Oggi è mar lug 17, 2018 09:46 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 26, 2004 18:47 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 4
Una poltica per la casa<br>Fra tutte le proposte, fra quelle concrete e quelle fumose, mi pare che manchi una discussione seria sul problema della casa.Non parlo di nuove misure assistenziali alle famiglie povere, ma di giustizia. Andiamo a Bologna, Firenze e Roma e controlliamo tutti quanti si stanno arricchendo con affitti incredibili senza pagare le tasse. Introduciamo una bella multa e insieme un incentivo per chi regolarizza i contratti (al momento oltre al danno la beffa per gli onesti). In questo modo si risolverebbero indirettamente il problema del carovita per le famiglie, del carostudio degli studenti, di come trovare nuove entrate per le finanze pubbliche. <br>Fra l'altro mi pare anche una sacrosanta cosa di sinistra. :devil:


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer feb 13, 2008 22:41 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 4
arianna72 ha scritto:
Una poltica per la casa<br>Fra tutte le proposte, fra quelle concrete e quelle fumose, mi pare che manchi una discussione seria sul problema della casa.Non parlo di nuove misure assistenziali alle famiglie povere, ma di giustizia. Andiamo a Bologna, Firenze e Roma e controlliamo tutti quanti si stanno arricchendo con affitti incredibili senza pagare le tasse. Introduciamo una bella multa e insieme un incentivo per chi regolarizza i contratti (al momento oltre al danno la beffa per gli onesti). In questo modo si risolverebbero indirettamente il problema del carovita per le famiglie, del carostudio degli studenti, di come trovare nuove entrate per le finanze pubbliche.
<br>Fra l'altro mi pare anche una sacrosanta cosa di sinistra. :devil:


Da precario in affitto a 600 euro per un monolocale nella profonda periferia della Capitale non posso altro che concordare!!!!

Trovo singolare il silenzio, anche su questo forum, su questo tema nevralgico per il nostro paese. Si parla tanto in questi giorni di equità fiscale, di salari e di potere di acquisto; ma nessuno parla seriamente di case, affitti e mutui. Come si fa a non vedere la relazione che esiste tra potere d'acquisto e i costi di oggi per garantirsi il diritto (?) fondamentale alla casa! Sarà che il 70% degli italiani hanno casa di proprietà, ma quel 30% mi sembra comunque una percentuale importante, anche in considerazione del fatto che esso è costituito in grande maggioranza da giovani e immigrati. QUALE E' LA POLITICA DEL PD PER L'EMERGENZA ABITATIVA IN ITALIA???


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 14, 2008 16:30 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:04 pm
Messaggi: 1911
stalker73 ha scritto:
arianna72 ha scritto:


Da precario in affitto a 600 euro per un monolocale nella profonda periferia della Capitale non posso altro che concordare!!!!

Trovo singolare il silenzio, anche su questo forum, su questo tema nevralgico per il nostro paese. Si parla tanto in questi giorni di equità fiscale, di salari e di potere di acquisto; ma nessuno parla seriamente di case, affitti e mutui. Come si fa a non vedere la relazione che esiste tra potere d'acquisto e i costi di oggi per garantirsi il diritto (?) fondamentale alla casa! Sarà che il 70% degli italiani hanno casa di proprietà, ma quel 30% mi sembra comunque una percentuale importante, anche in considerazione del fatto che esso è costituito in grande maggioranza da giovani e immigrati. QUALE E' LA POLITICA DEL PD PER L'EMERGENZA ABITATIVA IN ITALIA???


Già il governo Prodi si è mosso nella direzione giusta, introducendo la detrazione per gli tutti i tipi di affitti (da 150 o 300 euro e di più per i giovani).
Poi secondo me una aliquota fissa al 20% (come voleva fare il governo Prodi) potrebbe anche spronare i proprietari di case ad abbassare i prezzi visto che pagherebbero meno tasse.

Io sarei favorevole anche ad una detraizione al 19% sulle spese di affitto con un massimale tipo gli interessi sul mutuo o giu di lì.

Vedremo come si comporterà in merito il prossimo governo.

Saluti Perrynic


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio feb 14, 2008 17:24 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 4
Salve, mi permetto di esprimere la mia opinione.

1) 150/300 euro l'anno non spostano di molto il problema quando ogni mese ci si trova a pagare un affitto che da solo brucia almeno il 60% di uno stipendio medio;
2) stimolazioni di questo tipo presuppongono: a) una diffusa propensione alla registrazione dei contratti di affitto (!!!???); b) un diffuso senso civico per cui ad una riduzione delle tasse si farebbe seguire una diminuzione dei prezzi e quindi dei profitti (!!!!????);
3) la soluzione non può essere trovata soltanto nelle stimolazioni. Il "libero" mercato VA CONDIZIONATO con interventi massicci e tempestivi di edilizia pubblica, evitando però oscenità ambientali ed urbanistiche!
4) lo Stato deve costituirsi soggetto di credito finanziario e calmierare il mercato dei mutui con proposte socialmente sostenibili.

Vorrei ricordare che uno dei momenti più alti di riformismo democratico in Occidente si è verificato con il New Deal di Roosevelt, quando nella tana del liberalismo economico si ha avuto il coraggio di regolamentare il mercato capitalistico anche con "profonde" misure di utilità sociale.

P.S.
Spesso girando per la mia città mi trovo a scoprire aree demaniali in completo disuso. In questi spazi non sarebbe possibile organizzare campus di edilizia ecocompatibile (soluzioni prefabbricate in stile scandinavo?) da dare in affitto a costi equi? Ovviamente non parlo di soluzioni sul tipo centri di accoglienza, ma di zone ubanisticamente dignitose, con verde, centri culturali e servizi ai cittadini. Probabilmente, e nel breve periodo, si potrebbero garantire al paese soluzioni abitative rispettose dell'ambiente e a costi, credo, molto più bassi.

Un saluto


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: dom feb 24, 2008 22:06 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:10 pm
Messaggi: 93
Buon giorno,
Sono ragionevolmente d'accordo con tutti voi.
C'e' pero' qualcosa che mi spinge a lasciare un messaggio:
Su un messaggio si parla di situazione difficili di certe "famiglie"; su un altro della soluzione del governo per agevolare i "giovani"... Ma un/a trentenne single che fa?
Io sostengo che una buona legge dev'essere applicabile a "tutti i cittadini" e non ad una parte. Un evidente limite c'e': i minorenni. Essendo sotto tutela del genitore o chi per lui, bisogna garantirgli diritti e doveri relativamente "a parte", ma questa é una parentesi.

Ma la famiglia é composta da individui, e un adulto (o anziano) ha diritto di campare quanto un giovane...
Mi sbaglio?

A presto.
Rominion.


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010