Oggi è lun lug 23, 2018 19:39 pm


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 83 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 06, 2006 16:11 pm 
dove trovare i soldi?<BR>Alcune opzioni:<BR><BR>a) La società autostrade dell'emerito prof. Gross Pietro e dei Benetton ha ricevuto a dicembre l'ennesimo aumento tariffario. Risultato, gli oligarchi del triveneto di disitribuiscono l'ennesimo dividendo straordinario da 600 milioni di euro. Visto che siamo tutti stufi di farci prendere in giro da questa gente, una bella tassa di concessione governativa da 600 milioni sarebbe la restituzione alla collettività di un vero e proprio furto.<BR><BR>b)altra alternativa una parte dell' 8 x mille (quello che finanzia le Chiese) va allo Stato. Questa cifra finisce per essere sprecata nelle attvità più svariate. Lo Stato dovrebbe invece indicare annualmente, prima che i contribuenti presentano la dichiarazione,come utlizerà questi soldi. Una finalizzazione potrebbe essere proprio il risparmio energetico e la riduzione dell'inquinamento ambientale.<BR><BR>c) Con l'aumento del prezzo del carburante il Governo ha ottenuto entratr aggiuntive. Una % fissa di queste somme accise + IVA dovrebbe andare allo stesso indirizzo.<BR><BR>d) Con il ritiro della missione italiana in Iraq si risparmieranno centinaia di milioni, possiamo utilizzarli per investimenti in energia.<BR><BR>e) il piano delle grandi opere berlusconiano andrà sicuramente rivisto, almeno nelle priorità. Anche da li' si possono recuperare risorse.<BR><BR>f) Da parte nostra, possiamo solo cercare di sensibilizzare il prossimo Governo sul tema, i Ministri e i loro esperti si spremano le meningi <BR>Li abbiamo eletti per questo.<BR><BR>ciao<BR>Babar 


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 06, 2006 16:45 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 803
Non direi proprio. Il Ponte è un'opera fondamentale, ma ovviamente inquadrata in una viabilità che colleghi Palermo fino alle grandi capitali europee del Nord Europa.<BR><BR>In quanto alle infiltrazioni mafiose, è evidente che vadano bloccate, ma cosa ha a che vedere la bontà o meno del progetto dal tentativo della Mafia di farci un proprio guadagno? La Mafia, oggi, cerca di infiltrarsi ovunque ci sono possibilità di guadagno: mica questo invalida di per sé i progetti in questione, no?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 06, 2006 16:57 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 803
> come vedi io sono sempre pronta a discutere, ma sai penso ai posteri figli nipoti e pronipoti ecc, e preferisco non lasciargli gli elettrodomestici che lasciargli una centrale nucleare,<BR><BR>Anch'io, e trovo questo uno degli aspetti piacevoli di questo forum. La gente si confronta su argomenti vari anche in modo forte ma senza scannarsi. Io a mia figlia voglio lasciarle un Paese migliore, dove tutti abbiano una casa, un livello dignitoso di vita, un lavoro, tempo libero e la possibilità di costrursi una famiglia o comunque legami affettivi sani. Un Paese dove la gente sia educata, condivida principi sani e validi quali la tolleranza e la capacità di confrontarsi in modo civile. Al momento ritengo che l'energia nucleare sia una buona scelta, se fatta con criterio, così come lo stesso penso degli OGM e di altre tecnologie. Con criterio significa facendo attenzione all'ambiente, alla salute, al rispetto dei diritti umani, attraverso controlli rigorosi ma anche un approccio aperto all'innovazione, senza preconcetti. Io credo che la conoscenza possa essere usata per fare del bene o del male, ma che l'ignoranza porti sempre il male.<BR><BR>> L'ho detto a francesco qui a bastia umbra c'e' un forum sull'energia alternativa da fonti rinnovabili e mi sembra che ci sia parecchia carne al fuoco e non vedo perche' devo ritrattare un mio convincimento profondo quando tutta la ricerca muove verso altre fonti di energia.<BR><BR>Quindi se tutti la pensano in un modo, tu ritieni non abbia senso porsi la domanda se quel pensiero sia giusto? Mi spiace: non è nella mia natura.<BR><BR>>non torno sulle motivazioni trite e ritrite che giustificano un no al nucleare, Abbiamo resistito fino ad oggi ed arrendersi ora mi pare veramente troppo.<BR><BR>Questa non è una battaglia fra posizioni diverse, ma un confronto tra persone che, se serie, non possono non arrivare a una conclusione comune. Stiamo parlando di scienza, non di religione. Non ci devono essere fedi qui, ma solo fatti, analisi, progetti. Ci si confronta sui dati, non sui credi. Arrendersi? Ma a chi? A me? Te l'ho chiesto? Non capisco neanche in che termini dovrei chiedere una tua resa. E' un concetto che mi è alieno.<BR><BR>> Non sono contro per partito preso e tu lo sai, ma non puoi non accettare il mio convincimento contro il nucleare perche' allora la liberta' di pensiero  e di stampa dove va a finire???<BR><BR>Cara MagaMagò, non mi sembra che io non accetti il fatto che tu abbia un certo convincimento. Quello che non accetto è che non possa cercare di farti cambiare idea, ovviamente attraverso un dialogo e un confronto educato. E questo perché dal mio punto di vista più persone si convincono che il nucleare possa essere una buona strada, più esiste la possibilità che si possano finalmente avere anche in Italia centrali moderne e sicure. Immagino che tu abbia lo stesso interesse, solo in senso opposto. Più che giusto.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 07, 2006 01:24 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 145
ciao Babar,<BR>Al punto a , ti rispondo che la nostra cara spa autostrade se ne va in spagna dove la pressione fiscale, se non sbaglio e'minore che qui da noi.<BR>Punto b la destinazione dell'8 per mille e' scelta dai contribuenti e non riesco proprio a capire come puoi obbligare dei liberi cittadini a non destinarla alla sua confessione religiosa la chiesa cattolica. i testimoni di geova,i protestanti ecc, mi pare, non vorrei sbagliare che la gente che lascia l'8 per mille allo stato si aggiri attorno al 35/40 per cento. Cosa poi lo stato ci fa con questi soldi, la collettivita' lo ignora!<BR>punto c potrei sbagliare, ma mi sembra che il programma del centro sinistra lo preveda,  non ricordo affatto in quale percentuale - ricordati pero' che l'avanzo primario e' stato azzerato! Tempi duri !!<BR>Punto d qui sono d'accordo con te, ma con i venti di guerra che aleggiano potremmo trovarci nella necessita' di aumentare le spese per le forze armate.<BR>punto E d'accordo con te, ma bisognera' verificare a quale punto sono gli atti perche'non vorrei non fare una grande opera, ma pagare penali superiori al costo della grande opera. Cosi a priori non e' facile decidere senza un attento esame dei percorsi gia' effettuati dal precedente governo, non e' semplice!<BR>non sono per una delega in bianco, in italia le abbiamo gia' date troppe e percio' penso che dobbiamo essere vigili e saper sfruttare al meglio  questi siti per far sentire la nostra voce in modo univoco.<BR>Scusa se ti ho demolito un po' di certezze, ma spero di averti chiarito qualche situazione.<BR>Sempre disponibile ad avere una aperta discussione con te<BR>un caro saluto<BR>giuseppina


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 07, 2006 11:12 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 406
Caro Babar,<BR><BR>Intanto scusa eh ma non toccarmi l'8xmille che io lo volgio dare a chi mi pare e piace! Scusa eh.... è come dire puoi scegliere a chi darlo fra me e noi! E che scelta sarebbe a quel punto. Perchè te non sei cristiano (presumo da quello che hai scritto) devi penalizzare chi è cristiano e vuole destinarlo alla propria confessione!? Allucinante questa proposta.<BR><BR>Per quanto riguarda le accise ci sarebbe tanto da dire... molte sono illegittime... per esempio una piccola percentuale riguarda l'alluvione di Firenze... cosa che è successa qualcosa come 40 anni fa e ormai quel che era restaurabile l'han già fatto. Quindi son tutti soldi che ti prendono per qualcosa ma è tutta una farsa!<BR><BR>Le grandi opere sono ESSENZIALI e non ne fermerei nessuna! Semmai le distribuirei meglio nel tempo della legislatura e in alcuni casi le ridimensionerei un pochino. Ma opere come TAV e infrastrutturali sono di primaria importanza e vanno ultimate il prima possibile.<BR><BR>Le autostrade sono una società a delinquere legalizzata. Spendi qualcosa come oltre un euro per percorrere qualcosa come 10 Km. Per quanti costi ci possano essere e per quanto sia dura la manutenzione è un prezzo allucinante e fuori dal mondo. Lo stato dovrebbe mettere un limite alle tariffe o bloccarle per i prossimi 15 anni. Con alla scadenza una rinegoziazione % ragionevole.


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 07, 2006 11:21 am 
<BR>Ciao giuseppina,<BR><BR>Si è vero che Autostrade emigra in Spagna. Il motivo è che gli spagnoli hanno una particolare legge che consente sgravi fiscali quando una società nazionale ne assorbe una estera. E' un meccanismo intelligente per portare in Spagna i centri di controllo di grandi multinazionali europee. Ma il dividendo straordinario da 600 milioni i Benetton se lo distribuiscono prima della fusione, non dopo. Altrimenti lo dovrebbero dividere con gli Spagnoli.<BR><BR>Sull'8 x mille, non mi sono spiegato bene. Io non voglio obbligare nessuno a destinare questo contributo volontario allo Stato. Chi decide di darlo ad una Chiesa continui pure a farlo. Chi decide di darlo allo Stato, ha il diritto di sapere a priori quale sarà la destinazione. Se la destinazione mi piace, destinerò il mio 8 x1000 allo Stato, se non mi piace, allora preferisco destinarli ad una Chiesa anche io.<BR><BR>Sulle opere pubbliche hai ragione, il Governo ha disseminato i contratti di trappole. Sul ponte di Messina c'è una penale da 300 milioni di euro se si blocca l'opera.<BR>Ma credo che nel complesso dei progetti previsti ci siano margini per dare priorità ad alcune iniziative rispetto ad altre.<BR><BR>Sulla situazione internazionale, abbiamo preso un impegno solenne per il ritiro dall'Iraq. Non credo che si possa tornare indietro.<BR>Sulle nuove guerre, non credo che l'Italia potrà farsi coinvolgere in una guerra iraniana.<BR><BR>ciao<BR>babar


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom mag 07, 2006 23:02 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
Era cosa piuttosto nota ma il servizio mandato in onda la notte scorsa su una rete televisiva statunitense circa le problematiche relative allo smaltimento delle scorie di uranio, mette definitivamente la parola fine sull'impiego civile dell'energia atomica in questa fase storica.<BR><BR>La bara per il ricevimento delle scorie realizzata nello Stato di Washinghton è stata giudicata non idonea e sottodimensionata del 30%.<BR><BR>Dovranno procedere allo smantellamento ed al rifacimento totale che tenga conto anche degli eventi sismici.<BR><BR>Il costo previsto per la nuova bara è stato stimato in centinaia di milioni di dollari.<BR><BR>A questo punto il costo al chilowattora sale fino a non rendere più competitiva questa forma di energia.<BR><BR>Fino ad ora per agevolare lo sviluppo di questa tecnologia si è tenuto nascosto al grande pubblico che il costo dello smaltimento delle scorie è stato a carico dello Stato.<BR><BR>In realtà per stabilire il costo dell'energia occorre valutare l'intero ciclo di produzione compreso lo smaltimento.<BR><BR>Lo spiritoso ex ministro Tremonti in allegra compagnia dei soliti noti della Cdl in campagna elettorale ha e hanno ribadito più volte che era necessario dare una svolta reintroducendo il nucleare.<BR><BR>Lo spiritosone si è sempre limitato a questo, a dire che necessita il nucleare, ma mai si è soffermato a chiarire come intendeva realizzare lo smaltimento delle scorie.<BR><BR>Tale comportamento totalmente irresponsabile ci induce a sperare che in caso di malaugurato sovvertimento dell'indirizzo energetico nazionale una piccola parte delle scorie venga stoccata stabilmente sotto il letto dello spiritoso ministro.<BR><BR>Esattamente un anno fa, l'Espresso pubblicava la confessione di uno dei capi della mafia in cui si dichiarava testimone oculare del sotterramento di bidoni contenenti scorie nucleari lungo il greto di un fiume della Basilicata.<BR><BR>La commissione era stata fatta alla mafia italiana direttamente da emissari dell'ex ministro socialista Lagorio e del fatto ne era al corrente anche la ballerina di Venezia.<BR><BR>Questa è stata una delle soluzioni all'italiana dello smaltimento delle scorie.<BR><BR>Questo è sempre stato uno dei motivi principali per cui il nucleare in Italia è sempre stato sconsigliabile.<BR><BR>La Francia sta mettendo ora allo studio la possibilità di interramento in terreno argilloso alla profondità di 500 m.<BR><BR>Ma fino ad ora che fine hanno fatto le scorie prodotte?<BR><BR>A.Hopkins


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 08, 2006 12:42 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 406
Uncle.....<BR><BR>Il fatto è questo.... alternative che funzionano non ne vedo sai....<BR><BR>Le fonti rinnovabili (solare, eolico ecc.... ) possono compensare per un po' ma se pensi nel lungo periodo se non iniziamo oggi a costruire nuove centrali poi non facciamo più in tempo.<BR><BR>Ora sinceramente fra avere "poche" scorie limitate in un punto o causare cataclismi naturali aumentando le emissioni inquinanti (e anche radioattive) delle normali centrali scusa ma preferisco le scorie.<BR><BR>Prima di tutto voglio sperare che l'attuale governo e la maggiore coscienza e consapevolezza attuale impedirebbe cose successe nel passato ma poi ribadisco che sarei ben fiero di vedere alternative.... il fatto è che non le vedo....<BR><BR>Abbiamo più volte puntualizzato come le energie rinnovabili ed ecocompatibili possono essere un contorno che è utilissimo ma non la fonte principale.<BR><BR>Quindi alla luce di questo appurato i problemi del nucleare te che centrale metti in cantiere oggi per avere corrente fra 10/15 anni?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 08, 2006 21:10 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 145
ciao babar,<BR><BR>aggiugo a quello che dici tu che benetton avra' i suoi 600 milioni di euro esentasse grazie ad una legge del berlusca che se l'e' fatta su misura per le sue fusioni in mediaset.<BR> Contento!!!!!<BR>vorrei sapere perche' non contrastiamo questa fusione come la francia si e' opposta all'opa di enel.<BR>forse ci capisco poco, ma mi sembra che i nostri politici tendano a far uscire le nostre societa' dall'italia e non facciano molto per far entrare quelle straniere.<BR><BR>sul forum della fabbrica del programma, che e' ancora attivo, abbiamo dibattuto molto questo problema ed era avviso di alcuni partecipanti che conoscono bene il mondo islamico che se i nostri militari non riescono ad uscirne prima  che bush impazzisca, noi ci troveremmo comunque intrappolata in una guerra  non voluta da noi e non potremmo piu' uscirne. E' questo un altro regalo del berlusca e dei suoi fini reddituali.<BR> ho seri presentimenti che queste valutazioni siano esatte e percio' prodi dovrebbe ritirarare tutte e subito le truppe dall'iraq.<BR>il fatto che l'iran abbia richiesto colloqui con bush non mi tranquillizza per niente, ma mi sembra una mossa per uscirne piu' che puliti al momento dell'azione.<BR>Tu che ne pensi?<BR>ciao <BR>giuseppina


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 08, 2006 21:17 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 145
ciao Unclet,<BR>sapessi quanto mi fa piacere il tuo post, finalmente non mi sento piu' sola a dire NO al nucleare e tu hai dato ulteriori motivazioni.<BR>A bastia umbra, al forum sulle energia alternativa e rinnovabile (cosi' non mi sbaglio) hanno presentato un nuovo tipo di pannelli fotovoltaici che utilizzano al minimo il sicilio e pertanto quasi se ne dimezza il costo.<BR>un saluto<BR>Giuseppina


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mag 08, 2006 21:22 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 145
Daaaarkoooon, <BR>mi credevo di averti quasi convinto!!!<BR>Ma ritorni sul nucleare, ma non e' che pensi di costruirla te la centrale? Il tuo animo imprenditoriale non si cheta neanche sul forum!!!<BR><BR>Io spero sempre nella ricerca e.... poi se le aziende vengono sempre piu' delocalizzate consumeremo sempre meno energia! Non ti pare?<BR><BR>ciao<BR>Giuseppina


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mar mag 09, 2006 00:49 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 23861
>Il fatto è questo.... alternative che funzionano non ne vedo sai....<BR><BR>Darkon 08/05/2006 12:42<BR>===================<BR><BR>E' più che ovvio che un Paese come il nostro debba dotarsi di un piano energetico nazionale.<BR><BR>Non a caso, l'Unione ha previsto nel suo programma il piano energetico nazionale.<BR><BR>Ci sono due modi principali di procedere, fare gli interessi della nazione, fare gli interessi di gruppi di potere.<BR><BR>Fare gli interessi della nazione a qualcuno potrebbe sembrare un'intervento comunista ma lo ritengo l'unico percorribile.<BR><BR>Fare gli interessi di gruppi di potere significa privilegiare alcune fonti a discapito di altre.<BR><BR>Per tutta la legislatura i signori della Cdl hanno spinto per il nucleare in quanto energia competitiva.<BR><BR>Il costo dell'energia elettrica attuale è sempre stato stimato come il più caro d'Europa e di conseguenza si è fatto credere all'italian people che la mancata competitività delle produzione italiana era imputabile per una quota parte a questa voce.<BR><BR>Ergo, secondo lo spiritosone dell'ex ministro Tremonti facciamo subito le centrali nucleari.<BR><BR>Hanno barato, perché come ha precisato il Prof. Mattioli nel dibattito sulle fonti energetiche di quindici giorni fa sulla Sette, qualche mese fa la commissione presieduta da Tabacci (Udc) ha licenziato un documento in cui veniva precisato che per quanto riguarda il costo dell'energia, cinque nazioni sopravanzano l'Italia in Europa.<BR><BR>Barando non si va da nessuna parte.<BR><BR>L'impostazione del piano energetico deve prevedere un periodo non inferiore ai vent'anni.<BR><BR>Pertanto una fonte energetica di base per questo periodo che affianchi quelle esistenti è il gas naturale.<BR><BR>Il solo Iran dispone attualmente (Stime Eni) di 26.500 miliardi di metri cubi.  Anche l'Iraq dispone di fonti notevoli di gas.<BR><BR>L'Arabia Saudita fa la sua parte.<BR><BR>E' della settimana scorsa la notizia di grandi disponibilità di gas nel sottosuolo boliviano.<BR><BR>Noi ci approvvigiamo attualmente da Algeria, Russia e Olanda.<BR><BR>Occorre diversificare le aree di approvvigionamento e quindi ci dovremo rivolgere al più presto alle suddette nazioni.<BR><BR>Non trascuriamo anche le fonti rinnovabili.<BR><BR>Certo che se dimostriamo di essere quelli di 80 anni fa non potremmo andare da nessuna parte.<BR><BR>Mi riferisco all'ottusità del fascismo di Mussolini nei confronti di Marconi.<BR><BR>Lo stesso ha fatto il berluconismo di Mussoloni che ha rifiutato il progetto di Rubbia per produzione di energia da celle fotovoltaiche e adesso il fisico italiano lo sta realizzando in Spagna.<BR><BR>Se come ha riportato magamag0:<BR><BR>"A bastia umbra, al forum sulle energia alternativa e rinnovabile (cosi' non mi sbaglio) hanno presentato un nuovo tipo di pannelli fotovoltaici che utilizzano al minimo il sicilio e pertanto quasi se ne dimezza il costo."<BR><BR>Ora una volta tanto facciamoci furbi pure noi.<BR><BR>Quello che interessa in questo momento è abbattere al massimo il costo dei pannelli fotovoltaici, pertanto facciamoli fare dai cinesi.<BR><BR>Ma soprattutto non bisogna assolutamente trascurare quanto ha riportato babar:<BR><BR>"Per il resto c'è da lavorare moltissimo sul capitolo "risparmio e efficienza energetica".<BR>Da questo lavoro, se fatto seriamente e con metodo, si possono ottenere risparmi enormi probabilmente dell'ordine del 25%  30% rispetto al fabbisogno attuale, l'equivalente di un grande giacimento petrolifero."<BR><BR>Il risparmio energico è una strada obbligata da percorrere.<BR><BR>Non solo, ma questo potrebbe risultare il rilancio dell'industria italiana.<BR><BR>Fino ad ora ci siamo comportati come le cicale, adesso dobbiamo diventare formiche.<BR><BR>E' necessario cambiare tutto il macchinario (ovviamente progressivamente nel tempo) aumentando i rendimenti e questo potrebbe se efficace interessare il mercato mondiale<BR><BR>Le nuove costruzioni nell'edilizia dovranno cambiare la tecnologia in modo tale da ridurre le perdite di calore.<BR><BR>Nello stesso tempo occorre dare spazio alla ricerca per trovare soluzioni su tutte le costruzioni esistenti tirate su con lo sputo negli anni del boom degli anni sessanta e successivi, con pareti in carta velina.<BR><BR>E' necessario contrastare gli sprechi.<BR><BR>Il Prof. Mattioli ha fatto presente che il Belgio si è dotato di un numero esuberante di centrali nucleari. <BR><BR>In condizioni di esubero di energia hanno pensato bene di illuminare le autostrade.<BR><BR>Uno spreco comunque demenziale.<BR><BR>Noi li seguiamo a ruota.<BR><BR>Mi hanno segnalato che anche noi in Lombardia abbiamo illuminato la provinciale Milano-Meda.<BR><BR>L'impianto di illuminazione deve essere fatto smantellare immediatamente.<BR><BR>Gli svincoli devono essere illuminati a sufficienza le vie di corsa no.<BR><BR>Non posso fare pubblicità ad una Spa milanese ma in fatto depurazione dei fumi in Europa non è seconda a nessuno tanto che vince con estrema facilità le gare d'appalto.<BR><BR>Richiestissima negli Usa dove la loro tecnologia risulta decisamente inferiore.<BR><BR>Sta lavorando molto anche nel settore smaltimento dei rifiuti.<BR><BR>Sullo smaltimento dei rifiuti vengono risolti due problemi contemporaneamente.<BR><BR>Lo smaltimento di una parte consistente di rifiuti e la produzione di energia.<BR><BR>Nel piano energetico nazionale dovrebbe essere previsto il consorziamento di una serie di comuni limitrofi al fine di indirizzare i rifiuti verso un unico inceneritore d'area.<BR><BR>L'energia prodotta potrebbe essere utilizzata per i servizi comunali, dove la voce prevalente è quella dell'illuminazione pubblica.<BR><BR>E' giusta l'osservazione di babar in merito al ripristino delle centrali elettriche.<BR><BR>Molte centrali e centraline idrauliche sono state fermate in quanto lo statuto dell'Enel prevede che ogni centrale sia almeno presidiata da due persone.<BR><BR>Oggi quel tipo di centrali possono essere fatte funzionare in automatico senza la presenza di personale.<BR><BR>O Enel cambia lo statuto, o lo Stato la deve obbligare a vendere a privati che non prevedono questo tipo di vincoli.<BR><BR>Nell'anno 1975 sulla rivista di settore "Elettrificazione", in piena crisi energetica, venne pubblicato un articolo in cui si sosteneva che procedendo ad un rifasamento globale della rete, AT - MT - BT, e utilizzazione, si sarebbe risparmiato un quantitativo di energia elettrica pari a due centrali nucleari come quella di Caorso (Pc).<BR><BR>Non ho presente quanti sia stato fatto in merito ma anche questa è una via da percorrere.<BR><BR>Nota a margine.<BR><BR>Quest'ultimo rilievo dimostra come ragionano gli italiani.<BR><BR>In tempi di vacche magre andiamo a vedere dove recuperare energia.<BR><BR>Già ma se avessero messo mano al rifasamento dagli anni '50 in avanti quanto petrolio e quanto inquinamento avremmo evitato?<BR><BR>A.Hopkins


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 10, 2006 00:29 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:03 pm
Messaggi: 145
ciao unclet,<BR>ho letto attentamente tutto il post e non posso che condividerlo pienamente!<BR>Mi piace l'escamotage che trovi per far costare poco i pannelli fotovoltaici, pero'con la carenza di lavoro che c'e' in italia.....<BR>Pero', a ragionarci bene e considerato che i cinesi copiano tutto, se ci copiano anche i pannelli fotovoltaici forse riusciamo a frenare l'inquinamento folle di quelle parti del mondo.<BR>I nostri imprenditori non si arricchiranno, ma comunque un beneficio  per l'uomo ci sara'!<BR>:-)<BR>giuseppina


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mag 10, 2006 13:33 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 406
Scusa eh ma piuttosto che darlo in appalto alla cina che non sai nemmeno se per farli sfrutterà persone penso sia meglio pagarli qualcosa di +! A tutto c'è un limite!<BR><BR>Cmq sai quante cose si potrebbe fare... se per questo se abbassi la temperatura del rame disperde meno energia quindi se tutti i cavi fossero a -270 °C risparmieresti anche 2/3 centrali nucleari. Solo che ti ci voglio a farlo... intendiamoci tecnicamente è fattibile solo che praticamente comporterebbe un po' troppe tecnologie e controlli.<BR><BR>Cmq a parte questo ben venga tutte le cose che hai detto. Io sono totalmente a favore delle cose ecologiche e rinnovabili il problema è che all'atto pratico non funzionano.<BR><BR>Qua vicino vincolarono un cementificio a costruire anche un inceneritore che bruciando i rifiuti produceva energia elettrica e addirittura raccoglieva il calore e con il calore raccolto riscaldava molte famiglie....<BR><BR>Morale... il cemintificio ha costruito la sua fabbirca e consegnato al comune l'inceneritore perfettamente funzionante. Il comune ha detto che appena avrà il personale tecnico avrebbe dato il via e dopo 20 anni ancora non è arrivato questo personale. Fatto sta che la gente che aveva aderito al progetto ha poi quasi subito modificato l'impianto montandone uno tradizionale e che stando 20 anni abbandonato l'inceneritore è ormai obsoleto e cmq anche se non fosse obsoleto è devastato dagli agenti atmosferici.<BR><BR>Vedi con questo voglio dirti che il tuo progetto sarebbe bellissimo ma come lo realizzi nella realtà? Dove non si riesce a mantenere una linea elettrica all'efficienza normale te vorresti che fosse ottimizzata!?!?<BR><BR>Guarda sarei contento se arrivassimo ad avere le infrastrutture elettriche ad efficienza standard!<BR><BR>Per farti un altro esempio ai giardini pubblici quest'inverno un cane prese l'elettroshock a un tembino... (niente di grave eh è sopravvissuto) solo che chiamaro i controlli... venuti i controlli esordiscono con... ah finalmente l'abbiamo trovato... erano mesi che si disperdeva quantità enormi di energia e non capivamo che fine facesse... in pratica han scaricato a terra energia per mesi...<BR><BR>Parliamoci chiaro... io sono daccordo con te sul non sprecare ma come facciamo se il livello dei tecnici italiani è questo?<BR><BR>E guarda ti ho raccontato solo i casi più eclatanti... viaggiando molto e lavorando con diverse amministrazioni comunali potrei fare un libro con gli sprechi più assurdi di energia, soldi ecc... ecc...<BR><BR>Come la mettiamo?


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab mag 13, 2006 14:09 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:02 pm
Messaggi: 225
Energia libera.<BR>Liberare l'energia dai controlli monopolistici ed industriali.<BR>Liberare tutti gli oneri derivanti da vecchie leggi sulle costruzioni.<BR>Costruire una "casa clima" oggi. significa pagare lo spessore aggiuntivo delle pareti per una adeguata coibentazione, come se fosse superficie calpestabile, con i relativi oneri di I.C.I., tassa sui rifiuti ecc., e di valore sui metri quadri dell'edificio.<BR>Luigi Ruggeri.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 83 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010