Oggi è mer nov 22, 2017 11:01 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: sab ott 05, 2002 19:11 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 1
La crisi dell'Ulivo<br>Secondo il mio umile punto di vista, riguardo la crisi <br>dell'Ulivo della quale tanto oggi si sta parlando, il problema credo principale della coalizione di centrosinistra è la mancanza di un leader capace di <br>crearsi intorno a sè la fiducia e le simpatie dei diversi partiti politici che compongono la coalizione di cui sopra. <br>Con questo non voglio dire che l'attuale leader non sia <br>in grado di poterlo fare in futuro, ma che molto probabilmente sia questi che qualsiasi altro personaggio politico dell'Ulivo di oggi avranno in futuro poche possibilità di far uscire la coalizione da questa crisi e portarla magari alla vittoria nelle prossime elezioni politiche; ciò perchè ogni partito, a mio avviso, ha un certo timore nel vedere un eventuale leader che sia persona appartenente ad un altro partito anzicchè al proprio, facendo perdere la propria forza all'interno della coalizione. <br>L'Ulivo non sta riuscendo a capire, nell'attuale contesto politico, se per battere il polo delle libertà è preferibile organizzarsi attraverso una politica di centro o di sinistra ma soprattutto quale delle due potrebbe avere maggiori consensi da parte degli italiani. <br>Concludo dicendo che la via migliore da seguire è quella di riuscire a creare un leader che sia una figura nuova nella politica italiana capace di rappresentare L'Ulivo nel suo complesso e non singole aree e che si proponga non soltanto come un trascinatore del popolo di centrosinistra ma soprattutto come persona con programmi e basta. <br> <br>Grazie Giuseppe <br>


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 06, 2002 19:17 pm 
Re: La crisi dell'Ulivo<br>Per essere franco come è necessario, pur stimando Rutelli e non vedendo per ora il caso di una sua inutile sostituzione, io credo che il leader naturale dell'Ulivo sia Romano Prodi sia perchè ha dimostrato già una volta di saper vincere ed ancor meglio oggi con la straordinaria esperienza e conseguente grande immagine che si è creato con la presidenza della Commissione Europea. <br>Quindi per ora l'unica cosa importantissima da fare con testardaggine senza perdersi in inutili bizantinismi è quella di far diventare questo Ulivo un ragruppamento federale che , su precisi, ragionevoli ed eticamente irrinunciabili obbiettivi , riesca a mettere e tenere insieme e rappresentare unitariamente sia il fondamentale sistema dei partiti del centro-sinistra che quella fantastica galassia dei movimenti,associazioni, persone che voglioni ripristinare la civiltà della politica nel nostro Bel Paese. <br>Non è cosa da poco ed appunto per questo tutto il nostro lavoro deve essere concentrato in questo e non disperso su problemi diversi. Ed oltre tutto quale sarebbe questa drammatica crisi? <br>Silvano 31.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom ott 06, 2002 20:10 pm 
Re: La crisi dell'Ulivo<br>Giuseppe in questo forum si discute del seminario dei comitati e delle associazioni per l'Ulivo. Il tuo messaggio, non fa parte di questa categoria. Ti consiglio di inserirlo nel forum "Futuro dell'Ulivo". <br>Draghetti


Top
  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 3 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010