Oggi è dom set 24, 2017 19:39 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio ott 02, 2008 18:41 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 8940
Forse Di Pietro ha sbagliato frase verso il presidente della repubblica.
Penso ad una cosa.Se vi fosse stato Pertini in questi anni con Silvio.
Lodo Alfano ecc........come sarebbe andata a finire.
Ciao
Paolo11


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio ott 02, 2008 20:54 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
Come i gamberi?

Un passo avanti e due indietro?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio ott 02, 2008 23:43 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 5066
Ma insomma!

C'è in giro per il mondo uno tzunami economico che se non lo si ferma ci manda tutti a puttane
aumenta la disoccupazione
aumenta il deficit e si azzera l'avanzo primario (qualsiasi cosa voglia dire....)
il potere d'acquisto di lavoratori e pensionati diminuisce a vista d'occhio
e mille altre amenità del genere...

E quelli, lorsignori di a ds e a sn, che fanno?

Scatenano una polemica su cose che non fanno dormire i cittadini (consumatore sarà lei!....), soprattutto quelli che hanno un ricco mutuo a tasso variabile:
i decreti legge e, udite udite, la Presidenza della Repubblica (che, se non succedono cataclismi, se ne parlerà tra 6 anni...).

Visto che LORO non sono scemi, vuol solo dire che sono sicuri che NOI lo siamo.
E ci prendono per il didietro

P.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 01:04 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 4906
Beh, noto qualche miglioramento nei commenti.
E qualche citazione delle parole di Veltroni come in passato non accadeva.
Gli si attribuivano cose non dette, o si travisavano oppure si sottacevano e se ne dicevano di cotte e di crude.

Uolter è più chiaro e attacca di più, vero, ma è sempre lui non altri.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 10:49 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 1093
>Walter è sempre lui e non altri....

Veltroni sembra confermare questa tesi. In un'intervista alla Gazzetta del Mezzogiorno, infatti, dice che è Berlusconi che ha rotto la tela del dialogo
con le accuse al Parlamento, gli insulti personali diretti a sè medesimo e le leggi ad personam ( che in verità c'erano già da parecchio).
Quindi è da rigettare sia l'ipotesi dell'inasprimento dello scontro in quanto in concomitanza con l'approssimarsi della manifestazione d'ottobre come pure
l'uscita di ieri sulla impresentabilità della candidatura di SB a Presidente della repubblica non va letta ( come dalla stampa e da noi stessi maliziato) in chiave anti D'Alema, ma perché oggettivamente a quel posto sono sedute persone di altra levatura che hanno effettivamente fatto il bene del paese con la più ampia garanzia per tutti.




g.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 11:03 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 6639
matleo ha scritto:

Uolter è più chiaro e attacca di più, vero, ma è sempre lui non altri.


E' sempre lui anche perché non mi risulta che si sia dimesso e sia stato eletto qualcun'altro segretario del PD... Chi dovrebbe farle queste cose? Il mago Zurlì?

PS: gli consiglio, dopo aver chiamato col suo vero nome di raccontaballe il piduista, di assegnare i nomi veri anche ai vari cacchito e bonaiuto; io direi qualcosa tipo zerbini o scendiletto.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 14:41 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
02/10/2008
UOLTER, CAI-MANO E IL CONVITATO 'DI PIETRO'


http://www.la7.it/approfondimento/detta ... ideo=17278

http://www.la7.it/approfondimento/detta ... ideo=17281

http://www.la7.it/approfondimento/detta ... ideo=17289

http://www.la7.it/approfondimento/detta ... ideo=17294


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 17:15 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 1626
Se Di Pietro avesse il dono della dialettica sarebbe ora presidente del consiglio.

E' questa l'unica fortuna di Walter e Silvio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 17:24 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 5066
Basterebbe facesse un breve corso (serale) di italiano per stranieri...

Cmq, meglio lui di altri che l'italiano lo parlano benissimo, ma lo usano solo per dire str..ate


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 17:37 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
paolof ha scritto:
Basterebbe facesse un breve corso (serale) di italiano per stranieri...

Cmq, meglio lui di altri che l'italiano lo parlano benissimo, ma lo usano solo per dire str..ate



E per fottere gratuitamente il prossimo.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 05, 2008 18:02 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 1093
Il nuovo corso di Walter sembra aver scosso anche il misurato Schifani per il quale Veltroni con le nuove uscite sulla deriva autoritaria del Governo sta avvelenando il clima politico.
E' incredibile come personaggi che hanno attaccato il Governo Prodi e i leader della vecchia maggioranza praticamente tutti i giorni avvalendosi dei megafoni delle televisioni amiche si trovino a disagio per gli attacchi di Veltroni.
Prima di parlare a sproposito passino in rassegna tutte le vergognose accuse mosse a Prodi ( insultato pesantemente di persona) ed alla maggioranza che lo sosteneva. Vergogna.





g.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 05, 2008 18:07 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
Sono in allarme fino al punto di far scendere in campo la seconda carica dello Stato?

Hanno bisogno di un cagnolino obbediente?

Il presidente del Senato non vede quello che vedono in molti?

Il suo intervento straordinario sta a dimostrarlo.




E SUL RAZZISMO: «é allerta, ma NOn è nel dna degli italiani»
Schifani, affondo su Veltroni
«Parlare di rischi di autoritarismo avvelena il clima». Poi la precisazione: «Walter non è il solo responsabile»



ROMA - «Continuo a credere che il dialogo tra Berlusconi e Veltroni si possa riannodare». Lo ha detto il presidente del Senato, Renato Schifani, intervenendo a «Domenica in» e riprendendo il tema del confronto tra i poli che era già stato sollevato sabato dall'esponente del Pd Massimo D'Alema e poi dal presidente della Camera, Gianfranco Fini. Lo stesso Schifani, del resto, fa notare che «i punti di convergenza con Fini sono pressappoco totali». «Registro il pericolo di un avvelenamento del clima politico italiano - ha poi sostenuto l'esponente il numero uno di palazzo Madama -. Riconosco a Veltroni di aver iniziato il periodo della legittimazione politica reciproca dopo aver incontrato Berlusconi; ma poi una serie di dichiarazioni che fanno parte della dialettica politica hanno come avvelenato la situazione. Io non vedo il pericolo di autoritarismi, ma sento toni eccessivi. Mi auguro che torni il confronto e a Veltroni riconosco di aver avuto il coraggio a suo tempo di instaurare un nuovo clima».

LA PRECISAZIONE - Un vero e proprio affondo quello di Schifani contro Veltroni, accompagnato in seconda battuta da una precisazione. «L'ufficio Stampa del Senato, a proposito di alcuni lanci di agenzia, e al fine di evitare fraintendimenti di qualsiasi genere, precisa che il presidente del Senato non ha addebitato al leader del Pd l'esclusiva responsabilità dell'avvelenamento del clima politico - si legge in una nota - auspicando invece fortemente una ripresa del confronto»

«RAZZISMO? NON NEL NOSTRO DNA» - Il presidente del Senato ha anche dato una sua valutazione sui recenti episodi di cronaca che hanno visto tra le vittime cittadini stranieri e del dibattito sull'intolleranza che ne è seguito «Non credo che esista il razzismo - ha sottolineato Schifani -, non è nel dna dei nostri valori, nel nostro dna c'è solidarietà. Altra cosa è il pericolo del razzismo, l'emergere di frange risvegliate da determinati episodi. Si tratta di comportamenti da condannare e da tenere sotto controllo. Il tema del razzismo va affrontato senza distinzioni di parte».

C'E' ANCHE «VILLA SCHIFANI» - Schifani - che ha spiegato di aver dedicato la sua vita alla politica e di avere pensato una sola volta, per problemi famigliari, di lasciarla - ha poi rivelato un aneddoto cursioso: Silvio Berlusconi ha ribattezzato «Villa Schifani» un pezzo del parco di Villa La Certosa, la sua residenza privata in Costa Smeralda. «Berlusconi - ha spiegato Schifani - ama la sua villa in Sardegna, e io attraverso le mie "spie" cerco di sapere quali sono le piante che mancano nel suo parco così da potergliele regalare. Per questo il Cavaliere mi ha detto di aver ribattezzato un pezzo di quel parco con il mio nome».


05 ottobre 2008


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 05, 2008 18:23 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
Sostengono cose diverse la prima e la seconda carica dello Sato

Resi gli onori militari a ratzinger: issata la bandiera pontificia sul Torrino
Benedetto XVI in visita al Quirinale
Napolitano: «Superare il razzismo»
Il Pontefice a colloquio con il presidente della Repubblica. I saluti di tutte le autorità istituzionali




CITTÀ DEL VATICANO - Benedetto XVI è giunto al cortile d'onore del palazzo del Quirinale, scortato dal reparto dei Corazzieri a cavallo. E' iniziata così la visita del Papa al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La Guardia ha reso gli Onori Militari e la banda ha eseguito gli inni nazionali pontificio e italiano mentre la bandiera pontificia è stata issata sul Torrino.

NAPOLITANO LANCIA UN «ALLARME RAZZISMO» - Giorgio Napolitano ha scelto di parlare, approfittando della presenza del Papa al Quirinale, anche di un tema di stretta attualità come l'imigrazione e ha lanciato un monito sui pericoli del razzismo. Il Presidente, rivolgendosi a Papa Benedetto XVI, ha detto che bisogna farsi guidare, secondo i richiami dello stesso Pontefice, dal «rispetto della dignità umana in tutte le sue forme e in tutti i luoghi». Ciò implica più che mai «la coscienza e la pratica della solidarietà, cui non possono restare estranee, anche dinanzi alle questioni più complesse, come quella delle migrazioni verso l'Europa, le responsabilità e le scelte dei governi». Il capo dello Stato ha aggiunto che ciò implica anche il «superamento del razzismo». A questo proposito, ha richiamato il recente discorso del Papa a Castel Gandolfo in cui ha lanciato l'allarme per il riaffacciarsi «in diversi paesi di nuove manifestazioni preoccupanti». Napolitano ha detto a Benedetto XVI che i rapporti tra la Repubblica Italiana e la Chiesa cattolica sono improntati a un «rapporto di reciproco rispetto e di feconda collaborazione». In questo spirito, ha aggiunto «rivolgiamo quotidiana attenzione agli impulsi che vengono, Santità, dal suo alto magistero per la ricerca di risposte comuni ai problemi del nostro tempo».


Il Papa al Qurinale (Ansa)
IL PAPA: «SERVE SEMPRE LA LIBERTA' RELIGIOSA» - «Per portare a compimento la sua missione la Chiesa ovunque e sempre deve poter godere del diritto di libertà religiosa, considerato in tutta la sua ampiezza» ha affermato il Papa nel discorso tenuto al Quirinale in occasione della visita al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ratzinger ha ricordato il suo intervento alle Nazioni Unite il 18 aprile scorso nel quale ha sottolineato che la libertà religiosa non è il semplice libero esercizio del culto ma la contrario «deve essere tenuta in giusta considerazione la dimensione pubblica della religione».

IL COLLOQUIO - Il colloquio privato tra Ratzinger e il Capo dello Stato, che è durato oltre mezzora si è poi svolto nello studio alla Vetrata del palazzo del Quirinale Prima che si chiudessero le porte Papa e Presidente, seduti davanti a un tavolino su cui campeggiava una composizione floreale, hanno scambiato alcune battute. Contemporaneamente, nella sala Napoleonica, si svolge l'incontro tra le due delegazioni, italiana e vaticana, guidate rispettivamente dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e dal segretario di Stato cardinale Tarcisio Bertone.

IL SALUTO DELLE AUTORITA' Giunto al piano nobile del Quirinale, Papa Benedetto XVI, sempre al fianco del presidente Napolitano, ha ricevuto il saluto delle alte cariche istituzionali della Repubblica: presidente del Senato Renato Schifani, il presidente della Camera Gianfranco Fini, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, affiancato dai ministri degli Esteri Franco Frattini, dell'Interno Roberto Maroni e dal sottosegretario alla presidenza Gianni Letta, e il presidente della Corte costituzionale Franco Bile. A salutare il Pontefice, anche gli ex capi dello Stato Oscar Luigi Scalfaro e Carlo Azeglio Ciampi mentre Cossiga era assente per una leggera indisposizione.


04 ottobre 2008(ultima modifica: 05 ottobre 2008)


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 05, 2008 18:26 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
Articolo21: «Frasi razziste DA PARTE Del presidente dei senatori del Pdl»
Somala offesa, Maroni: chiederò i danni
E Gasparri: credo agli agenti, non a lei
Il Viminale si costituirà parte civile nel processo contro la donna che ha denunciato maltrattamenti a Ciampino



MILANO - Resta in primo piano la vicenda di Amina Sheikh Said, la 51enne italiana di origini somale, che ha denunciato di essere stata «umiliata, maltrattata e oltraggiata, tenuta nuda per ore all'aeroporto di Ciampino». In un'intervista al quotidiano La Padania, Roberto Maroni ha annunciato che il ministero dell'Interno di cui è a capo si costituirà parte civile contro la donna somala.

«CLAMOROSA MONTATURA» - «È una clamorosa montatura, fatta anche dalla stampa, che non c’entra nulla col razzismo e non c’entra nulla con la prevaricazione della Polizia. Anzi - ha spiegato Maroni - direi che è tutto il contrario. La Polizia, infatti - sottolinea il titolare del Viminale - ha applicato con rigore la legge. Per questo motivo è stata presentata un querela contro questa signora, alla quale io aggiungerò una richiesta di danni, costituendomi, come ministero, parte civile. Non si può permettere - continua Maroni - che si infanghi la Polizia accusandola di comportamenti razzisti. Ed è veramente incredibile che i giornali - ha sottolineato anche il ministro leghista - diano credito a queste affermazioni senza nemmeno riportare correttamente ciò che è stata l’azione della polizia».

GASPARRI - La decisione di Maroni è stata accolta con soddisfazione dal Sap, il sindacato autonomo di polizia. Nel frattempo la denuncia di Amina tiene banco nel dibattito politico. Il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, invita a fare attenzione alle campagne montate sulle menzogne, come quella sul razzismo. «Fa bene il Viminale a reagire alla somala che probabilmente mente attaccando la polizia. Tra la sua parola e quella degli agenti non ho dubbio a credere alla seconda. Così come a Castelvolturno prima di parlare di razzismo bisogna far luce tra le cosche di varia nazionalità, tutte da spazzare via, locali o immigrate». A Gasparri replica Giuseppe Giulietti, portavoce Articolo21, secondo il quale le frasi del presidente dei senatori del Pdl «hanno il germe del razzismo. Le parole della signora somala e degli agenti hanno lo stesso valore . Non sta a noi giudicare, ma ad una autorità terza come accade nello stato di diritto».


05 ottobre 2008


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 05, 2008 18:30 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
http://video.corriere.it/?vxSiteId=404a ... itrate=300


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010