotti. E infatti tu ora mi dipingi la maggioranza della Sinistra Arcobelano come un gruppo di bravi ragazzi che ha sempre lavorato per la costruzione del centrosinistra (e sottolineo centro). Ed io, come simpatizzante "di sinistra" del PD, mi dispiaccio più di altri della perdita di pezzi della sinistra (non piango affatto per l'allontanamento di Dini, Fisichella e compari, e prego che altri - dalla Binetti in là - approdino ad altri lidi). Me ne dispiace perchè sono convinto che siano persone molto valide che, contribuendo alla costruzione della nuova realtà, avrebbero potuto marcare di più una identità di sinistra del Partito.

Del resto, potete vedere oggi coi vostri occhi che i giochi nel PD non sono affatto definiti, che l'incertezza e la confusione ancora regnano sovrani (ma non diciamolo forte, però...), che lo spazio per giocare il proprio ruolo è enorme. E ancor più mi dispiaccio che non ci siano persone valide e positive, come Salvi, Berlinguer ed altri, che avrebbero potuto dare un contributo davvero prezioso ad un Partito che nasce "di centrosinistra", quel centrosinistra per cui si lavora da più di un decennio, e che dunque, per definizione, ha "bisogno", tanto del centro quanto della sinistra.

E se una parte della sinistra se ne va, io mi dispiaccio molto. E spero che si creino le condizioni per il rientro. Tutto qui.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab feb 16, 2008 19:19 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 14:59 pm
Messaggi: 3947
spock~} ha scritto:
P

NESSUNO dei membri della Sinistra Arcobaleno attuali ha votato contro il governo Prodi, né in questioni di fiducia, né in questioni fondamentali pur senza fiducia.



La Sinistra Arcobaleno ha dato un contributo significativo alla sconfitta di Prodi intanto durante la disastrosa campagna elettorale. Nei mesi successivi ha fatto tutto il possibile per deteriorare l'immagine del suo stesso governo con manifestazioni di piazza, dichiarazioni alla stampa e apparizioni televisive.
La Binetti ha fatto quel che ha fatto, ma il grosso pubblico che non segue attentamente le cronache parlamentari e invece guarda la TV ha visto Marco Rizzo fare il giro di tutte le trasmissioni dove si discuteva di politica per buttare veleno su governo e sindacati a proposito del protocollo sul Welfare e relativa consultazione sindacale.
Ancora l'altra sera la Signora Palermi del PdCI ha dichiarato, sempre in TV, che il governo non è caduto per colpa di Mastella ma perché si voleva imporre una legge elettorale truffaldina. E non si riferiva al porecellum, ma alla proposta di Veltroni.
Più in generale è difficile la convivenza al governo tra una sinistra "antagonista" e la sinistra (centrosinistra, PD) riformista.
Intanto non è una novità, ma la storia del nostro Paese.
Infatti il comportamento della SA in campagna elettorale e durante i 18 mesi di legislatura era dettato più che altro dalla necessità di distinguersi dai "riformisti" e di rassicurare i loro elettori della purezza delle loro intenzioni.
Dimenticavo: i manifesti con scritto "Anche i ricchi piangano" illustra molto bene l'idea della politica che ha certa sinistra e spaventa non i ricchi (ci vuol altro che Diliberto per farli piangere) ma coloro che temono di essere considerati ricchi da Bertinotti e Diliberto; magari perché potrebbero ereditare un appartamento di 80 mq in periferia di Bergamo, per pagare il mutuo del quale hanno fatto sacrifici per tutta la vita.

Tutto ciò alla fine ha deteriorato l'immagine del governo e di Prodi, ha offuscato quanto di buono è stato fatto e ha creato la situazione ideale per le mascalzonate dei noti mascalzoni.

Come dire: uno lo teneva fermo e l'altro lo menava.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 18, 2008 11:05 am 
Deteriorare l'immagine....
Se il governo fa una scelta che noi riteniamo estremamente dannosa per il paese, come la base di vicenza, o come la continuazione della guerra in afghanistan, o come la non cancellazione della legge 30,....(tutti elementi non contenuti nel programma o addirittura in contraddizione con esso)
se il governo fa queste scelte adottando "in toto" la posizione del PD senza fare il minimo compromesso con noi. Allora cosa dobbiamo fare? Stare zitti? Se fossimo d'accordo con certe scelte ci iscriveremmo direttamente al PD (tra parentesi anche nel PD moltissimi sono contrari a queste scelte).
Non abbiamo mai negato la fiducia al governo.
Non abbiamo votato contro il governo nemmeno nelle questioni non di fiducia, anche quando non eravamo d'accordo.
Abbiamo rinunciato a far scendere in piazza i ministri.
Abbiamo rifutato di partecipare a qualunque manifestazione che avesse una piattaforma antigovernativa anche a costo di rotture dolorose con tanti spezzoni dle movimento che hanno fatto tanto per la causa della pace.
Abbiamo espulso immediatamente chi non sosteneva il governo in pieno all'intenro dei nostir partiti (Rossi e Turigliatto)

Cosa potevamo fare di più m? Nessuno me lo ha ancora detto. Dovevamo evitare di scendere in piazza del tutto? Finché noi siamo leali in parlamento potremmo almeno avere la possibilità di tentare di convincere il paese e il resto della coalizione della nostra posizione.
E' allucinante che chiediate questo.
Chi é che fa i ricatti qui?
Qualcuno che dice "dovete fare come vogliamo noi o cade il governo" chi é che lo ha detto? Noi o veltroni?

Bisogna farsi un serio esame di coscienza qui ma sincero e ragionare mettendosi nei panni dell'altro. Io ci ho provato e sono convinto che a rapporti di forza invertiti voi avreste accettato la metà di quanto abbiamo sopportato noi.

Sul fatto che in TV ci fosse una visione negativa e litigiosa del governo sono piuttosto d'accordo. Ma é colpa nostra se le TV sono a un livello di giornalismo squallido e girano le manifestazioni per trovare quell'1 su milel che dice uno slogan contor prodi o che tra tutti i nostri leader intervistano SEMPRE quei due (con pochissimo peso) in particolare Rizzo, che mettevano in discussione la permanenza nel governo.
E' colpa nostra se il governo non si é sbrigato a fare una legge sulle TV che pemrettesse un dibatitto serio?

Sulla necessità di distinguersi secondo me sono stati fatti errori anche gravi, ma dovreste riconoscere che anche nel PD si sono fatte cose analoghe se non che la TV vi ha trattato meglio. Quando uno dei vostri faceva un ricatto era una "presa di posizione coraggiosa" se lo faceva uno dei nostri era un ricatto....
Secondo me regole per la comunicazioen per evitare queste cose dovevano esserci ma PER TUTTI non solo per noi.

Io sono frustrato. Io e tanti altri ci siamo fatti in quattro per far vincere prodi e per sostenerlo dopo le elezioni e adesso il PD passa il suo tempo ad attaccare noi invece che Berlusconi....per il nostro grave peccato di aver voluto sostenere posizioni di sinistra pacifiste, ambientaliste con coerenza pur sostenendo il governo. Siamo stati MOLTO più coerenti con il Programma dlel'UNione del PD, leggetevelo e poi valutate con onestà.
E poi trovo nelle piazze gente che é in totale disaccordo con il PD che li voterà SOLO per PAURA di BERLUSCONI!!!
Vergognoso.
Soprattutto che si pensa che Veltroni vuole cambiare la costituzione assieme alla destra e cosnidera ormai NOI l'anomalia italiana e non una destra che imbarca i peggiori fascisti, piduisti e chi più ne ha più ne metta..
Ha spiegato chiaramente che vuole che finisca la conflittualità e la legittimazione reciproca...
Di Cuffaro, Fini, Mussolini, Fiore, Storace, aLemanno, Calderoli, Borghezio...
Legittimare questa gente che in un qualunque altor apese europeo o perfino negli USA non potrebbero sedere in un consiglio di quartiere senza che la popolazione insorgesse e tutti i partiti si unissero contro di loro....

Sulla legge elettorale: io onestamente dubito che la maggior parte della gente abbia letto e compreso anche una sola delle versioni della bozza bianco o del vassallum...
Queste leggi avevano uno e un solo scopo e non era ridurre la frammentazione era favorire il PD e Forza Italia per promuovere la trasformazioen dell'ITalia in un sistema BIPARTITICO.
Io sostengo il bipolarismo ma il bipartitismo é inaccettabile.
Ci si chiede di cancella re metà del sistema partitico italiano chiudere bottega e iscriverci tutti al PD (solo quelli buoni e addomesticati, gli altri faranno come i verdi usa presentando una lista che non avrà nessuna possibilità di vincere e il PD li accuserà ogni volta di "rubsare voti" e " far vicnere la destra".

Come potevamo accettare questo?

Capisco un tentativo di larghe intese sulal legge elettorale ma nell'opposizione era assolutamente possibile e ragionevole trovare gente disposta a votare una legge che non creasse ARTIFICIALMENTE il bipartitismo in italia. Il problema é che non si é nemmeno provato, in nome di una lotta alla frammentazione che non sarebbe neppure roiuscita perché NULLA avrebbe impedito a DINI di fare quello che ha fatto con il vassallum , o il referendum o la bozza bianco versione 1o versione 2. Mastella avrebbe avuto dei problemi ma sarebbe sopravvissuto senza problemi. GLi unici che avrebbero avuto un danno pesante da questa legge non sarebbero stati i partiti piccoli ma TUTTIN i partiti della sinistra.ANche la sinistra arcobaleno unita avrebbe dei problemi a condurre una camapgna elettorale con uan legge ch eimpone a due liste di findersi o essere avversari...
Veltroni non é riuscito a cambiare la legge e allora ha deciso di correre da solo producendo effetti simili.

Non riuscirà nel suo obiettivo (che a questo punto penso sia annullare noi)...riuscirà soltanto a far vincere Berlusconi. E tutto questo é allucinante...


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 18, 2008 12:46 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 10
Io apprezzo molto l'onestà intellettuale di spock, e condivido diciamo il 90% di quello che dice (e non sono sicuro di raggiungere le stesse percentuali di condivisione di fronte a certe dichiarazioni di certi "democratici").

Insomma, spock, vedi che ci si può capire e che si può fare molta strada insieme, o comunque molto vicini.

Vediamo le differenze.

Con un po' di buona volontà, diciamo che condivido al 100% la prima metà del tuo ultimo post, anche se sulle prime quattro righe bisognerebbe fare un discorso troppo lungo.

Storco un po' il naso quando ti chiedi "che colpa abbiamo noi" se i giornalisti sono perfidi. OK, i giornalisti sono perfidi, ma Marco Rizzo ce lo avete messo voi, e siete voi che date in pasto quello scemo ai giornalisti.
E adesso diciamola tutta: meno male che si è messo Bertinotti presidente della Camera. Nonostante il posto istituzionale, è riuscito a spararne lo stesso parecchie, ma almeno si è evitato di andare regolarmente a fare la ruota dai giornalisti di Mediaset, che giustamente lo coccolano tantissimo, perchè ogni volta che apre bocca fa scappare qualche migliaio di elettori.

Io capisco il tuo senso di frustrazione, ma non esagerarlo. Non è vero che Veltroni vi considera l'anomalia italiana. E' vero d'altra parte che bisogna prendere atto di una cosa: ci sono stati cinque anni di governo del centrodestra, che ha fatto quello che sappiamo, ma la profezia di Montanelli non si è avverata. Se ancora metà (ora anche più) del Paese continua a dare fiducia a quei personaggi, vuol dire che non ci siamo affatto vaccinati. La cosa ci farà pure schifo, ma non la possiamo, anzi, non la dobbiamo negare, e dunque è doveroso sedersi ad un tavolo con questa gente. Se poi ci faremo prendere per i fondelli come ai tempi della bicamerale, senza essere capaci di reagire, beh, ne pagheremo le conseguenze, come del resto è già accaduto.

Legge elettorale: hai ragione quando dici che non ci si capiva una mazza. Io ti aggiungo che il vassallum era una cosa surreale, ma non nel senso che dici tu. Vedere un partito, che si definisce "con vocazione maggioritaria", che se ne esce beatamente con una riforma elettorale "proporzionale", è a dir poco sconcertante. A me andrebbe pure bene un sistema bipartitico (e sono convinto di non essere in minoranza), perchè ne ho le scatole piene di questi "bisogni identitari" che mi sanno di ammuffito, ma non è vero che il vassallum portava al bipartitismo. Anzi, al massimo avrebbe sfrondato poche pulci, niente di più. Ma la pulce ha fatto cadere il governo.

E non è vero che Veltroni punta ad annullare "voi". Piantala col vittimismo. Veltroni punta a sparigliare il gioco, con l'obiettivo di scardinare questa camicia di forza che rende il pazzo sempre più pazzo. E corre il rischio di annullare se stesso. Ma non gioca, come "voi", a difendere le "identità", cerca di far uscire il Paese, con le regole date, dalle asfissie costrittive. E mi ammetterai che qualche risultato lo si comincia a vedere: Casini da solo!!! Ma allora la vocazione al suicidio non è solo di sinistra!

E il Paese, ne sono convinto, ha bisogno di una Sinistra sana e forte, ma moderna, che stia a sinistra del PD. Dunque, non dico che "voi" dovete sciogliervi. Dico di smetterla di stare in difesa a fare catenaccio (e l'avere messo in soffitta falce e martello è già un buon segnale, almeno di forma), a pensare alle vostre identità e basta. Uscite allo scoperto, fate proposte "forti"; ma anche voi, se volete proporvi come forza di governo (e qui c'è una grossa debolezza: molti tra voi non vogliono sentirne parlare), fatelo sapendo che siete in Italia (con le sue realtà e problemi di oggi), Europa (come sopra), Pianeta Terra, nel 2008.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 23 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010