Oggi è mar lug 17, 2018 00:07 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 93 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: alle elezioni con chi?
MessaggioInviato: ven gen 25, 2008 13:50 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 4
Credo che dovremmo porci questa domanda...
Veltroni afferma di voler andare da solo; in effetti questa soluzione mi parrebbe la più ovvia visti i contrasti interni dell'unione...meglio soli che mal accompagnati. A mio parere il futuro dell'italia si regge sulla creazione di due grandi partiti... che sappiano governare senza troppe divisioni interne... l'idea di Veltroni è un buon auspicio affinche anche nel centro destra si faccia la medesima cosa...

Sinceramente in qualità di elettore dEl centro sinistra mi sento amaraggiato dopo questa esperienza di governo: TROPPI VETI E RICATTI.

Il popolo del centro sinistra credo capirà la scelta di Veltroni e sono convinto che il PD con questa mossa possa prendere voti sia tra i militanti della sinistra radical che tra gli elettori di centro.

TUTTI GLI ELETTORI SONO STANCHI DI VEDERE COALIZIONI BLOCCATE DA VETI DI 1-2 DEPUTATI O SENATORI.

francamente la trovo una situazione assurda.

ANDARE DA SOLI... SARA' LA NOVITA' CHE POTREBBE NON RENDERE COSI' SCONTATE LE ELEZIONE E POTREBBE METTERE IN DIFFICOLTA GLI AVVERSARI.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Veltroni e il coniglio (nel cappello)
MessaggioInviato: ven gen 25, 2008 14:22 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 1282
Delle due l'una: o Veltroni torna sui suoi passi e dice che visto che la riforma elettorale non è stata fatta, il PD si presenterà di nuovo a capo di una coalizione, oppure Veltroni ribadirà la sua posizione di andare solo alle elezioni, rimanendo coerente con la strategia generale da lui enunciata, andando, quasi certamente alla sconfitta, ma stabilendo un precedente politico (tanto virtuoso, quanto suicida).
Poteva essere più cauto nell'espimere il suo ideale di legge elettorale, pare, almeno ad oggi, che Berlusconi abbia fatto fuori anche lui (dopo D'Alema). Non posso pensare che Veltro sia stato così ingenuo, e allora, ci faccia sapere cosa nesconde nel cilindro...altrimenti si faccia da parte, non è all'altezza.
:evil:


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven gen 25, 2008 14:36 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 4
ho la netta impressione che sia all'altezza, anzi.... è forse troppo all'altezza, anche per alcuni compagni di partito...


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven gen 25, 2008 14:57 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 21
gotti alessandro ha scritto:
ho la netta impressione che sia all'altezza, anzi.... è forse troppo all'altezza, anche per alcuni compagni di partito...


Sono d'accordo con gotti, Walter non è un ingenuo. Aspettiamo a vedere le sue prossime mosse e le indicazioni che presto darà prima di uscire con giudizi così affrettati...


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven gen 25, 2008 15:18 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 147
Cita:
Delle due l'una: o Veltroni torna sui suoi passi e dice che visto che la riforma elettorale non è stata fatta, il PD si presenterà di nuovo a capo di una coalizione, oppure Veltroni ribadirà la sua posizione di andare solo alle elezioni, rimanendo coerente con la strategia generale da lui enunciata, andando, quasi certamente alla sconfitta, ma stabilendo un precedente politico (tanto virtuoso, quanto suicida)


Se torna sui suoi passi non è meglio di Berlusconi, se ha qualcosa in testa può anche tenersela, purché sia davvero qualcosa e se vorrà creare un precedente ben venga. Cos'altro c'è rimasto da perdere ormai ?

Non so voi, però per me Veltroni ha perso quell'aura di "nuovo e bello" con cui avrebbe spinto governo (atuale) e PD. Il governo non c'è più e cosa ne sarà del PD ?

(Posso rimpiangere un po' Prodi ?)


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven gen 25, 2008 15:25 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 6
bisogna capire che la fine del governo prodi e conseguentemente del centrosinistra, almeno fino a come è stato fino ad adesso considerato, decreta la vera nascita del partito democratico. se prodi è affogato non ha portato e non porterò con se il PD, proprio perchè basato su fondamenti diversi di quelli su cui si reggeva l'unione. il PD infatti se deciderà di correre da solo alle elezioni farà capire agli elettori la sua diversità rispetto alla colazione multiforme che fino a ieri ha governato, e per questo raccoglierà più consensi. invece se veltroni continuerà a sentirsi legato al destino di prodi, il PD non decollerà mai.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 26, 2008 13:47 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 1
Da soli, senza alcun dubbio, anche perche' se non fosse cosi' alle prossime elezioni io non andro' a votare.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab gen 26, 2008 14:16 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 1
Neanche io andrei a votare se non ci presentiamo da soli.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 27, 2008 12:11 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 22
DA SOLI !
Senza timore e consapevoli che ce la possiamo giocare.
Andare con il simbolo del PD, senza polemica con la sinistra, ma orgogliosi della propria tradizione riformista, innovatrice e di governo.

Inoltre presentarsi da soli può sparigliare le carte, e mettere in difficoltà Berlusconi: se poi non arriva una vittoria netta poco male, questa è l'occasione per innovare, rischiare e portare forze fresche nella politica italiana.

Se non si approfitta di questa situazione per mettere alla prova il PD, il suo messaggio, la sua forza, e se non si approfitta adesso per cambiare pure un po' della classe dirigente, non so cosa dovremmo aspettare..


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Veltroni ha ragione
MessaggioInviato: dom gen 27, 2008 16:03 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 1282
Devo fare autocritica. Nel mio post precedente dicevo che Veltroni non è all'altezza per ciò che aveva proposto. Ho riflettuto e ho approfondito l'argomento e sono arrivata alla conclusione che Veltroni sta anticipando un'epoca, vale a dire che andare da soli alle elezioni, e soprattutto che il PD si alleerà solo intorno a un programma condiviso, credo che sia una mossa "rivoluzionaria" che anticipa il futuro, sempre che questa mossa sia vincente. Mi sono convinta che, nonostante l'azzardo evidente, anche di scofitta elettorale, sia l'unica via d'uscita di tutta la politica di gettare le basi per un bipolarismo moderno, fuori dai ricatti delle percentuali di partiti che rappresentano solo se stessi e che rendono un governo di coalizione un soggetto di una debolezza pericolosa per tutto il paese. "Andare da soli" allora significherà che un partito come il PD potrà polarizzare molti voti amche al di là del nostro schieramento.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 27, 2008 22:52 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 30
Anch'io oscillo tra due pensieri: che Veltroni abbia la capacita' di osare il rinnovamento e vincere, oppure che sia un ingenuo idealista che sara' travolto (e noi con lui) dalla dura realta'.

Quando fu eletto segretario del PD (l'ho votato anch'io) non sapevo quale fosse la risposta.

Ora devo dire che due osservazioni mi fanno pensare che l'interpretazione corretta sia la seconda: Veltroni ripete che occorre fare politica senza pensare alle poltrone, e nel PD ora tutti i posti sono occupati da chi ha pensato quasi esclusivamente alle poltrone; poi abbiamo perso un governo che negli anni sara' ricordato come eccezionale (il primo ed unico che cominciava a far pagare le tasse e risanare il debito).

E comincio a pensare che la conclusione di queste ingenuita' saranno 12 anni di dittatura al limite del fascismo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: elezioni
MessaggioInviato: dom gen 27, 2008 23:14 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 1
per superare la fase del prodismo (estrema sinistra con forze riformiste di centro sinistra), chi si è rivelata precaria e a volte inefficace, si potrebbe puntare a riunire le forze di centro sinistra (od, italia dei valori, verdi...) con il partito di Casini magari rafforzato di componenti come Pezzotta, Monti. Se si vanno infatti a giudicare le idee politiche (superato il dualismo laico/religioso) di questa area politica, si scopre che è la più omogenea e affidabile che si possa mettere oggi in campo x affrontare berlusconi/lega/an (vedere esperienza iniziata da follini)


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom gen 27, 2008 23:22 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 6306
[color=darkblue]Sinistra: divisa sul dopo-Prodi, unita contro l'Afghanistan

La crisi porta con sé un'accelerazione e costringe le forze politiche a riposizionarsi: lo fanno anche i partiti della sinistra dell'Unione, che da un lato restano divisi sulle prospettive del dopo Prodi, dall'altro danno in Consiglio dei ministri un primo timido segnale unitario, dopo settimane di tensione interna all'ormai congelata Sinistra arcobaleno. Il mancato via libera sulle missioni militari dei quattro ministri di sinistra Bianchi (Pdci), Ferrero (Prc), Mussi (Sd) e Pecoraro (Verdi), prova a riportare sul terreno dei contenuti politici un rapporto piuttosto logorato dal conflitto sulla legge elettorale. «Abbiamo avuto settimane difficili, questo passaggio unitario è positivo», commenta Paolo Ferrero. Giovanni Russo Spena, capogruppo di Rifondazione al Senato, chiede di ridiscutere una per una le diverse missioni militari e azzarda una previsione: «Ritengo che i gruppi parlamentari di Rifondazione comunista e dell'intera Sinistra-Arcobaleno non voteranno a favore del rifinanziamento delle missioni militari all'estero». [/b]


COMMENTO
Anche volendo, quale credibilità potrebbe avere la riproposizione di un'alleanza che si spacca fino all'ultimo su temi non secondari come la politica estera?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: PD e coalizioni
MessaggioInviato: lun gen 28, 2008 12:33 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 1282
Berlusconi riproporrà la vecchia politica coalizzando tutto e tutti. Rappresenterà agli occhi degli elettori coloro che non vogliono cambiare, coloro che, pur di governare, sono disposti a sottoporre il paese a un altro quinquennio di instabilità.
E qui la proposta di Veltroni si fa interessante: basta con le coalizioni coatte, rabberciate con un programma che dice tutto e niente (281 pagine, ce le ricordiamo?)perchè altrimenti la coalizione si sbraga prima ancora di nascere.
Ora, secondo Veltroni, prima si fa il programma, in modo autonomo, e solo chi è d'accordo potrà aderire alla coalizione. Quindi il PD andrà da solo nel senso che proporrà un suo programma agli elettori. Credo che sia una formula che ribalta tutta la vecchia politica e che potrà andare al di là dell'area di influenza attuale del PD.
Alle brutte, come dice D'Alema, si farà opposizione, d'altronde questa è la democrazia.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun gen 28, 2008 13:09 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 30
Veramente il programma non era male: conteneva per esempio la legge sul conflitto di interessi e la Gentiloni ecc. Il problema e' stato che non si poteva realizzare perche' il governo precedente aveva cambiato unilateralmente la legge elettorale per rendere il paese ingovernabile.
Io voterei subito: se tornano al governo avranno modo di gestire le porcherie istituzionali che hanno creato, votando una nuova legge. E se perdono pazienza si riprendera' il discorso dove l'avevamo lasciato.

Perche' mai si dovrebbe fare un accordo con chi non ha mai nemmeno per un momento dimostrato alcun interesse per le istituzioni? L'unico accordo possibile consiste nel devastare il paese ulteriormente, e io non lo farei.
Mi sembra molto piu' responsabile per il paese resistere in ogni modo.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 93 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5 ... 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010