Oggi è mar lug 17, 2018 00:05 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Meglio soli o accompagnati?
MessaggioInviato: lun feb 04, 2008 20:32 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 31
Meglio soli o…accompagnati?
Questo è il problema: se sia più nobile andare alle elezioni senza zavorre o abbandonarsi a nuove contrattazioni con altri soggetti politici? E nel caso: guardare al centro o a sinistra (visto che il pericolo di diventare “strabici” guardando in entrambe le direzioni l’abbiamo già corso per quasi due anni)?
Morire...dormire...niente altro...
Lo confesso: credevo nell’Unione! Credevo nella straordinaria possibilità di fare sintesi: di avere alleate forze di sinistra che non facessero dimenticare ai nostri dirigenti i problemi dei lavoratori (oggi hanno detto:”Un morto ogni sette ore”) ma allo stesso tempo di poter dialogare con il centro che, almeno sui temi economici, non ha manie “suicide alla lunga” come l’estrema sinistra (troppo poco convinta della necessità di aggiustare SUBITO i conti pubblici).
Eppure abbiamo fallito e, peggio ancora, ci siamo fatti una figura miserabile! W l’Unione, direi ancora oggi, ma abbasso gli uomini che l’hanno fatta morire! Non è possibile! Povero Romano! Ogni giorno si levavano voci e distinguo, minacce e veti incrociati! Ma che serietà è questa? Se si sta sulla stessa barca si rema, INSIEME! Questa classe dirigente preferisce coltivare il suo orticello misero di voti a costo di far crollare progetti importanti! Che schifo!
E allora a mali estremi…estremi rimedi: si vada da soli! Non perché sia una cosa lodevole in linea generale, bensì perché con questa classe politica che ci circonda e asfissia sarebbe impossibile tornare a dialogare! Si vada al voto da soli, senza accordi con nessuno: se qualcuno vuole unirsi al PD…faccia quello che è stato chiesto in precedenza. Sciolga il partito e venga dentro noi. Porte aperte! Ma basta dover mediare tra Bertinotti e Mastella, tra Diliberto e Dini, tra Pecoraio Scanio e Fisichella. NON NE POSSO PIU’! :(
W il PARTITO DEMOCRATICO!
…e un BUON TUTTO A TUTTI!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun feb 04, 2008 21:50 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 1
Io aggiungerei... "meglio soli o BEN accompagnati?"

Sono il primo a ritenere giusto di staccarci dalle zavorre, ma se vogliamo essere pratici correre da soli significa consegnare il paese nelle mani della destra.

Perchè invece non cercare a tutti i costi di allearci con personaggi validi?
Un esempio? bè, io nn vedrei male il PD con l'Italia dei Valori: è un partito che secondo me crescerà tanto e che cavalca l'onda dell'antipolitica, se il PD vuole essere davvero quello che dice di essere non lo vedrei male con questo partito, che per di più è sempre stato un pò fuori dagli schemi, uscendo dalla divisione sinistra o centro; uno spirito forse più pratico e concreto che non ci farebbe male..


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 05, 2008 18:22 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 4
Sono andato a dare un'occhiata ai risultati delle Politche del 2006 e mi sono reso conto che se il Pd va da solo è soggetto ad una debacle. Questo è un dato di fatto. Quindi pur essendo d'accordo sul piano politico, questa linea consegnerà il paese nelle mani di Berlusconi. Se si fosse cambiata la legge elettorale allora lo scenario sarebbe diverso ma così è veramente un "suicidio politico". Facciamo un accordo con la Sinistra arcobaleno, mettiamo sul piatto tre punti programmatici nei quali convergere ( uno potrebbe essere l'abbassamento della imposizione fiscale sul lavoro dipendente) e proviamo almeno a ridurre il gap che ci separa dal centrodestra. Certo non è riproponibile un programma di 200 pagine, questo è ovvio. Ma credo che tre punti programmatici seri e lineari sui quali improntare la campagna elettorale sia l'unica strada da percorrere.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 05, 2008 19:44 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 127
Matte87 ha scritto:
Sono andato a dare un'occhiata ai risultati delle Politche del 2006 e mi sono reso conto che se il Pd va da solo è soggetto ad una debacle. Questo è un dato di fatto. Quindi pur essendo d'accordo sul piano politico, questa linea consegnerà il paese nelle mani di Berlusconi. Se si fosse cambiata la legge elettorale allora lo scenario sarebbe diverso ma così è veramente un "suicidio politico". Facciamo un accordo con la Sinistra arcobaleno, mettiamo sul piatto tre punti programmatici nei quali convergere ( uno potrebbe essere l'abbassamento della imposizione fiscale sul lavoro dipendente) e proviamo almeno a ridurre il gap che ci separa dal centrodestra. Certo non è riproponibile un programma di 200 pagine, questo è ovvio. Ma credo che tre punti programmatici seri e lineari sui quali improntare la campagna elettorale sia l'unica strada da percorrere.


Come no??!!... si comincerebbe dalle missioni di pace come quella dell'afganistan che la sinistra arcobaleno non vuole più votare... possiamo continuare con l'imposizione fiscale che la sinistra arcobaleno vorrebbe sempre più alta verso il lavoro autonomo e l'impresa per mantenere e sovvenzionare questo stato sociale sempre più inefficiente. E i "tesoretti" da distribuire senza pensare al debito pubbico, come alla politica dei "no" alle infrastrutture necessarie e ad una politica energetica efficace.

Il prossimo governo ha il dovere di mettere in campo quelle riforme istituzionali, politiche ed economiche di cui il paese ha bisogno, non due tre punti per tirare a campare e non decidere su nulla. Non c'è bisogno di un governo che gestisca e rallenti il declino economico dell'italia, ma un governo forte che invertisca la rotta!!

Caro matteo meglio una vittoria della destra che l'ennesima riedizione di un centro-sinistra incapace di governare.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 05, 2008 21:08 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 4
Credo che se il PD deciderà di correre da solo, alle elezioni assisteremo al trionfo del centro-destra e sarebbe una scelta sbagliata fare una grande coalizione tra PD e FI perchè rinnegheremmo la nostra promessa e cioè quella di un governo dove i lavoratori non vengano sfruttati da una classe borghese sempre più "macellaia" che pensa soltanto ai suoi interessi.Veltroni sta delundendo ancora una votla con le sue dichiarazioni quell'ala che proviene dalla grande tradizione politico-culturale del PCI


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar feb 05, 2008 22:31 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 127
Togliatti ha scritto:
Credo che se il PD deciderà di correre da solo, alle elezioni assisteremo al trionfo del centro-destra e sarebbe una scelta sbagliata fare una grande coalizione tra PD e FI perchè rinnegheremmo la nostra promessa e cioè quella di un governo dove i lavoratori non vengano sfruttati da una classe borghese sempre più "macellaia" che pensa soltanto ai suoi interessi.Veltroni sta delundendo ancora una votla con le sue dichiarazioni quell'ala che proviene dalla grande tradizione politico-culturale del PCI


quell'ala sta già tutta con la sinistra arcobaleno!
e la nostra sinistra moderata non è una forza classista, ma interclassista. La terminologia che usi appartiene ad un'altra cultura ed un'altra storia, come appartiene ad un'altra storia il tuo nick.

E' una cultura e una storia che rispetto, ma non appartiene al PD, anzi è alternativa


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: meglio soli
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 05:07 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 2
la via è quella e si deve proseguire anche con una sconfitta.

ricordiamoci che il prossimo anno ci sarà il referendum che può trasformare una eventuale sconfitta in un successo storico.

se andiamo da soli avremo il bagagliaio più leggero e andremo più forte , sono sicuro che batteremo FI


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: meglio soli
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 11:26 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 1
stefano montuschi ha scritto:
la via è quella e si deve proseguire anche con una sconfitta.

ricordiamoci che il prossimo anno ci sarà il referendum che può trasformare una eventuale sconfitta in un successo storico.

se andiamo da soli avremo il bagagliaio più leggero e andremo più forte , sono sicuro che batteremo FI

Quoto, non sò se batteremo FI, sò soltanto che NON andrò a votare coalizioni forzate, o tutti dentro al PD o solo PD... basta,
Se Veltroni mantiene la parola guadagnerà la stima ed il rispetto degli indecisi, è questa l'unica speranza... smettiamola di "mastellarci".


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: UN PROGRAMMA CON QUALCOSA DI SINISTRA
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 15:36 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 6
Se il PD farà un programma con qualcosa di sinistra, allora alcuni politici potrebbero anche abbandonare i piccoli partiti, e potrebbero iscriversi nelle liste del Partito Democratico. Questo può valere per la Sinistra Arcobaleno, ma anche per Italia dei Valori, Socialisti e Radicali. Ma se ognuno rimane legato ai propri simboli, non per ragioni ideologiche, ma per convenienza personale, allora non rimane che una inevitabile sconfitta. Invece i piccoli partiti possono trasformarsi in semplici movimenti, possono fondare un loro giornale, "Il Giornale dei Movimenti", magari da distribuire gratuitamente come "Free Press". Ma i Movimenti riusciranno a mettersi daccordo? Oppure rimarranno una Babele a difesa di piccoli interessi? Per i Movimenti, Veltroni e Berlusconi sono la stessa cosa, oppure c'è un minimo di differenza per cui vale la pena schierarsi senza fare estenuanti trattative? Queste domande e proposte le dovremo porre nei prossimi giorni ai rappresentanti dei piccoli partiti. Poi saranno gli elettori a decidere con chi vale la pena schierarsi.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: meglio soli
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 15:38 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:08 pm
Messaggi: 2
stefano montuschi ha scritto:
la via è quella e si deve proseguire anche con una sconfitta.

ricordiamoci che il prossimo anno ci sarà il referendum che può trasformare una eventuale sconfitta in un successo storico.

se andiamo da soli avremo il bagagliaio più leggero e andremo più forte , sono sicuro che batteremo FI


Sono d'accordo. Anche se perdiamo ORA, vinceremo DOPO. Stiamo gettando le basi per una nuova sinistra che alla prossima tornata vincerà sicuramente. Dobbiamo crederci ! Se non abbiamo una base buona di persone che ci credono veramente non andiamo da nessuna parte e tanto meno vinciamo...nè ora nè mai. "Yes we can" vale anche per noi....


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 17:03 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:00 pm
Messaggi: 7
ho appena sentito alla radio che il pd si presenterà da solo : bene e sono d'accordo anche con tutte le opinioni appassionate lette in proposito e a favore sul forum: è stato fatto il possibile e adesso bisogna guardare avanti e certo + avanti del 13/4. la novità politica è appunto il pd e questo non sarà un suicidio se la priorità diventa la 'dignità personale' . altri + capricciosi hanno avuto tantissimo (dalla presid.della camera al ministero della giustizia) : se la sbrighino un pò anche loro via dalle sottane della mamma cui aggrapparsi e frignare. forse anche l'assenza del leader carismatico farà bene , peccato per la sotto-cultura dominante e il possibile assenteismo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 17:43 pm 
per carmine palumbo:

ottima idea, semplici moviemnti nelle liste del PD, totalmente dipendenti dalle scelte di Veltroni, così veniamo addomesticati per bene, e ci dividete in modo da prendervi i più "obbedienti" della sinistra da ospitare nelle vostre liste. E' una proposta un po' offensiva per la dignità della sinistra arcobaleno. Perché avete paura di confrontarvi lealmente all'intenro di un'alleanza, anche contando il consenso preso dalla propria lista.
Ma non vi riuscirà questa proposta. Questa volta é chiaro a tutti che la opposizione PREGIUDIZIALE ad un dialogo politico per una alleanza, anche migliorata o fissata su nuove basi, viene da Veltroni e dalla sua corrente maggioritaria del PD.

Per Audere:
non state gettando le basi per una nuova sinistra. State gettando alle ortiche tutta la sinistra. Se andremo separati a queste elezioni, sarà molto difficile ricostruire un'alleanza in futuro dopo i litigi e le discussioni che ci saranno.
Se pensi realizzabile un PD che vinca da solo le elezioni: questo può avvenire solo in un caso, che riusciae ad approvar euna legge antidemocratica che annulli il nsotro 10% e vi eprmetta di governare il paese con il 35-40% dei voti, cosa che, cotnrarisamente a quanto si afferma in questi giorni, non avviene in nessun paese europeo tranne che nel Regno Unito, dve il governo laburista ha vinto la maggioranz aassoluta prendendo il 35% dei voti, avendo contro il 65% degli elettori. A casa mia un partito che si dice DEMOCRATICO dovrebbe sostenere leggi che rispettino la volontà popolare, non soltanto che favoriscano il proprio successo.

Sento già i discorsi che verranno fatti in futuro: non votate la sinistra arcobaleno "sprecate" il vostro voto, "volete che vinca berlusconi".
(tutto questo sempre ritendendo che le elezioni del 2013 siano corrette, senza voto elettronico e frodi e con una minima possibilità di accesso ai media per l'opposizione, elementi sui quali berlusconi non offr ele minime garanzie)

Perché non si può realizzare una alleanza seria di centrosinistra, senza UDEUR, Turigliatto, Dini, Fisichella, De Gregorio ....alleanza tra PD, Sinistra arcobaleno, Partito Socialista e IDV, quattro liste alleate sulla base di un programma condiviso. Miglioriamo l'aspetto comunicativo e realizziamo organismi di coordinamento perché TUTTI si consultino prima di parlare.

Io ho sostenuto da quando mi sono interessato di politica l'alleanza di centrosinistra, beccandomi parole, e insulti, litigando con chi sosteneva che bisognava affossarla, anche nella sinistra radicale, oggi, se il PD si rifiuterà ostinatamente di trattare e ragionare, non avrò rimorsi, solo una grande tristezza...

I fascisti staranno ridendo a crepapelle.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 18:28 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 6371
spock~} ha scritto:
per carmine palumbo:

ottima idea, semplici moviemnti nelle liste del PD, totalmente dipendenti dalle scelte di Veltroni, così veniamo addomesticati per bene, e ci dividete in modo da prendervi i più "obbedienti" della sinistra da ospitare nelle vostre liste. E' una proposta un po' offensiva per la dignità della sinistra arcobaleno. Perché avete paura di confrontarvi lealmente all'intenro di un'alleanza, anche contando il consenso preso dalla propria lista.
Ma non vi riuscirà questa proposta. Questa volta é chiaro a tutti che la opposizione PREGIUDIZIALE ad un dialogo politico per una alleanza, anche migliorata o fissata su nuove basi, viene da Veltroni e dalla sua corrente maggioritaria del PD.

Trovo un po' bizzarro questo tentativo di far passare il PD e Veltroni per "i cattivi" di turno. La realtà è che la sedicente sinistra radicale ha sparato sul governo per tutti questi venti mesi, seppure è vero che alla fine siamo caduti per colpa di mastella, altrettanto chiaro è che l'atteggiamento di chi va a manifestare contro il suo stesso governo non può essere derubricato a incidente di percorso come se nulla fosse. Consideriamo poi anche l'indisponibilità (seppure con l'esclusione della maggioranza di rifondazione) a discutere di una modifica seria delle legge elettorale... per non parlare della chicca costituita dalla assurda ma ampiamente sbandierata contrarietà al patto sociale votato da milioni di lavoratori.
Facciamo 2+2, qui la realtà è che, dopo il bel capolavoro "di lotta e di governo" che hanno fatto, i leader della SA stanno chiedendo di imbarcarsi di nuovo assieme al PD perché così prenderebbero un numero maggiore di parlamentari, per poi poter ricominciare i propri giochini.

Cita:
Perché non si può realizzare una alleanza seria di centrosinistra, senza UDEUR, Turigliatto, Dini, Fisichella, De Gregorio ....alleanza tra PD, Sinistra arcobaleno, Partito Socialista e IDV, quattro liste alleate sulla base di un programma condiviso. Miglioriamo l'aspetto comunicativo e realizziamo organismi di coordinamento perché TUTTI si consultino prima di parlare.

Già, perché non si può realizzare? Sarà mica forse perché il dilberto o il pecoraro di turno non vedono l'ora di andare a dichiarare il proprio dissenso con la decisione del governo di cui fanno parte? Non sarà mica perché ci sono posizioni inconciliabili sulla politica estera?
Sottoscriverei in pieno la proposta di migliorare il coordinamento e le consultazioni, ma questo significherebbe anche applicare una regola di maggioranza, per cui la minoranza può continuare a esprimersi e a fare lotta politica interna al partito ma non può fare come gli pare all'esterno rifiutandosi di votare le missioni in afganistan o quant'altro... questo utopico paesaggio politico coinciderebbe con un unico grande partito democratico che includa tutto il centrosinistra, fino a Rifondazione, nel quale si decide con piena democrazia interna una linea di maggioranza e poi di volta in volta quella si segue, come si fa nel Labour e nei Democrats americani che includono frange altrettanto e più estremiste dei nostri Bertinotti e co. Però i nostri della SA non accetterebbero mai di perdere il proprio potere di ricatto o di rinunciare ogni volta all'opportunità di piantare la propria bandierina per difendere il loro elettorato irrimediabilmente di minoranza. E quindi poi non si lamentino se il Partito Democratico non vuole più consentirgli di coprirsi dietro ai suoi voti per ottenere poi poteri di ricatto sproporzionati sul governo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 19:24 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 127
giuppeb ha scritto:
Mi spieghi qual'è la politica estera del PD? La guerra? Quella fatta in Iraq che ha dato il potere a Saddam, quella fatta in Afganistan che ha dato il potere ai talebani oppure sono le nuove guerre? Ti ricordo e ricordo ai dirigenti di questo partito che la nostra repubblica per costituzione ripudia la guerra. Si parlava di un tavolo di pace annunciato dal ministro degli esteri. Tavolo che a suo dire, ed io condivido, debba anche avere la controparte dei Talebani. Il rischio è quello di creare una nuova pace temporanea altrimenti e di attendere una nuova guerra sullo stesso terreno. Non esiste una missione di pace con i fucili e con le armi da nessuna parte. Avremmo dovuto privilegiare per costituzione la via diplomatica ma siamo finiti a riarmare il nostro esercito. Allora per quanto mi riguarda niente voto al PD se devo votare a destra voto AN, FI o UDC e non un FINTO partito di sinistra. Se il "ma anche" o la totalità di valori condivisi sono la novità è meglio 5 anni di populismo di Berlusconi. Ero ex DS oggi sono solo deluso.


Il PD è un moderno partito di centro-sinistra sul modello del partito laburista inglese, non sul modello vetero-comunista di Bertinotti e Diliberto.

Il PD ha fatto una scelta "atlantica" di alleanze e coerentemente stiamo in afganistan come forza di pace, non di guerra.

Se la politica estera (ed economica) del PD non ti piace è un tuo diritto affermarlo.

E' bello avere più scelte in democrazia e tu cerchi un partito di sinistra estrema che esiste già e ti può rappresentare... votalo! :D :wink:


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 06, 2008 20:04 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 127
giuppeb ha scritto:
[
Questo è il tuo errore e quello del caro Veltroni io sono alla ricerca di un partito. Non ho le stesse posizioni della sinistra comunista (radicale è un termine brutto) del quale ho pieno rispetto. Io sono socialista, pacifista e laico (guarda caso ex DS)...


posizioni difficilmente conciliabili al momento. C'è una differenza di vedute (tra me e te) su che cosa sia il "pacifismo".

Quello che è successo in afganistan è già successo (l'invasione) e non si può tornare indietro facendo finta di nulla e abbandonando la popolazione nelle mani dei talebani... questo non è "pacifismo" a mio parere, tutt'altro!

Spero almeno che in campo economico tu non la pensi come i bertinotti e i diliberto con una visione classista della società: da una parte la classe operaia, dall'altra i padroni...


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 32 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010