Oggi è sab gen 20, 2018 12:41 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab giu 09, 2007 17:46 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 7
Per modificare l'attuale crisi occorre soprattutto rendersi conto che il decentramento amministrativo ha creato boss piccoli e grandi che spadroneggiano l'Italia, negando diritti valori e libertà. Intendo l'elezione diretta dei sindaci dei presidenti di province e regioni. Non facciamo finta di non renderci conto che c'è una parte consistente della nazione che vive nella dittatura del decentramento, con boss locali senza partiti che si spostano a seconda delle circostanze a destra al centro e anche a sinistra, che alterano i risultati delle elezioni democratiche, che distruggono la fiducia del popolo nelle istituzioni, e che amministrano accentrando tutti i poteri su di sè, magari alle scadenze di legge candidando figli parenti e portaborse. E' questa la classe politica disastrosa, quella non di prima fila ma quella di seconda e terza fila, che distrugge anche tutte le risorse economiche attraverso trucchi, imbrogli legali, e proliferazione di poltrone (Comuni, Unioni di Comuni, Comunità Montane, Province, Enti, Regioni, Associazioni di Comuni, di Enti, di Oasi varie), vendendo abusivismo edilizio e ricattando poi i cittadini. Purtroppo in questa direzione abbiamo chiuso gli occhi e la classe politica nazionale (cioè il Parlamento) si trova ostaggio da una parte delle multinazionali (ostaggio economico), dall'altra di questi piccoli mussolini del territorio (ostaggio elettorale), veri distruttori di risorse economiche e di fiducia nelle istituzioni. Occorre riaccentrare i poteri in apparati che lo Stato possa controllare e sottrarli alle mafie e mafiette locali e territoriali. Abbiamo chiuso gli occhi su questo fenomeno e ci siamo concentrati soltanto sulle percentuali, io ho il 18 per cento, tu il 12, l'altro il 21 per cento, dimenticandoci che i singoli lavoratori hanno come controparte non il Parlamento ma i boss locali sia dell'imprenditoria che delle piccole mafie amministrative! Sveglia! Le macroanalisi non servono a niente, quello che conta è la vita di tutti i giorni delle famiglie italiane, ma non soltanto di Roma e Milano, ma del restante 80 per cento del territorio. Basta con questa fumosità da politici-intellettuali mediocri. O ci si sveglia, oppure arriverà un ducetto che coordinerà tutte queste bande localistiche e distruggerà la democrazia vera, senza intaccare quella formale: è inutile andare a votare se manca la libertà di voto, come in certe zone della Sicilia, o se manca la libertà di informazione vera!! Qui nessuno sembra accorgersi che le campagne elettorali sono fatte a suon di cifre colossali, che la classe politica non ha ricambio, perchè i giovani validi non hanno soldi per finanziarsi le campagne elettorali neanche per fare il consigliere comunale di un comune piccolo, che tutte le amministrazioni locali si sono organizzate per sperperare denaro, distruggere il territorio e non conservare il patrimonio artistico storico e culturale che non interessa a nessuno anche se poi esso patrimonio è l'unica e la vera risorsa dell'Italia. Continuando così dove crediamo di andare!! Al fallimento morale culturale ed economico.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010