Oggi è dom lug 22, 2018 01:20 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 09:34 am 
perchè sulla home page di oggi non c'è la notiziona che sta facendo accapponare la pelle a tutti o quasi?! dico quasi xchè a tanti non frega nulla il ritorno dell'imposta sulle successione e la tassazione delle rendite finanaziarie, pensando che tocchi solo i +ricchi...ma non è così...se ci sono operai è xchè ci sono  imprenditori che hanno investito beni e denaro x dare lavoro...e guadagnare non è un reato,certo forse genera un po' d'invidia ha chi non ha avuto le palle x farlo! <BR>credetemi:se stiamo male noi starete presto male anche voi.<BR>pensate al vs presidente del consiglio che ha pensato bene, prima di salire al governo,di fare una bella donazione ai suoi figli...ma come cavolo fate a fidarvi di uno così? e non rispondetemi vigliaccamente attaccando l'ex presidente per favore xchè non è questo il punto.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 10:02 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:00 pm
Messaggi: 665
quale sarebbe il pto?<BR>perchè a parte la tua chiara posizione ideologica forzaitaliota  il resto non è chiaro.<BR>anche perchè gli ultimi cinque anni senza tassa di successione non sono stati anni di tumultuosa crescita.anzi.<BR><BR>ma poi, perchè non dovrebbe esserci una tassa di sucessione? in una visone meritocratica della società chi eredità, senza merito,una posizione di vantaggio rispetto ad altri è giusto restituisca una parte di quella ricchezza alla società.<BR><BR>le rendite finanziare sono già tassate. quello che si vuole è armonizzare la tassazione tra rendita finanziaria e depositi bancari. il tutto con un aliquota più vicina alla media europea.cosa c'è di sbagliato in questo?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 10:06 am 
A me non fa accpponare la pelle per nulla. L'unica cosa che mi infastidisce è che i viceministri e sottosegretari, in particolare quelli con deleghe economiche dovrebbero parlare poco e solo a cose fatte. La politica degli annunci non incanta più nessuno ma produce danni sui mercati finanziari.<BR><BR>Per il resto la tassa di successione è una tassa ideologica.Dal punto di vista delle finanze pubbliche non sposta praticamente nulla, perchè il gettito anche nei paesi dove l'aliquota è rilevante come negli USA dove può arrivare al 45% il gettito è modesto.<BR><BR>L'armonizzazione della tassazione sulle rendite produce  gettito, ma ha il difetto di essere un gettito incostante e imprevedibile. Le aliquote dei vari paesi europei sono mediamente più pesanti che in Italia. L'importante è l'utilizzo che se ne fa. Se questo è destinato ad incrementare la competitività del sistema produttivo, l'aumento dell'aliquota viene compensato da una maggiore crescita del paese e quindi da un aumento dei redditi sia da lavoro che da capitale.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 10:45 am 
visto che la tassa sulle successione è "una tassa ideologica"ascolta la mia idea x favore: tuo padre ha lavorato una vita,ha pagato un mucchio di tasse, ad un certo punto lascia questo mondo e quello che si era messo da parte,poco o tanto che sia,rimane a te;ma non interamente,bensì deve essere decurtato ancora della tassa di successione...mi spieghi quale merito devi avere x entrare in possesso di ciò che era già della tua famiglia???


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 10:51 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:00 pm
Messaggi: 665
il merito di avere  prodotto quella ricchezza.visto che  il fare parte di una famiglia "ricca" o "povera" non è un merito ma una questione di fortuna. e quella fortuna va in parte risarcita.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 10:52 am 
Amministratore

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 3976
Verabon ma sei rimasto alla donazione di Prodi ai figli?<BR><BR>Veh che neppure i tuoi amici hanno insistito su quella vicenda dopo la spiegazione SOLARE che ne hanno dato i coniugi Prodi la vigilia delle elezioni.<BR><BR>I figli si sono sposati e hanno donato loro una somma per aiutarli ad acquistare la propria casa con un mutuo. Con regolare atto notarile. Fine della storia truculenta e "scandalosa".<BR><BR>Ma guardate in casa vostra per piacere<BR><BR>sylvia (mod)


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 11:05 am 
essere ricchi o poveri non è una fortuna.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 11:19 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:00 pm
Messaggi: 1696
ciao,<BR>si e no.<BR>nel senso che noi si sta a discutere di ciò che dice visco su tassa di successione e tassazione delle rendite. ma sono cose abbastanza poco stupefacenti dato che son mesi che se ne parla e direi che sia ora di farle le cose oltrechè discuterne.<BR>io sono molto ma molto più preoccpuato dalle esternazioni di S&P's, o del FMI o dell'OECD che a giorni alterni ci ricordano che i conti pubblici sono disastrosi. <BR>e non si preoccpuano certo di "metter ansia ai mercati". E trovo vergognose alcune affermazioni che ho colto quà e là sugli organi di informazioni circa il fatto che a parlar di tasse la gente di spaventa. Visco secondo me è stato fin troppo tenero. E bene hanno fatto i nostri rappresentanti all'assemblea travigiana di confindustria a bacchettare in maniera molto dura lorsignori, mettendo il mondo dell'imprenditoria di fronte alle SUE responsabilità senza indugiare nei soliti piagnistei immutati da 40 anni a qs. parte.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 11:22 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:00 pm
Messaggi: 665
il nascere in una famiglia "ricca" o "povera" è una questione di fortuna. oppure tu sei in grado di decidere in che tipo di famiglia vuoi nascere?<BR><BR>c'è chi la sua ricchezza la produce direttamente e chi la eredita da altri.<BR>perchè mai il secondo non dovrebbe pagare per questa fortuna una tassa?<BR>in fondo non ha nessun merito personale per riceverla.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 11:30 am 
ho solo fatto una domanda x capire come le vedete voi le cose, qual è il vostro modo di ragionare. ho letto quello che stentavo a credere...qui non si tratta di dx o sx, ma di modo di vivere la vita... avere ambizioni e spaccarsi la schiena x farsi una posizione NON è questione di fortuna ma di VOLONTA'...e quando poi ti vedi rubare quello x cui hai faticato è demotivante, soprattutto perchè quei soldi non vanno a finire dove dovrebbero, lo sappiamo tutti


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 11:37 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:00 pm
Messaggi: 665
rubare da chi?<BR>in una tassa di successione, con il tuo esempio, è il padre che si spacca la schiena non il figlio.<BR>il padre ha volontà (ha creato ricchezza).<BR>il figlio ha fortuna ( ha ereditato ricchezza).<BR>Sono due condizioni molto diverse.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 11:43 am 
Amministratore

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 3976
Se ci troviamo qui a discutere se sia giusto o meno tassare la successione del patrimonio per causa di morte lo dobbiamo al Sig. b che il giorno dopo aver prestato giuramento quale PdC ha abolito la tassa suddetta a proprio vantaggio.<BR><BR>Rammento che la ragione per cui lo Stato tassa è basata sul "passaggio di ricchezza" così è per l'iva così è sui redditi così sull'acquisto di immobili.<BR><BR>Ad ogni "passaggio di ricchezza" per qualunque motivo questa avvenga, lo Stato illo tempore stabilì di incassare una percentuale di tale "ricchezza".<BR><BR>Con tali somme lo Stato finanzia i servizi che deve erogare alla collettività.<BR><BR>Ora verabon se tu ritieni che lo Stato non abbia diritto, in senso assoluto, di prelevare una quota di ricchezza per erogare tali servizi a tutta la collettività hai delle ragioni dal tuo punto di vista. Allora è giusto non tassare più nulla. Ognuno si tiene le sue ricchezze e si paga i servizi di cui abbisogna.<BR><BR>I poveri possono pure morire di fame o mancanza di cure si arrangino datosì che non hanno avuto la buona crianza di diventare ricchi crepino.<BR><BR>Anche tu dovrai asfaltarti un pezzo di strada a tue spese e pagare ogni volta che transiti su un pezzo che ho asfaltato io.<BR><BR>Davanti a casa tua l'accendi tu il lampione e mi paghi per l'uso che fai della luce erogata dal mio.<BR><BR>Ti compri il banco di scuola di tuo figlio e paghi la tua ora di lezione di italiano che l'insegnante darà. Pagherai il bidello per il tratto di aula che pulisce dove è transitato tuo figlio e per pulire il cestino dalla carta della merendina che gli hai dato.<BR><BR>Pagherai il medico, il segretario comunale, il pediatra e l'infermiere il portantino e il carabiniere, il pompiere e il magistrato.<BR><BR>Ora tu sei ricco e problemi non ne hai. Potrai anche pagare chi terrà a distanza dalla tua casa dalla tua coscienza e dai tuoi occhi i tantissimi che invece problemi ne avranno perchè hanno avuto "la volontà" di non nascere ricchi.<BR><BR>sylvia


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 11:51 am 
Tempo fa alcuni economisti si chiesero "se Bill Gates fosse nato in Uganda sarebbe diventato Bill Gates?"<BR><BR>Senza le Università americane, senza il sistema finanziario americano, fuori da un  sistema sociale ed economico di un certo tipo Microsoft non sarebbe mai nata e Gates non sarebbe mai diventato l'uomo più ricco del mondo.<BR>La maggior parte delle grandi famiglie americane è cosciente di questo aspetto ed è per questo ad esempio che finanziano volontariamente le università, i centri di ricerca e non sono così contrarie alla tassa di successione.<BR>Nel momento in cui questa viene pagata si da' la propria partecipazione allo sviluppo sistema nel suo complesso e si riconosce che una parte del merito è nostro per aver fatto successo ed una parte ancorchè piccola è del sistema socio economico in cui viviamo.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 11:59 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 25475
Verabon,<BR><BR>hai capito?<BR><BR>Mi auguro di si.<BR><BR>In ogni caso al di sotto di una cifra, oltre la quale si può parlare di ricchezza reale, la tassa non va ripristinata!<BR><BR>ciaoooooooo


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 24, 2006 12:00 pm 
per conoscenza:non sono un uomoma una donna, Vera appunto. e chi ha detto che sono ricca? sto solo lavorando da una decina d'anni 10 ore al giorno x 6 giorni alla settimana (non mi sto lamentando,mi piace anche se ho famiglia e non è facile) x mandare avanti quello che mio padre ha creato. sicuramente non ho scelto in quale famiglia nascere,ma ho scelto cosa fare x non sprecare quello che mi hanno lasciato. credo comunque sia giusto pagare le tasse,ma sono troppe e l'economia ristagna. basta


Top
  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010