Oggi è lun mag 28, 2018 11:59 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 26, 2006 00:44 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 102
Carissimi speranzosi,<BR><BR>Per me il  momento è confuso perchè non vedo da parte dei nostri politici determinazione e decisionismo su questioni importanti.<BR><BR>Il Professore è stato accolto freddamente dagli industriali, mentre Bersani a fatto da spalla all'ex ministro letta che ha entusiasmato la platea.<BR><BR>L'atteggiamento poco dignitiso di Bersani mi ha deluso non poco. La sensazione che ho io è che si voglia preservare, conservare privilegi e poteri forti. Ora di fronte alle difficoltà in cui si trova il paese, di fronte soprattutta ad una classe dirigente fatta da industriali, politici, dirigenti d'azienda, dirigenti pubblico magari assunti con lo spoil system, commercianti che hanno lucrato sui mancati controlli dei prezzi e che hanno approffittato del del nuovo euro, e di fronte a tutti quelli che hanno visto migliorare le loro condizioni considerevolmente, questa gente dicevo che già ha avuto tanto sulle spalle di una parte del paese che si è proletariezzata non si può calare le brache<BR><BR>Non si può tenere i piedi su due scarpe, il centro-sinistara faccia il centro-sinistra non si faccia sedurre dai codici berlusconiani e Prodi faccia il Professore tutto d'un pezzo non il mezzo cavaliere.<BR><BR>Il Paese, la società vista come una fila di uomini in fila che cammina ha visto spezzarsi questa fila. La retroguardia è andata indietro, l'avanguardia è andata avanti acellerando il passo. Il nostro centro-sinistra non può permettersi di fare quello che in Francia ha fatto la destro ed è stato contestato nelle piazze. Questo centro non ha il compito di tenere buoni il popolino, cosa che non riusciva a fare il caimano, per fare le stesse cose che faceva il caimano.<BR><BR>Il Professsore deve distinguersi, il lavoro precario va eliminato, il mercato immobiliare va calmierato e controllato, il lavoro deve essere per tutti. La P.A. deve controllare, la giustizia deve funzionare, la P.A. deve diventare trasparente, il numero di persone che vivono di politica deve diminuire, il sistema radiotelevisivo deve cambiare, i nostri soldati devono tornare a casa, si facciano scelte corraggiose e si cheda a Mastella cosa vuol fare dagrande una volta per tutte lui con il suo 0,5% dei voti.<BR><BR>E' finito il tempo dei compromessi all'italiana, del conservatorismo travestito da riformismo, qui c'è un Paese sottosopra da raddrizzare che abbisogna di scelte corraggiose.<BR><BR>Quelli che dal cavaliere, che in questi anni son diventati più ricchi non possono porre i loro neoprivilegi come prioritari all'azione di Governo. Crepi sto calcio, crepino le aziende che vivono di pubblica amministrazione e che il libero mercato manco sanno cos'è, crepino le false spa che vivono di monopoli se non riescono a competere nel mercato, vadano a casa i dirigenti corrotti ed incapaci, vengano liquidate le lobbies, la mafia, i partoborse, i leccaculi, i privilegiati rampanti travestiti da imprenditori di successo, vadano a casa i parassiti!!!!.<BR><BR>Saluti<BR>Stefano 


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 26, 2006 08:56 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 305
Stefanodeboni  hai descritto un mondo perfertto!!<BR><BR>A me basterebbe solo molto + giustizia sociale ... quella che dovrebbe esssere la base in uno stato civile.<BR><BR>Chi ruba..chi froda...chi se ne approfitta delle spalle del popolo deve avere punizioni ESEMPLARI!!<BR><BR>Bisogna cambiare al mentalità italiana.......e aihmè se nn ci pensano i nostri politici ( in quanto lobby perchè entrambi gli schieramenti fanno prima gli interessi politici) dovrebbe farlo il popolo che abbia le "palle" sotto ( vedi francia)!!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 26, 2006 08:56 am 
Sottoscrivo,<BR>aggiungerei un intervento forte sul recupero dell'evasione, recupero di efficienza nella giustizia, interventi forti su istruzione e ricerca.<BR>Saluti


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 26, 2006 16:46 pm 
hai dimenticato: la pace nel mondo,i bambini in africa che muoiono di fame. non hai ancora capito che  prodi e compagni vi stanno facendo bere da decenni ideologie che hanno il solo scopo di arricchire le loro tasche. affermare che prodi o fassino siano comunisti con tutti i miliardi che hanno è come affermare che il papa vive secondo gli schemi di povertà e semplicità dettati da Gesù. non credono nei diritti delle persone come ci credete voi,anzi in quello ci credo anch'io...Le mie saranno anche affermazioni sempliciotte come le ha definite qualcuno in questo forum,ma è così.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 26, 2006 16:56 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 3336
Semplicionerie e qualunquismo allo stato puro....<BR><BR>....comunque, mi sorprenderebbe non poco se gli imprenditori fossero dalla parte del Cs....almeno quello italiano dove la maggioranza di questo schieramento è piu' di sinistra che di centro.<BR><BR>Strano Paese l'Italia....va al governo una schiacciante maggioranza di centrodestra (scorsa legislatura) e non fa una politica economica di centrodestra (riforme strutturali indirizzate al libero mercato, drastico taglio alle spese non produttive, etc). Anzi, cresce il disavanzo dello Stato e si annulla l'utile primario.<BR>Poi arriva un governo di centrosinistra ed è costretto a fare (anche senza le pressioni della Confindustria) una politica economica quasi di destra. E' già sucesso nel '96 e si ripete oggi.<BR>Strano Paese l'Italia...<BR><BR>Resta il fatto che il Cs in Italia, stante il bipolarismo, non puo' prescindere dalla sinistra radicale : è una realta' consolidata, forte e decisiva.<BR><BR>Vediamo Prodi cosa riesce a fare....se non ci riesce, Berlusconi è nuovamente dietro l'angolo....<BR>Se accadrà, sarà responsabilità non della sinistra radicale ma della informe massa di qualunquisti che anzichè premiare un centrodestra tradizionale (Udc e An) preferisce affidarsi al populismo berlusconiano e leghista.<BR><BR>Vittorio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 26, 2006 20:56 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:07 pm
Messaggi: 3336
:::::


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mag 26, 2006 22:57 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 102
Io non sono comunista né lo sono mai stato, e non perchè penso ci sia qualcosa di poco dignitiso ad esserlo, quando con  comunisti si può dialogare e fare qualcosa insieme ben vengano.<BR><BR>So di avere scritto qualcosa di duro, esagerando sapendo di farlo, ma penso questo sia anche il ruolo della base!!!<BR><BR>Del resto le provocazioni servono a spronare, pungolare quando serve e salare una minestra che rischia di essere riscldata ed insipida. Sono convinto che il Professore ci sorprenderà.<BR><BR>Abbiamo comunque dei vizi da cui affrancarci, primo fra tutti quello dell'omogalazione all'avversario in nome della pacificazione e dell'istituzionalità. Non credo sia la strada giusta!!!<BR><BR>Dobbiamo ritagliare una nostra identità alternativa, fatta di proposte forti e di coraggio soprattutto perchè il momento lo impone.<BR><BR>Ci sfugge il senso della realtà in una situazione che ha sfondato il significato di destra e sinistra storica. I padri del liberalismo (Eimaudi, Russell, Bertrand) a rileggerli oggi sorebbero tacciati per comunisti?!<BR><BR>L'uso stesso della parola comuinsta è abusato e quasi ha assunto un significato diverso così come accade in molto fenomeni filologici.<BR><BR>Oggi la sinistra che noi dobbiamo proporre è quella della leatà tra classe dirigente e paese, tra extracomunitari e italiani, tra Chiesa e Stato, tra P.A. e cittadini. E c'è bisogno di regole, chiare semplici precise.<BR><BR>Uno dei principi del liberalismo è proprio la redistribuzione delle richezze come fattore economico (perchè la macchina economica funzioni senza incepparsi) prima ancora che umani. Guarda caso umanesimo ed economia basano il buon funzionamento della società nella deproletarizzazione, nel diminuire del divario sociale, nelle pari opportunità, nel merito, nel meglio dell'individuo colto dalla collettività non per il privilegio del singolo ma anche per il bene della società.<BR><BR>Quando costruisco un qualcosa la cosa più bella è vedrla usata da altri, vedere che gli altri stabiliscono un rapporto con la mia opera, manifattura, arnsese o strumento. Qui io produco richezza e non solo monetaria.<BR><BR>L'antropologia del berlusconismo ha sconvolto, direi annullato, questo principio genuino. Ha fatto credere che per creare richezza basta spostarla, che costruire palazzi, opere, cemento e sviluppo, che la collettività è una somma e non un insieme.<BR><BR>Su questi punti dobbiamo distinguerci. E' vero abbiamo anche la sinistra radicale, ma io non la giudico per l'origine ideologica di questa ma per ciò che fà. La sinistra più radicale è quella che de facto ha difeso lo stato delle regole, si è opposta allo spoil system, ha difeso la legalità, ha dato dignità ai lavoratori e spesso ha riorganizzato i vuoti industriali, i buchi lasciati dalla delocalizzazione. In certi frangenti Einaudi avrebbe baciato in fronte Bertinotti!!!<BR><BR>un saluto<BR>Stefano


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 27, 2006 09:59 am 
Amministratore

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 3976
verabon sentir dire che D'Alema e Prodi si arricchiscono alle nostre spalle da chi foraggia il s. b e i suoi famigli è quantomeno esilarante.<BR><BR>Nello specifico meglio sognare di poter contribuire a sfamare i bambini del mondo che accumulare danaro intorno al proprio ombelico.<BR><BR>sylvia


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 27, 2006 14:50 pm 
Ehiiiiiiii!!!!! Verabonnnnnn, mica c'è più il caimano al governo! Non scambiare Prodi col tuo amato padrone.<BR>Lui ha i miliardi, Prodi qualche liretta.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 27, 2006 23:55 pm 
>I padri del liberalismo (Eimaudi, Russell, Bertrand<BR><BR>Stè, il liberalismo arriva da molto più lontano. E non è solo una teoria economica, come cercano di spacciarlo ora.<BR><BR>Poi, Einaudi, ok, ma Russel, Bertrand?<BR>Non è che parli di Lord (eh si...) Bertrand Russel, inglese anarchico e pacifista, e ciononostante fedele a Sua Graziosa Maestà e assiduo<BR> frequentatore delle galere della stessa?<BR>Lui era "libertario", non "liberale"<BR><BR>Scusa la tiratina libresca, ma sto mettendo alla prova la mia memoria,<BR>Non vorrei che le sinapsi cominciassero a perder colpi<BR> :)<BR>                Ciao<BR>                             Giorgio


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 28, 2006 09:52 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 31
Quando costruisco un qualcosa la cosa più bella è vedrla usata da altri, vedere che gli altri stabiliscono un rapporto con la mia opera, manifattura, arnsese o strumento. Qui io produco richezza e non solo monetaria.<BR><BR>La tua frase è giusta, se ciò che costruisci funziona ed è utile a tutti, ben venga. Io comunque una piccola critica negativa sullo strumento del nuovo mercato del lavoro vorrei farla. Precarietà, è stato lo strumento che sia il csx che il cdx, hanno utilizzato per tracciare il cammino verso il nuovo mercato del lavoro. Questo ha portato gravi disagi a chi è dovuto stare in questa situazione per più di dieci anni. Spesso ti etichettano come un caso umano: ma quanti casi umani abbiamo in tutta europa? I Francesi ci hanno dato una dimostrazione. Ora, aspettiamo con ansia i primi provvedimenti del nostro presidente, vediamo se avrà il coraggio di mettere da parte lo strumento che non ha funzionato, vediamo se le persone che sono state usate per provare questo strumento verranno tenute in considerazione, oppure se ci si arroccherà con l'idea che questo strumento funziona lo stesso.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 29, 2006 13:24 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 102
Se permetti aggiungerei che la precarietà non "fabbrica" qualità e quindi non costruisce bene!!!<BR><BR>Saluti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 29, 2006 14:01 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 102
Considero Russel liberale poichè, Einaudi, checchè ne disse Croce, dimostrò che liberalismo (politico) e liberismo (economico) non si possono disgiungere.<BR><BR>Il fatto che russel venga considerato anarchico (al di là del suo vissuto personale così come sono stato più attento alla politica estera di Clinton più che alle sue abitudini intime) oppure comunista perchè osservò comunque il comunismo con occhio curioso e non partigiano è storicamente disonesto:"la felicità del singolo non può essere mai completa finchè accanto avrà qualcuno che soffre". Qualcosa di molto vicino a quello che vedeva Einaudi nell'avvicinare le classi sociali attraverso la redistribuzione delle richezze, anche attraverso le tasse di successione (su patrimoni ampi).<BR><BR>Un concetto che riassume in sè la necessità della giustizia sociale, non solo da un punto di vista morale ma anche economico. La visione economica quindi della felicità che deve essere diffusa che non trova compiutezza nell'affermazione:"quando faccio bene per me faccio bene anche per gli altri" (con ogni mezzo ed ad ogni costo come sostiene il caimano)<BR><BR>Io poi faccio l'analista programmatore, questi aspetti li investigo per quanto riesco, se a volte scrivo inesattezze, pazienza, il concetto che volevo far passare è semplicemente questo:<BR><BR>Il muro di Berlino è caduto da un pezzo, il comunismo (socialismo reale) non rappresenta più una minaccia, questo si è avoluto, si è in qualche maniera autocorretto, porta le sue istanze in un ambito di volontà di soluzioni dei problemi, è collaborativo e democratico. (punto)<BR><BR>Per contro il delirio forzista di chiamare comunisti tutti gli incomodi, noi compresi, allarga a dismisura il significato del termine facendolo diventare, contrariamente alle sue intenzioni, forse anche più "interessante" e meno spregiativo, così come "decandista" fu un movimento non di disfattisti, ma che analiticamente denunciò la crisi illuminista.<BR><BR>un saluto<BR>Stefano


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 29, 2006 14:18 pm 
Caro Stefano, come analista programmatore, direi che analizzi bene anche il non digitale..:)<BR><BR>Ma Russel, scusami, non "era considerato anarchico", bensì "si considerava anarchico", anzi, talmente anarchico da dire di se stesso di essere talmente anarchico da non riconoscersi nemmemno nell'anarchismo.<BR>E più che liberista e liberale, insisto, era un libertario, e il suo libertarismo si rifletteva anche sulle sue considerazioni riguardo l'economia.<BR>E persino nel non accettare pedissequanente il concetto corrente di "matematica".<BR> E sull'etichetta di "comunista", in tempi di caccia alle streghe era comunista chi non era sdraiato davanti al sistema dominante.<BR>Ma guarda un pò, la stessa tecnica di Berlusconi...<BR><BR>In quanto a inesattezze, tranquillo: io ci vado a naso con letture autogestite di una vita. Pensa, se tu fai il programmatore, io ho un diploma dell'istituto nautico...<BR><BR>Certo che, dire che qui a sinistra siamo "inquadrati" e che "portiamo i cervelli all'ammasso".......<BR><BR>Poi. "decandista"...ma te li vai a cercare con la bacchetta da rabdomante?!  :)<BR><BR>                  Ciao<BR>                                Giorgio


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mag 30, 2006 00:17 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 102
Sinceramente sono confuso,<BR><BR>riprenderò in mano qualche lettura, probabilmente hai ragione, davvero faccio fatica andare oltre, anche le mie sinapsi hanno qualche problema di accedibilità all'informazione remota!!!<BR><BR>Sul fatto poi che fosse devoto alla regina, bhe, era inglese, trovami un laburista, anche dei più radicali che non lo sia!!!<BR><BR>Ciao<BR>Stefano


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010