Oggi è gio feb 22, 2018 10:48 am


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mar 21, 2007 22:34 pm 
Sono un elettore dell'Ulivo.<BR>Ho votato a sinistra e continuero' a farlo ma vorrei fare una domanda semplicissima...<BR>Da un recente sondaggio e' emerso che ben il 70% degli italiani ha come prima preoccupazione quella del precariato.<BR>Precariato=No futuro,niente progetti,cittadini di serie B rispetto a chi ha la "fortuna" di avere un contratto a tempo indeterminato guardati con invidia,vivere sotto ricatto,non potersi comprare casa,avere figli insomma meglio morire piuttosto che vivere cosi' e purtroppo c'e qualcuno che ha avuto questa idea tempo addietro un impiegata precaria di una sala Bingo non vedendosi rinnovata il contratto si e' infatti tolta la vita.<BR>Io sono giovane e non ho intenzione di passare la mia vita a casa dei miei genitori perche' quattro furbetti imprenditori non vogliono avere sul groppone gente tutta la vita nn rendendosi conto delle drammatiche conseguenze sociali a cui porta questo modo di pensare.<BR>Si parla di tutto in politica meno che di questa questione che interessa gran parte degli italiani giovani allo sbando a zonzo per le citta' tra un colloquio ed un altro 2 mesi in un call-center poi a casa poi magari qualche stage nn retribuito qualche corso di formazione che serve a poco o nulla vogliamo fare qualcosa?<BR>Qualcuno vuole finalmente parlare di questo?<BR>Rivendico il mio diritto alla felicita' che da precario senza tutele nn avro' mai.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer mar 21, 2007 22:44 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 3234
caro nitro81<BR>probabilmente è vero che si parla poco (si fa piu' casino tu tante <BR>cose meno impiortanti) ma non vuol dire che il governo non <BR>affronti il tema, cercando di contrastare il fenomeno eberrante <BR>del precariato.<BR><BR>Nelle recente finanziaria sono state adottate misure, che agiranno<BR>durante il 2007 e di cui presto vedremo i frutti. <BR><BR>1) contrasto al lavoro nero e al precariato: anche attraverso l'adozione Documento<BR>unico di regolarità contributiva e l'inasprimento delle sanzioni.<BR><BR>Si tratta in pratica di diminuire la convenienza ad assumere preacari,<BR>aumentandone le tutele e ridicendo il divario economico. <BR><BR>Ecco varie misure, già varate:<BR><BR>DIRITTI PER I CONTRATTI ATIPICI<BR>MALATTIA : estesa ai parasubordinati (non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali<BR>obbligatorie) la tutela per malattia (20 giorni per anno solare).<BR>MATERNITà : esteso il diritto ai congedi parentali alle lavoratrici parasubordinate (3 mesi nel<BR>primo anno del bambino con il 30% della retribuzione).<BR>CONTRIBUTI PREVIDENZIALI : aumento dei contributi per i lavoratori parasubordinati, sia che<BR>non risultino assicurati presso altre forme obbligatorie (l'aliquota passa al 23,5%) sia per gli altri<BR>iscritti (l'aliquota passa al 16%).<BR>MISURE FISCALI<BR>STABILIZAZIONE : per trasformare i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, anche<BR>a progetto, in rapporti di lavoro subordinato è prevista la possibilità di regolarizzare, entro<BR>il 30 aprile 2007, i periodi pregressi attraverso una conciliazione individuale tra committente,<BR>sindacati e collaboratore.<BR>DISINCENTIVI : la riduzione del cuneo fiscale e l'abbattimento forfetario della base imponibile<BR>d'impresa si applicano solo al lavoratore dipendente a tempo indeterminato.<BR>TRASPARENZA : qualunque tipo di rapporto di lavoro subordinato, co.co.co. o contratto a progetto<BR>(di socio lavoratore di cooperativa e di associato in partecipazione con apporto di attività<BR>lavorativa) dovrà essere comunicato al Servizio per l'impiego.<BR>DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITà CONTRIBUTIVA : dal luglio 2007 i benefici normativi e<BR>contributivi previsti dalla normativa in materia di lavoro sono subordinati al possesso, da parte<BR>del datore di lavoro, del documento unico di regolarità contributiva.<BR>PUBBLICO IMPIEGO<BR>Contratti di Formazione Lavoro: conversione in contratti a tempo indeterminato dei<BR>contratti di formazione lavoro più volte prorogati e mai trasformati in assunzione, nonostante il<BR>superamento delle prove selettive, a causa dei blocchi previsti dalle precedenti finanziarie.<BR>SCUOLA : piano triennale 2007-2009 per la messa in ruolo di 150 mila docenti precari e 20 mila<BR>amministrativi tecnici ausiliari.<BR>RICERCA : finanziamento del Piano straordinario triennale per l'assunzione di 2.000 ricercatori<BR>(140 milioni di EUR). Nuovo concorso entro marzo 2007.<BR>P.A.: sblocco delle assunzioni a tempo indeterminato, per il 2007 del personale pubblico vincitore<BR>di concorso, in servizio a tempo determinato da almeno 3 anni. Per gli anni 2008 e 2009<BR>assunzioni a tempo indeterminato nel limite del 60% rispetto alle cessazioni (3 assunzioni ogni<BR>5 cessazioni).                          <BR><BR>precari<BR>trattamento pensionistico: aumento delle contribuzioni previdenziali per i parasubordinati,<BR>per i quali diventano obbligatori la tutela per malattia e i congedi parentali (3 mesi nel<BR>primo anno di vita del bambino).<BR><BR>precarietà<BR>contratti atipici: per trasformare i rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, anche<BR>a progetto, in rapporti di lavoro subordinato è prevista la possibilità di regolarizzare, entro<BR>il 30 aprile 2007, i periodi pregressi attraverso una conciliazione individuale tra committente,<BR>sindacati e collaboratore.<BR>formazione: finanziamento di 100 milioni di EUR per il 2007 per le attività di formazione dei<BR>giovani assunti con contratto di apprendistato.<BR><BR>lotta alla precarietà<BR>"pacchetto assunzioni": Piano triennale 2007-2009 per la messa in ruolo di 150 mila docenti<BR>precari e 20 mila amministrativi tecnici ausiliari.<BR>graduatorie: blocco delle graduatorie permanenti dal 1° gennaio 2007 e nuove regole di<BR>reclutamento del personale docente per eliminare il precariato scolastico.<BR><BR>Agevolazioni<BR>acquisto computer: detrazione d'imposta ai docenti, anche precari, delle scuole pubbliche<BR>di ogni grado per l'acquisto di un personal computer (tetto di 1.000 EUR) .<BR><BR>ricercatori<BR>precari: dal 2007 si potrà stabilizzare il personale precario nel limite del 40% del turn over.<BR><BR>Trovi tutto su http://www.ulivo.it/adon/files/schedefi ... _25-10.pdf<BR><BR>Forse non è molto e tanto si potrà ancora fare ma <BR>mi pare sia un buon inizio e non solo parole o buona volontà.<BR><BR>Ciao,<BR>Francesco


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: ven mar 23, 2007 19:08 pm 
Dalla tua risposta indubbiamente emergono delle novita'...<BR>Sicuramente la legge finanziaria non e' paragonabile ad una riforma del mercato del lavoro ma cmq timidi segnali di interesse verso la questione son stati dati... dal taglio del cuneo fiscale alla regolarizzazione dei precari nei call-center che cmq ricordiamoci che gia' per legge dovevano avere un contratto da dipendenti e non a progetto ma va bene cmq fare controlli visto che prima nessuno ci pensava.<BR>Si parla della riforma degli ammortizzatori sociali che a questo punto e' indispensabile in un mercato del genere per CHIUNQUE perda un lavoro a termine non un elemosina od un regalo come qualcuno potra' pensare ma uno strumento per affrontare serenamente il futuro e la flessibilita' impegnandosi a riqualificarsi nel frattempo e a svolgere percorsi formativi che finalmente saranno strutturati in modo tale da garantire realmente una ricollocazione di chi li frequenta nel mercato del lavoro e non solo il guadagno degli organizzatori che a parer mio dovrebbero venir maggiormente sensibilizzati in tal senso.<BR>Se si vuole il lavoratore flessibile allora questo baratto a mio dire e' indispensabile.<BR>Ma l'attuale legge 30 non prevede sufficienti tutele per i lavoratori ed e' sbilanciata a favore dei datori di lavoro in particolare non vi sono sanzioni ne limiti temporali riguardo ai nuovi contratti stipulati successivi al primo.<BR>Per i lavoratori somministrati non si applicano neanche i commi 3 e 4 dell'art.5 del d.lgs 368/2001 che limitano,sebbene in maniera debole,due assunzioni successive a termine con la triste conseguenza di un turn-over specialmente nei call-center senza fine che ha evidenti motivazioni speculative piu' che di necessita'.<BR>Insomma bisognerebbe realmente mettere mano a questa legge ed impedire una flessibilita' selvaggia.<BR>Bene cosi' ma molti sopratutto giovani che vi hanno votato e garantito la vittoria contrari a questo "malcostume consentito per legge" vi chiedono misure severe e risolutive.<BR><BR>Non deludeteci<BR>I giovani sono il futuro di questo paese non una risorsa da sfruttare<BR>restituiteci dignita'<BR><BR>Grazie per l'attenzione<BR>


Top
  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: lun mar 26, 2007 15:13 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 235
Io personalmente ritengo che accanto alle norme per combattere la precarieta siano necessari gli ammortizzatori sociali cosi come avviene negli altri paesi europei.Dare solo il 60% non basta poiche si hanno difficolta a lasciare la propria famiglia d origine per farsene una propria.Servirebbe l 80% dellultima retribuzione percepita e l obbligo si di partecipare ai corsi di formazione.I dubbi non nascono dalle disponibilita finanziare ma dagli abusi che possono esserci.Ma non si puo sacrificare la sicurezza sociale sull altare degli abusi.Queste come ho notato da piu parti sono politiche economiche avversate nel nostro paese considerate dei paliativi.Durante i periodi di espansione dell economia e facile trovare un nuovo lavoro ,ma durante i periodi di depressione come si vive senza indennita,..Il rischio sono le migrazioni verso quei paesi che offrono condizioni migliori per i giovani.Ma poi perche coloro che sono nelle grandi aziende li hanno e il 98% dei lavoratori che lavorano nella piccola e media industria no,..<BR>Fate pure


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: mer apr 11, 2007 22:51 pm 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:05 pm
Messaggi: 5
Io credo che il problema sia proprio il il fato che si da il 60% ed in più si va a lavorare in nero, lo stato ti da tutto gratis, e chi va più a cercare lavoro? Certo il mio è un paradosso, ma se ci pensate bene non è poi cosi lontano dalla realtà. Prima di imparare l'arte dell'arrangiarmi il mio unico obbiettivo era trovare un contratto da un mese, per poi lavorare in nero mentre percepivo la disoccupazione, e cosi come me tantissimi altri. Poi la dignità si è fatta sentire, sono emigrato in Germania, ho sudato, imparato un mestieriere, ed ora lavoro, do lavoro, e pago orgogliosamente le tasse (Troppe) l'assistenzialismo rovinerà la nostra nazione, come ha già rovinato il sud. Io son Sardo eh!!!


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: gio apr 19, 2007 10:45 am 

Iscritto il: lun feb 13, 2012 15:01 pm
Messaggi: 235
Non penso proprio a quello che dici.Stallo pure a dire che avevi il sussidio e poi facevi un lavoro in nero.Non penso mai che io e te potremmo mai andare d'accordo.Non è certo per i tuoi capricci che l'Italia non andrà verso uno stato sociale moderno<BR>così come esiste negli altri paesi europei.Pensare di sacrificare la sicurezza sociale fatta fuori dalla flessibilità sull'altare degli abusi significa che nel nostro paese c'è qualcosa nella testa di qualcuno che non funziona.L'80% sarà l'importo del sussidio.Poi gli abusi vanno severamente sanzionati e sono un'altra cosa-Robyn


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Vai a:  
cron
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010