Oggi è dom set 24, 2017 01:40 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: sab set 27, 2008 11:05 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 25475
È l'ora dei diritti la Cgil in cento piazze


[b]La Cgil fa partire l'autunno caldo: il 27 settembre il maggior sindacato italiano ha indetto una mobilitazione per chiedere al governo un radicale ripensamento della politica economica, sociale e fiscale. [/b]

Il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, vede l'appuntamento di fine settembre come una tappa di un più ampio percorso: «Il 27 settembre sarà l'avvio di una fase di mobilitazione di cui saranno poi definiti gli sviluppi e le modalità». Il leader della Cgil ha precisato che la manifestazione si svolgerà in tutte le città per chiedere all'esecutivo «un cambiamento di indirizzo della politica economica, sociale e fiscale, secondo gli orientamenti contenuti nella piattaforma sindacale unitaria proposta quasi un anno fa».

Epifani ritiene che le priorità del Belpaese siano, in questo difficile momento, «l'occupazione e il lavoro, le sue condizioni, la sua qualità, la sua sicurezza in una fase di persistente crisi economica». Una difficile situazione in cui il governo, secondo il leader della Cgil, «non è stato in grado di mettere in campo scelte adeguate assumendo, anzi, politiche che inaspriscono le condizioni occupazionali e vanno nella direzione di un indebolimento delle condizioni di lavoro e di una ulteriore erosione del potere di acquisto di lavoratori e pensionati». Addirittura il governo che ha fatto della diminuzione delle tasse il suo cavallo di battaglia aumenta le imposte visto che, per il leader Cgil, «il fisco sta operando maggiori trattenute per 300 euro l'anno». Infine Epifani attacca: «Il governo è robin hood al contrario: preleva dai più poverie non redistribuisce dai più ricchi ai più poveri, ma allarga le distanze sociali».

Le critiche che la Cgil rivolge al governo, e che animeranno le manifestazioni del 27, non si mantengono su un piano generico ma entrano nel merito. Al primo punto ci sono il problema salari e carovita. Per il sindacato di Epifani le politiche del governo Berlusconi riducono il potere d'acquisto di pensioni e salari, non affrontano il disagio sociale, non combattono l'evasione. Aumentano le persone che arrancano, anche a causa dei tagli alle retribuzioni dei lavoratori pubblici e ai rinnovi di contratti con risorse inferiori all'inflazione. Ma la Cgil pone l'accento anche sui tagli al sistema pubblico, in particolare alla sanità ed al sistema di welfare. Inoltre peggiorano le condizioni dei lavoratori e degli immigrati, aumenta la disoccupazione, il precariato e la cassa integrazione per ampi settori produttivi.

Il sindacato guidato da Epifani non dimentica nemmeno la scuola e il Sud. Sul primo aspetto, l'indice è puntato contro la riforma Gelmini che ha tagliato più di 8 miliardi alla scuola pubblica, determinando più di 100.000 esuberi ed evidenziando i primi segni di privatizzazione della scuola. E per il Sud vengono tagliati gli investimenti e la realizzazione di infrastrutture.

Alla manifestazione hanno aderito le associazioni dei consumatori Federconsumatori ed Adusbef. Le due associazioni in una nota spiegano di voler partecipare perché «condividiamo pienamente le motivazioni sostenute dalla Cgil, in quanto le misure adottate da questo Governo penalizzano soprattutto le famiglie a reddito fisso, lavoratori e pensionati». Il tema che sta più a cuore alle due associazioni è sicuramente quello del caro vita: «I costanti aumenti di prezzi e di tariffe, che si susseguono incessantemente dal 2002, aggravano fortemente la situazione». Per questo i consumatori invitano i cittadini a partecipare a tutte le iniziative che si terranno nelle diverse città italiane, per costruire «una grande mobilitazione capace di dare finalmente una scossa, affinchè vi sia un cambiamento radicale dell'attuale direzione delle politiche di Governo». Dal mondo politico arriva invece l'adesione di Sinistra Democratica.
Il volantino (pdf) | Le piazze principali


Pubblicato il: 24.09.08
Modificato il: 27.09.08 alle ore 10.03
© l'Unità.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab set 27, 2008 14:05 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 6306
Mi sembra che la vicenda Alitalia, come unico fatto positivo, secondo me, ha dato un pò più di smalto e di coraggio alla GGIL. Speriamo che continui così.

C'è nell'articolo una frase che non capisco. [color=darkblue]"Dal mondo politico arriva invece l'adesione di Sinistra Democratica."[/b]
Che significa che il PD non ha aderito?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab set 27, 2008 18:52 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:11 pm
Messaggi: 2048
mariok ha scritto:
Che significa che il PD non ha aderito?


Se così fosse, non mi stupirei.

ciao


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom set 28, 2008 02:20 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 4906
I partiti politici se ne dovrebbero star fuori dalle iniziative sindacali.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom set 28, 2008 09:53 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 440
mariok ha scritto:
Mi sembra che la vicenda Alitalia, come unico fatto positivo, secondo me, ha dato un pò più di smalto e di coraggio alla GGIL. Speriamo che continui così.

C'è nell'articolo una frase che non capisco. [color=darkblue]"Dal mondo politico arriva invece l'adesione di Sinistra Democratica."[/b]
Che significa che il PD non ha aderito?

E neanche la Cisl e la Uil ormai asserviti :shock:


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom set 28, 2008 12:34 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:11 pm
Messaggi: 2048
matleo ha scritto:
I partiti politici se ne dovrebbero star fuori dalle iniziative sindacali.


Certo, come no!

ciao


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: mer ott 01, 2008 17:22 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 3176
Arlecchino ha scritto:
È l'ora dei diritti la Cgil in cento piazze


[b]La Cgil fa partire l'autunno caldo: il 27 settembre il maggior sindacato italiano ha indetto una mobilitazione per chiedere al governo un radicale ripensamento della politica economica, sociale e fiscale. [/b]

Il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, vede l'appuntamento di fine settembre come una tappa di un più ampio percorso: «Il 27 settembre sarà l'avvio di una fase di mobilitazione di cui saranno poi definiti gli sviluppi e le modalità». Il leader della Cgil ha precisato che la manifestazione si svolgerà in tutte le città per chiedere all'esecutivo «un cambiamento di indirizzo della politica economica, sociale e fiscale, secondo gli orientamenti contenuti nella piattaforma sindacale unitaria proposta quasi un anno fa».

Epifani ritiene che le priorità del Belpaese siano, in questo difficile momento, «l'occupazione e il lavoro, le sue condizioni, la sua qualità, la sua sicurezza in una fase di persistente crisi economica». Una difficile situazione in cui il governo, secondo il leader della Cgil, «non è stato in grado di mettere in campo scelte adeguate assumendo, anzi, politiche che inaspriscono le condizioni occupazionali e vanno nella direzione di un indebolimento delle condizioni di lavoro e di una ulteriore erosione del potere di acquisto di lavoratori e pensionati». Addirittura il governo che ha fatto della diminuzione delle tasse il suo cavallo di battaglia aumenta le imposte visto che, per il leader Cgil, «il fisco sta operando maggiori trattenute per 300 euro l'anno». Infine Epifani attacca: «Il governo è robin hood al contrario: preleva dai più poverie non redistribuisce dai più ricchi ai più poveri, ma allarga le distanze sociali».

Le critiche che la Cgil rivolge al governo, e che animeranno le manifestazioni del 27, non si mantengono su un piano generico ma entrano nel merito. Al primo punto ci sono il problema salari e carovita. Per il sindacato di Epifani le politiche del governo Berlusconi riducono il potere d'acquisto di pensioni e salari, non affrontano il disagio sociale, non combattono l'evasione. Aumentano le persone che arrancano, anche a causa dei tagli alle retribuzioni dei lavoratori pubblici e ai rinnovi di contratti con risorse inferiori all'inflazione. Ma la Cgil pone l'accento anche sui tagli al sistema pubblico, in particolare alla sanità ed al sistema di welfare. Inoltre peggiorano le condizioni dei lavoratori e degli immigrati, aumenta la disoccupazione, il precariato e la cassa integrazione per ampi settori produttivi.

Il sindacato guidato da Epifani non dimentica nemmeno la scuola e il Sud. Sul primo aspetto, l'indice è puntato contro la riforma Gelmini che ha tagliato più di 8 miliardi alla scuola pubblica, determinando più di 100.000 esuberi ed evidenziando i primi segni di privatizzazione della scuola. E per il Sud vengono tagliati gli investimenti e la realizzazione di infrastrutture.

Alla manifestazione hanno aderito le associazioni dei consumatori Federconsumatori ed Adusbef. Le due associazioni in una nota spiegano di voler partecipare perché «condividiamo pienamente le motivazioni sostenute dalla Cgil, in quanto le misure adottate da questo Governo penalizzano soprattutto le famiglie a reddito fisso, lavoratori e pensionati». Il tema che sta più a cuore alle due associazioni è sicuramente quello del caro vita: «I costanti aumenti di prezzi e di tariffe, che si susseguono incessantemente dal 2002, aggravano fortemente la situazione». Per questo i consumatori invitano i cittadini a partecipare a tutte le iniziative che si terranno nelle diverse città italiane, per costruire «una grande mobilitazione capace di dare finalmente una scossa, affinchè vi sia un cambiamento radicale dell'attuale direzione delle politiche di Governo». Dal mondo politico arriva invece l'adesione di Sinistra Democratica.
Il volantino (pdf) | Le piazze principali


Pubblicato il: 24.09.08
Modificato il: 27.09.08 alle ore 10.03
© l'Unità.


Il maggior sindacato italiano ha contriubuito alla bancarotta fraudolenta nel nostro Paese e oggi, per l'ennesima volta scende in piazza....
Bilanci di cui non si conosce niente ma oggi e` fondamentale "urlare contro " Berlusconi, il quale, non e` ne` piu` e ne` meno che una "prosecuzione" delle politiche economiche disastrose dei governi precedenti cui i sindacati e il Pci hanno dato un "proficuo.." contributo.
25 anni fa, forse, si farebbe fatto ancora a tempo ad evitare la bancarotta, se si fosse ascoltato di piu` un "lungimirante".

Sono 9 minuti che sintetizzano il disastro economico italiano.

http://it.youtube.com/watch?v=p3lkTI1PbJ0


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: mer ott 01, 2008 19:40 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:11 pm
Messaggi: 2048
filippo-canada ha scritto:

Il maggior sindacato italiano ha contriubuito alla bancarotta fraudolenta nel nostro Paese e oggi, per l'ennesima volta scende in piazza....
Bilanci di cui non si conosce niente ma oggi e` fondamentale "urlare contro " Berlusconi, il quale, non e` ne` piu` e ne` meno che una "prosecuzione" delle politiche economiche disastrose dei governi precedenti cui i sindacati e il Pci hanno dato un "proficuo.." contributo.
25 anni fa, forse, si farebbe fatto ancora a tempo ad evitare la bancarotta, se si fosse ascoltato di piu` un "lungimirante".


Non è che te hai sbagliato parte politica, come è già successo a Capezzone!
Un conto è criticare i sindacati, un conto è dire che hanno contribuito alla bancarotta del nostro paese. Anche perchè, sentir dire certe cose da chi fa opposizione a berlusconi, fa un certo senso.
A questo punto poi, vorrei sapere qual'è la tua idea di opposizione a berlusconi, visto che le questioni sollevate dalla cgil non ti vanno bene.

ciao


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: mer ott 01, 2008 20:01 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:06 pm
Messaggi: 6306
pdellemenoelle ha scritto:
filippo-canada ha scritto:

Il maggior sindacato italiano ha contriubuito alla bancarotta fraudolenta nel nostro Paese e oggi, per l'ennesima volta scende in piazza....
Bilanci di cui non si conosce niente ma oggi e` fondamentale "urlare contro " Berlusconi, il quale, non e` ne` piu` e ne` meno che una "prosecuzione" delle politiche economiche disastrose dei governi precedenti cui i sindacati e il Pci hanno dato un "proficuo.." contributo.
25 anni fa, forse, si farebbe fatto ancora a tempo ad evitare la bancarotta, se si fosse ascoltato di piu` un "lungimirante".


Non è che te hai sbagliato parte politica, come è già successo a Capezzone!
Un conto è criticare i sindacati, un conto è dire che hanno contribuito alla bancarotta del nostro paese. Anche perchè, sentir dire certe cose da chi fa opposizione a berlusconi, fa un certo senso.
A questo punto poi, vorrei sapere qual'è la tua idea di opposizione a berlusconi, visto che le questioni sollevate dalla cgil non ti vanno bene.
ciao


Ma quale opposizione!

Con Berlusconi i radicali sono stati pappa e ciccia fino a quando son dovuti passare dall'altra parte perchè nel centro-destra non li hanno più voluti.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 15:24 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 3176
mariok ha scritto:
pdellemenoelle ha scritto:
filippo-canada ha scritto:

Il maggior sindacato italiano ha contriubuito alla bancarotta fraudolenta nel nostro Paese e oggi, per l'ennesima volta scende in piazza....
Bilanci di cui non si conosce niente ma oggi e` fondamentale "urlare contro " Berlusconi, il quale, non e` ne` piu` e ne` meno che una "prosecuzione" delle politiche economiche disastrose dei governi precedenti cui i sindacati e il Pci hanno dato un "proficuo.." contributo.
25 anni fa, forse, si farebbe fatto ancora a tempo ad evitare la bancarotta, se si fosse ascoltato di piu` un "lungimirante".


Non è che te hai sbagliato parte politica, come è già successo a Capezzone!
Un conto è criticare i sindacati, un conto è dire che hanno contribuito alla bancarotta del nostro paese. Anche perchè, sentir dire certe cose da chi fa opposizione a berlusconi, fa un certo senso.
A questo punto poi, vorrei sapere qual'è la tua idea di opposizione a berlusconi, visto che le questioni sollevate dalla cgil non ti vanno bene.
ciao




Ma quale opposizione!

Con Berlusconi i radicali sono stati pappa e ciccia fino a quando son dovuti passare dall'altra parte perchè nel centro-destra non li hanno più voluti.


pdellemenoelle dico solo che gli apparati "sindacatocratici" che "rubano" alla fonte con trattenute obbligatorie nella busta paga dei lavoratori, sindacati di cui non si conoscono i bilanci annuali, sono, come minimo,poco credibili e hanno concorso, a mio parere, alla bancarotta fraudolenta nel nostro paese. Voglio trasparenza anche nei sindacati e fino a questo momento proprio non l'ho vista...E per favore non tirare in ballo Capezzone perche` prendi proprio un granchio..Mi ricordo qua dentro quando Pannella veniva assalito perche` "mangiava i propri figli..." e anche in quel caso aveva ragione. Capezzone e` lontano anni luce dalla mia concezione di militanza politica,uno dei piu` grandi assenteisti della Camera...quindi, come vedi,Capezzone non c'entra piu` niente coi Radicali.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 15:28 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 3176
filippo-canada ha scritto:
mariok ha scritto:
pdellemenoelle ha scritto:
filippo-canada ha scritto:

Il maggior sindacato italiano ha contriubuito alla bancarotta fraudolenta nel nostro Paese e oggi, per l'ennesima volta scende in piazza....
Bilanci di cui non si conosce niente ma oggi e` fondamentale "urlare contro " Berlusconi, il quale, non e` ne` piu` e ne` meno che una "prosecuzione" delle politiche economiche disastrose dei governi precedenti cui i sindacati e il Pci hanno dato un "proficuo.." contributo.
25 anni fa, forse, si farebbe fatto ancora a tempo ad evitare la bancarotta, se si fosse ascoltato di piu` un "lungimirante".


Non è che te hai sbagliato parte politica, come è già successo a Capezzone!
Un conto è criticare i sindacati, un conto è dire che hanno contribuito alla bancarotta del nostro paese. Anche perchè, sentir dire certe cose da chi fa opposizione a berlusconi, fa un certo senso.
A questo punto poi, vorrei sapere qual'è la tua idea di opposizione a berlusconi, visto che le questioni sollevate dalla cgil non ti vanno bene.
ciao




Ma quale opposizione!

Con Berlusconi i radicali sono stati pappa e ciccia fino a quando son dovuti passare dall'altra parte perchè nel centro-destra non li hanno più voluti.


pdellemenoelle dico solo che gli apparati "sindacatocratici" che "rubano" alla fonte con trattenute obbligatorie nella busta paga dei lavoratori, sindacati di cui non si conoscono i bilanci annuali, sono, come minimo,poco credibili e hanno concorso, a mio parere, alla bancarotta fraudolenta nel nostro paese. Voglio trasparenza anche nei sindacati e fino a questo momento proprio non l'ho vista...E per favore non tirare in ballo Capezzone perche` prendi proprio un granchio..Mi ricordo qua dentro quando Pannella veniva assalito perche` "mangiava i propri figli..." e anche in quel caso aveva ragione. Capezzone e` lontano anni luce dalla mia concezione di militanza politica,uno dei piu` grandi assenteisti della Camera...quindi, come vedi,Capezzone non c'entra piu` niente coi Radicali.


Toh mariok chi si rivede....E` proprio vero, quando senti parlare di Radicali la tua digestione diventa complicata, fino a quando ti liberi col ruttino liberatorio.... :D


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 15:33 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 3176
A proposito mariok, tempo fa ti avevo sollecitato chiedendoti che partito avevi votato,tu me l'hai detto ma giuro che non mi ricordo. Saresti cosi` gentile da ripetermelo,grazie.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 15:44 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 1626
filippo-canada ha scritto:
Il maggior sindacato italiano ha contriubuito alla bancarotta fraudolenta nel nostro Paese e oggi, per l'ennesima volta scende in piazza....
Bilanci di cui non si conosce niente ma oggi e` fondamentale "urlare contro " Berlusconi, il quale, non e` ne` piu` e ne` meno che una "prosecuzione" delle politiche economiche disastrose dei governi precedenti cui i sindacati e il Pci hanno dato un "proficuo.." contributo.
25 anni fa, forse, si farebbe fatto ancora a tempo ad evitare la bancarotta, se si fosse ascoltato di piu` un "lungimirante".

Sono 9 minuti che sintetizzano il disastro economico italiano.

http://it.youtube.com/watch?v=p3lkTI1PbJ0


Sarà ma grazie al sindacato che mio figlio non può lavorare nelle miniere ed è sempre grazie al sindacato che ho dei diritti, purtroppo molti di questi sono stati tolti da chi appoggia un liberismo che porta solo alla miseria e sfruttamento delle persone più deboli ed indifese.

Quello che non sopporto e che i RADICALI che sono di DESTRA prendono, grazie ad accordi fraudolenti, voti a SINISTRA e poi pretendono di seguire le loro oscene e nocive proposte.

Voi, RADICALI, state dalla parte dei PADRONI e quindi abbiate il coraggio e l'onestà di ammeterlo e non allervi con forze pseudo di sinistra.

P.S.:Io pago con "gioia" la trattenuta sindacale, quindi non me la rubano ma io la cedo con piacere e da quello che non sai, o non vuoi sapere, le trattenute sindacali sono facoltative.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 16:27 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 3176
lucfig ha scritto:
filippo-canada ha scritto:
Il maggior sindacato italiano ha contriubuito alla bancarotta fraudolenta nel nostro Paese e oggi, per l'ennesima volta scende in piazza....
Bilanci di cui non si conosce niente ma oggi e` fondamentale "urlare contro " Berlusconi, il quale, non e` ne` piu` e ne` meno che una "prosecuzione" delle politiche economiche disastrose dei governi precedenti cui i sindacati e il Pci hanno dato un "proficuo.." contributo.
25 anni fa, forse, si farebbe fatto ancora a tempo ad evitare la bancarotta, se si fosse ascoltato di piu` un "lungimirante".

Sono 9 minuti che sintetizzano il disastro economico italiano.

http://it.youtube.com/watch?v=p3lkTI1PbJ0


Sarà ma grazie al sindacato che mio figlio non può lavorare nelle miniere ed è sempre grazie al sindacato che ho dei diritti, purtroppo molti di questi sono stati tolti da chi appoggia un liberismo che porta solo alla miseria e sfruttamento delle persone più deboli ed indifese.

Quello che non sopporto e che i RADICALI che sono di DESTRA prendono, grazie ad accordi fraudolenti, voti a SINISTRA e poi pretendono di seguire le loro oscene e nocive proposte.

Voi, RADICALI, state dalla parte dei PADRONI e quindi abbiate il coraggio e l'onestà di ammeterlo e non allervi con forze pseudo di sinistra.

P.S.:Io pago con "gioia" la trattenuta sindacale, quindi non me la rubano ma io la cedo con piacere e da quello che non sai, o non vuoi sapere, le trattenute sindacali sono facoltative.


Si`, sono facoltative e vai a dirlo a un povero pensionato di prendersi il tempo e la voglia di renderle facoltative....
Quanto a tuoi toni con tanto di " DALLA PARTE DEI PADRONI,RADICALI DI DESTRA GRAZIE AD ACCORDI FRAUDOLENTI,OSCENE E NOCIVE PROPOSTE..." Mamma mia quanta rabbia....davvero questi Radicali sono come la peste,questo e` anche il clima che si respira in un alcuni ambienti del Partito Democratico. Bravi un "sano partito moderno".


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: E' L'ORA DEI DIRITTI LA CGIL IN CENTO PIAZZE...
MessaggioInviato: ven ott 03, 2008 17:00 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 1626
filippo-canada ha scritto:
Si`, sono facoltative e vai a dirlo a un povero pensionato di prendersi il tempo e la voglia di renderle facoltative....

...


Guarda che basta una lettera (neanche una raccomandata) all'INPS, per il pensionato, o al datore di lavoro, per il lavoratore, per disdire le trattenute sindacali ... molto più semplice che mandare un certificato medico o una richiesta di prestazione ambulatoriale!

Quindi è inutile fare della demagogia contro i sindacati solo per far felici i PADRONI ... smettete di scodinzolare verso confindustria e iniziate a prendere le difese dei più deboli ed indifesi ovvero i lavoratori.

I sindacati hanno molti torti, per esempio non hanno difeso abbastanza i lavoratori permettendo i precariato e quella porcata della legge Maroni n.30, alcuni hanno fatto chiudere la scala mobile che non è chiusa per avvocati, notai, commercialisti, ingegneri e liberi professionisti in genere ... insomma alcuni hanno seguito la cultura liberista che professano i radicali con il risultato che i più poveri pagano e soffrono.
Questo è un dato di fatto.

I diritti sindacali sono diritti di una società civile mentre i radicali vogliono una società giungla, dove il più forte mangia il più debole.

Non li odio i radicali, ma li considero miei avversari politici.

Per quanto riguarda la CGIL e del suo appello è una vergogna che il PD non risponde, forse troppo colluso con Confindustria e Banche che si è dimenticato di Cipputi e del mondo dei lavoratori.

Ma a questo punto chi corpirà il vuoto che sta creando Veltroni e per adesso sta coprendo la CGIL?

...


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 33 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010